Alessandro Del Rosso

Microsoft, tool gratis per lo sviluppo web

BigM ha rilasciato, in versione beta, un nuovo tool gratuito per lo sviluppo di siti web dinamici. Chiamato WebMatrix, il software include web server, database e ambiente di sviluppo

Roma - "Tutto quello di cui avete bisogno per creare siti web su Windows": questo lo slogan con cui Microsoft promuove WebMatrix, una nuova suite di sviluppo gratuita che promette di semplificare drasticamente lo sviluppo di siti web.

Disponibile in versione beta pubblica, WebMatrix include in un singolo pacchetto di circa 50 MB tutto il necessario per creare, installare e pubblicare siti web dinamici: il web server IIS Developer Express, il framework ASP.NET "Razor", il database SQL Server Compact Edition e un ambiente di sviluppo leggero sullo stile di Visual Web Developer Express. Il download e l'installazione dei singoli componenti avviene in modo completamente automatico, e consente anche agli sviluppatori occasionali di essere da subito produttivi.

Di particolare interesse la possibilità di creare un nuovo sito web a partire da applicazioni open source come WordPress, Drupal e Joomla: il software si preoccupa di installare tutti i necessari plug-in, così da consentire all'utente di modificare il codice del sito e di pubblicare la versione modificata.
WebMatrix si indirizza soprattutto agli sviluppatori in erba, agli studenti ma anche a quei professionisti che non necessitano di tutte le funzionalità fornite da Visual Studio.

Il software può essere scaricato da qui, mentre in questa pagina è possibile consultare le sue principali funzionalità e vedere un video dimostrativo.

Alessandro Del Rosso
145 Commenti alla Notizia Microsoft, tool gratis per lo sviluppo web
Ordina
  • I veri uomini di questo forum sviluppano con VI !
    non+autenticato
  • Grazie, io non saprei come fare se non ci fosse PI.
    Una lettura dei commenti e torna sempre il sorriso. La parte migliore stavolta sono state le lamerate Asp - ASP.NET - PHP - CMS
    Discussioni che pensavo chiuse già da anni.

    Impegnate il tempo a studiare ed occuparvi di cose serie, invece di sprecare tempo e byte sul fatto se sia più bello il colore verde o il giallo.

    A proposito oltre a gente brufolosa che passa il tempo su youporn, scrive anche qualche professionista che possa darmi un parere reale su questo tool?
  • <troll>
    # urpmi ruby rubygems mysql
    # gem install rails mongrel
    e se proprio ti va
    ti scarichi Netbeans 6.9 o quello che più ti piace per scrivere i sorgenti!

    Se poi vuoi essere più professionale:
    # urpmi apache
    # gem passenger

    ciao!
    </troll>
  • c'è dal 2002!
    non+autenticato
  • PHP forever!

    Voi non avete idea di che significhi e forse M$ inizia a capirlo adesso, avere tutto opensource, con una community immensa.
    Decine di framework uno più potente dell'altro, con forum e community di sviluppo dietro.

    CMS, CRM, librerie, e la marea di materiale pronto che c'è per PHP e i server LAMP.

    Microsoft non solo non lo può negare, ma sta cercando di facilitare la creazione di server WAMP.
    Perché LAMP gli sta soffiando un mercato profittevole.

    Senza contare la testardaggine nello sviluppare deliberatamente tool che se il programmatore non mette mano all'HTML in maniera massiccia, tutto ciò che genera funziona bene solo con Explorer per obbligare la gente ad avere Windows+Explorer per poter navigare la Rete.

    Non considero un problema la presenza di CMS facili in PHP. Oggi come oggi al solo costo di un PC e di una connessione tutti possono essere su Internet, con Dyndns e un dominio di €5 l'anno.
    Basta scaricare una Ubuntu/Fedora o il sistema operativo opensource che vuoi e installare un server AMP e con materiale gratuito e facilmente reperibile metti in piedi blog, forum, siti e portali e perfino eCommerce.
    Senza contare la miriade di hosting Linux a prezzo bassissimo che danno tanto spazio e banda disponibile.

    Il bello dell'opensource è proprio quello che con quasi ZERO investimento tutti possono potenzialmente diventare programmatori, o mettersi in piedi strumenti per essere partecipi della società della conoscenza.

    Il resto delle chiacchiere e questioni sui prodotti commerciali di Microsoft stanno a zero. Non a caso molti prodotti di M$ sono gratuiti proprio perché contro l'opensource non possono competere.

    Non hanno senso neppure le diatribe tra programmatori, e ancora di più chi critica CMS opensource come Joomla!. È una questione filosofica, di disponibilità di strumenti che mettono alla pari ricchi e poveri, abili e meno abili affinché partecipino alla società della conoscenza.

    La società della conoscenza è la più democratica e con il più alto grado di uguaglianza tra tutte le altre società dell'universo, e l'opensource è un suo sottoprodotto per dare a tutti gli strumenti per potervi partecipare.

    Per questi motivi i prodotti di M$ non hanno alcun senso, non dovrebbero essere neppure presi in considerazione, proprio perché la società dell'informazione deve rimanere libera, gratuita, democratica, partecipativa, e omni-includente.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 luglio 2010 17.31
    -----------------------------------------------------------
    iRoby
    8822
  • Certo certo. Peccato che oltre alla diffusione, php non ha altro a cui appendersi. Campa di rendita, grazie a poche eprsone che hanno sviluppato qualcosa. Gia che è un linguaggio interpretato lascia intendere tutti gli svantaggi legati alla velocità di esecuzione che asp.net non ha

    http://naspinski.net/post/AspNet-vs-php--speed-com...
    non+autenticato
  • Testare il C#.NET compilato con PHP interpretato che senso ha.

