Alessandro Del Rosso

Sony lancia un PC all-in-one entry-level

Il nuovo Vaio J č nuovo sistema touch screen di Sony che, ad un prezzo base inferiore ai 1000 dollari, offre uno schermo da 21,5 pollici Full HD. Annunciati anche due nuovi notebook mainstream

Roma - Sony ha introdotto nella sua gamma di PC Vaio un nuovo sistema all-in-one (AIO), il Vaio J Series, definito dal colosso giapponese "entry-level". Per la verità il prezzo base di oltre 900 dollari non fa del Vaio J un prodotto particolarmente economico, ma nell'offerta di Sony si tratta certamente dell'AIO touch screen dal costo più accessibile.

Sony Vaio J SeriesIn un computer all-in-one il componente più rilevante è indubbiamente il monitor, e quello del Vaio J non passa inosservato né per il design, ultrasottile ed elegante, né per le caratteristiche tecniche: diagonale di 21,5 pollici, risoluzione di 1920 x 1080 pixel (Full HD) e tecnologia multitouch.

A seconda del modello la CPU può essere costituita da un Intel Core i3 o da un Core i7, dal chipset grafico integrato Intel HD Graphics o da una GPU GeForce 310M di Nvidia con 512 MB di memoria GDDR, e da 4 oppure 6 GB di RAM (espandibili a 8 GB). L'hard disk è costituito da un modello da 500 GB con velocità di 7200 RPM, mentre la connettività di rete è affidata a un adattatore LAN Fast Ethernet e ad un modulo WiFi 802.11n.
Come il sistema di fascia più alta Vaio L Series, contraddistinto da uno schermo da 24 pollici, i modelli del Vaio J con prezzo a partire dai 1100 dollari includono un'unità ottica combo capace di leggere e scrivere CD e DVD e di leggere i supporti Blu-ray (con i quali è possibile sfruttare a fondo il display Full HD).

Il sistema operativo pre-installato sul Vaio J è Windows 7 Home Premium x64 corredato di un'interfaccia touch appositamente sviluppata da Sony. Similmente a quella degli AIO TouchSmart di HP, questa interfaccia consente di utilizzare gesture multitouch per gestire e riprodurre foto, musica e video, per disegnare e per navigare sul Web.

Vaio EA e Vaio EC
Sony Vaio EA SeriesSony ha aggiornato anche la sua linea di notebook mainstream introducendo il Vaio EA, con display da 14 pollici e prezzo base di 769 dollari, e il Vaio EC, con schermo da 17,3 pollici e prezzo base di 819 dollari. Nella loro configurazione standard entrambi i laptop utilizzano una CPU Core i3, una scheda grafica ATI Radeon HD 5470, un hard disk da 320 GB e 4 GB di RAM. Tra i componenti opzionali c'è un lettore Blu-ray, una porta HDMI, una CPU Core i5, un hard disk da 500 GB e il sistema operativo Windows 7 Professional x64 al posto dell'edizione Home Premium.

Come la serie EB, i nuovi Vaio EA sono disponibili in diverse colorazioni, alcune molto vivaci come il verde chiaro, il rosa acceso e l'azzurro.

Alessandro Del Rosso
24 Commenti alla Notizia Sony lancia un PC all-in-one entry-level
Ordina
  • Io ho il vaio l quello più grande ed è stupendo se avete problemi per le ditate usate i guanti in lattice e tagliate le parti delle dita.
    Usabilità massima mouse e tstiera wireless il touch non stanca ed è un nuovo modo di navigare e soprattutto leggere.
    Per il resto, è il massimo prezzo intorno ai 1000 euro per niente esagerato.
    Comprate vaio.....
    non+autenticato
  • uno di questi affari,
    questo qui per la precisione
    http://www.google.it/images?q=hp%20touchsmart

