Claudio Tamburrino

Samsung e il malware originario

Alcuni dispositivi del primo smartphone bada sono arrivati nelle mani degli utenti già farciti di malware. L'azienda minimizza. Colpiti alcuni utenti tedeschi

Roma - Dopo i casi che coinvolgevano dispositivi HTC Magic, anche alcuni apparecchi Wave prodotti dalla Samsung sarebbero arrivati al consumatore già infetti.

Wave S8500, il primo dispositivo Bada, potrebbe essere stato accompagnato nel suo viaggio dalla Corea da un compagno poco gradito: malware. Ad essere infettate le microSD, che conterrebbero un file chiamato slmvsrv.exe (definito Trojan.Generic.3932466) che si avvia automaticamente quando il dispositivo è connesso a Windows se l'opzione autorun è attiva.

In pratica: il sistema avvierebbe automaticamente l'installazione del software per sincronizzare smartphone e PC, ma nel processo finirebbe per "ammalarsi". Una volta infetto, il PC copierà il programma in qualsiasi altra periferica esterna successivamente collegata con esso.
Secondo Samsung il problema riguarderebbe solo alcuni dei dispositivi venduti in Germania e sarebbe già stato risolto: tutti i prodotti ora disponibili sul mercato, afferma l'azienda coreana, sono ora sicuri.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • SicurezzaC'era due volte lo smartphone infettoUn altro HTC Magic venduto da Vodafone conteneva un arsenale di malware, analogo a quello individuato qualche giorno fa. Secondo il provider potrebbero essere migliaia i telefonini coinvolti - UPDATE
  • AttualitàUn trojan in alcuni GPS TomTomUna partita di navigatori satellitari prodotti nell'autunno scorso porta in dote malware potenzialmente pericoloso per gli utenti Windows. Nessun rischio invece per il software del GPS
  • SicurezzaOoops, nell'Eee Box si annida un virusAsus ha dovuto ammettere che gli Eee Box consegnati ad alcuni utenti giapponesi contengono un worm. Per il momento il problema è limitato al solo Giappone, ma non è escluso che unità infette siano state vendute anche in altri paesi
2 Commenti alla Notizia Samsung e il malware originario
Ordina
  • Siccome l'oggetto in questione si rivolge ad un pubblico amante del preinstallato, e siccome per l'oggetto in questione e' piu' difficile esporsi agli exploit disponibili per le versioni desktop e server del sistema operativo piu' preinstallato del mondo, ecco la soluzione: il virus gia' preinstallato!

    In questo modo l'utente winaro puo' provare l'esperienza di subire danni da malware anche con lo smartphone e non perdere la sana abitudine di installare pesantissimi, costosissimi, ed inutilissimi antivirus anche su quei cosi!
  • - Scritto da: panda rossa
    > Siccome l'oggetto in questione si rivolge ad un
    > pubblico amante del preinstallato, e siccome per
    > l'oggetto in questione e' piu' difficile esporsi
    > agli exploit disponibili per le versioni desktop
    > e server del sistema operativo piu' preinstallato
    > del mondo, ecco la soluzione: il virus gia'
    > preinstallato!
    >
    > In questo modo l'utente winaro puo' provare
    > l'esperienza di subire danni da malware anche con
    > lo smartphone e non perdere la sana abitudine di
    > installare pesantissimi, costosissimi, ed
    > inutilissimi antivirus anche su quei
    > cosi!


    Appunto, non capisco cosa abbiano da lamentarsi, gli preinstallano il Malware senza nemmeno che lo debbano fare per conto loro, un vantaggio non indifferente per l'utonto.

    Comunque questa cosa sono sicuro che sia già successa almeno due o tre volte nella storia di DOS/Windows , la prima mi pare fu a metà degli anni 90 con il famoso virus Manhattan preinstallato nei dischetti preformattati da 3 e 1/2 .
    non+autenticato