Mauro Vecchio

Islanda, paradiso dei giornalisti?

Approvata all'unanimità una proposta di legge caldeggiata da Wikileaks. Che dovrebbe trasformare l'isola nordeuropea in un porto franco per il giornalismo d'inchiesta e la pubblicazione anonima delle notizie

Islanda, paradiso dei giornalisti?Roma - Cinquanta voti a favore, zero contrari, un solo astenuto. Questo il risultato di una recente seduta del Parlamento islandese, che ha quindi approvato all'unanimità quella particolare proposta di legge sui nuovi media che dovrebbe trasformare l'isola nordeuropea in un vero e proprio paradiso per giornalisti.

Approvata dunque quella che è stata più volte definita la più forte legge al mondo sulla libertà d'informazione, in particolare dalla parlamentare Birgitta Jónsdóttir, tra i suoi principali sostenitori. Un'iniziativa che mira a raccogliere le migliori predisposizioni di legge al mondo, in vista di una sorta di super-legge che riconosca una volta per tutte il valore di un'informazione senza confini nazionali.

Ma di confini, in effetti, si è parlato, dal momento in cui la sola terra islandese dovrebbe trasformarsi in una sorta di porto franco per il giornalismo d'inchiesta nonché per la pubblicazione anonima da parte di fonti spifferone. Proprio come il celebre sito delle soffiate Wikileaks, il cui founder Julian Assange è tra i principali promotori della proposta di legge.
È stato infatti Assange ad annunciare gli esiti dell'approvazione del Parlamento, parlando di un rifugio per i nuovi media in terra islandese, dove ci sarebbe attualmente la più forte stampa del mondo e una legge di prossima implementazione che proteggerà ancora meglio la pubblicazione anonima delle notizie.

Secondo Jónsdóttir, i contenuti della prossima legge avrebbero attirato una parte della stampa internazionale - tra cui Der Spiegel e ABC News - che starebbe vagliando l'ipotesi di trasferire le pubblicazioni di natura investigativa in Islanda. Che dovrebbe quindi proteggere le fonti da qualsivoglia imposizione, compresa censura preventiva, proveniente da leggi di paesi esterni.

Un paradiso, dunque, che tutelerà le pubblicazioni anche da reati come quello legato alla diffamazione a mezzo stampa o web. Ma non tutti sembrano aver esultato. Secondo il Citizen Media Law Project, ci sarà sicuramente una maggiore tutela per i server operanti in Islanda, ma la pubblicazione incriminata potrebbe rimanere punibile o censurabile secondo le varie leggi internazionali.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • Diritto & InternetChi la Rete ferisce, di Rete perisceS. Aterno e di G. Scorza - Il DDL Intercettazioni non metterà a tacere i cittadini della rete: basta linkare attingendo all'estero, basta automatizzare la procedura per richiedere la rettifica. Il Palazzo non sembrava averlo considerato
  • AttualitàWikileaks e la soffiata del crackerUn soldato statunitense è stato arrestato in Iraq, per aver consegnato alla Rete alcuni video relativi alla guerra. Si era fidato di un cracker, che ha fatto la spia con l'Esercito USA
  • AttualitàWikileaks, origine intercettataChiarezza sui documenti da cui è partito il sito di rivelazioni: intercettato un nodo di Tor e i documenti ottenuti da un gruppo di cracker cinesi
  • AttualitàAustralia, caccia a Wikileaks?Problemi di passaporto per il founder Julian Assange. In un'intervista, definisce la sua stessa patria un luogo per lui non sicuro. La polizia indaga sul sito di rivelazioni giornalistiche
80 Commenti alla Notizia Islanda, paradiso dei giornalisti?
Ordina
  • penso che sia abbastnaza logico che l'anonimato si riferisse alle fonti.....imebbelli!

