Claudio Tamburrino

Mettere le ali alle quattro ruote

Una startup statunitense sta sviluppando la macchina volante: ha già ottenuto le necessarie autorizzazioni per la strada e per i cieli. Intanto l'XPrize per le auto del futuro entra nelle fasi finali

Roma - Terrafugia ha presentato un modello di macchina particolarmente originale che sembra uscita da un fumetto: simile ad una cinquecento, ha un'elica posteriore e delle ali pieghevoli che all'occorrenza possono essere spiegate per spiccare il volo.

Il tutto mantenendo la possibilità di circolare legalmente sulle strade degli USA: il veicolo, che è già stato omologato per la circolazione, ha ora ricevuto uno speciale permesso dalla Federal Aviation Administration (FAA) che le permette di elevare il peso minimo consentito (di 50 chili) per "aerei da trasporto leggeri", limite che non le avrebbe permesso di dotarsi delle obbligatorie misure di sicurezza (come l'airbag) per il volo.

Inoltre la registrazione come "aereo da trasporto leggero" permette di ottenere il brevetto dopo appena 20 ore di volo.
Calcolando come, a soli 194 mila dollari, potrebbe far superare tutto il traffico da cui si viene intralciati (solcando i cieli a 185 chilometri all'ora), non stupisce che già 70 persone l'abbiamo prenotata. Nel caso in cui gli ulteriori test di volo (programmati per i prossimi mesi) andranno a buon fine, la macchina volante dovrebbe arrivare sul mercato alla fine del 2011.

In attesa di volare sulle strade, si può guardare con fiducia al Progressive Insurance Automotive X Prize, competizione creata dalla Fondazione X Prize per le vetture sperimentali più efficienti: obiettivo è quello di costruirne una in grado di fare 100 miglia con un solo gallone di gasolio (o l'equivalente di un altro combustibile), e al contempo superare un test sulla batteria.

La competizione sta entrando nella fase finale: le eliminazioni, che hanno visto già una dozzina di partecipati cedere il passo, si sono concluse. In gara per i 10 milioni di dollari in palio sono rimaste 15 vetture, ognuna che implementa una diversa soluzione al problema dell'efficienza energetica.

Claudio Tamburrino
66 Commenti alla Notizia Mettere le ali alle quattro ruote
Ordina
  • il problema non sono tanto le auto volanti quanto gli spazi per il decollo e attterraggio, ci avviamo ad essere un mondo sovrappopolato e lo spazio sarà la cosa che ci mancherà sempre di più
    non+autenticato
  • - Scritto da: pietro
    > il problema non sono tanto le auto volanti quanto
    > gli spazi per il decollo e attterraggio, ci
    > avviamo ad essere un mondo sovrappopolato e lo
    > spazio sarà la cosa che ci mancherà sempre di
    > più

    non credo si ponga il classico problema di atterraggio degli aerei. questa tipologia di veicolo funzionerà tipo un elicottero o un harrier, a decollo verticale.
  • - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: pietro
    > > il problema non sono tanto le auto volanti
    > quanto
    > > gli spazi per il decollo e attterraggio, ci
    > > avviamo ad essere un mondo sovrappopolato e lo
    > > spazio sarà la cosa che ci mancherà sempre di
    > > più
    >

