Apple/ E' scoccata l'ora X!

di D. Galimberti. E' finalmente arrivato sul mercato Mac OS X, un sistema operativo che ha fatto parlare molto di sé e che promette potenza e robustezza unita ad una facilità d'uso senza pari

Finalmente è arrivato: se n'è parlato a lungo, anche in queste pagine; se n'è parlato molto a lungo, visti i ritardi; se n'è parlato a volte a proposito e a volte a sproposito, perché quando si parla di un prodotto che ancora non esiste è facile fare delle supposizioni e inventarsi delle caratteristiche (positive o negative che siano). Da oggi potremo parlarne per quello che veramente è.

Poco più di due mesi fa veniva presentata all'Apple Expo di San Francisco una versione con molte differenze rispetto alla beta pubblica; da allora i programmatori hanno lavorato sodo, sfornando nuove release a ritmo giornaliero, per giungere puntuali all'appuntamento che tutti gli utenti Apple stavano aspettando da anni. La grande attesa e l'importanza dell'evento hanno fatto sì che numerosi rivenditori rimanessero appositamente aperti nella notte tra il 23 e il 24 marzo per festeggiare l'evento e vendere le prime copie del nuovo sistema agli utenti più impazienti.

Parlare già adesso di tutte le caratteristiche di Mac OS X mi pare prematuro, visto che non ho avuto il tempo materiale di provare a fondo il nuovo sistema; mi limiterò a dare le prime sensazioni generali, e le prime impressioni d'uso che si possono raccogliere tra i commenti degli utenti. Cominciamo dalla confezione: nella scatola sono presenti ben tre CD. Il primo è, ovviamente, il CD di Mac OS X; il secondo è il CD di MacOS 9.1, indispensabile per far funzionare l'ambiente classic e le vecchie applicazioni sotto Mac OS X. L'ultimo è una gradita sorpresa, in quanto contiene dei tool e delle utility che consentiranno di sviluppare applicazioni native per le nuove librerie Cocoa.
Addentriamoci adesso nel nuovo sistema operativo. Tanto per cominciare, come noto già da tempo, Mac OS X si può installare solo su macchine con processore G3 o G4 (esclusa la prima serie di PowerBook G3), inoltre servono 128 MB di RAM anche se, secondo alcuni, se non si ha intenzione di utilizzare l'ambiente "classic", potrebbero bastarne anche 64. L'installazione è semplicissima, nel classico stile Apple, non crea nessun problema e si conclude in pochi minuti. Sul disco rigido troveremo il supporto per moltissimo hardware di terze parti (in particolare per le stampanti delle marche più diffuse e le camere digitali), il supporto per le macchine multiprocessore, il servizio di iTools (con relativo iDisk) integrato nel sistema, font di diverso tipo (TrueTyipe, Type1 e OpenType) e, ultimo ma non meno importante, il supporto completo per la piattaforma Java 2.

L'installazione si può fare direttamente sullo stesso disco dove risiede MacOS9.1, senza bisogno di partizionare (anche se personalmente è un'operazione che consiglierei a tutti quelli che ne hanno la possibilità ) e una volta effettuata potremo scegliere senza nessun problema il sistema col quale preferiamo avviare il nostro Mac. L'installazione ci permetterà quindi di scegliere tra diverse possibilità di funzionamento: potremo lavorare direttamente in Mac OS X, nell'ambiente "classic" simulato dal nuovo sistema, oppure avviare la macchina con MacOS9.1. Quest'ultima possibilità è idealmente riservata solo a chi deve utilizzare dell'hardware che non è riconosciuto da Mac OS X. Per l'utilizzo delle normali applicazioni non ancora carbonizzate è consigliabile utilizzare l'ambiente "classic" simulato, in quanto le prime impressioni ci dicono che funzioni molto bene e sia più veloce del MacOS9.1 "normale"; inoltre lavorando sempre in Mac OS X si ha la possibilità di abituarsi velocemente ai cambiamenti introdotti nell'interfaccia e nell'utilizzo del sistema. Ma quali sono questi cambiamenti?

