Alfonso Maruccia

Android, questione di app

Quanti sviluppatori realizzano app per l'OS mobile di Google? Gli utenti preferiscono applicativi gratuiti o a pagamento? Numeri e fatti del mercato di Android e del mondo delle applicazioni mobile

Roma - Nell'attuale panorama degli smartphone candidati allo status di "computer" con tutti i crismi del caso, una parte significativa delle stime di crescita e dell'economia del mercato ha a che fare con le applicazioni vendute sugli store virtuali, quanti sviluppatori sono impegnati nella loro produzione e le tendenze di acquisto dimostrate dagli utenti delle singole piattaforme. Il tutto all'insegna della contesa commerciale fra Apple iOS e Google Android, i sistemi operativi che più di tutti stanno cavalcando la "app economy" dei dispositivi MID.

I dati riferiti all'ecosistema mobile parlano di un mercato frammentato, nel quale Android riesce comunque a strappare la palma di "piattaforma più popolare tra gli sviluppatori". Altri dati, questa volta provenienti da uno studio di AppStoreHQ, fotografano più da vicino lo stato dei mercati concorrenti dello sviluppo per iOS e quello per Android.

Tenendo bene a mente il vantaggio temporale di oltre un anno che può vantare il sistema di Cupertino, il numero di programmatori impegnati esclusivamente su iOS (iPhone/iPad/iPod Touch) supera quelli su Android con un rapporto di 4:1 - oltre 43mila per Apple contro i 10mila di Google. Nel mezzo si piazzano 1412 sviluppatori grandi e piccoli che hanno scelto di seguire un approccio multi-piattaforma, il 15% di programmatori Android e il 3% di coder iOS.
Il "grosso" dello sviluppo di app e di videogame - la tipologia in assoluto più popolare su entrambe le piattaforme - si concentra insomma ancora su iOS, con gli esempi del publisher nipponico Capcom (4 app per Android, 27 per iOS) e di Gameloft (12 app per Android, ben 136 per iOS).

Una delle differenze più caratterizzanti tra i mercati delle app per iOS e Android - questa volta riferita agli utenti invece che agli sviluppatori - è la tendenza divergente a preferire il modello gratuito o quello a pagamento. Stando alle cifre fornite da Distimo, le app free sono preferite da un quarto dell'utenza dell'intero mercato degli smartphone ma su Android tale cifra sale al 57% di tutti i consumatori.

Agli utenti Android piacciono le cose gratuite e Google lo sa meglio di tutti, avendo da sempre "viziato" i netizen con servizi e applicazioni remote a costo zero prima sul web e ora anche altrove. La speranza di successo in questo caso arriva dalle sottoscrizioni e dall'advertising veicolato attraverso le app stesse.

E se non bastassero i paesi ricchi e il Nord America, Mountain View è seriamente intenzionata a percorrere la strada delle economie emergenti, nel tentativo di surclassare Apple e di insinuare l'abitudine allo smartphone presso mercati ancora da conquistare.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessAdMob: Internet è sempre più mobileiPhone regna, Android segue. Symbian: tanti dispositivi per poche connessioni. Le statistiche del vendor di pubblicità consacrano il nuovo regno di Apple e Google
  • TecnologiaAndroid 3.0 fa l'occhiolino ai tabletSul Web sono trapelate nuove indiscrezioni sulla futura major release di Android, il cui rilascio è stato apparentemente fissato per ottobre. Android 3.0 sarà più esoso in termini di hardware e supporterà nativamente risoluzioni più elevate
  • TecnologiaTablet, anche LG sceglie AndroidUn'autorevole fonte riporta che LG sta lavorando a un tablet basato sul sistema operativo Android. Ancora una volta il colosso coreano sembra decisa a sfidare in modo diretto la connazionale Samsung
362 Commenti alla Notizia Android, questione di app
Ordina
  • E dopo aver sudato i miei soldi non c'è nulla di meglio di spenderli come meglio credo.

    Prima di iPhone compravo un cellulare l'anno , con Apple ogni 3 anni e piu'.

