Luca Annunziata

Il caldo scioglie il vaporware del CES

Cancellato lo smartphone First Else, rimandati ancora gli smartbook Lenovo, posticipato il Que di Plastic Logic. Poche conferme, molte perplessità per i prodotti che avevano fatto parlare di sé a Las Vegas

Roma - La Bella di Torriglia: tutti la vogliono, ma nessuno la piglia. L'innovativo smartphone prodotto dalla israeliana ELSE, che Punto Informatico aveva provato al CES lo scorso gennaio, è stato cancellato: non entrerà in produzione, andando a ingrossare le fila dei grandi prototipi che non vedranno mai la luce del mercato (Palm Foleo, Microsoft Courier). La colpa, dice un comunicato diffuso dalla stessa azienda, sarebbe la poca lungimiranza dei possibili partner per la commercializzazione, che non hanno fornito tempi e condizioni certe per lo sbarco nei listini del prodotto. Di certo, luglio non sembra preannunciarsi un bel mese per gli smartphone.

"IL management ha investito energie e impegno considerevole per garantire una partnership per la vendita del device - si legge nella nota - Sebbene ci fosse interesse incoraggiante per il prodotto da parte dei potenziali partner, il management non è riuscito a confermare un accordo a condizioni accettabili per proseguire nella produzione dell'apparecchio": insomma, la colpa non è del prodotto o di chi l'ha sviluppato, ma di altri. Pertanto "A causa dei ritardi critici e dello stato attuale del progetto, la board ha deciso di sospendere ogni investimento ulteriore per la produzione del First ELSE, e di concentrare gli sforzi solo nel concedere in licenza la piattaforma ELSE Intuition".

Nonostante, dunque, un prototipo pienamente funzionante avesse riscosso la simpatia e l'apprezzamento dei potenziali soci in affari, nessuno ha avuto voglia di impegnarsi a distribuirlo in competizione con colossi come iPhone, i vari smartphone Android e il futuro Windows Phone 7. Un peccato, visto le premesse: basato su piattaforma LiMo (e cugino di WebOS per la sua impostazione su un framework comune), First ELSE era uno prodotto dall'interfaccia innovativa e con dietro un importante investimento sull'hardware (grazie anche alla partnership con Sharp) e software.
Non a caso, il comunicato parla ora di focus sul software: il sistema di messaggistica, di gestione della rubrica e delle segnalazioni push era senz'altro uno dei punti di forza del prodotto, concepito sin dall'inizio per l'integrazione coi servizi di rete intelligente degli operatori telefonici. Se a questo si aggiunge un paradigma di interfaccia profondamente differente dall'attuale imperante paginata di icone, il tutto montato su un hardware abbastanza attuale, appare chiaro che le possibilità di "adattare" lo stesso software a un progetto simile altrui non siano tanto remote.

Le cose, comunque, non vanno male solo al First ELSE. Pure in casa Skylight (lo "smartbook" di Lenovo) non si respira una bella aria: il prodotto, anch'esso presentato al CES 2010, doveva venir messo in vendita in primavera, ma in seguito era stato posticipato all'estate. Ora sembrerebbe che, per far posto nel suo sottile chassis a uno Snapdragon di seconda generazione da 1,5GHz, il suo debutto sarà ulteriormente rimandato: se ne dovrebbe parlare a natale, ma di certo il secondo rinvio non farà bene alla popolarità dell'idea di una via di mezzo tra un netbook e un MID con tastiera, visto il proliferare di tablet e simili prodotti da Apple, Dell (ma non solo) e prossimamente forse anche da HP.

Più complicata ancora, se possibile, la situazione di Plastic Logic e del suo Que: l'e-reader per professionisti era stato centellinato alla stampa e colmato di attenzione dai reporter a Las Vegas, per lui era stato promesso uno sbarco in grande stile con molti servizi software e cloud abbinati e pensati squisitamente per il pubblico enterprise. Analogamente a quanto a successo allo smartbook Lenovo, Plastic Logic aveva rinviato da aprile a luglio l'uscita del suo device: ora, invece, sarebbe confermata la cancellazione di tutti gli ordini già ricevuti e un'ulteriore rinvio a data da destinarsi.

