Mauro Vecchio

Apple contro AdMob, ci pensa l'antitrust?

Le autorità USA interessate alle recenti modifiche della Mela al suo developer agreement. Che potrebbe minare la libertà di concorrenza nel mercato, escludendo dalla piattaforma Google

Roma - Si muoveranno le autorità antitrust a stelle e strisce sulla vicenda che da qualche giorno sta tenendo banco nel vasto ecosistema dell'advertising mobile. A rivelarlo un articolo apparso tra le pagine online del Financial Times, che ha a sua volta riportato le indiscrezioni fatte trapelare da alcune fonti interne rimaste anonime.

Così, i regolatori statunitensi avrebbero già iniziato ad analizzare quella che è stata presentata da Apple come la nuova versione della sezione 3.3.9 del suo developer agreement. Che aveva fatto molto discutere, in particolare per l'automatica esclusione di competitor come AdMob - precedentemente acquisita da Google - dalla piattaforma made in Cupertino: iAd.

Le autorità USA avrebbero dunque tutta l'intenzione di vederci chiaro, per assicurarsi che le modifiche della Mela non vadano a minare la libera concorrenza all'interno del settore di mercato. In particolare, nella definizione di AdMob un canale pubblicitario non indipendente, quindi non inseribile nella lista degli invitati alla raccolta e allo sfruttamento controllato dei dati degli utenti di iPhone e iPad.
Quello che ancora rimane oscuro è se le indagini su Apple verranno condotte dal Department of Justice (DoJ) o dalla Federal Trade Commission (FTC). Per entrambi non si tratterebbe di un argomento nuovo. La commissione aveva infatti già dato il via libera all'acquisizione da parte di BigG della piattaforma pubblicitaria AdMob. Mentre il DoJ aveva espresso preoccupazioni sul modo in cui Cupertino gestisce gli affari nel mercato multimediale.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàiAd, Apple prepara un salasso?Indiscrezioni di persone informate sui fatti parlano della volontà di Cupertino di richiedere milioni di dollari. In cambio del privilegio di spargere pubblicità nelle app per iPhone OS
  • AttualitàApple, osservata speciale dell'AntitrustLe pratiche sul mercato musicale dell'azienda di Cupertino sarebbero allo studio del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. Nonché della Federal Trade Commission
  • AttualitàiPhone, dentro tutti tranne Google?Modificata la sezione del developer agreement sulla raccolta e utilizzo dei dati personali all'interno di iAd. E le condizioni sembrano aprire le porte a tutti, tranne ai competitor più importanti
35 Commenti alla Notizia Apple contro AdMob, ci pensa l'antitrust?
Ordina
  • Adesso ci ritroviamo con Steve Jobs che "thinka" come il Bill Gates del passato e il Bill Gates del presente che "thinka" come lo Steve Jobs del passato. Ma cosa è successo? Certo certo, adesso qualche macaco verrà a dirmi che è il capitalismo, la dura legge della jungla, quasi come se il suo amato Steve fosse costretto ad adottare tali comportamenti. Invece questo dimostra che volevate - solo - mettervi - al - posto - di - Microsoft.
    non+autenticato
  • no no Stefano Giobbe è stato il primo a sognare di dominare il mondo con una tastiera e un mouse

    Bill gli ha solo copiato l'idea negli anni '80
    non+autenticato
  • - Scritto da: Certo certo
    > Adesso ci ritroviamo con Steve Jobs che "thinka"
    > come il Bill Gates del passato e il Bill Gates
    > del presente che "thinka" come lo Steve Jobs del
    > passato. Ma cosa è successo? Certo certo, adesso
    > qualche macaco verrà a dirmi che è il
    > capitalismo, la dura legge della jungla, quasi
    > come se il suo amato Steve fosse costretto ad
    > adottare tali comportamenti. Invece questo
    > dimostra che volevate - solo - mettervi -
    > al - posto - di -
    > Microsoft
    .


    Infatti è quello il nostro posto. E senza ricatti e corruzioni, ma per MERITO.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Certo certo
    > > Adesso ci ritroviamo con Steve Jobs che "thinka"
    > > come il Bill Gates del passato e il Bill Gates
    > > del presente che "thinka" come lo Steve Jobs del
    > > passato. Ma cosa è successo? Certo certo, adesso
    > > qualche macaco verrà a dirmi che è il
    > > capitalismo, la dura legge della jungla, quasi
    > > come se il suo amato Steve fosse costretto ad
    > > adottare tali comportamenti. Invece questo
    > > dimostra che volevate - solo - mettervi -
    > > al - posto - di -
    > > Microsoft
    .