    non credo certo ai giornalisti, che anche se fosse fanno capo ad una redazione....semmai denunci quella per diffamazione, poi si arrangiano loro a dare il ben servito al giornalista se ha cannato il colpo.....
    non+autenticato
  • Si discute molto sulla questione della libertà di stampa e di informazione, anche perché per i giornalisti che ne parlano questo è il loro problema, e va bene (anche se certo non è nemmeno possibile l'attuale far-west, ed intendo il fatto che tutto possa essere pubblicato nonostante che ci siano già leggi che lo vieterebbero, e nessuno paga mai).
    A me di questa legge interessa un altro aspetto che mi permetto segnalare. Si dice che comunque saranno permesse le intercettazioni "per reati di mafia e di terrorismo". E grazie al c--o, verrebbe da dire...
    E invece quelle PER REATI DI CORRUZIONE RIGUARDANTI LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE no? Io come cittadino elettore, e tu come legislatore eletto, se avessi a cuore lo Stato dovresti avere in massima considerazione che questo reato possa essere adeguatamente perseguito, in quanto la legalità e trasparenza è la base dell'organizzazione di uno Stato. E' quindi spaventoso che questa cosa non sia sentita come importante dal legislatore. Ci aspetta una lunga stagione di referendum abrogativi... Sorride ciao
    non+autenticato
  • l'ho già citato altrove.. l'art.266 c.p.p. modificato dal ddl prevede anche il caso di reato contro la pubblica amministrazione. NON SO se la corruzione però è prevista la pena della reclusione non inferiore nel massimo a cinque anni qui indicata: se qualcuno lo sa, è interessante!


    Art. 266. - (Limiti di ammissibilità). - 1. L'intercettazione di conversazioni o comunicazioni telefoniche, di altre forme di telecomunicazione, di immagini mediante riprese visive e l'acquisizione della documentazione del traffico delle conversazioni o comunicazioni sono consentite nei procedimenti relativi ai seguenti reati:

    a) delitti non colposi per i quali è prevista la pena dell'ergastolo o della reclusione superiore nel massimo a cinque anni determinata a norma dell'articolo 4;

    b) delitti contro la pubblica amministrazione per i quali è prevista la pena della reclusione non inferiore nel massimo a cinque anni determinata a norma dell'articolo 4;

    c) delitti concernenti sostanze stupefacenti o psicotrope;

    d) delitti concernenti le armi e le sostanze esplosive;

    e) delitti di contrabbando;

    f) reati di ingiuria, minaccia, usura, abusiva attività finanziaria, abuso di informazioni privilegiate, manipolazione del mercato, molestia o disturbo delle persone col mezzo del telefono;

    g) delitti previsti dall'articolo 600-ter, terzo comma, del codice penale, anche se relativi al materiale pornografico di cui all'articolo 600-quater.1, del medesimo codice.

    2. Negli stessi casi di cui al comma 1 è consentita l'intercettazione di comunicazioni tra presenti solo se vi è fondato motivo di ritenere che nei luoghi ove è disposta si stia svolgendo l'attività criminosa».
    non+autenticato
  • Se è proprio anonima, chi mi impedisce di usare un nome finto che magari è uguale al nome di una persona famosa?

    il phishing ringrazia sentitamente.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 giugno 2010 12.42
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: pippo75
    > Se è proprio anonima, chi mi impedisce di usare
    > un nome finto che magari è uguale al nome di una
    > persona
    > famosa?

    Ma se si sa che questo è possibile, automaticamente diventa anche meno problematico.

    Se ti manda una mail uno che si qualifica come Barak Obama tu ci credi ?
    Oppure prima di crederci cerchi di verificare un po' meglio ? Oppure tu ti fidi ciecamente di una notizia solo perché "l'hanno detto in TV" oppure "c'è scritto sul giornale" ?

    > il phishing ringrazia sentitamente.

    Il phishing insegna alle persone (almeno a quelle che ne sono in grado) a ragionare con la propria testa e a non bersi tutte le panzane che vengono loro propinate.
    non+autenticato
  • > Se ti manda una mail uno che si qualifica come
    > Barak Obama tu ci credi ?

    visto quanto cascano alle email delle banche, comunque dimostri di non sapere i precedenti.

    Anni fa si parlava di un problema con delle cassette miniDV di una nota marca e si diceva che queste potavano danneggiare la telecamera.
    Questa notizia era molto diffusa e molti ci credevano.

    Poi è saltato fuori che la notizia non parlava di danneggiamento ma era frutto di test leggermente di parte fatti da un concorrente della ditta non menzionata sopra.