    aveva sopra sVista...
    non vi dico che cesso galattico da usare,
    andava tutto a scatti, senza contare che win
    ha un'interfaccia per nulla ottimizzata per l'uso
    senza mouse e tastiera

    ste macchine saranno anche valide
    (oddio siamo lontani anni luce dalla precisione
    del touch di apple)
    ma ci va un SO specifico per quell'utilizzo
    non+autenticato
  • I pc e notebook Vaio qualitativamente sono il meglio insieme ai Dell e ad alcuni Asus. Purtroppo il loro enorme limite è windows. E li non c'è niente da fare.
  • - Scritto da: CesareDrugStore
    > I pc e notebook Vaio qualitativamente sono il
    > meglio insieme ai Dell e ad alcuni Asus.
    > Purtroppo il loro enorme limite è windows. E li
    > non c'è niente da
    > fare.

    Concordo.

    Ma non è la Vaio, è la Sony.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 giugno 2010 09.14
    -----------------------------------------------------------
    ruppolo
    33147
  • basta metterci il pinguino.. è un attimo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > basta metterci il pinguino.. è un attimo
    e come va il pinguino con il touch? ci sono driver?
    non+autenticato
  • Ovviamente con certezza non te lo dire ma tutto sommato credo non sia difificile trovare un sw per il touch, considerando che la stessa canonical sta per far uscire una versione di ubuntu nativa per touchscreen
    non+autenticato
  • - Scritto da: CesareDrugStore
    > I pc e notebook Vaio qualitativamente sono il
    > meglio insieme ai Dell e ad alcuni Asus.
    > Purtroppo il loro enorme limite è windows. E li
    > non c'è niente da
    > fare.

    Formatti il sistema e ci installi quello che più t'aggrada. E se vuoi il rimborso, lo richiedi (vedi poi tu se lo sforzo vale il rimborso). Quindi, non mi pare chissà che limite.
  • il problema è un altro, sono le ditate!! e su un monitor da 24 sono una schifezza
    non+autenticato
  • e lo pulisci quando fai le ditate sai ke sforzo..io l ho provato mesi fa ed e' una figata altro ke quelle porcate ultracare di apple, ovviamente non cerco l approvazioni di altri...sono quasi sempre in disaccordo con tutti(e ne sono fiero), si sono anche simpatico...
    non+autenticato
  • Con il dovuto rispetto per la tua opinione, Apple in fatto di devices sensibili al tocco ha fatto scuola. Definire porcate oggetti come iPhone ed iPad in particolare parlando di touchscreen, perdonami, ma è proprio una bestemmia.
  • Vogliamo parlare dei monitor Apple?
    Qualità media e prezzo maggiorato del 30% almeno
    Comunque le ditate si puliscono con il panno e il liquido x occhiali
    non+autenticato
  • - Scritto da: iupiter
    > e lo pulisci quando fai le ditate sai ke
    > sforzo..

    Certo che è uno sforzo: o lo pulisci con un prodotto specifico ogni pochi minuti, o lo usi zeppo di ditate. Uno schifo.

    > io l ho provato mesi fa ed e' una figata
    > altro ke quelle porcate ultracare di apple,

    le "porcate" di Apple sono trattate oleo-repellenti. Sai, loro usano la testa, non i piedi, ne progettare le cose.
    ruppolo
    33147
  • Sì sì, si vede che non ne hai mai visto uno
    non+autenticato
  • - Scritto da: pietro
    > il problema è un altro, sono le ditate!! e su un
    > monitor da 24 sono una
    > schifezza

