Mauro Vecchio

Un app store per USA.gov

Alcune forniranno aggiornamenti mobile di vari siti gestiti dal governo a stelle e strisce. Altre sono state sviluppate specificamente per iPhone o Android. Con l'obiettivo di giungere presto a pi¨ di 100 applicazioni

Roma - Per la ricerca in tempo reale di distributori di carburante alternativo. Per rimanere sempre aggiornati sulle notizie diramate dalla Casa Bianca. Per calcolare il proprio indice di massa corporea. Sono solo alcuni tra i principali servizi recentemente offerti dal portale statunitense Usa.gov.

Che ha dunque lanciato un suo app store, novello tentativo dell'amministrazione del Presidente Barack Obama di andare incontro alle attuali esigenze connesse dei cittadini a stelle e strisce. 16 le applicazioni finora disponibili, un numero destinato a crescere, fino ad arrivare ad almeno un centinaio.

Ma non si tratta esclusivamente di app nuove di zecca, dal momento che servizi offerti da agenzie come quella per la tutela dell'ambiente sono solo aggiornamenti mobile di quelli in precedenza garantiti dai rispettivi siti web. Varie comunque sono state le applicazioni appositamente sviluppate per le più diverse piattaforme.
Quella sui maggiori ricercati dall'FBI, ad esempio, è stata pensata da USA.gov per tutti i possessori di iPhone. Mentre una seconda sulla sicurezza legata ai prodotti funzionerà esclusivamente su piattaforme Android. Il nuovo app store del portale governativo è stato inserito all'interno di un più generale lifting per USA.gov, mostrato a tutti i netizen statunitensi subito dopo le festività del 4 luglio.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàUK, denari per le appSecondo recenti dati, le autoritÓ di Londra avrebbero speso fino a 40mila sterline per la realizzazione di varie applicazioni per Melafonino. Intanto, anche il governo francese annuncia tagli per i siti spreconi
  • AttualitàIT: Obama dà, Obama toglieIl presidente USA annuncia nuovi fondi per lo sviluppo della banda larga nelle zone depresse con la creazione di migliaia di posti di lavoro. Nel contempo il governo taglia e rifocalizza le spese per l'IT e investe sull'energia verde