Alfonso Maruccia

Microsoft: fate dormire la vostra LAN

Un agente software che sorveglia l'attività di un network. Tenendo buoni i PC inutilizzati e stimolando quelli che occorrono. Il risparmio energetico è sensibile

Roma - Microsoft Research ha presentato una possibile soluzione per tentare di mitigare l'enorme impatto energetico dei network aziendali costantemente "online" e al massimo del consumo di corrente elettrica. La divisione di Redmond ha pubblicato uno studio sul suo Sleep Proxy, una tecnologia in grado di gestire in maniera pratica e indolore la convivenza di client attivi e in sospensione all'interno di una stessa rete, con un regime di policy comune per quanto riguarda la condivisione delle risorse.

Se è infatti già disponibile lo standard Wake-on-LAN per riattivare i PC in sospensione attraverso la connessione di rete, la sua mancata adozione nel software di utilità disponibile sulle macchine Wintel ne preclude l'utilizzo proficuo nei casi in cui sarebbe necessario accedere al sistema dormiente: installazione di patch, accesso ai file condivisi o altro ancora.

Lo Sleep Proxy di Redmond funziona appunto come agente di rete in grado di intercettare il traffico diretto alle macchine in sospensione, determinare se occorre riattivarle e infine inviare gli opportuni segnali WoL per rendere possibile la comunicazione che altrimenti non sarebbe potuta avvenire in maniera automatica.
Stando alle informazioni fornite da Microsoft, la sperimentazione dello sleep proxy in uno scenario di utilizzo reale (50 utenti attivi nel laboratorio di ricerca "Building 99" a Redmond, Washington) ha portato a un risparmio energetico netto compreso tra il 60 e l'80 per cento: le strategie di sospensione possono farsi più aggressive con la garanzia di continuare ad avere una rete funzionale capace, quando occorre, di attivare ogni sistema necessario.

I risultati iniziali sono positivi e Microsoft pensa di estendere la sperimentazione in contesti ancora più ampi. Nel contempo a Redmond lavorano su un nuovo sistema di tipo peer-to-peer in grado di eliminare la necessità di un agente di rete dedicato e trasformare l'ultimo client attivo in un potenziale "sleep proxy", capace di gestire la sospensione di tutte le macchine connesse in LAN e attivarle alla bisogna.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaIl multitouch a 360 gradiUn prototipo di un sistema pensato per diverse applicazioni, tutte da gestire solo con le dita, è stato mostrato dalla divisione Research di Microsoft. Una via di mezzo tra Natal e Minority Report
  • TecnologiaGuarda come ti controllo il PCBasta una webcam da pochi euro e un po' di fantasia per tentare di rivoluzionare il modo in cui gli esseri umani interagiscono con i computer. Abbasso i mouse, abbasso le tastiere: solo dita, fogli e matite sulle scrivanie
  • AttualitàCES2010/ Greenpeace e la lista dei cattivi La nuova versione della guida all'elettronica ecologica punisce marchi importanti. Ma gli ambientalisti si dicono ottimisti per il futuro
34 Commenti alla Notizia Microsoft: fate dormire la vostra LAN
Ordina
  • È l'energia consumata dal Mac mini a riposo, quello che tutti hanno criticato perché con quella cifra si "mette insieme un PC coi fiocchi bla bla bla".
    Si, con quella cifra PIÙ l'energia che consumerà nella sua vita, totale 10 volte tanto.

    Ma è ovvio che a parlare sono ragazzini che non conoscono ancora il "piacere" di pagare la bolletta Enel.
    ruppolo
    33147
  • A riposo funziona benissimo......
    I server seri servono i client di giorno e sono soggetti al backup di notte, quindi a ripso ci stanno poco. E non mi dire che vengono backuppati mentre lavorano....se hanno 1 client forse, se ne hanno 200 il problema non esiste perchè il tuo oggetto di culto in quanto caso nun je la fà.....
    non+autenticato
  • ma sai di cosa parli?????
    mac mini costa 800 euro, il pc costa 160 -> differenza sono 640 euro
    ogni kWh costa 0,3 euro (arrotondato molto per eccesso)
    quindi vuol dire che con la differenza di prezzo posso consumare 2133 kWh.
    Io ho un acer che consuma 20W, quindi vuol dire che prima di eguagliare il prezzo del mac mini l'acer può stare acceso 106666 ore.
    Mettendo che rimanga acceso 8 ore al giorno, vuol dire che potrebbe rimanere acceso per 37 anni consecutivi prima di eguagliare il costo del mac mini!!!!

    ma quando parli accendi il cervello o pensi che tutti gli altri siano scemi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vega
    > ma sai di cosa parli?????
    > mac mini costa 800 euro, il pc costa 160 ->
    > differenza sono 640
    > euro
    > ogni kWh costa 0,3 euro (arrotondato molto per
    > eccesso)
    > quindi vuol dire che con la differenza di prezzo
    > posso consumare 2133
    > kWh.
    > Io ho un acer che consuma 20W, quindi vuol dire
    > che prima di eguagliare il prezzo del mac mini
    > l'acer può stare acceso 106666
    > ore.
    > Mettendo che rimanga acceso 8 ore al giorno, vuol
    > dire che potrebbe rimanere acceso per 37 anni
    > consecutivi prima di eguagliare il costo del mac
    > mini!!!!
    >
    > ma quando parli accendi il cervello o pensi che
    > tutti gli altri siano
    > scemi?


