Mauro Vecchio

iTunes, chi pagherà per la nuvola?

Stando ad un recente studio, circa 8 milioni di utenti della Mela sarebbero pronti a sborsare una cifra attorno ai 10 euro al mese per usufruire di servizi musicali cloud-based

Roma - Si intitola iTunes Usage Report ed è una recente ricerca condotta dalla società d'analisi NPD Group. Il suo obiettivo primario, scoprire quanto i vari utenti di Apple siano interessati a nuovi modelli legati ai servizi musicali cloud-based.

Lo studio - basato su un campione di circa 3800 utenti già possessori di prodotti come iPod, iPhone e iPod Touch - ha quindi sottolineato come più del 25 per cento degli intervistati sia ben disposto ad abbracciare opzioni sulla nuvola, a patto che si tratti di servizi completamente gratuiti.

"Tra i 7 e gli 8 milioni di utenti iTunes negli Stati Uniti hanno mostrato un forte interesse verso una delle opzioni di sottoscrizione a pagamento presentate - si legge nel report di NPD Group - Questi consumatori hanno indicato una precisa volontà di pagare una cifra minima mensile pari a 10 dollari".
Che dovrebbe quindi essere versata per usufruire di servizi musicali in streaming o comunque dedicati all'accesso in mobilità a partire dalle proprie playlist. Un accesso che - se garantito gratuitamente - potrebbe garantire alla Mela una base di almeno 15 milioni di utenti.

E, se la quota rimanesse sui 10 euro mensili, Cupertino potrebbe arrivare a guadagni per circa 1 miliardo di dollari. Una fetta certo succulenta, che finirebbe per alimentare uno scontro già in fermento per la conquista della nuvola. Proprio di recente, alcuni rumor avevano parlato di strategie in atto per il lancio nel prossimo autunno di iTunes in the cloud.

A partire prossimamente per l'alto dei cieli mobile sarà anche Microsoft, che nel corso dell'ultima Worldwide Partner Conference (WPC), ha illustrato alcuni dettagli in vista del lancio di un servizio musicale cloud-based legato a Windows Phone 7. Per cui verrà sfruttato il servizio SkyDrive, che attualmente offre ai suoi utenti registrati 25GB di spazio libero online. Mentre Zune Pass offrirebbe lo streaming illimitato di musica dietro pagamento di un abbonamento mensile.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • BusinessHP nella musica mobile, con NuTsieL'azienda di Palo Alto acquisisce Melodeo, servizio di streaming con base a Seattle. Ed entra in diretta competizione con Apple, con un software che esporta playlist iTunes su dispositivi alternativi al Melafonino
  • AttualitàMusica online, Dada rilanciaPlay.me è il nuovo brand scelto dalla net company fiorentina. Tutto basato sul concetto di musica in remoto, ovvero nella cloud. Cambia anche il modello di business: per ascoltare ora si paga
  • TecnologiaApple riaccende la TV?Attese novità per il dispositivo pensato da Cupertino per lo schermo di casa. Dovrebbero calare prezzo e spazio per l'archiviazione. Ma, in compenso, arriverà iPhone OS
33 Commenti alla Notizia iTunes, chi pagherà per la nuvola?
Ordina
  • Quando con youtube hai le stesse canzoni gratis? Non parlatemi di qualità audio (non credo che con l'iphone notereste qualche differenza), e la connessione è necessaria allo stesso modo.