Motivo del ritardo sarebbe il desiderio di adeguare le caratteristiche del prodotto all'evoluzione avvenuta in seno al mercato: ma con la diffusione sempre più massiccia di Kindle, Nook e pure del tablet iPad, a meno di non proporre un prodotto decisamente differente da quello mostrato a gennaio ogni giorno di ritardo in più rischia di causare un danno serio alla credibilità del progetto Que. Plastic Logic ha già fatto sapere che il suo e-reader a colori non sarà pronto prima del 2012: ma, come spesso accade in questi casi, se non si affretterà a trasformare il Que in realtà, la mancanza di ritorni per l'investimento fin qui operato in ricerca e sviluppo potrebbe complicarle inutilmente la vita.

Luca Annunziata
14 Commenti alla Notizia Il caldo scioglie il vaporware del CES
Ordina
  • Per forza, il periodo di crisi e recessione fa essere le aziende molto caute.

    Per ora guardano alle intuizioni altrui, a cosa farà iPad e come andranno certi prodotti che stanno tastando nuovi mercati.

    Poi ci si butteranno in massa sicuri di avere ognuno la sua fetta.
    iRoby
    9514
  • mi piaceva davvero, pratico, essenziale, davvero SMART. a dimostrazione che si può fare qualcosa di ottimo senza per forza seguire le mode e i presunti "must"... che l'ha detto che uno smartphone dev'essere multitouch? l'ELSE aveva dimostrato che si può costruire un'interfaccia rapida, piacevole, intuitiva, innovativa, senza multitouch.
    se fosse uscito, sarebbe stato senz'altro il mio primo smartphone.
    non+autenticato
  • - Scritto da: sapio
    > mi piaceva davvero, pratico,

    onestamente, dai video che ho visto, non mi pare pratico

    > essenziale, davvero
    > SMART. a dimostrazione che si può fare qualcosa
    > di ottimo senza per forza seguire le mode e i
    > presunti "must"... che l'ha detto che uno
    > smartphone dev'essere multitouch?

    nessuno, ma se per rinunciare al multitouch devo prevedere degli artifizi che ne riducono la praticità, qual'è il vantaggio?

    > l'ELSE aveva
    > dimostrato che si può costruire un'interfaccia
    > rapida, piacevole, intuitiva, innovativa, senza
    > multitouch.
    > se fosse uscito, sarebbe stato senz'altro il mio
    > primo smartphone.

    se non è uscito, ci sarà un motivo...
  • - Scritto da: sadness with you
    > - Scritto da: sapio
    > > mi piaceva davvero, pratico,
    >
    > onestamente, dai video che ho visto, non mi pare
    > pratico

    mah... il mondo è bello perché è vario

    >
    > > essenziale, davvero
    > > SMART. a dimostrazione che si può fare qualcosa
    > > di ottimo senza per forza seguire le mode e i
    > > presunti "must"... che l'ha detto che uno
    > > smartphone dev'essere multitouch?
    >
    > nessuno, ma se per rinunciare al multitouch devo
    > prevedere degli artifizi che ne riducono la
    > praticità, qual'è il
    > vantaggio?

    e sarebbero ,questi artifici? la GUI a raggera senza icone? geniale

    >
    > > l'ELSE aveva
    > > dimostrato che si può costruire un'interfaccia
    > > rapida, piacevole, intuitiva, innovativa, senza
    > > multitouch.
    > > se fosse uscito, sarebbe stato senz'altro il mio
    > > primo smartphone.
    >
    > se non è uscito, ci sarà un motivo...

    nessuno l'ha voluta rischiare.... lo smartphone è per eccellenza il prodotto consumer sensibile alle mode.
    ho espresso il mio parere, da fanboy di nessuno quale sono, purtroppo i più non resistono ai richiami dei marchi "prestigiosi"
    non+autenticato
  • - Scritto da: sapio

    > > > mi piaceva davvero, pratico,
    > >
    > > onestamente, dai video che ho visto, non mi pare
    > > pratico
    >
    > mah... il mondo è bello perché è vario

    mica tanto, visto che l'ELSE è stato "cassato"