    Ma ti danno in bundle uno scatolone con 12 flaconi di Vetril e un panno in microfibraA bocca aperta
    ruppolo
    33147
  • devo dire che il touch per un monitor non lo riesco ancora ad immaginare... il touch è stato una grande invenzione sul cell perchè andava a sostituire i tasti direzionali, ma qui andrebbe a sostituire il mouse, che al momento mi sembra più comodo

    sarà diverso, ma tra il touchpad e il mouse sul portatile preferisco di gran lunga il mouse (per non parlare di quando si lavora che allora non c'è proprio paragone)
    non+autenticato
  • - Scritto da: roberto
    > devo dire che il touch per un monitor non lo
    > riesco ancora ad immaginare... il touch è stato
    > una grande invenzione sul cell perchè andava a
    > sostituire i tasti direzionali, ma qui andrebbe a
    > sostituire il mouse, che al momento mi sembra più
    > comodo
    >
    > sarà diverso, ma tra il touchpad e il mouse sul
    > portatile preferisco di gran lunga il mouse (per
    > non parlare di quando si lavora che allora non
    > c'è proprio
    > paragone)
    ma dove dice che devi sostituire il touch al mouse? io credo che il touch sia qualcosa in più che magari puoi usare in determinate situazioni(e di sicuro in posizioni più comode del monitor di quelle nella foto)
    non+autenticato
  • - Scritto da: none
    > ma dove dice che devi sostituire il touch al
    > mouse? io credo che il touch sia qualcosa in più
    > che magari puoi usare in determinate situazioni(e
    > di sicuro in posizioni più comode del monitor di
    > quelle nella
    > foto)

    Esatto, per questo i MacBook di Apple hanno un trackpad multitouch.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: none
    > > ma dove dice che devi sostituire il touch al
    > > mouse? io credo che il touch sia qualcosa in più
    > > che magari puoi usare in determinate
    > situazioni(e
    > > di sicuro in posizioni più comode del monitor di
    > > quelle nella
    > > foto)
    >
    > Esatto, per questo i MacBook di Apple hanno un
    > trackpad
    > multitouch.

    A dire il vero quello ce l'hanno anche i portatili da 500 euro, con funzioni diverse se tocchi il pad con un, due o tre dita.
    non+autenticato
  • ero d'accordo fino a quando non ho avuto il primo computer con multitouch. Non ne puoi fare più a meno dopo. Per carità, sono piccolezze, però poi quando non le hai più sottomano è scocciante perchè devi tornare alle vecchie abitudini. Niente di grave, ripeto, ma non è un processo immediato.
  • tempo fa mi sono occupato (per alcuni anni) di alfabetizzazione informatica ed è incredibile come in realtà il mouse (tanto naturale per chi lo usa da tempo) sia in realtà incredibilmente ostico a chi non l'ha mai preso in mano...

    L'interfaccia touch è incredibilmente più naturale ed intuitiva basti pensare a tutte le applicazioni nelle quali è diventata standard (chioschi interattivi, biglietterie automatiche, consolle con singole applicazioni tipo ristoranti, magazzini ecc.) Ormai quando ne troviamo una con ancora la trackball ci irritiamo...

    Resta ovviamente il fatto che le interfacce dei so sono ancora pensate per essere usate col mouse, ma non è detto che questo non cambi presto.
    Poi c'è la questione del file system... ma chissà.

    Io ricordo bene chi diceva che le interfacce grafiche sono inutili perché la riga di comando è molto più comoda e veloce...

    Però è innegabile che mettere il dito su ciò che desidero è un'azione naturale anche per una scimmia, mentre...

    muovere un mouse su un tappetino (mi raccomando senza ruotarlo su se stesso altrimenti perdi la corrispondenza cartesiana) fino a che una freccina che si chiama puntatore (attenzione a non confondersi col cursore che è tutta un'altra cosa) non è sopra l'icona (la punta della freccina non il centro!) poi fare click (o peggio doppio click velocemente e senza spostare il mouse) col tasto sinistro (no il sinistro quello sotto l'indice!)
    "Mi scusi... ho finito il tappetino come faccio ad arrivare all'icona?"
    "Devi alzare il mouse, tornare al centro del tappetino, e continuare a spostarti..."

    Chi altro ha fatto alfabetizzazione sa di cosa parlo...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)