Fortunatamente, come visto negli ultimi Expo e a differenza di quello che avevamo visto nella beta pubblica, è stato reintrodotto il menù mela e i tutti i dischi vengono montati direttamente sulla scrivania (a quanto pare le proteste degli utenti sono servite a qualcosa...). Sotto questo punto di vista l'unica cosa che è cambiata radicalmente è il cestino, che non si trova più sul desktop ma nel dock; non è detto che qualcuno trovi il sistema per rimettere a posto anche quello: Unix permette molte personalizzazioni e, tanto per citare un esempio, in poche ore qualcuno ha già escogitato il sistema per posizionare il dock dove si vuole... Cambiamenti più consistenti nel modo di "navigare" sui dischi: aprendo una sotto-cartella vedremo il suo contenuto nelle stessa finestra in cui l'abbiamo aperta; a mio avviso però, vista la nuova struttura del sistema, l'opzione più comoda è quella di navigare tra le cartelle e i file utilizzando la visuale a colonne, in modo tale da individuare in maniera immediata dove ci si trova. Già, perché la vera rivoluzione sta nei profondi cambiamenti alla base del sistema che costringeranno gli utenti a prendere confidenza con una nuova struttura, una struttura in cui ogni utente a una sua cartella personale, con le sue impostazioni, i suoi documenti e la sua scrivania. Sicuramente Apple ha fatto un gran lavoro per far sì che un sistema così complesso fosse gestibile in maniera semplice, ma la struttura di cartelle e file di sistema comporterà un piccolo sforzo da parte degli utenti.
TAG: apple
63 Commenti alla Notizia Apple/ E' scoccata l'ora X!
Ordina
  • la apple fa cagare!!!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: tia
    > la apple fa cagare!!!!

    Se è tutto quello che sai dire, direi che dalla tua bocca esce solo merda...

    Vai a fare in culo idiota
    non+autenticato
  • comprate quello che è gratis e siete contenti?
    linuxppc hira da un secolo e voi vi fate fregare
    da tre icone
    non+autenticato
  • - Scritto da: dario
    > comprate quello che è gratis e siete
    > contenti?
    > linuxppc hira da un secolo e voi vi fate
    > fregare
    > da tre icone

    Mbah, mi sa che hai sbagliato thread, quelli che si fanno fregare da tre icone in questo momento stanno smanettando con la beta d Windows XP...
    non+autenticato
  • Bello, tutto arrotondato, tutte le iconcine colorate e tutti quei rumorini... beh, ora devo lavorare... accendiamo il PC.

    E' inutile, in quanto a interfaccia Windows da' della m**da al macOS, in quanto a velocita' di esecuzione per l'utente.

    Senza contare che un bell'Athlon 1.5Ghz che costa un terzo, con sopra un emulatore freeware che presto uscira', andrebbe 2 volte + veloce.

    non+autenticato

  • > E' inutile, in quanto a interfaccia Windows
    > da' della m**da al macOS, in quanto a
    > velocita' di esecuzione per l'utente.

    Te lo metto in inglese perckè non ho tempo ne voglia di tradurtelo, ma penso che per usare windoze tu sia stato obbligato a impararlo... Non ti sentire escluso cmq se non ti è chiaro cosè che fa il mac tanto meglio di un pc, non si finisce mai di imparare..

    Here?s to the crazy ones.

      The misfits.

        The rebels.

          The troublemakers.

            The round pegs in the square holes.

    The ones who see things differently.


    They?re not fond of rules.

         And they have no respect for the status quo.


    You can praise them, disagree with them, quote them,

         disbelieve them, glorify or vilify them.

    About the only thing you can?t do is ignore them.

          Because they change things.

     

    They invent.    They imagine.    They heal.

      They explore.    They create.    They inspire.

        They push the human race forward.


    Maybe they have to be crazy.

    How else can you stare at an empty canvas and see a work of art?
    Or sit in silence and hear a song that?s never been written?
    Or gaze at a red planet and see a laboratory on wheels?

    We make tools for these kinds of people.



     

    While some see them as the crazy ones,
       we see genius.

    Because the people who are crazy enough to think
    they can change the world, are the ones who do.
    non+autenticato
  • - Scritto da: hai ragione tu
    > Bello, tutto arrotondato, tutte le iconcine
    > colorate e tutti quei rumorini... beh, ora
    > devo lavorare... accendiamo il PC.

    ... START! .... (silenzio) ... START!!! ... WROOM ... WROOM ... (schermo blu) ... CTRL+ALT+CANC ... START! ... (silenzio) ... START!!! ... (silenzio) ...

    > E' inutile, in quanto a interfaccia Windows
    > da' della m**da al macOS ...