    Evviva la Mela (c) (tm)!
    non+autenticato
  • e per la batteria che non può essere sostituita senza andare al centro assistenza?

    questi sono i tuoi gusti personali.
    non+autenticato
  • e perché mai dovrei sostituirla ?

    In tre anni e passa non ho visto nessun decadimento rilevante.

    Ritenta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Innovatore
    > E dopo aver sudato i miei soldi non c'è nulla di
    > meglio di spenderli come meglio
    > credo.
    >
    > Prima di iPhone compravo un cellulare l'anno ,
    > con Apple ogni 3 anni e
    > piu'.
    >
    > Evviva la Mela (c) (tm)!

    Quindi sei ancora fermo al primo iPhone?
  • 2 mesi fa purtroppo mi é caduto male ed ho la parte bassa del display touch che non reagisce al tocco.

    Ho comprato un HTC Tattoo (pessima scelta, monta ancora l'ancestrale versione 1.6) in attesa del nuovo iPhone.
    non+autenticato
  • Ma non dire fesserie dai! L'iPhone che si rompe... tsk... e c'è pure gente che magari ti crede!
    non+autenticato
  • Si rompe , si rompe

    come tutte le cose a cui non si fa abbastanza attenzione.
    non+autenticato
  • Ahhhh! Si rompe solo se non ci fai attenzione! Ecco, insomma, forse è meglio specificare.
    non+autenticato
  • Se in piu' di tre anni te lo fai sfuggire dalle mani almeno una decina di volte ...

    Credevi forse che io credevo fosse indistruttibile ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: zuzzurro

    > Ma non dire fesserie dai! L'iPhone che si
    > rompe... tsk... e c'è pure gente che magari ti
    > crede!

    Anche la tua testa si rompe se gli dai una martellata. Magari non ci trovi dentro nulla, ma si rompe lo stesso.
    FDG
    10987
  • Il contenuto della testa non mi serve più da quando sono passato dalla vostra parte e uso Apple (c) (tm) anche io! E vedo che anche voi vi siete alleggeriti alla grande di quell'inutile, fastidioso (niente più mal di testa!) organo umano!

    Evviva Apple (c) (tm)! Evviva l'Uomo non-Sapiens!
    non+autenticato
  • Per una serie di motivi, non ultimo il mio backgroud di programmatore Java, preferisco sviluppare su Android. iPhone lo conosco poco e quello che so l'ho appreso da amici che lo utilizzano o leggendo qua e là articoli, blog e forum. La mia esperienza e la mia conoscenza mi portano a pensare che, se uno vuole sviluppare applicazioni free o open source, Android sia la scelta più naturale e questo sembrerebbe confermato dalle statistiche riportate nell'articolo. Se uno sviluppa un'applicazione free è portato a contenere al massimo i costi poichè non si aspetta ritorni diretti dalla vendita dell'applicazione stessa; se uno vuole cominciare a sviluppare un'applicazione per fatti suoi, che magari non verrà mai venduta e neanche mai messa sul market, e vuole poterla testare liberamente sul suo telefonino, con Android può farlo a costo zero (se si esclude il costo del telefonino, naturalmente). Se si vuole testare su dispositivo fisico, un'applicazione iPhone magari sviluppata senza nessuna intenzione di vendita o distribuzione su store, credo che sia necessaria come minimo l'iscrizione (?) come sviluppatore ed il pagamento di una certa cifra (99$?).
    non+autenticato
  • Se si vuole testare su
    > dispositivo fisico, un'applicazione iPhone magari
    > sviluppata senza nessuna intenzione di vendita o
    > distribuzione su store, credo che sia necessaria
    > come minimo l'iscrizione (?) come sviluppatore ed
    > il pagamento di una certa cifra
    > (99$?).

    ma non basta che installi la mia applicazione nel iphone che ho in tasca???
    non+autenticato
  • - Scritto da: no no no

    >
    > ma non basta che installi la mia applicazione nel
    > iphone che ho in
    > tasca???

