Alessandro Del Rosso

L'Hyper CD conterrà 1 petabyte di dati

Una tecnologia olografica capace di stipare fino a 1 PB di dati nello spazio di un DVD. Tra i vantaggi, il basso costo di media e drive

Roma - Nel panorama delle tecnologie di archiviazione olografica si è fatta notare la società Storex Technologies: sostiene di aver messo a punto una tecnica per registrare fino a 1 petabyte (PB) di dati nello stesso spazio di un CD.

Fondata tre anni or sono dallo scienziato rumeno Eugen Pavel, Storex sta cercando uno sponsor o un partner tecnologico che le consenta di trasformare il suo progetto, chiamato Hyper CD, in un prodotto commerciale.

Hyper CD è una memoria ottica che utilizza una struttura di archiviazione basata su layer virtuali, creati grazie al controllo dell'intensità luminosa di certi materiali fluorescenti. La registrazione dei dati può avvenire grazie all'uso di diodi laser che scrivono su dischi in vetro fluorescente fotosensibile o in vetroceramica. Tali tecniche, nonché la produzione di materiali fluorescenti fotosensibili in vetro o vetroceramica, sono coperti da tre brevetti che Storex ha registrato negli Stati Uniti.
L'azienda rumena sostiene che la sua tecnologia Hyper CD utilizza dischi non dissimili dai classici CD e DVD, e per tale ragione richiede solo lievi modifiche ai drive preesistenti. Grazie a questa caratteristica, gli Hyper Drive saranno in grado di leggere anche CD e DVD. Tra gli altri vantaggi citati da Storex vi sono i bassi costi di produzione dei media, la possibilità di sviluppare dischi riscrivibili, la lunghissima durata dei supporti Hyper CD (Storex parla addirittura di migliaia di anni) e la potenziale flessibilità della tecnologia, adattabile ad una grande varietà di computer e dispositivi.

Negli ultimi 10 anni sono molte le società che hanno annunciato rivoluzionarie tecnologie di archiviazione capaci di scrivere terabyte di dati su un solo compact disk. Tra le aziende che sono arrivate più vicine a spingere drive e dischi olografici sul mercato c'è InPhase, che però non è poi riuscita a trovare i fondi necessari per avviarne la produzione in volumi. L'annuncio più recente è quello di General Electric, che afferma di avere tra le mani una tecnologia olografica con tutte le carte in regola per diventare uno standard industriale.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
52 Commenti alla Notizia L'Hyper CD conterrà 1 petabyte di dati
Ordina
  • Sono decenni che sento parlare di dischi olografici, che promettono miracoli.
    Comunque non saprei che farmene di 1 peta, mi accontenterei già di 1 tera non a prezzi di espianto di organi...
    Funz
    12995
  • - Scritto da: Funz
    > Comunque non saprei che farmene di 1 peta, mi
    > accontenterei già di 1 tera non a prezzi di
    > espianto di organi...

    Quando sul P2P troverai la filmografia completa in formato IMAX Dome di Clint Eastwood, dove la metti?
    non+autenticato
  • - Scritto da: non so
    > - Scritto da: Funz
    > > Comunque non saprei che farmene di 1 peta, mi
    > > accontenterei già di 1 tera non a prezzi di
    > > espianto di organi...
    >
    > Quando sul P2P troverai la filmografia completa
    > in formato IMAX Dome di Clint Eastwood, dove la
    > metti?

    Quando avrò l'impianto IMAX in salotto ci penseròCon la lingua fuori
    Funz
    12995
  • Prima di ubriacarci con questa notizia, facciamo due conti.

    Allora, un cd e' un cilindro, di raggio 60mm e altezza 1mm.
    Al suo interno a un buco di raggio 15mm e altezza sempre 1mm.

    Il volume si calcola con PI*r^2*h, quindi PI*r1^2*h-PI*r2^2*h=PI*(60*60-15*15)*1=3.14*(3600-225)=1075mm cubici, cioe' un dado di 10,24mm di lato, cioe' un cubetto di poco piu' di un centimetro di lato.
    Inoltre teniamo presente che solo parte di questo volume e- dedicato ai dati, mentre una parte deve essere dedicato al mero supporto meccanico.

    Ora, in questo cubetto questa gente pretende di infilarci 1PetaByte che, ricordiamolo, e' un milione di miliardi di byte, per gli amici 10^15 byte, cioe' 8*10^15 bit, arrotondiamo a 10^16 bit.

    E' dimostrato (http://it.wikipedia.org/wiki/ZFS_%28file_system%29) che
    un chilo di materia contenuto in un volume pari ad un litro, puo' contenere al massimo 10^31 bit, ma un litro e' equivalente ad un cubo di 10cm di lato. Abbiamo visto essere un cd pari a (circa) 1cm cubo.
    Quindi in un cubo di 10cm di lato ci stanno 10^3 cubetti da 1cm di lato.
    Quindi al massimo in un cubetto da 1cm di lato ci stanno 10^31/10^3 = 10^28bit.

    Ora, 10^28 e' 1000 miliardi di volte 10^16, ma e' pure vero che il 10^31 iniziale e' un limite teorico che sarebbe raggingibile solo in condizioni ideali.

    CONCLUSIONE:
    O questi ci prendono per il naso, oppure hanno veramente in mano una tecnologia che fara' il botto grosso.