    ... ma perche' parlate sempre di m**da? ... evidentemente ne sentite sempre l'odore ... ma perche' non vi lavate piu' spesso???

    > in quanto a velocita' di esecuzione per l'utente.

    Errata corrige: ... in quanto a velocita' di esecuzione DELL'utente.

    > Senza contare che un bell'Athlon 1.5Ghz che costa un terzo ...

    ... dei soldi che hai in banca, barbun! (ecco perche' ti sei comprato un PC).

    > con sopra un emulatore
    > freeware che presto uscira', andrebbe 2
    > volte + veloce.

    ... l'emulatore freeware (perche' ve lo scopiazzate) l'avete gia' (Windows), ma non mi risulta vada granche' veloce.

    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: hai ragione tu
    > Bello, tutto arrotondato, tutte le iconcine
    > colorate e tutti quei rumorini... beh, ora
    > devo lavorare... accendiamo il PC.
    >
    > E' inutile, in quanto a interfaccia Windows
    > da' della m**da al macOS, in quanto a
    > velocita' di esecuzione per l'utente.

    Perchè tu ci lavori con il PC?
    a meno che tu non usa Linux o altri unix...non ci lavori...

    Sai cosa vuol dire NON andare mai in crash?
    e quando dico mai è MAI?
    certo se ti accontenti di win..fai pure
    ... per inciso, sono uno dei pochissimi italiani che conoscono OSX come le sue tasche...Sorride

    Riguardo all'Hardware... non comparare prodotti apple con i compatibili intel..

    compareresti una ferrari ad una fiat?

    ...e buon "lavoro" !!
    non+autenticato
  • Solo alcune battute::)

    Anche Mac si bomba e spesso ..soprattutto da quando c'e' codice M$ Inside

    ?> Sai cosa vuol dire NON andare mai in crash?
    > e quando dico mai è MAI?

    Errata....AMD non e' compatibile intel ma derivazione NexGen (processore all'avangiardia nel 1996 per la sua mista capacita di calcolo CISC e RISC.

    Riguardo all'Hardware... non comparare
    > prodotti apple con i compatibili intel..

    Assolutamente NO...ma la Ferrari e' di proprieta FIAT !
    > compareresti una ferrari ad una fiat?

    p.s.
    solamente battute sdrammatizzanti...basta on le guerre di religione..che ogni individuo utilizzi cio' che piu' gli si addice...e che trova piu' consono alle proprie aspettative.

    bye Giorgio
    non+autenticato
  • - Scritto da: MaX
    > ... per inciso, sono uno dei pochissimi
    > italiani che conoscono OSX come le sue
    > tasche...Sorride

    TI PREGO ... sono giorni e giorni che lo chiedo, ma nessuno mi risponde.
    Tu sai come togliere le scritte che appaiono sopra le icone del Dock?

    Grazie
    Ciao
    non+autenticato


  • - Scritto da: hai ragione tu
    > Bello, tutto arrotondato, tutte le iconcine
    > colorate e tutti quei rumorini... beh, ora
    > devo lavorare... accendiamo il PC.

    Veramente per giocvare la piattaforma migliore è proprio il PC... *ignorantello*

    > E' inutile, in quanto a interfaccia Windows
    > da' della m**da al macOS, in quanto a
    > velocita' di esecuzione per l'utente.

    ROTFL... mai pensato di darti alla comicità

    > Senza contare che un bell'Athlon 1.5Ghz che
    > costa un terzo, con sopra un emulatore
    > freeware che presto uscira', andrebbe 2
    > volte + veloce.

    ahahahah... pure ignorante: gli emulatori emulano solo macchine 68k...
    informati prima di aprire bocca sveglione

    ciao
    non+autenticato


  • - Scritto da: hai ragione tu

    > Bello, tutto arrotondato, [...]

    Se va bene tu di macOSX hai visto giusto quaqlche foto...

    Altro coltivatore di patate che ha sbagliato mestiere

    ciao
    non+autenticato
  • A-ha! Un vero intenditore, con commenti da vero intenditore!!
    Clap, clap. Complimenti per la classe.
    A proposito, come si aprono le finestre a casa tua?
    Con un doppio-click?


    Carlo S.
    non+autenticato
  • Speriamo soltanto che la Microsoft, incalzata dalla rivoluzione di Mac OS X, non riesca a fagocitare anche Apple...