    Non ho capito la domanda, che intendi?
    non+autenticato
  • > ma non basta che installi la mia applicazione nel
    > iphone che ho in
    > tasca???

    Ma non puoi, se non chiedi il permesso ad Apple.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Orwell

    > ...come sviluppatore ed il pagamento di una certa cifra
    > (99$?).

    Non mi pare tutta questa gran cifra.

    Penso sia più un problema di attitudine. Uno sviluppatore che lavora su software open culturalmente sarà portato più a sviluppare su un sistema open.
    FDG
    10987
  • - Scritto da: FDG

    >
    > Non mi pare tutta questa gran cifra.
    >

    Per chi deve fare business, no. Per chi vuole solo provare qualcosina mi sembra anche troppo.
    non+autenticato
  • - Ci vuole un computer
    - Un emulatore (che almeno per Apple é piú significativo essendoci pochissimi HW in circolazione)
    - device per debug serio (basta un iPhone e iPodTouch... per Android... auguriA bocca aperta)
    MeX
    16902
  • - Scritto da: MeX
    > - Ci vuole un computer
    > - Un emulatore (che almeno per Apple é piú
    > significativo essendoci pochissimi HW in
    > circolazione)
    Meno significativo vorrai dire!
    Da che "emula" da schifo!
    Fare una app col sistema Apple senza il terminale è cercarsi rogna 99 volte su 100!
    Non così su Android!

    > - device per debug serio (basta un iPhone e
    > iPodTouch... per Android... auguri
    >A bocca aperta)
    Per android occorre SDK e ventualmente (molti costruttori le forniscono) le parti specifiche di software del terminale (se ci sono e quando ci sono migliorano l'emulazione) e puoi 99 volte su 100 fare a meno del terminale!
    Inoltre non c'è paragone a livello di completezza delle API le cose che hai a disposizione sotto Android sono molte di più sul sdk Apple ci sono intere classi di API che non ci sono proprio!
    Le cose che si possono fare sono infinitamente meno!
    non+autenticato
  • > Per android occorre SDK e ventualmente (molti
    > costruttori le forniscono) le parti specifiche di
    > software del terminale (se ci sono e quando ci
    > sono migliorano l'emulazione) e puoi 99 volte su
    > 100 fare a meno del
    > terminale!

    oste, com'é il vino?
    MeX
    16902
  • Vini Apple... un sorso di Romagna (o Romania? Ah no... era Cina, là, dove si suicidano... dimenticavo!)
    non+autenticato
  • - Scritto da: zuzzurro
    > Vini Apple... un sorso di Romagna (o Romania? Ah
    > no... era Cina, là, dove si suicidano...
    > dimenticavo!)

    Non sono mica i dipendenti Apple a suicidarsi
  • Eccimancherebbe! Sono gente preziosa quelli lì!
    Sono tipo... tipo gli UmpaLumpa! Ecco!
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > > Per android occorre SDK e ventualmente (molti
    > > costruttori le forniscono) le parti specifiche
    > di
    > > software del terminale (se ci sono e quando ci
    > > sono migliorano l'emulazione) e puoi 99 volte su
    > > 100 fare a meno del
    > > terminale!
    >
    > oste, com'é il vino?

    Oste che?
    Io mica sono android ne apple!
    A me proprio non me ne frega un tubo di quello che ha il cliente quando usa una net app è un cliente e basta!
    Quello che io dico è documentato nero su bianco dai rispettivi SDK (uno dall' oste Apple e uno dall'Oste Android) nei fatti Android SDK supporta (documentazione alla mano) un numero molto più elevato di API di quello che supporta Apple!
    Nero su bianco e su documentazione e vino dei relativi "osti"...
    E nessuno dei due è "completo" in quanto supporto!
    Semplicemente uno ha più cose dell'altro!
    Questo è il punto!
    Ti piaccia o meno le cose stanno così!
    non+autenticato
  • Android é molto piú libero di Apple, é un'ovvieta, io qui ti stavo chiedendo come fai il debugging delle app basandoti solo sull'emulatore...