    Per PHP ci sono almeno 5 compilatori pcc, rphp, phc, hiphop, ecc.

    se ti serve compilarlo puoi farlo anche con PHP. Provaci e rifacciamo i test.
    iRoby
    8822
  • <troll> Non ha senso discuttere. Tanto per ogni affermazione avrai 1000 cose da contestare. </troll>
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mbdf
    > <troll> Non ha senso discuttere. Tanto per ogni
    > affermazione avrai 1000 cose da contestare.
    > </troll>

    Da che pulpito viene la predica!
  • - Scritto da: iRoby
    > Testare il C#.NET compilato con PHP interpretato
    > che senso
    > ha.
    >
    > Per PHP ci sono almeno 5 compilatori pcc, rphp,
    > phc, hiphop,
    > ecc.
    >
    > se ti serve compilarlo puoi farlo anche con PHP.
    > Provaci e rifacciamo i
    > test.
    Certo, anche IonCube Compiler + IonLoader, che sono a pagamento puoi usare. Peccato che con asp.net lo fai senza soldi, nel tuo bell'ambiente integrato, con tanto di server per lo sviluppo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giorgio
    > Certo certo. Peccato che oltre alla diffusione,
    > php non ha altro a cui appendersi. Campa di
    > rendita, grazie a poche eprsone che hanno
    > sviluppato qualcosa. Gia che è un linguaggio
    > interpretato lascia intendere tutti gli svantaggi
    > legati alla velocità di esecuzione che asp.net
    > non ha

    COSTI.
    Chi sviluppa con strumenti proprietari affronta e gira al cliente maggiori costi di licenza cui si sommano quelli che il cliente deve pagare per l'hosting su macchine Windows.
    non+autenticato
  • >
    > COSTI.
    > Chi sviluppa con strumenti proprietari affronta e
    > gira al cliente maggiori costi di licenza cui si
    > sommano quelli che il cliente deve pagare per
    > l'hosting su macchine
    > Windows.

    A me sembra che tutti apllichino le medesime tariffe sia che l'Hosting sia su Windows + IIS + SQL che Linux + Apache + MySql

    Il Consulente per un applicativo Java che abbiamo in azienda vuole 760 €. a giornata quando deve venir a fare qualcosa... vedi un po' te.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > PHP forever!
    >
    > Voi non avete idea di che significhi e forse M$
    > inizia a capirlo adesso, avere tutto opensource,
    > con una community
    > immensa.
    > Decine di framework uno più potente dell'altro,
    > con forum e community di sviluppo
    > dietro.
    >
    > CMS, CRM, librerie, e la marea di materiale
    > pronto che c'è per PHP e i server
    > LAMP.
    >
    > Microsoft non solo non lo può negare, ma sta
    > cercando di facilitare la creazione di server
    > WAMP.
    > Perché LAMP gli sta soffiando un mercato
    > profittevole.
    >
    > Senza contare la testardaggine nello sviluppare
    > deliberatamente tool che se il programmatore non
    > mette mano all'HTML in maniera massiccia, tutto
    > ciò che genera funziona bene solo con Explorer
    > per obbligare la gente ad avere Windows+Explorer
    > per poter navigare la
    > Rete.
    >
    > Non considero un problema la presenza di CMS
    > facili in PHP. Oggi come oggi al solo costo di un
    > PC e di una connessione tutti possono essere su
    > Internet, con Dyndns e un dominio di €5
    > l'anno.
    > Basta scaricare una Ubuntu/Fedora o il sistema
    > operativo opensource che vuoi e installare un
    > server AMP e con materiale gratuito e facilmente
    > reperibile metti in piedi blog, forum, siti e
    > portali e perfino
    > eCommerce.
    > Senza contare la miriade di hosting Linux a
    > prezzo bassissimo che danno tanto spazio e banda
    > disponibile.
    >
    > Il bello dell'opensource è proprio quello che con
    > quasi ZERO investimento tutti possono
    > potenzialmente diventare programmatori, o
    > mettersi in piedi strumenti per essere partecipi
    > della società della
    > conoscenza.
    >
    > Il resto delle chiacchiere e questioni sui
    > prodotti commerciali di Microsoft stanno a zero.
    > Non a caso molti prodotti di M$ sono gratuiti
    > proprio perché contro l'opensource non possono
    > competere.
    >
    > Non hanno senso neppure le diatribe tra
    > programmatori, e ancora di più chi critica CMS
    > opensource come Joomla!. È una questione
    > filosofica, di disponibilità di strumenti che
    > mettono alla pari ricchi e poveri, abili e meno
    > abili affinché partecipino alla società della
    > conoscenza.
    >
    > La società della conoscenza è la più democratica
    > e con il più alto grado di uguaglianza tra tutte
    > le altre società dell'universo, e l'opensource è
    > un suo sottoprodotto per dare a tutti gli
    > strumenti per potervi
    > partecipare.
    >
    > Per questi motivi i prodotti di M$ non hanno
    > alcun senso, non dovrebbero essere neppure presi
    > in considerazione, proprio perché la società
    > dell'informazione deve rimanere libera, gratuita,
    > democratica, partecipativa, e
    > omni-includente.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 08 luglio 2010 17.31
    > --------------------------------------------------

    adesso fai un bel respiro e.....









    .













    .














    .













    goditi la vita Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)