    vedi.. non hai capito ruppolo.. lui si vedeva una server farm interamente fatta di minimac che magari non andranno mai a riposo ma.. potrebbero.. lol
  • - Scritto da: Vega
    > ma sai di cosa parli?????
    > mac mini costa 800 euro, il pc costa 160 ->
    > differenza sono 640
    > euro
    > ogni kWh costa 0,3 euro (arrotondato molto per
    > eccesso)
    > quindi vuol dire che con la differenza di prezzo
    > posso consumare 2133
    > kWh.
    > Io ho un acer che consuma 20W, quindi vuol dire
    > che prima di eguagliare il prezzo del mac mini
    > l'acer può stare acceso 106666
    > ore.
    > Mettendo che rimanga acceso 8 ore al giorno, vuol
    > dire che potrebbe rimanere acceso per 37 anni
    > consecutivi prima di eguagliare il costo del mac
    > mini!!!!
    >
    > ma quando parli accendi il cervello o pensi che
    > tutti gli altri siano
    > scemi?

    mammamia che stramegacalcio nelle palle!
    Ruppolo e' piegato in due!
    non+autenticato
  • in fatti si è ben guardato dal rispondere A bocca aperta hihihihi
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > È l'energia consumata dal Mac mini a riposo,
    ed è il doppio di quella che otterresti da un pc con atom o con arm.
    > quello che tutti hanno criticato perché con
    > quella cifra si "mette insieme un PC coi fiocchi
    > bla bla bla".
    no, non era solo per quello, ma non è che speravamo che tu potessi capire
    > Si, con quella cifra PIÙ l'energia che consumerà
    > nella sua vita, totale 10 volte
    > tanto.
    No, la metà, ma nella matematica macaca tutto è possibile.
    >
    > Ma è ovvio che a parlare sono ragazzini che non
    > conoscono ancora il "piacere" di pagare la
    > bolletta
    > Enel.
    Perché tu lo conosci?
    Ma se vivi ancora con mamma e papà!
    non+autenticato
  • > Ma è ovvio che a parlare sono ragazzini che non
    > conoscono ancora il "piacere" di pagare la
    > bolletta
    > Enel.

    come è ovvio che a parlare è uno che non sa nulla di nulla di elettrotecnica....
    non+autenticato
  • windows 95: Pentium 120Mhz, 32Mram, disco da 1G
    Windows Sette: Dual core 2.8Ghz, 2Gram, disco da 250G.

    C'e' qualcosa che non funziona.
    non+autenticato
  • sì, il primo dei due
    non+autenticato
  • - Scritto da: Blender
    > sì, il primo dei due
    se installi W95 sul dual core, magari funziona.
    se install W7 sul P120 DI SICURO NON funziona.
    non+autenticato
  • Hanno installato XP su Pentium Overdrive 83 MHz @ 16/8 MHz downcloccato a 7MHz con 20MB di ram, ci mette 45 minuti ad avviarsi e poi è fermo, però va.

    http://www.winhistory.de/more/386/xpmini_eng.htm

    E questo significa che volendo essere pignoli, un sistema operativo potrebbe girare, se fosse ottimizzato veramente, senza problemi pure su un Nokia 3310
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 giugno 2010 10.37
    -----------------------------------------------------------
    Wolf01
    3342
  • - Scritto da: Wolf01
    > Hanno installato XP su Pentium Overdrive 83 MHz @
    > 16/8 MHz downcloccato a 7MHz con 20MB di ram, ci
    > mette 45 minuti ad avviarsi e poi è fermo, però
    > va.
    >
    > http://www.winhistory.de/more/386/xpmini_eng.htm
    >
    > E questo significa che volendo essere pignoli, un
    > sistema operativo potrebbe girare, se fosse
    > ottimizzato veramente, senza problemi pure su un
    > Nokia
    > 3310
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 16 giugno 2010 10.37
    > --------------------------------------------------

    e che mi dici di W7, invece?
    non+autenticato
  • Che gira sicuramente meglio di Vista e XP a parità di PC.
    Sinceramente dovrei provare ad installarlo in uno dei 386 che ho a casa per provare effettivamente le prestazioni, ma dubito che sia possibile farlo stare nell'hard disk da 250MB...
    Wolf01
    3342
  • Uh uh uh, immagino immagino. Il primo PC lo prenderei volentieri io per la mia collezione Con la lingua fuori
  • io il primo ce l'ho davvero in cantina... quanto paghi?
    non+autenticato
  • Pochissimo, visto che sei così interessato Con la lingua fuori
  • - Scritto da: Alfonso Maruccia
    > Pochissimo, visto che sei così interessato Con la lingua fuori
    Alfonso un pochino di invidia:
    286 con HD da 40MB, 2,688MB Ram e ... doppio floppy 1,2MB e 1,4MB.
    Con il case che si apre come il cofano delle auto...

    Che fai rosichi?
    Ah, dimenticavo funzionante!!!.
    Un pezzo da museo
    Ciao
  • Nessuna invidia, il mio 286 a 16 MHz con HD da 40 Gigabyte e doppio floppy (5 pollici e mezzo e 3 e un quarto) mi attende in garage Con la lingua fuori