    > La stessa Microsoft si congratula con
    > Apple "per la realizzazione di Mac OS X, la
    > nuova piattaforma solida come una roccia"
    > promettendo per il prossimo autunno una
    > versione nativa di Office per Mac OS X"
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leonardo
    > Speriamo soltanto che la Microsoft,
    > incalzata dalla rivoluzione di Mac OS X, non
    > riesca a fagocitare anche Apple...


    > > promettendo per il prossimo autunno una
    > > versione nativa di Office per Mac OS X"
    La sempre possibile e fastidiosa accusa di essere un (anche se lo ritengo vero) monopolio corrisponde alla certezza che mai la Apple potrà essere acquisita dalla M$.
    Dormiamo pure sonni tranquilli Sorride

    Ciao
    non+autenticato
  • ... mettiamola cosi': se Microsoft - per battere la diffusione dei prodotti concorrenti - incorpora i propri in Windows per assicurargli una larga diffusione, allora potrebbe darsi che abbiano intenzione di integrare MacOS X in Office per assicurargli una scarsa diffusione.
    Sorride

    Ciao
    non+autenticato
  • com'era la storia del cestino che Apple aveva sistemato ergonomicamente nel modo e posto piu' giusto a differenza di Windows che mette le cose a caso etc etc !?!?Occhiolino)

    leggo:
    "Sotto questo punto di vista l'unica cosa che è cambiata radicalmente è il cestino, che non si trova più sul desktop ma nel dock"

    magari l'hanno cambiata dopo lunghi studi !Occhiolino

    comunque a parte la battuta e i complimenti per il pezzo volevo fare un appunto su una cosa che ho letto:

    "La cosa più importante comunque è che tutte le software-house si stiano muovendo per rendere disponibile al più presto il loro software in versione Mac OS X. Già dalla data di lancio sono disponibili oltre 350 applicazioni (e non si parla di freeware o shareware ma di applicazioni di una certa importanza), "

    Mi sembra che il panorama del software "gratuito" (Freeware, OPenSource etc) comprenda ormai infiniti prodotti di una certa importanza, per non parlare dello Shareware che e' un sistema di distribuzione ormai adottato universalmente per la distribuzione di programmi fondamentali (oltre che naturalmente per un sacco di piccole applicazioni).

    Insomma mi e' sembrato, tra le righe, di sentir tracciare una riga di distacco che sottolinea una differenza di qualità tra le applicazioni "importanti" e il Freeware s Shareware mentre forse la tendenza degli ultimi anni va nella direzione opposta.

    Ovviamente spero vivamente che ..."tutte" le software house (o almeno gran parte di esse!) abbiano piu' facilità a creare versioni "X" dei loro prodotti, che siano Freeware, Shareware o distribuiti in altro modo, per me pari sono!Occhiolino)

    ciao!





    ciao!
    LucaS
    non+autenticato
  • - Scritto da: luca schiavoni
    > ... magari l'hanno cambiata dopo lunghi studi !

    ... nel dock o fuori, sempre in basso a destra e'.

    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: luca schiavoni
    > com'era la storia del cestino che Apple
    > aveva sistemato ergonomicamente nel modo e
    > posto piu' giusto a differenza di Windows
    > che mette le cose a caso etc etc !?!?Occhiolino)
    >
    > leggo:
    > "Sotto questo punto di vista l'unica cosa
    > che è cambiata radicalmente è il cestino,
    > che non si trova più sul desktop ma nel
    > dock"

    ...in basso a destra (un po' piu' centrale rispetto al vecchio os) Sempre e comunque meglio di dove te lo mette win; a caso

    > Ovviamente spero vivamente che ..."tutte" le
    > software house (o almeno gran parte di
    > esse!) abbiano piu' facilità a creare
    > versioni "X" dei loro prodotti

    con la frecciatina di prima, sarai sincero?
    dai, io dico di si!

    ciao
    non+autenticato
  • Scritto da: ffet
    > > software house (o almeno gran parte di
    > > esse!) abbiano piu' facilità a creare
    > > versioni "X" dei loro prodotti
    >
    > con la frecciatina di prima, sarai sincero?
    > dai, io dico di si!

    :)
    Certo!

    Giro spesso per siti e piccole software house di Freeware e Shareware per la mia rubrica e ho notato da qualche mese la tendenza ad annunciare versioni per MacOsX ed è anche comprensibile.

