Alessandro Del Rosso

Office 2010 arriva nei negozi

La nuova versione della suite per l'ufficio di Microsoft arriva anche sugli scaffali dei negozi, reali e virtuali, e sui nuovi PC. I consumatori possono acquistare Office 2010 anche nella versione download, installabile in pochi minuti

Roma - Un mese dopo aver introdotto le licenze business, ieri Microsoft ha lanciato Office 2010 anche sul canale retail: ciò significa che è ora possibile acquistare la nuova suite per l'ufficio nei negozi al dettaglio, sul sito di Microsoft o insieme ad un nuovo PC.

Office 2010 retail"Grazie alla collaborazione con i principali partner retail e i produttori di PC, siamo oggi in grado di offrire agli utenti finali numerose opzioni per l'acquisto di Office 2010, rendendo più semplice che mai l'istallazione del software su PC nuovi o già in uso" ha affermato Stephen Elop, presidente di Microsoft Business Division. "Per la prima volta, gli utenti possono acquistare una Product Key Card per attivare Office 2010 pre-caricato sui nuovi PC. Per coloro che, già in possesso di un PC, desiderano scaricare Office 2010 direttamente dal sito www.office.com, viene inoltre offerta la nuova tecnologia Click-to-Run, che consente di installare ed eseguire Office in pochi minuti".

Microsoft Italia ha ricordato che la beta di Office 2010 è stata testata da oltre 9 milioni di persone, 97mila delle quali italiane. Da un'indagine condotta da BigM sui tester della versione beta del software, il 75% ha dichiarato di avere intenzione di acquistare il prodotto nei prossimi sei mesi.
Le edizioni retail di Office 2010 sono tre: Office Home Student (139 euro), Office Home and Business (379 euro) e Office Professional (699 euro). Il primo include Word, Excel, PowerPoint e OneNote; il secondo aggiunge all'edizione precedente Outlook; il terzo include anche Access e Publisher. Tali applicazioni possono essere acquistate separatamente al prezzo di 189 euro cadauna (ad eccezione di OneNote che costa 109 euro). Visio ha infine un prezzo di 699 euro nella versione Professional e di 1299 euro in quella Premium.

Tutti i dettagli su edizioni e prezzi sono riportati in questa pagina del sito italiano office.microsoft.com.

Al momento Office 2010 è disponibile in 10 lingue, tra le quali quella italiana. Entro i prossimi mesi Microsoft conta di lanciare sul mercato altre 84 localizzazioni.

Da poco più di una settimana è disponibile anche la versione cloud di Office 2010, chiamata Office Web Apps, utilizzabile gratuitamente da tutti coloro che dispongono di un Live ID. Come noto, Office Web Apps gira direttamente all'interno di un browser web e fornisce un modesto sottoinsieme delle funzionalità presenti nelle edizioni convenzionali. Come spazio di storage la versione web-based di Office utilizza il servizio SkyDrive di Microsoft, il quale mette gratuitamente a disposizione degli utenti un disco virtuale di 25 GB.

Sul Windows Phone Marketplace è infine disponibile Office Mobile 2010 per Windows Mobile 6.5, prodotto scaricabile gratuitamente da tutti coloro che già possiedono una precedente release del software. Con la versione mobile di Office 2010 è possibile apportare semplici modifiche ai documenti di Office e prendere appunti anche in viaggio o lavorare sui documenti di Office memorizzati sul telefono o allegati a un messaggio di posta elettronica.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • TecnologiaOffice Live per tutti e il SP1 per Exchange 2010Altre novità arrivano dalle rive del Mississippi: la suite di produttività nelle nuvole ora è disponibile per il pubblico consumer. E BigM pensa anche agli admin e agli sviluppatori
  • TecnologiaOffice 2010 incontra le aziendeMicrosoft ha messo a disposizione la sua suite ai clienti aziendali di tutto il mondo, anticipando di circa un mese il debutto nei negozi. Rilasciato anche Office Mobile 2010 per Windows Mobile 6
  • TecnologiaOffice 2010, sconti per gli OEMDue alternative offerte da BigM ai vari pc maker: pagare 2 dollari per preinstallare Bing Bar e Windows Live Essentials o 5 dollari per acquisire la semplice licenza relativa al pacchetto Starter di Office
191 Commenti alla Notizia Office 2010 arriva nei negozi
Ordina
  • e sui torrent quando arriva??
    non+autenticato
  • - Scritto da: Difensore
    > e sui torrent quando arriva??