    Tu sei oste nel senso che essendo un Apple hater tiri acqua al mulino di Android, perché non ti ritengo cosí poco intelligente da sostenere davvero la posizione che con Android l'emulatore é sufficiente a fare un debugging completo
    MeX
    16902
  • - Scritto da: MeX
    > Android é molto piú libero di Apple, é
    > un'ovvieta, io qui ti stavo chiedendo come fai il
    > debugging delle app basandoti solo
    > sull'emulatore...
    >
    > Tu sei oste nel senso che essendo un Apple hater
    > tiri acqua al mulino di Android, perché non ti
    > ritengo cosí poco intelligente da sostenere
    > davvero la posizione che con Android l'emulatore
    > é sufficiente a fare un debugging
    > completo
    Apple hater?
    Ma che stai a di?
    Fanboy hater casomai!
    E quello che io ho scritto non è opinione mia (ripeto) i due osti (Apple E Android) hanno documentato e scritto chiunque può leggere e vedere che quello che io sostengo è vero e documentato!
    Quello che tu sostieni (ti basta sdk e ipod touch) è FALSO e altrettanto documentato!
    non+autenticato
  • postami il link dove ho scritto che basta un iPod Touch grazieOcchiolino
    MeX
    16902
  • tanto per precisareOcchiolino

    Emulator Limitations

    In this release, the limitations of the emulator include:

    No support for placing or receiving actual phone calls. You can simulate phone calls (placed and received) through the emulator console, however.
    No support for USB connections
    No support for camera/video capture (input).
    No support for device-attached headphones
    No support for determining connected state
    No support for determining battery charge level and AC charging state
    No support for determining SD card insert/eject
    No support for Bluetooth

    http://developer.android.com/guide/developing/tool...
    MeX
    16902
  • "Android riesce comunque a strappare la palma di piattaforma più popolare tra gli sviluppatori"

    "il numero di programmatori impegnati esclusivamente su iOS (iPhone/iPad/iPod Touch) supera quelli su Android con un rapporto di 4:1 - oltre 43mila per Apple contro i 10mila di Google"

    mah...
  • Nel riassunto dell'articolo citato è andato perso qualche concetto e qualche dato.
    il 60% degli sviluppatori ha recentemente utilizzato piattaforma Android,
    il 50% e rotti ha utilizzato iOs.
    seguono gli altri.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Xilitolo
    > Nel riassunto dell'articolo citato è andato perso
    > qualche concetto e qualche dato.

    più che altro mi pare sia stato fatto un riassunto preso da chissàdove, senza esprimere alcun concetto, e senza nemmeno capire bene come riassumere... peccato, perché il discorso sarebbe interessante
  • - Scritto da: sadness with you

    > "Android riesce comunque a strappare la palma di
    > piattaforma più popolare tra gli
    > sviluppatori"
    >
    > "il numero di programmatori impegnati
    > esclusivamente su iOS (iPhone/iPad/iPod Touch)
    > supera quelli su Android con un rapporto di 4:1 -
    > oltre 43mila per Apple contro i 10mila di
    > Google"
    >
    > mah...

    "Programmatori che sviluppano su X" e "Programmatori che sviluppano esclusivamente su X" non sono esattamente la stessa cosa. Anche a me sembravano in un primo momento affermazioni incoerenti. Però considerando che non sono su soggetti con le stesse caratteristiche, possono essere entrambe affermazioni vere.
    FDG
    10987
  • - Scritto da: FDG
    > - Scritto da: sadness with you
    >
    > > "Android riesce comunque a strappare la palma di
    > > piattaforma più popolare tra gli
    > > sviluppatori"
    > >
    > > "il numero di programmatori impegnati
    > > esclusivamente su iOS (iPhone/iPad/iPod Touch)
    > > supera quelli su Android con un rapporto di 4:1
    > -
    > > oltre 43mila per Apple contro i 10mila di
    > > Google"
    > >
    > > mah...
    >
    > "Programmatori che sviluppano su X" e
    > "Programmatori che sviluppano esclusivamente su
    > X" non sono esattamente la stessa cosa.