    http://www.neatorama.com/2010/06/29/terrafugia-fly...)
    > non credo si ponga il classico problema di
    > atterraggio degli aerei. questa tipologia di
    > veicolo funzionerà tipo un elicottero o un
    > harrier, a decollo
    > verticale.
    non+autenticato
  • scusa il modo con il quale l'ho postato,cmq guarda il link e la foto xD
    non+autenticato
  • questa non è un auto è un mini aereo che può funzionare solo in determinate situazioni e fino a quando solo l'1% delle persone lo avranno,superata questa percentuale si avrà più difficoltà ad andare con sto trabiccolo che con un auto normale.
    L'auto volante deve essere come quella che si è letta/vista nel 99% dei racconti di fantascienza e cioè qualcosa che sappia stare in aria anche da ferma.Non so se sia possibile ad oggi (o se lo sarà mai) ,ma se davvero vogliamo parlare di auto volante è quello il modello da prendere in considerazione e non un mini aereo.
    non+autenticato
  • Ma siamo proprio sicuri che questo sia un articolo da Punto Informatico? Sinceramente leggendo gli articoli di questo sito tutto mi aspetto tranne che di leggere notizie del genere che francamente non interessano chi è nel settore dell'informatica.
  • - Scritto da: gorky
    > Ma siamo proprio sicuri che questo sia un
    > articolo da Punto Informatico?

    Calza come un guanto.
    non+autenticato
  • Già sono pericolose le auto che viaggiano su strada, figuriamoci quelle che volano....
    Abilitazione al volo dopo 20 ore di pratica... (c'è parecchia gente che non è in grado di guidare una macchina tradizionale dopo 20 anni)
    E se una macchina volante sbaglia una manovra, o se al pilota gli viene un coccolone, e precipita su una strada o su una casa facendo una strage?
    Ci stanno frantumando i coglioni con la sicurezza in tutti gli ambiti (strada, casa, lavoro, aeroporti), e poi rilasciano l'omologazione per dei trabiccoli del genere???
    Sarebbe la gioia dei terroristi che potrebbero imbottire le auto di c4 e farsi saltare in ogni dove piombandoti dall'alto.
    Mah...chiamatemi conservatore...
  • - Scritto da: Luther_Blissett
    > Già sono pericolose le auto che viaggiano su
    > strada, figuriamoci quelle che
    > volano....
    > Abilitazione al volo dopo 20 ore di pratica...
    > (c'è parecchia gente che non è in grado di
    > guidare una macchina tradizionale dopo 20
    > anni)
    > E se una macchina volante sbaglia una manovra, o
    > se al pilota gli viene un coccolone, e precipita
    > su una strada o su una casa facendo una
    > strage?
    > Ci stanno frantumando i coglioni con la sicurezza
    > in tutti gli ambiti (strada, casa, lavoro,
    > aeroporti), e poi rilasciano l'omologazione per
    > dei trabiccoli del
    > genere???
    > Sarebbe la gioia dei terroristi che potrebbero
    > imbottire le auto di c4 e farsi saltare in ogni
    > dove piombandoti
    > dall'alto.

    boh, per quello basta un cesna caricato di benzina e lanciato contro la sede della regione a milano.....
    non+autenticato
  • > boh, per quello basta un cesna caricato di
    > benzina e lanciato contro la sede della regione a
    > milano.....

    Già però i cessna decollano e atterrano da un aeroporto e (per quello che ne so) devono comunicare un piano di volo.
    Qui si capisce che sto trabiccolo può decollare da un'autostrada, andare un po' dove cacchio gli pare e poi magari atterrare su una spiaggia
  • vabbeh, puoi comunicare il piano di volo che vuoi e poi andarti a schiantare...

    Inoltre, gli ultraleggeri non necessitano di un areoporto ma basta un campo volo con una pista in terra battuta, e che io sappia, non sono tenuti a comunicare alcun piano di volo
    MeX
    16897
  • Le regole per gli ULM sono abbastanza severe: non si vola sui centri abitati, sulle aggregazioni di persone (stadi, spiaggie), si devono tagliare strade e ferrovie in perpendicolare...

    Nonostante tutto ogni tanto qualcuno ha la bella idea di lanciare i confetti sugli sposi, picchia con l'ala sul campanile, precipita e muore.

    Immagino anche uno dei co***oni che sfrecciano a 160 con la moto sotto casa mia alle due di notte, li dipingo su una macchina volante con il loro cervello inalterato.

    Corro a comprare una carabina.