    Chi sarebbe così stupido da pagare per non ottenere nulla di più?
    non+autenticato
  • - Scritto da: angros
    > Quando con youtube hai le stesse canzoni gratis?
    > Non parlatemi di qualità audio (non credo che con
    > l'iphone notereste qualche differenza), e la
    > connessione è necessaria allo stesso
    > modo.
    >
    > Chi sarebbe così stupido da pagare per non
    > ottenere nulla di
    > più?

    sicuramente gente abituata ad entrare su itunes.. il popolo apple pagherebbe..
  • basta che paghino loro e non io e per me va benissimo (ki se frega?)
    non+autenticato
  • - Scritto da: lordream
    > - Scritto da: angros
    > > Quando con youtube hai le stesse canzoni gratis?
    > > Non parlatemi di qualità audio (non credo che
    > con
    > > l'iphone notereste qualche differenza), e la
    > > connessione è necessaria allo stesso
    > > modo.
    > >
    > > Chi sarebbe così stupido da pagare per non
    > > ottenere nulla di
    > > più?
    >
    > sicuramente gente abituata ad entrare su itunes..
    > il popolo apple
    > pagherebbe..

    Beh sai, c'è chi va nei negozi e chi nelle discariche, a volte trovano entrambi le stesse cose, a volte no. Se uno ha tempo da perdere per tribolare, si accontenta della scarsa qualità, ha il portafogli vuoto o magari anche solo l'indole ladra, YouTube è la soluzione. Per tutti gli altri c'è iTunes Store.
    ruppolo
    33147
  • > Beh sai, c'è chi va nei negozi e chi nelle
    > discariche, a volte trovano entrambi le stesse
    > cose, a volte no. Se uno ha tempo da perdere per
    > tribolare, si accontenta della scarsa qualità, ha
    > il portafogli vuoto o magari anche solo l'indole
    > ladra, YouTube è la soluzione. Per tutti gli
    > altri c'è iTunes
    > Store.

    Uno che fa storie sulla qualità e poi ascolta la musica con l'altoparlantino dell'iPhone, tu come lo definisci?
    non+autenticato
  • Fanboy!

    ho vinto qualcosa?
  • - Scritto da: angros

    > Uno che fa storie sulla qualità e poi ascolta la
    > musica con l'altoparlantino dell'iPhone, tu come
    > lo
    > definisci?

    Perché dai per scontato che la musica su iPhone si ascolti con l'altoparlante integrato?
    L'iPhone è anche un iPod, ed ha una qualità audio ottima (usato con cuffie ovviamente).
    Inoltre, per rientrare in topic, ci sono servizi (tipo spotify) che permettono di crearsi delle playlist che è possibile ascoltare anche offline, quindi nessun problema per la connessione a pagamento.
  • Ragazzi, per favore non parlatemi di qualità audio OTTIMA con un mp3 o AAC, sentito da un auricolare per giunta... perchè da audiofilo mi viene davvero la pelle d'oca...
    non+autenticato
  • concordo, anche se esistono auricolari di ottima qualità (generalmente il prezzo si spiega da solo), un audiofilo rabbrividisce a sentire parlare di qualità nello stesso contesto di iPhone e iPod.

    Anche io sono un ex-audiofilo, purtroppo il portafogli a ceduto prima della passione!

    Sorride
  • Solo per mettere i puntini sulle i,

    " un audiofilo rabbrividisce a sentire parlare di qualità nello stesso contesto di un lettore mp3"

    ... cosí, giusto per non far passare alle piccole menti l'idea che la qualitá di iPod/iPhone sia scarsa rispetto ad altri mp3.
    non+autenticato
  • Si, in effetti, volevo dire così!Sorride
  • si certo..cosi per ascoltare una canzone sull'iphone sono costretto a usare la connessione 3g (a pagamento) e a vedere la batteria scaricarsi dopo 3 canzoni... per me se lo possono tenere
    non+autenticato
  • - Scritto da: trillotrall otrillo
    > si certo..cosi per ascoltare una canzone
    > sull'iphone sono costretto a usare la connessione
    > 3g (a pagamento) e a vedere la batteria
    > scaricarsi dopo 3 canzoni... per me se lo possono
    > tenere
    E' più un servizio per casa.
    Poi quel che ti serve lo scaricherai in locale per sincronizzarlo con l'iPhone.
    non+autenticato