Alessandro Del Rosso

Seagate: hard disk da 3 TB entro l'anno

Il gigante americano degli hard disk però avverte: tale capacità potrà essere gestita solo dalle versioni di Windows a 64 bit

Roma - Un portavoce di Seagate ha confermato al sito britannico Thinq che nel tardo autunno la sua azienda lancerà un hard disk interno da 3 TB. Ma per poter sfruttare l'intera capacità di questo monster sarà necessario un sistema operativo a 64 bit e, in taluni casi, un BIOS di ultima generazione.

Seagate Constellation ESCome spiegato da Barbara Craig, dirigente di Seagate, il futuro HD utilizzerà settori da 4 KB anziché da 512 byte, come nel sistema di Logical Block Addressing (LBA) adottato fin dai tempi del DOS: questo fa sì che la capacità del nuovo disco potrà essere correttamente indirizzata solo dai sistemi operativi che supportano il nuovo standard Long LBA, con settori da 4 KB. Tra questi sistemi operativi, secondo Craig, ci sono le versioni a 64 bit di Windows Vista e Windows 7 e "alcune versioni modificate di Linux". A quanto pare gli utenti di Windows XP potranno utilizzare solo 990 GB dei 3 TB forniti dal nuovo disco, mentre gli utenti delle versioni a 32 bit di Vista e Seven non vedranno più di 2,1 TB, ossia la capacità massima indirizzabile con il vecchio LBA.

E non è finita qui: se si desidera utilizzare il drive da 3 TB come disco di boot, sarà altresì necessario implementare la GUID partition table (GPT), che permette al master boot record (MBT) di gestire partizioni con capacità superiore ai 2,1 TB. Il MBT è gestito direttamente dal BIOS, ma quelli che oggi supportano la GBT sono pochissimi: Seagate spiega che la GPT è stata concepita come parte dell'Extensible Firmware Interface (EFI) di Intel, ed è ora al vaglio per l'inclusione nel nuovo standard United EFI (UEFI), attualmente supportato da un esiguo numero di schede madre.
Craig ha sottolineato come Seagate stia lavorando a stretto contatto con i produttori di software e di hardware per preparare la migrazione verso dischi con capacità superiore ai 2 TB. La product manager del colosso americano ha anche detto che il futuro HD da 3 TB - che farà probabilmente parte della famiglia Constellation ES - si rivolgerà ai sistemi di classe enterprise, un settore dove i sistemi operativi a 64 bit sono ormai una realtà consolidata.

Emulazione per Advanced FormatLo scorso dicembre anche Western Digital, il principale concorrente di Seagate, aveva preannunciato l'impiego di settori da 4 KB sulla sua futura generazione di dischi. L'uso di settori più grandi rispetto a quelli standard fa parte di una tecnologia che WD chiama Advanced Format, e che prevede l'implementazione - a livello di firmware del disco - di un layer di emulazione in grado di convertire i settori fisici da 4096 byte in settori logici da 512 byte e viceversa. Questa funzione, unita a driver ad hoc, dovrebbe consentire l'uso dei futuri dischi Advanced Format anche sui sistemi operativi e sui PC meno recenti o privi del supporto ai 64 bit. WD non ha però specificato se la sua soluzione sia in grado di risolvere tutti i problemi di compatibilità, incluso quello relativo alla MBT.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
90 Commenti alla Notizia Seagate: hard disk da 3 TB entro l'anno
Ordina
  • ...è che questo favorirà il passaggio a SO a 64 bit.
  • Scusate la mia ignoranza ma la cosa vale anche se i dischi vengono messi
    dentro ad uno "scatolotto" NAS in una rete per la gestione delle partizioni
    con sistemi non a 64 bit ???
    non+autenticato
  • I nas solitamente utilizzano distribuzioni embedded di linux
    => Valgono le stesse limitazioni di linux
    => I 32 bit hanno durato anche troppo.
    non+autenticato
  • Quando sono passato dai DVD ad un unico disco WD da 2TB per i backup, mi sono detto che anche se forse, nel lungo termine, è più sicuro un DVD, con un hard disk ottieni praticità, velocità e guadagno di spazio senza compromessi, siccome non devi preoccuparti della longevità nelle decadi: dopo qualche anno compri un nuovo HD di capacità (almeno) 10 volte maggiore, ci trasferisci il contenuto del vecchio hard disk e continui a usarlo per qualche altro anno. Il vecchio disco interamente cifrato lo rivendi, non serve neppure formattarlo, basta sovrascrivere i primi e gli ultimi settori.

    Tutto questo per dire che se lo stratagemma usato per salire oltre i 2TB è quello di quadruplicare la dimensione dei settori, il nuovo limite sarà quello degli 8GB... quanto potrà durare?
  • Utilizzo la stessa strategia con hdd usb 2.5 senza alimentatore, a parte alcuni dati anche su dvd. Way to go.
    non+autenticato
  • Sul lungo termine sono più sicuri i DVD?
    e questa dove l'hai letta?
  • anche secondo me è una "scemenza", anche se come sempre, dipende. Dipende dalla frequenza e qualità d'uso, e dalla conservazione.
    Ma anche se non posso fornirti bibliografia, l'opinione "del pubblico" più diffusa è che sia più sicuro fare backup su dvd che su hard disk.
    Personalmente, su 750 dischi ca., nessuno dei DVD ha mostrato errori di lettura (ma sono anche i dischi che ho masterizzato più di recente), mentre una discreta manciata di cd erano più o meno illeggibili, e per gli scopi pratici quindi, contenevano dati persi per sempre In lacrime
  • L'opinione del pubblico lascia il tempo che trova. Conosciamo bene la cultura informatica media italiana.
    La storia che i dvd e i cd (specialmente quelli masterizzati)siano eterni è la più grande truffa degli ultimi anni. I dvd vergini sono composti da un materiale "organico" e per sua natura facilmente deperibile.
    I supporti magnetici per quanto la tecnolgia sia obsoleta sono ancora i più sicuri.
  • Sono 25 anni che vedo piattini iniziando da enormi hdd 5.25 style da 10mb, spero che si concentrino sullo stato solido ed abbassino sti prezzi e tutto il bla bla bla... invece di campare di rendita aumentando, continuo a sognare tanto la storia del mercato e' sempre quella e non migliorera'.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nyo
    > Sono 25 anni che vedo piattini iniziando da
    > enormi hdd 5.25 style da 10mb, spero che si
    > concentrino sullo stato solido ed abbassino sti
    > prezzi e tutto il bla bla bla... invece di
    > campare di rendita aumentando, continuo a sognare
    > tanto la storia del mercato e' sempre quella e
    > non
    > migliorera'.