    >
    > Infatti è quello il nostro posto. E senza ricatti
    > e corruzioni, ma per
    > MERITO.

    rotlf bwahahahahahahahaha
  • oddio che cagata pazzesca.....
    non+autenticato
  • Delirio totale....
    non+autenticato
  • Google ha avuto via libera ad acquisire AdMob proprio perché Apple si é inserita nel mercato, poi non ha tagliato fuori adMob, gli sviluppatori possono usare AdMob, ma non possono inviare statistiche dei prodotti Apple a Google...

    E qualsiasi altra azienda pubblicitaria indipendente puó raccogliere informazioni e statistiche...
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > Google ha avuto via libera ad acquisire AdMob
    > proprio perché Apple si é inserita nel mercato,
    > poi non ha tagliato fuori adMob, gli sviluppatori
    > possono usare AdMob, ma non possono inviare
    > statistiche dei prodotti Apple a
    > Google...
    >
    > E qualsiasi altra azienda pubblicitaria
    > indipendente puó raccogliere informazioni e
    > statistiche...

    Diciamo che apple, come al solito, si guarda bene il proprio orticello e non vuole che nessun lupo ci entri.
    Il fatto può essere anche legittimo, ma è un comportamento MOLTO ipocrita per chi predica sull'open e standard criticando adobe.
  • - Scritto da: DarkOne

    > Diciamo che apple, come al solito, si guarda bene
    > il proprio orticello e non vuole che nessun lupo
    > ci
    > entri.

    Diciamo che non è vero dato che chiunque a parte pochi non ci possono entrare.

    Perché non fai lo sforzo di andare oltre al titolo prima di precipitarti qui a scriverci favolette alle quali solo tu credi?

    > Il fatto può essere anche legittimo, ma è un
    > comportamento MOLTO ipocrita per chi predica
    > sull'open e standard criticando
    > adobe.
    Opinabile come visione della situazione. Che derivi da quanto indicato qui sopra?
    non+autenticato
  • L' arrorganza di Steve mi fa stare quasi male, non gradisce la concorrenza... si sentiva già padrone del mondo mobile ma per fortuna che ci ha pensato google, Android sta crescendo e il nuovo Iphone non introduce nulla di nuovo se non sull' hardware.
    Hanno paura e cosi non vogliono la concorrenza...
  • e invece google che ha giá buona parte delle ads online e acquisisce pure la piú grande compagnia di pubblicitá mobile (admob) é santa? mah...
    MeX
    16897
  • Appunto.
    E si arrampica pure per trovarne una giustificazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > e invece google che ha giá buona parte delle ads
    > online e acquisisce pure la piú grande compagnia
    > di pubblicitá mobile (admob) é santa?
    > mah...
    Ma quali santi?
    Ci sono 2 aziende che hanno la stessa mission (profitto) tale mission si può esercitare stando a certe regole (in USA) ci sarà indagine e ci sarà un risultato! esattamente come è stato per MS e Google quando è toccato a loro fine della storia!
    MS non stava alle regole e ha "pagato dazio".
    Dove sarebbe il problema?
    Chi deve controllare controlla e se (notare il se) le regole non sono rispettate indica correzzioni e sanzioni!
    Forse invece di giudicare chi è santo o no (cioè nessuno) è meglio far fare il proprio lavoro a chi lo deve fare?
    non+autenticato
  • ma infatti, sono il primo ad essere contento che ci sia una terza parte che vigila... ma qui a sentire i commenti Google passa per vittima indifesa, e non mi sembra un'analisi corretta, tutto qui.
    MeX
    16897
  • Certo infatti stranamente qui è google che non vuole perdere la sua fetta predominante (già a rischio di antitrust).
    Abilissimi a decontestualizzare le situazioni.
    non+autenticato
  • Certo infatti stranamente qui è Apple che non vuole perdere la sua fetta predominante (già a rischio di antitrust).
    Abilissimi a decontestualizzare le situazioni
    non+autenticato
  • Ti cloni ma non convinci. Anche perché dovresti sapere che è google che la fa da pardone nel settore, ma sei ignorante e quindi non ti resta che clonarti e giocare.
    non+autenticato