    Sta di fatto che io sto ancora aspettando i famosi cd da 100G che erano stati teorizzati circa 15 anni fa e mai arrivati sul mercato....
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > Sta di fatto che io sto ancora aspettando i
    > famosi cd da 100G che erano stati teorizzati
    > circa 15 anni fa e mai arrivati sul mercato....

    Esistono i BDLX, leggi ad esempio:

    http://www.tomshw.it/cont/news/bdxl-il-blu-ray-si-...
    non+autenticato
  • 1) 3.14*(3600-225)=10597.5, non 1075
    2) "10^28 e' 1000 miliardi di volte 10^16" ... appunto. In condizioni ideali pratiche (non teoriche) siamo giá arrivati al QBit. Non vedo perché il tizio non dovrebbe farcela.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 giugno 2010 17.00
    -----------------------------------------------------------
  • il cd occupa solo 700 mega - il dvd occupa oltre i 4 giga - 1 petabyte? per quello serve solo un hard disc

    e poi diciamo che la mia pen drive da 16 giga occupa oltre i 4 dvd

    cd e dvd sono destinati a fare la fine del floppy - sostituiti da pen drive di varie misure, ben presto li faranno da 100 giga
    non+autenticato
  • - Scritto da: fix
    > il cd occupa solo 700 mega - il dvd occupa oltre
    > i 4 giga - 1 petabyte? per quello serve solo un
    > hard disc
    >
    >
    > e poi diciamo che la mia pen drive da 16 giga
    > occupa oltre i 4
    > dvd
    >
    > cd e dvd sono destinati a fare la fine del floppy
    > - sostituiti da pen drive di varie misure, ben
    > presto li faranno da 100
    > giga

    l'importante è la retrocompatibilità
    ciao
    non+autenticato
  • la fat 32 si usa solo su virtualbox

    in futuro win98 si usa solo su virtualbox

    la retro... e cose varie tutto su virtualbox tutti i pc sono su base ntfs
    non+autenticato
  • Io non penso che nel momento (se mai arriverà) in cui useremo questi supporti di memoria, avremmo bisogno della retrocompatibilità con CD e DVD....
  • - Scritto da: fix
    > il cd occupa solo 700 mega - il dvd occupa oltre
    > i 4 giga - 1 petabyte? per quello serve solo un
    > hard disc

    il cd è ancora buono per gli autoradio, il dvd come media per immagazzinare backup e dati, a basso costo

    > e poi diciamo che la mia pen drive da 16 giga
    > occupa oltre i 4
    > dvd

    Meglio la mia SD da 16 giga!


    > cd e dvd sono destinati a fare la fine del floppy
    > - sostituiti da pen drive di varie misure, ben
    > presto li faranno da 100
    > giga

    Siam qua che aspettiamo Occhiolino
  • E' stato fatto l'annuncio per cercare soldi secondo me, come ha detto qualcuno prima.
    Però se arriva nei nostri supermercati, quanto ci chiederà la SIAE come equo compenso? Però se poi ci costa magari 10 mila euro al pezzo, piuttosto uso migliaia di dvd allora.

    Speriamo comunque che arrivi presto (2-3 anni).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > E' stato fatto l'annuncio per cercare soldi
    > secondo me, come ha detto qualcuno
    > prima.

    È ovvio, per portare avanti la ricerca servono soldi.

    > Però se arriva nei nostri supermercati, quanto ci
    > chiederà la SIAE come equo compenso? Però se poi
    > ci costa magari 10 mila euro al pezzo, piuttosto
    > uso migliaia di dvd
    > allora.

    Sì, a meno che non li compri dalla Germania. Allora li paghi praticamente a prezzo di costo, 0 equo-compenso e fai tutto in modo perfettamente legale.

    > Speriamo comunque che arrivi presto (2-3 anni).

    La vedo dura, almeno finché non ci avranno messo in mano un Blu-Ray a tutti, nonché una collezione di film e altra robetta che ci spennerà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > E' stato fatto l'annuncio per cercare soldi
    > secondo me, come ha detto qualcuno
    > prima.
    > Però se arriva nei nostri supermercati, quanto ci
    > chiederà la SIAE come equo compenso? Però se poi
    > ci costa magari 10 mila euro al pezzo, piuttosto
    > uso migliaia di dvd
    > allora.
    >
    > Speriamo comunque che arrivi presto (2-3 anni).

    Cerrrrto... io sto ancora aspettando i famosi dischi da 1 terabyte, annunciati nel 2000!!!! Hahahaha!!! Altro che petabyte!

    http://punto-informatico.it/7209/PI/News/storage-a...
    non+autenticato
  • maddai ???
    ci stanno mangiando in testa
    meanwhile la ricerca in italia sta andando a donnine allegre
    non+autenticato
  • Tra un po' dovremo emigrare noi in Romania Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Che io sappia, la "colonizzazione" italiana della Romania è iniziata già da una ventina di anniSorride
    Ovviamente non in campo informatico (oddio un po' anche).
    non+autenticato
  • E che vuol dire di dove sia il tipo che ha sviluppato questa tecnologia?
    Guarda caso ultimamente moltissime truffe informatiche hanno base in Romania: se ci sono geni malvagi ci saranno anche sviluppatori onesti.

    Inoltre non diamo limite alla tecnologia.. mi ricordo ancora con nostalgia un bootblock x Amiga (512B) in cui c'era Breakout e si potevano pure salvare i recordSorride

    E infine mia moglie e' rumena, quindi devo pensare positivoCon la lingua fuori
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)