    secondo me i dischi rigidi di grande capacità hanno ancora un futuro: memoria stato solido nel computer per accesso veloce e durabilità, dischi rigidi esterni per backup giornalieri.
  • Certamente per l'uso high end tireranno avanti, but spero solo che scompaiano del tutto in tempi brevi (spero), miniaturiazione e chip per la prossima generazione potrebbero ridurre di tanto il consumo di metalli, e diminuire i volumi di materiale da distruggere, comodita' di trasporto e tutto. Me e tutti quelli che seguono sta ruota dai tempi dei dischi da 8 pollici e non solo, sanno come va a finire, ed potrebbero fare le previsioni per i prossimi 5-10 anni almeno, il mio discorso e' piu' sul lato ecologico e pratico per il normale utente finale, ma immagino che i server farm con tutti i problemi di riscaldamento potrebbero ridurre e non di poco, insieme ad altro potrebbero portare a ridimensionamenti di condizionatori e ups....insomma l'ecosistema cambierebbe. Insomma vedi la pagina di google, se comprimono qualche immagine e tagliano qualche byte, risparmiano tb e tb di traffico, pensa se tagliano 60% della pagina, quanto risparmierebbero, e da quello che vedo gli ssd, consumano un livello di materiale di gran lunga maggiore.
    non+autenticato
  • intendevo di gran lunga minore.
    non+autenticato
  • Ora come ora gli SSD si stanno dimostrando troppo costosi e soprattutto più affamati di energia dei dischi meccanici.
    iRoby
    6911
  • - Scritto da: il solito bene informato
    > - Scritto da: Nyo
    > > Sono 25 anni che vedo piattini iniziando da
    > > enormi hdd 5.25 style da 10mb, spero che si
    > > concentrino sullo stato solido ed abbassino sti
    > > prezzi e tutto il bla bla bla... invece di
    > > campare di rendita aumentando, continuo a
    > sognare
    > > tanto la storia del mercato e' sempre quella e
    > > non
    > > migliorera'.
    >
    > secondo me i dischi rigidi di grande capacità
    > hanno ancora un futuro:

    Si, se corredati di client bit torrent incorporato.
    ruppolo
    33147
  • Lo stanno già facendo. E gli HD ssd hanno anche prestazioni notevoli. Solo che per ora costano tanto.
    Questo non sarà più vero tra non molto. Prevedo un periodo intermedio con HD da avvio SSD, e HD da storage molti più capienti. Poi il prezzo degli HD normali precipiterà.
    Ti ricordi la transizione tra schermi catodici e LCD?
    non+autenticato
  • Eppure non mi dispiacerebbe un ibrido a prezzi popolari, diciamo un all-in-one con ssd da 32-64gb e dei piatti da 500GB, formato 2,5 o meno, 2 partizioni di base e magari usb 2/3 o equivalente. La prima per avvio e file temporanei (non temp), il secondo come storage piu' a lungo termine.
    non+autenticato
  • Che significa "versioni modificate di Linux" ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Domanda
    > Che significa "versioni modificate di Linux"
    > ?


    significa : versione che includa il modulo apposito per la gestione di cluster più piccoli.modulo ch sarà incluso dalle varie distro quando questi hard disc saranno rilasciati sul mercato
    .

    quanto all'intelligente che si chiede cosa servano 3 Tb di hard disc ( di mac come su pc) rispondo

    vedi caro il mio pargolo, gli adulti fanno cose tanto tanto complicate ma utili con i computer. questo comporta una crescita esponenziale del bisogno di spazio su pc.

    esempio

    domenica sono andato ad un workshop organizzato da un gruppo fotografico. in una mattinata ho scattato oltre 400 fotografie.
    usando una macchina reflex digitale, una foto da 10Mpx pesa circa 10-12 MB.
    ergo in una mattinata ho prodotto oltre 4 GB di dati
    due ore di registrazione in formato mpeg 2 con una scheda dvb-t producono altri 4 Gb
    stessa storia se si vuole scaricare su pc il contenuto di una cassetta minidv , non parliamo di cosa succede se tutti questi usi sono per uso professionale, la qualità e la quantità dle materiale aumenta, e necessita di continui backup.
    avere hard disc troppo piccoli in questi casi comporta dover ricorrere ad hard disc esterni vari altri backup, con problemi di sicurezza e stabilità.

    ah certo ma ci sono pochi giochi pe rmac, perchè preoccuparsi dell'archiviazione dati...
  • Scusate l'OT ma mi scappa:

    Hai pagato la tassa SIAE sui dischi che hai utilizzato?

    TrollTroll occhiolinoTroll chiacchieroneTroll occhi di fuoriTroll di tutti i colori
    non+autenticato
  • lol 10 mb a foto? e che è? un cartellone pubblicitario?
    non+autenticato
  • che il kernel linux è pronto ai cambiamenti
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)