    Se questo concorrente avesse dovuto metterci la faccia, prima di dire cose simili ci avrebbe pensato su.

    > Oppure prima di crederci cerchi di verificare un
    > po' meglio ? Oppure tu ti fidi ciecamente di una
    > notizia solo perché "l'hanno detto in TV" oppure
    > "c'è scritto sul giornale" ?

    il singolo no, ma lassa si.



    >
    > > il phishing ringrazia sentitamente.
    >
    > Il phishing insegna alle persone (almeno a quelle
    > che ne sono in grado) a ragionare con la propria
    > testa e a non bersi tutte le panzane che vengono
    > loro propinate.

    resta il fatto che, visti i polli che esistono, questi ringraziano.

    Mi viene il dubbio ( ipotesti molto ma molto pessimista ).

    Ora mettono tutto libero, vista la civiltà media dimostrata delle persone ci sarà un abuso di questo, a seguito di questo per dare una parvenza di pulizia potranno agire in modo molto ma molto più severo.
    Dite che è una trollata, ho solo preso spunto da quanto disse Cossiga.
    http://rugbysacrofano.forumfree.it/?t=34018054

    Spero di sbagliare, ma....
  • A mio avviso è inutile illudersi che l'Islanda da sola possa mettersi contro tutti. La tendenza attuale è verso un mondo di questo tipo:
    http://www.laterza.it/leggi_brano.asp?id=1570

    Le grandi multinazionali hanno ben manipolato il cervello della maggiornaza dei cittadini e in "democrazia" è il voto di questa che da il POTERE.
    In un modo o in un altro l'Islanda verrà "ricondotta alla ragione" della maggioranza.
    Occorreranno sforzi emormi per la minoranza consapevole dei pericoli che corriamo per invertire la tendenza. Non vedo questa gran volontà di fare
    simili sforzi, oggi. Tranne che commentare in un forum standosene comodamente seduti dietro la propria scrivania.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Espin
    > A mio avviso è inutile illudersi che l'Islanda da
    > sola possa mettersi contro tutti. La tendenza
    > attuale è verso un mondo di questo
    > tipo:
    > http://www.laterza.it/leggi_brano.asp?id=1570
    Sembra interessante quel libro. Chissa' se John Kampfner tra le 8 nazioni che ha visitato ha compreso anche l'italia. No perche noi quanto a marciume economico-politico diamo dei punti a MOLTE nazioni nel mondo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Espin
    > A mio avviso è inutile illudersi che l'Islanda da
    > sola possa mettersi contro tutti. La tendenza
    > attuale è verso un mondo di questo
    > tipo:
    > http://www.laterza.it/leggi_brano.asp?id=1570

    Essere pessimisti è sempre la cosa più facile, e spesso sconfina nei luoghi comuni. Essere ottimisti è più difficile, ma solo gli ottimisti possono cambiare il mondo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: beebox
    > - Scritto da: Espin
    > > A mio avviso è inutile illudersi che l'Islanda
    > da
    > > sola possa mettersi contro tutti. La tendenza
    > > attuale è verso un mondo di questo
    > > tipo:
    > > http://www.laterza.it/leggi_brano.asp?id=1570
    >
    > Essere pessimisti è sempre la cosa più facile, e
    > spesso sconfina nei luoghi comuni. Essere
    > ottimisti è più difficile, ma solo gli ottimisti
    > possono cambiare il
    > mondo.

    La collina degli stivali è piena di ottimisti come te....
    non+autenticato
  • Tutti contro il Contucator: tutti acidi, rancorosi, invidiosi!

    Sconfitti nelle urne, combattuti nelle aule delle Toghe Rosse, i Comunisti cercano di sferrare l'attacco laterale, ma non prevarrano!

    Lui, Silvio, ci guida, ci difende e ci protegge.

    E. Fede
    non+autenticato
  • Cosi sia, viva SIlvio
    Ora cantiamo tutti línno di Silvimeli

    Fratelli di Silvio, l'Italia calpesta
    dell'elfo di tutti
    dove e' la vittoria, le porga la chioma
    che schiava di Roma, Silvio la fondo'
    Stringiamoci a coorte e votiamo a sorte
    siam pronti a votare
    Ognuno Silvio voto'
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)