Claudio Tamburrino

Fino all'ultima goccia di Limewire

Ingiunzione permanente, beni congelati, miliardi di danni: le major vogliono tutto

Roma - LimeWire dovrebbe alle principali etichette discografiche, secondo le loro stesse stime "più conservative" danni per un valore di "oltre un miliardo di dollari". E per garantirsi la possibilità di vederli, le 13 case discografiche (Arista, Atlantic, BMG Music, Capital, Elektra, Interscope, LaFace, Motown, Priority, Sony BMG, UMG, Virgin, e Warner Brothers) che, riunite sotto l'egida della Record Industry Association of America, hanno portato in tribunale la piattaforma P2P hanno ora chiesto al giudice il congelamento di tutti i beni della società.

Il gruppo di detentori di diritti aveva già ottenuto una condanna per incitamento alla violazione del copyright e, in quella occasione, aveva chiesto un'ingiunzione permanente per interrompere l'attività del sito e aveva promesso di reiterare la richiesta giorno dopo giorno: arriva così la richiesta di congelare i beni del condannato e l'annuncio della grande cifra pretesa.

Le 13 etichette hanno continuato a mantenere l'attenzione su LimeWire e sul suo fondatore Mark Gorton, accusato ora di aver trasferito "asset significativi", tra cui circa il 90 per cento delle azioni LimeWire, ad una società che egli "spera apertamente di difendere dalla riscossione dei danni". Le etichette ritengono quindi che sarebbe necessaria la congelazione di tutti i beni della società così da impedire eventuali scappatoie alla sentenza del tribunale. Una nuova dura richiesta che arriva subito dopo che il giudice aveva concesso un po' d'aria al sito, concedendo ancora due settimana di attività.
Il massimo della pena che il giudice può infliggere allo sviluppatore di uno dei software P2P di maggior successo è 450 milioni di dollari, 150 mila per singola infrazione riscontrata.

Dubbi vi sarebbero poi sull'effettiva possibilità di chiudere LimeWire: tecnicamente, a differenza per esempio dei precedenti di Napster e Grokster, non vi è un server a cui staccare la spina. Né appare possibile rintracciare tutti i client. La parola fine alla storia di Limewire, probabilmente, l'hanno messa le scelte degli utenti.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàRIAA: il giudice affondi LimeWirePer la lobby dei discografici statunitensi le operazioni della societÓ che sta dietro a uno dei pi¨ popolare client per file sharing deve chiudere i battenti. Subito. Per evitare ulteriori danni al mercato
  • Diritto & InternetRIAA, LimeWire alla spremituraI discografici statunitensi di RIAA festeggiano la sentenza con cui un giudice ha condannato per incitamento alla violazione del copyright l'azienda che sviluppa il noto software di condivisione
  • Diritto & InternetUSA, uso legittimo e fantastiliardiI settori economici alimentati dal fair use arriverebbero a valere un sesto del PIL degli States. Lo mostra uno studio che sembra contrapporsi alle analisi sui danni della pirateria proposte dai detentori dei diritti
  • Diritto & InternetUSA: la pirateria è tutta da verificareUna ricerca governativa afferma che gli studi finora condotti sulla pirateria sono basati su dati e metodologie non chiari. Insomma, il problema c'Ŕ, ma non si sa quanto Ŕ grande. E potrebbe avere lati positivi
6 Commenti alla Notizia Fino all'ultima goccia di Limewire
Ordina
  • .... che vi sia un mancato guadagno, ma le prove, quelle vere sulle quali la gente dovrebbe essere condannata, dove sono?

    Si può condannare qualcuno con i "se" , i "ma", i "forse", "si suppone", "probabilmente" e così via?

    Non è forse vero che 100 indizi non fanno una sola prova e senza prove si è innocenti (fino a PROVA contraria)?
    non+autenticato
  • - Scritto da: M.R.
    > .... che vi sia un mancato guadagno, ma le prove,
    > quelle vere sulle quali la gente dovrebbe essere
    > condannata, dove
    > sono?
    >
    > Si può condannare qualcuno con i "se" , i "ma", i
    > "forse", "si suppone", "probabilmente" e così
    > via?
    >
    > Non è forse vero che 100 indizi non fanno una
    > sola prova e senza prove si è innocenti (fino a
    > PROVA
    > contraria)?

    No! Qui in Italia dicono, e non solo, che tre indizi fanno una prova.
    Quindi 100:3= 33,333333333333333.........prove. A bocca storta
    Esamina alcuni degli ultimi famosi processi.Perplesso
  • Invece di chiedere 450 milioni, perchè non hanno chiesto 450 miliardi, già che c'erano? Le probabilità di ottenerli sono le stesse.

    Il mondo sarà un posto migliore, quando le majors saranno morte di inedia, e quando chi ci lavora sarà finito a pulire i cessi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: angros
    > Invece di chiedere 450 milioni, perchè non hanno
    > chiesto 450 miliardi, già che c'erano? Le
    > probabilità di ottenerli sono le
    > stesse.
    >
    > Il mondo sarà un posto migliore, quando le majors
    > saranno morte di inedia, e quando chi ci lavora
    > sarà finito a pulire i
    > cessi.
    Ci sono cose più utili da fare... in certi posti l'acqua è lontana... una bella pipeline... alè tutti in fila (sotto il sole) a passarsi il secchio fino a destinazione...
    Si chiama l'acquedotto del contrappasso dove si restituisce alla proprietà comune della gente parte di ciò di cui ci è appropriati A SBAFO senza produrre un tubo!
    Perchè questo sono le major in sostanza piattole che sbafano sul lavoro e i beni altrui e o comuni!
    non+autenticato
  • ehm ... "la congelazione"

    -> il congelamento, prego Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Maestro Miyagi
    > ehm ... "la congelazione"
    >
    > -> il congelamento, prego Occhiolino

    Non parliamo poi di "conservative" 'tradotto' con "conservativo" e non con "prudente", come sarebbe giusto.
    non+autenticato