    [ps: un ex-pilota]
    non+autenticato
  • si peró non ci sono controlli preventivi di piano di volo ne controlli per il decollo... se ho un ultraleggero é un attimo imbottirlo di esplosivo e precipitare sul duomo
    MeX
    16897
  • Vero, ma il problema non e' la sicurezza o meno; credo che "guidare" un'auto volante sia psicologicamente meno impegnativo che "pilotare" un mezzo.

    In pratica e' piu' facile fregarsene delle regole...
    non+autenticato
  • piú che altro, ora come ora devi acquistare un areo che é solo uno "svago" e non ha una funzione pratica, questo limita il suo utilizzo ad una fascia ristretta di persone, se effettivamente facciamo le macchine volanti ne vedremmo delle belleA bocca aperta
    MeX
    16897
  • - Scritto da: Luther_Blissett
    > Già sono pericolose le auto che viaggiano su
    > strada, figuriamoci quelle che
    > volano....
    > Abilitazione al volo dopo 20 ore di pratica...
    > (c'è parecchia gente che non è in grado di
    > guidare una macchina tradizionale dopo 20
    > anni)
    > E se una macchina volante sbaglia una manovra, o
    > se al pilota gli viene un coccolone, e precipita
    > su una strada o su una casa facendo una
    > strage?
    > Ci stanno frantumando i coglioni con la sicurezza
    > in tutti gli ambiti (strada, casa, lavoro,
    > aeroporti), e poi rilasciano l'omologazione per
    > dei trabiccoli del
    > genere???
    > Sarebbe la gioia dei terroristi che potrebbero
    > imbottire le auto di c4 e farsi saltare in ogni
    > dove piombandoti
    > dall'alto.
    > Mah...chiamatemi conservatore...

    Beh, in effetti la situazione è delicata...
    Però non vedo perchè non si possa proseguire in questa direzione. Oramai è un dato di fatto che il traffico è un grave problema per tutti, anche le piccole città ne soffrono.
    Bisogna "solo" escogitare sistemi di prevenzione attiva con dispositivi avanzati sulle "macchine volanti", anche perchè non credo che la macchina volante funzioni come un aereo vero e proprio, nel senso che non penso ti faccia volare liberamente come avessi in mano una cloche di un aereo.
  • sposteresti il traffico al suolo al traffico aereo... la soluzione é puntare su sistemi di locomozione di MASSA, ossia tante persone su un solo mezzo.
    MeX
    16897
  • La soluzione è lavorare a casa, oppure poter andare a lavorare a piedi o bicicletta. Se devi fare 15-30-50 km per andare a lavorare saremo sempre in perdita.
    Lanf
    145
  • a partire dagli anni 50' ogni 10 anni circa viene annunciata l'auto volante.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pietro
    > a partire dagli anni 50' ogni 10 anni circa viene
    > annunciata l'auto
    > volante.

    quindi, prima o poi..
    1977
    977
  • - Scritto da: 1977
    > - Scritto da: pietro
    > > a partire dagli anni 50' ogni 10 anni circa
    > viene
    > > annunciata l'auto
    > > volante.
    >
    > quindi, prima o poi...
    Ne riproporanno un'altra. Questa è passsata e finisce li ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Legione
    > - Scritto da: 1977
    > > - Scritto da: pietro
    > > > a partire dagli anni 50' ogni 10 anni circa
    > > viene
    > > > annunciata l'auto
    > > > volante.
    > >
    > > quindi, prima o poi...
    > Ne riproporanno un'altra. Questa è passsata e
    > finisce li
    > ...

    oppure ci riusciranno. le citta' sono in via di blocco
    1977
    977
  • Niente di peggio di un vecchio con cappello che ti può piombare addosso dall'alto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Woody
    > Niente di peggio di un vecchio con cappello che
    > ti può piombare addosso
    > dall'alto.

    touche'.
    1977
    977
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)