    certo... ma se X sviluppatori lavorano su iOS, Y lavorano su Android, e Z lavorano su entrambi, nel momento in cui X>Y, sarà sempre valida anche X+Z>Y+Z...
  • più che altro chi sviluppa su iOS è maggiormente "fidelizzato".. ora, alcuni lo possono leggere come "è un sistema così bello che me ne innamoro e non c'è altro che tenga!", altri la possono leggere come "il marketing della mela ha attratto sviluppatori poco curiosi che non sono talmente sicuri del loro ambiente che manco si guardano intorno a vedere che altro c'è" Sorride
  • Dal punto di vista dell'utente, Linux = gratis, quindi Android = gratis. Questo significa pochissime applicazioni di buona qualità. Gli sviluppatori (i professionisti, non i dilettanti) preferiscono sviluppare dove si guadagna.

    Il problema di Android sono i suoi utenti, viziati ad avere tutto gratis (anche a costo di rubare il software). Le statistiche indicate nell'articolo lo dimostrano.
    ruppolo
    33147
  • quando leggo tanta ignoranza mi viene da ridere.
    scusa ma se non hai capito la filosofia che c'è dietro la scelta di fonti opensource di software stattene zitto.

    comunque, se ci sono utenti viziati, son quelli con il segno della mela morsicata....figli di papà ai quali viene comprato il giocattolino costoso....polli da spennare!
    non+autenticato
  • - Scritto da: disgra
    > quando leggo tanta ignoranza mi viene da ridere.
    > scusa ma se non hai capito la filosofia che c'è
    > dietro la scelta di fonti opensource di software
    > stattene
    > zitto.
    Quale filosofia?
    Vendi il supporto per un programma su cellulare?

    > comunque, se ci sono utenti viziati, son quelli
    > con il segno della mela morsicata....figli di
    > papà ai quali viene comprato il giocattolino
    > costoso....polli da
    > spennare!
    Che visione ottusa.
    Se si trova un programma che merita, lo si acquista, altrimenti ci si ferma alla demo/lite version gratuita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Clap
    > - Scritto da: disgra
    > > quando leggo tanta ignoranza mi viene da ridere.
    > > scusa ma se non hai capito la filosofia che c'è
    > > dietro la scelta di fonti opensource di software
    > > stattene
    > > zitto.
    > Quale filosofia?
    > Vendi il supporto per un programma su cellulare?

    una persona che associa " linux=gratis " senza considerare le innumerevoli implicazioni che ci sono dietro non ha capito un granchè di cosa sia linux....per quanto riguarda android credo (sottolineo credo) che al momento non sia stato ancora reintegrato nella famiglia di linux
    non+autenticato
  • - Scritto da: disgra
    > - Scritto da: Clap
    > > - Scritto da: disgra
    > > > quando leggo tanta ignoranza mi viene da
    > ridere.
    > > > scusa ma se non hai capito la filosofia che
    > c'è
    > > > dietro la scelta di fonti opensource di
    > software
    > > > stattene
    > > > zitto.
    > > Quale filosofia?
    > > Vendi il supporto per un programma su cellulare?
    >
    > una persona che associa " linux=gratis " senza
    > considerare le innumerevoli implicazioni che ci
    > sono dietro non ha capito un granchè di cosa sia
    > linux....per quanto riguarda android credo
    > (sottolineo credo) che al momento non sia stato
    > ancora reintegrato nella famiglia di
    > linux
    Problemi di definizioni su cui ti soffermi senza andare alla radice del problema: ad oggi con iOS sviluppi e guadagni, con Android no.
    non+autenticato
  • allora, soffermiamoci in altre cose, non sempre qualità fa rima con prezzo.
    e non è vero che nessuno ci guadagna in android, basta che esci dalla tua torre d'avorio bianca e vai a vederti le statistiche dei programmi sul market android...scoprirai che i programmi che meritano di essere comprati vendono e anche bene
    non+autenticato
  • - Scritto da: Clap

    > Problemi di definizioni su cui ti soffermi senza
    > andare alla radice del problema: ad oggi con iOS
    > sviluppi e guadagni, con Android
    > no.