    Evidentemente un programma già disponibile per Linux e Win viene più facilmente trasportato su X che su Macos9 e precedenti.

    Quindi penso che ne vedranno, finalmente, delle belle in quanto a varietà e libertà di scelta nel campo del software gratuito e shareware.. con tutti i pro e contro del caso.

    Penso, in previsione, che questo significherà cominciare a sentire presto di Spyware, Adware, backdoors, instabilità, virus e trojan sempre piu' spesso anche per quel che riguarda Apple.
    (cosi' come oggi si comincia a sentir parlare di virus per l inattaccabile Linux)

    E' il prezzo da pagare per la popolarità e la diffusione di un sistema forseSorride

    Ed è il prezzo da pagare quando si cominceranno ad usare migliaia di differenti software prodotti da migliaia di differenti software house non proprio certificatissimi e fedelissimi agli standard.

    ciao!
    LucaS
    non+autenticato
  • > Penso, in previsione, che questo
    > significherà cominciare a sentire presto di
    > Spyware, Adware, backdoors, instabilità,
    > virus e trojan sempre piu' spesso anche per
    > quel che riguarda Apple.
    > (cosi' come oggi si comincia a sentir
    > parlare di virus per l inattaccabile Linux)
    >
    > E' il prezzo da pagare per la popolarità e
    > la diffusione di un sistema forseSorride
    >
    > Ed è il prezzo da pagare quando si
    > cominceranno ad usare migliaia di differenti
    > software prodotti da migliaia di differenti
    > software house non proprio certificatissimi
    > e fedelissimi agli standard.
    >
    Bravo al 100% d'accordo!

    Non per difendere le piattaforme Win (attualmente con Win Me ho circa un crash ogni 2/3 gg) ma quello che gli utenti Mac non capiscono (o non vogliono) che ci mancherebbe altro che un sistema fatto da Apple e solo per piattaforme Apple con applicativi di poche software house - tra cui la stessa Apple - si inchiodasse pure!

    Per la cronaca crasha pure Il mio Suse Linux con KDE incorporata ogni tanto.... ( e quando dico crash intendo che non posso switchare su una console testo e killare kde.... dico che è tutto bloccato..., insomma in stile Win....)

    Il sistema ottimo non esiste. Sono le applicazioni scritte bene o male che influenzano il sistema. Guardate che nel circa 70/80% di volte WIn nulla centra.... (nel senso almeno che l'errore iniziale non era dovuto al sistema ma ad una applicazione)
    non+autenticato


  • - Scritto da: Sceriffo

    > Non per difendere le piattaforme Win
    > (attualmente con Win Me ho circa un crash
    > ogni 2/3 gg) ma quello che gli utenti Mac
    > non capiscono (o non vogliono) che ci
    > mancherebbe altro che un sistema fatto da
    > Apple e solo per piattaforme Apple con
    > applicativi di poche software house - tra
    > cui la stessa Apple - si inchiodasse pure!

    Si tratta semplicemnte di scelte:
    Apple ha deciso di restare con una fetta di mercato di nicchia pur di assicurare una migliore integrazione tra hardware e sistema operativo.
    Altri hanno deciso di prendere la strada opposta.

    Allo stesso modo fa l'utente Macintosh: è disposto a spendere qualcosina di più pur di avere un sistema che gli dà quel qualcosa in più

    > Il sistema ottimo non esiste.

    Ovvio

    > Sono le
    > applicazioni scritte bene o male che
    > influenzano il sistema. Guardate che nel
    > circa 70/80% di volte WIn nulla centra....
    > (nel senso almeno che l'errore iniziale non
    > era dovuto al sistema ma ad una
    > applicazione)

    Ma il sistema teoricamente non dovrebbe permettere all'applicazione di prendere il controllo della macchina; il problema è più profondo...
    (è palese che se utilizzassi *solo* Windows aprendo e chiudendo finestre o guardando i menù, questo non si pianta...)

    Ciao    
    non+autenticato


  • - Scritto da: luca schiavoni
    >
    > com'era la storia del cestino che Apple
    > aveva sistemato ergonomicamente nel modo e
    > posto piu' giusto a differenza di Windows
    > che mette le cose a caso etc etc !?!?Occhiolino)
    >
    > leggo:
    > "Sotto questo punto di vista l'unica cosa
    > che è cambiata radicalmente è il cestino,
    > che non si trova più sul desktop ma nel
    > dock"
    >
    > magari l'hanno cambiata dopo lunghi studi !
    > Occhiolino

    Beh... dock a parte è sempre il basso a destra...
    :)
    E' questo il fulcro dell'ergonomicità (ricordi la storia dei due angoli più facilmente raggiungibili...)
    Il concetto è identico...