    Cosa? Office 2012? Dagli un po' di tempo...
    non+autenticato
  • Ma ora esistono i driver 64 bit per MsAccess??? Od ancora no?
    non+autenticato
  • E come confrontare una 500 abarth con una Ferrari.
    Per cortesia, se non conoscete le funzionalità di Office, non sprecate banda inutilmente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giechi Cian
    > E come confrontare una 500 abarth con una Ferrari.
    > Per cortesia, se non conoscete le funzionalità di
    > Office, non sprecate banda
    > inutilmente.

    Sarà, però mi sembra significativo che negli ultimi tempi quando si parla di MS Office si finisce inevitabilmente a parlare anche di OOo. Fino a pochi anni fa non succedeva di certo, almeno non con questa intensità. Vorrà pur dire qualcosa Occhiolino

    PS
    Concordo con te che molti non conoscono le funzionalità di MS Office (io per primo, perché non lo usa da anni), però molti di più non conoscono ancora le funzionalità di OOo.

    Saluti
    VITRIOL
  • > Sarà, però mi sembra significativo che negli
    > ultimi tempi quando si parla di MS Office si
    > finisce inevitabilmente a parlare anche di OOo.
    > Fino a pochi anni fa non succedeva di certo,
    > almeno non con questa intensità. Vorrà pur dire
    > qualcosa
    > Occhiolino
    Credo sia dovuto a una maggiore sensibilità dell'aspetto legale...
    Office è veramente caro!

    > PS
    > Concordo con te che molti non conoscono le
    > funzionalità di MS Office (io per primo, perché
    > non lo usa da anni), però molti di più non
    > conoscono ancora le funzionalità di
    > OOo.
    Ed è questo il problema: i due prodotti non sono equivalenti:
    non ho mai capito perché gli sviluppatori non si concentrino sulla differenza tra features.
    Molte delle incompatibilità deriva da questo. Se ho un'opzione su Office non prevista in Openoffice, il documento non verrà mai importato correttamente!
    Affermare che tanto solo il 10% usa le possibilità offerte da Office non è una buona strada perché ognuno usa un 10% diverso...
    La bontà del concetto open non può scusare tutto, ci sono lacune che vanno colmate. La decisione di cosa sviluppare non va lasciata ai programmatori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: francesco

    > Molte delle incompatibilità deriva da questo. Se
    > ho un'opzione su Office non prevista in
    > Openoffice, il documento non verrà mai importato
    > correttamente!

    OpenOffice non è un clone di MS Office, quindi non vedo perché debba replicare le funzionalità dell'altro. Vale anche l'inverso.
    Ad esempio Calc supporta la funzione STILE(), che permette facilmente di formattare celle con un determinato stile direttamente in un formula. Visto che MS Office non supporta questa funzionalità (MS Office in generale sembra scoraggiare gli utenti a usare gli stili) non è possibile salvare un documento in formato XLS senza perdere questa funzione. Perché Excel non decide di supportarla aumentando così l'interoperabilità?

    Saluti
    VITRIOL
  • - Scritto da: VITRIOL
    > Perché Excel non
    > decide di supportarla aumentando così
    > l'interoperabilità?

    Perche' l'uso degli stili avvicina agli standard e allontana dai lock-in.
    E' lo stesso motivo per cui IE non si e' mai piegato ai css per anni.
  • Capisco il tuo approccio, ma è Openoffice ha contendere fette di mercato a Office, non il contrario!
    Se non si integrano le opzioni mancanti non capisco poi come sia possibile spingere sull'adozione di Openoffice "ovunque e comunque" (vedi PA).

    So anch'io che OpenOffice non è un clone di Office, ma poi come si risolve il problema dello scambio di documenti? Consigliando di utilizzare lo stesso programma che usano i colleghi? Significa consigliare Office! Non mi sembra una strategia vincente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: francesco

    > Capisco il tuo approccio, ma è Openoffice ha
    > contendere fette di mercato a Office, non il
    > contrario!

    Quindi OpenOffice dovrebbe evitare di avere funzionalità non supportate da MS Office? Anche ad esempio quelle espressamente indicate in OpenFormula che fa parte di ODF?
    Che sia MS Office a iniziare a rispettare gli standard, poi si vedrà. Personalmente preferisco che OOo abbia meno utenti, ma più aperti e con più sale in zucca della media.