    > > > essenziale, davvero
    > > > SMART. a dimostrazione che si può fare qualcosa
    > > > di ottimo senza per forza seguire le mode e i
    > > > presunti "must"... che l'ha detto che uno
    > > > smartphone dev'essere multitouch?
    > >
    > > nessuno, ma se per rinunciare al multitouch devo
    > > prevedere degli artifizi che ne riducono la
    > > praticità, qual'è il vantaggio?
    >
    > e sarebbero ,questi artifici? la GUI a raggera
    > senza icone?
    > geniale

    Gli arifizi sono le pressioni prolungate e le strade inutilmente lunghe per arrivare al dunque... tutto tempo perso

    > > se non è uscito, ci sarà un motivo...
    >
    > nessuno l'ha voluta rischiare...

    o forse tutti hanno capito che sarebbe stato un flop

    > lo smartphone è
    > per eccellenza il prodotto consumer sensibile
    > alle mode.
    > ho espresso il mio parere, da fanboy di nessuno
    > quale sono, purtroppo i più non resistono ai
    > richiami dei marchi "prestigiosi"

    Mah...
  • tutti che si affrettano a presntare qualcosa prima di Apple, ma l'unica a fare qualcosa di concreto e rivoluizionario è stata Apple con l'iPad... per ora tutto il resto sono stati solo annunci, smentite, e rimandi al 2011
  • "rivoluzionario" LOL
    iPad è innovativo come un cucchiaio di legno
  • - Scritto da: JosaFat
    > "rivoluzionario" LOL
    > iPad è innovativo come un cucchiaio di legno

    Mi fa piacere che tu sorrida: si sa che "il riso abbonda..."
  • Fare annunci per contrastare la concorrenza (Apple, nella fattispecie) non avendo nulla di pronto.

    Strategia a breve termine, come stiamo constatando (in cui Microsoft è maestra)
    ruppolo
    33147
  • nono, m$ ha fatto di meglio: ha anche presentato gli smartphone KIN, morti in pochi mesi....

    lol

    erano inguardabili, soprattutto il kin1...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Fare annunci per contrastare la concorrenza
    > (Apple, nella fattispecie) non avendo nulla di
    > pronto.
    >
    > Strategia a breve termine, come stiamo
    > constatando (in cui Microsoft è
    > maestra)

    Potevano sbatterci sopra un LCD qualunque come ha fatto Apple, e allora ecco che il QUE sarebbe uscito in tempo.
    E invece si intestardiscono a voler innovare...Con la lingua fuori
    Funz
    13021
  • Già, ma per uno che ha gli occhi foderati di buccia di mela, LCD è meglio perché hai i colori!!!
    Peccato per il Que che pare scontare la mancanza di appoggio da parte di chi dovrebbe costruirci sopra sofware e servizi enterprise. Dovrebbe beneficiare alla grande dei problemi della iRex, invece non ci riesce. Purtroppo è molto più facile scrivere il programmino scemo per iCrap piuttosto che un'applicazione business.
    Peccato anche per la tecnologia di base è ottima, a parte l'OS Windows, quella indubbiamente una pessima scelta da parte di Plastic Logic.
  • - Scritto da: ruppolo
    > Fare annunci per contrastare la concorrenza
    > (Apple, nella fattispecie) non avendo nulla di
    > pronto.
    >
    > Strategia a breve termine, come stiamo
    > constatando (in cui Microsoft è
    > maestra)


    il fatto che un grande idea (vedi l'else) non entri in produzione non la squalifica.
    oggi WW produce i cogeneratori ideati da un ingengere italiano 35 anni fa...
    quindi...
    l'industria in genere non è lungimirante. l'industria consumer IT poi non vede a un palmo dal suo naso.
    non+autenticato
  • E vi ricordate anche lo slate presentato in pompa magna da Microsoft, con Steve Ballmer in persona, e HP? (se non lo ricordate: http://xxiluna.blogspot.com/2010/01/msslate-critic...)

    Anch'esso cancellato.
    non+autenticato