    Sviluppare per guadagnare, e' come mangiare per ingrassare.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Clap
    >
    > > Problemi di definizioni su cui ti soffermi senza
    > > andare alla radice del problema: ad oggi con iOS
    > > sviluppi e guadagni, con Android
    > > no.
    >
    > Sviluppare per guadagnare, e' come mangiare per
    > ingrassare.

    Se tu sviluppi un software per me e ti chiedo il supporto, a me , acquirente, non frega una cippa se vai in giro a dire che sviluppi gratis e poi ci guadagni col supporto/consulenza.

    I soldi li spendo uguale !

    Costo software + Costo Supporto , dara' sempre un valore superiore allo 0 , quindi il poter usare quel software mi costa soldi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Innovatore
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Clap
    > >
    > > > Problemi di definizioni su cui ti soffermi
    > senza
    > > > andare alla radice del problema: ad oggi con
    > iOS
    > > > sviluppi e guadagni, con Android
    > > > no.
    > >
    > > Sviluppare per guadagnare, e' come mangiare per
    > > ingrassare.
    >
    > Se tu sviluppi un software per me e ti chiedo il
    > supporto, a me , acquirente, non frega una cippa
    > se vai in giro a dire che sviluppi gratis e poi
    > ci guadagni col supporto/consulenza.
    >
    >
    > I soldi li spendo uguale !
    >
    > Costo software + Costo Supporto , dara' sempre un
    > valore superiore allo 0 , quindi il poter usare
    > quel software mi costa
    > soldi.

    E a me i soldi entrano in tasca. Certo.
    Solo che io non ti vendo software, ti vendo consulenza.
    Sulla fattura scrivo TOT GIORNI DI CONSULENZA.
    Non scrivero' mai SOFTWARE TAL DEI TALI.

    In quei giorni di consulenza TI scrivo sui TUOI computer, del software secondo TUE specifiche, che restera' TUO e sei libero di farci quello che TI pare.
  • D'accordo ma io i soldi li "esco" uguale (ed a te entrano), anche se tu mi dici che il software é gratis.

    Spendo 1000 per il tuo software e la consulenza.

    Soft 0 + Cons 1000 = 1000
    Soft 100 + Cons 900 = 1000
    Soft 500 + Cons 500 = 1000
    Soft 1000 + Cons 0 = 1000

    Come vedi la somma fa sempre 1000 , questo é quello che interessa al cliente, non gliene frega niente se gli dici "hey ma il software te lo do gratis", "mi paghi solo la consulenza ed il supporto". Sempre 1000 deve pagare.

    Se non ti compro ne' consulenza ne' supporto , mi passi il tuo software gratis che ci penso io a supportarmi ? Se tutti facessero cosí ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Innovatore
    > D'accordo ma io i soldi li "esco" uguale (ed a te
    > entrano), anche se tu mi dici che il software é
    > gratis.
    >
    > Spendo 1000 per il tuo software e la consulenza.

    Spendi 1000 per la mia consulenza.

    > Soft 0 + Cons 1000 = 1000
    > Soft 100 + Cons 900 = 1000
    > Soft 500 + Cons 500 = 1000
    > Soft 1000 + Cons 0 = 1000

    Mettila un po' come ti pare.
    Di fatto io non vendo software.

    > Come vedi la somma fa sempre 1000 , questo é
    > quello che interessa al cliente, non gliene frega
    > niente se gli dici "hey ma il software te lo do
    > gratis", "mi paghi solo la consulenza ed il
    > supporto". Sempre 1000 deve
    > pagare.

    E quindi?

    > Se non ti compro ne' consulenza ne' supporto , mi
    > passi il tuo software gratis che ci penso io a
    > supportarmi ? Se tutti facessero cosí
    > ?

    Se il software che ti serve esiste gia' lo prendi e ti arrangi.

    Il tuo problema subentra quando:
    a) il software che ti serve non esiste
    b) il software che ti serve non lo sai usare

    E' a questo punto che intervengo io.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)