    Saluti
    VITRIOL
  • > Quindi OpenOffice dovrebbe evitare di avere
    > funzionalità non supportate da MS Office? Anche
    > ad esempio quelle espressamente indicate in
    > OpenFormula che fa parte di
    > ODF?
    No di certo! il problema non è avere qualcosa in più ma qualcosa in meno.
    Avere più funzionalità rende il prodotto più competitivo sul mercato.

    > Che sia MS Office a iniziare a rispettare gli
    > standard,
    Su questo concordo, ma intanto che si fa? Quello che si è incomiciato a fare con ODF 1.2 extended...

    > poi si vedrà.
    Ci sarà poco da vedere se un software X offre più funzionalità...

    > Personalmente preferisco
    > che OOo abbia meno utenti, ma più aperti e con
    > più sale in zucca della
    > media.
    Questo modo di vedere le cose (IMHO) è elitario e nel mercato non ha mai prodotto risultati.

    Ti saluto perchè devo andare, grazie per lo scambio di opinioni.
    non+autenticato
  • > Che sia MS Office a iniziare a rispettare gli
    > standard, poi si vedrà. Personalmente preferisco
    > che OOo abbia meno utenti, ma più aperti e con
    > più sale in zucca della
    > media.
    >
    benissimo basta che poi non vi incazziate se la massa che vuole usare il computer per lavorare e che vuole evitare il più possibile di sbattersi per imparare ad usare anche questo e quello preferisce M$ Office.

    > Saluti
    > VITRIOL
  • - Scritto da: shevathas

    > benissimo basta che poi non vi incazziate se la
    > massa che vuole usare il computer per lavorare e
    > che vuole evitare il più possibile di sbattersi
    > per imparare ad usare anche questo e quello
    > preferisce M$
    > Office.

    Io non mi incazzo di certo, non mi viene in tasca nulla né in un caso né nell'altro. Da utente preferisco usare un programma che tutto sommato non scodinzola come un cagnolino intorno al grande totem informatico, o che almeno lo fa in modo ragionevole.
    Poi ognuno la pensi come vuole. Pure Barabba è stato il preferito dalla maggioranza del popolo Sorride

    Saluti
    VITRIOL
  • > OpenOffice non è un clone di MS Office, quindi

    Eh?

    > Ad esempio Calc supporta la funzione STILE(), che
    > permette facilmente di formattare celle con un
    > determinato stile direttamente in un formula.
    > Visto che MS Office non supporta questa
    > funzionalità (MS Office in generale sembra
    > scoraggiare gli utenti a usare gli stili) non è
    > possibile salvare un documento in formato XLS
    > senza perdere questa funzione. Perché Excel non
    > decide di supportarla aumentando così
    > l'interoperabilità?

    Perchè quella baracca di ODF non definisce nello standard il linguaggio delle formule cosi' ognuno fa quel che gli pare.
    non+autenticato
  • A chi l'ha già acquistato o ha già scaricato la versione di prova:
    l'ultima versione italiana è la 14.0.4763.1000 ?
    Grazie
    non+autenticato
  • - Scritto da: Iffo
    > A chi l'ha già acquistato o ha già scaricato la
    > versione di
    > prova:
    > l'ultima versione italiana è la 14.0.4763.1000 ?
    > Grazie

    non trovi il crack?
    non+autenticato
  • C'è da differenziare tra l'utente medio basso (99%) che vivrebbe benissimo con openoffice (al massimo usa il giustificato in word, non utilizzerebbe nemmeno la sillabazione) e quello evoluto (1%) che avrebbe effettivamente bisogno di MS Office e di strumenti validi come Access e Visio, che openoffice non ha!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Michele
    > C'è da differenziare tra l'utente medio basso
    > (99%) che vivrebbe benissimo con openoffice (al
    > massimo usa il giustificato in word, non
    > utilizzerebbe nemmeno la sillabazione) e quello
    > evoluto (1%) che avrebbe effettivamente bisogno
    > di MS Office e di strumenti validi come Access e
    > Visio, che openoffice non
    > ha!

    in effetti bisognerebbe smetterla di riferirsi a questa generalizzazione senza ricordare che quell'1% spesso rifornisce un buon 40% di quel 99% che citi: se questi non possono usare le funzioni create da altri come la mettiamo?

    Se ti passo un insieme access-excel e tu non puoi far funzionare le macro "COME SONO" , come la metti?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)