    > comunque a parte la battuta e i complimenti
    > per il pezzo volevo fare un appunto su una
    > cosa che ho letto:

    [accetto i complimenti anche se, avendolo scritto un po' di corsa (visti i tempi del lancio) e rileggendolo adesso, lo trovo un po' poco *scorrevole*]

    > [...]
    > Insomma mi e' sembrato, tra le righe, di
    > sentir tracciare una riga di distacco che
    > sottolinea una differenza di qualità tra le
    > applicazioni "importanti" e il Freeware s
    > Shareware mentre forse la tendenza degli
    > ultimi anni va nella direzione opposta.

    Non era sicuramente mia intenzione "sminuire" il free software e lo shareware (che tra l'altro ho citato più volta anche in altre occasioni a dimostrare che già con la public beta era disponibile una rilevante quantità di software). Volevo solo evidenziare il fatto che MacOSX non ha suscitato l'interesse solo degli fanatici/appassionati, ma che anche le software house più importanti si sono date da fare per presentare i loro prodotti in tempo per il lancio, a dimostrazione dell'interesse verso il nuovo sistema.
    Diciamo che *ho messo le mani avanti* pensando che qualcuno potesse scrivere che i 350 software non erano applicazioni di rilievo.

    PS: aggiungo, tra l'altro, che partecipo attivamente a una rivista on-line che si occupa appunto di recensire e consigliare software freeware e shareware.

    ciao ciao
    non+autenticato
  • Oh, giovanotti, d'accordissimo sull'importanza di freeware e shareware, come su quella dell'open source, ma non ci allarghiamo:
    l'utente medio Mac è uno che lavora su: grafica 2D, DTP, video editing, audio, grafica web.
    Tutti campi, tranne forse l'ultimo, dove applicativi degni di questo nome devono avere dietro le spalle un'orda di ingegneri chini sulla tastiera a ottimizzare, limare, correggere, standardizzare, interfacciare etc...
    Tutte cose che giocoforza pongono una netta differenza fra i pacchetti di gro$$e società piene di sghei e i programmi, anche se geniali, di piccole software house o di progetti open source.
    Bye bye
    (e complimenti a Domenico per i pezzi su Apple)
    non+autenticato
  • Scritto da: Neuromancer
    > Oh, giovanotti, d'accordissimo
    > sull'importanza di freeware e shareware,
    > come su quella dell'open source, ma non ci
    > allarghiamo:
    > l'utente medio Mac è uno che lavora su:
    > grafica 2D, DTP, video editing, audio,
    > grafica web.

    ah si ?Occhiolino
    cioe' su che basi statistiche riesci ad affermare cio'? Vorresti dire che i milioni di iMac venduti sono tutti in casa di creativi? Apple e' cambiata da quel di'!!!!

    Vuoi dire che il Cube lo comprano i creativi o gli studi di registrazione, di montaggio etc ?

    Che l iBook lo comprano ed usano per fare grafica !?!? (su quello schermino?)

    Tu parli di un utenza Mac stile Amelio, quella che avrebbe portato Apple alla rovina e che spendeva 30milioni per compare un sistema di DTP e poi per 5 anni andava avanti.

    Oggi l'utente medio compra un iMac caramellato e dopo 2 anni lo cambia perche' il colore non gli piace piu' (e Jobs gongola)

    > Tutti campi, tranne forse l'ultimo, dove
    > applicativi degni di questo nome devono
    > avere dietro le spalle un'orda di ingegneri

    gli stessi che mentre tu non te ne sei accorto producono programi come StarOffice, OpenOffice, Gimp etc etc

    Vuoi mettere diecimila sviluppatori nel mondo con 20 forzati rinchiusi a Cupertino o a Redmond?Sorride

    > Tutte cose che giocoforza pongono una netta
    > differenza fra i pacchetti di gro$$e società
    > piene di sghei e i programmi, anche se
    > geniali, di piccole software house o di
    > progetti open source.

    Sun rende OpenSource Java, e ti sembra una piccola azienda senza una lira?
    le cose cambiano... Adobe prima o poi comincera' a regalare vedrai !! ;D

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)