Alessandro Del Rosso

Flipper USB, il connettore senza verso

Un piccolo produttore statunitense ha brevettato e messo in commercio un connettore USB che può essere collegato ad una porta USB in entrambi i versi

Roma - Per gli abituali utenti di computer è un inconveniente quasi quotidiano: si tenta di infilare la chiavetta USB nell'apposita porta del PC o del Mac e, nel 50% dei casi, si sbaglia verso. La statunitense Ultratek afferma ora di aver realizzato un connettore che può essere collegato ad una porta USB in entrambi i versi.

Flipper USBFlipper USB, questo il nome del connettore, è stato progettato in modo da non infrangere la specifica USB, conservando dunque le stesse dimensioni di un connettore tradizionale. Oltre a ciò, Ultratek sostiene che Flipper USB non ha costi aggiuntivi.

Questa soluzione ha tutta l'aria del classico uovo di Colombo, ma chi l'ha ideata sostiene che il suo design è meno banale di quanto si potrebbe pensare: per realizzare un connettore USB "senza verso", infatti, Ultratek afferma di aver sfruttato al massimo lo spazio a disposizione senza inficiare le doti di resistenza del connettore.
Dal momento che, rispetto ad un connettore standard, Flipper USB è dotato di una doppia fila di connessioni elettriche, un dispositivo che lo utilizza può ancora essere utilizzato anche nel caso in cui un lato del connettore si danneggi o si usuri.

Ultratek fornisce Flipper USB esclusivamente ai produttori di device USB: saranno dunque questi ultimi a decretare o meno il successo di questa soluzione.

Alessandro Del Rosso
42 Commenti alla Notizia Flipper USB, il connettore senza verso
Ordina
  • Mi chiedo, a questo punto, perche' nelle future tecnologie non utilizzare delle prese e dei connettori senza verso (=contatti simmetrici), giacche' l'utenza e' cosi' distratta e nervosa.
    non+autenticato
  • esiste già ed è utilizzato sulla chiavetta che si chiama KEEPOD...
    non+autenticato
  • Questi si sono inventati un gingilletto, consistente in una linguetta di plastica libera di muoversi in modo da consentire allo spinotto USB di entrare a prescindere dal verso di introduzione.

    Questo meccanismo non ha un costo superiore a quello di uno spinotto USB tradizionale monoverso.

    Pero' per colpa dell'idiozia del brevetto, il mondo non potra' far circolare lo spinotto piu' ergonomico e chi ci va di mezzo sono gli utenti che continueranno a sbagliare verso di introduzione una volta su due.
  • vivi in un mondo tutto tuo...

    boh.
    non+autenticato
  • - Scritto da: boh
    > vivi in un mondo tutto tuo...

    In un mondo migliore di questo, sicuramente.
  • @ PandaRossa

    Oppure chi vuole paga le royalties e integra il connettore.
    Questi hanno avuto l'indubbio merito di proporlo per primi, una volta tanto che si brevetta qualcosa di effettivamente realizzato invece che aria fritta, idee e concetti generici diamo merito.

    L'idea è una caXXata? Però altri prima non l'hanno realizzata (non dico che non ci abbiano pensato).

    EDIT: ho sbagliato a quotare. Sorry.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 luglio 2010 10.31
    -----------------------------------------------------------
  • direi che abbiamo scritto più o meno la stessa cosa contemporaneamente Sorride

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2944828&m=294...
  • - Scritto da: DarkSchneider
    > @ PandaRossa
    >
    > una volta tanto che si brevetta
    > qualcosa di effettivamente realizzato invece che
    > aria fritta, idee e concetti generici diamo
    > merito.

    Diamo merito! Non roialties.
    Consentiamo pure che venga inciso il nome di chi ha avuto questa idea, sullo spinotto di tutte le chiavette.
    Ma una idea migliorativa non deve avere un aggravio di costi.
    Se il miglioramento mi deve far costare di piu' una chiavetta perche' c'e' un altro parassita da mantenere, preferisco sbagliare ad infilare la chiavetta una volta su due, come ho sempre fatto, e non sono ancora morto.
  • Guarda che il concetto di parassita mi è ben chiaro e li odio pure io.

    Ma visto che questo signore ha inventato una cosa forse utile, è giusto che ci lucri sopra, e se sarà così idiota da pretendere troppo ammazzerà la sua idea e non intascherà nulla.

    Il tipo non ha chiesto il brevetto per la postura con cui infilare il connettore, ha inventato una cosa fisica e tangibile e giustamente ci vuole guadagnare sopra. Oppure pensi che il suo ritorno deve venire dai corsi di formazione che farà alle aziende su come infilare la spina il più velocemente possibile?

    Purtroppo non tutti nascono ricchi e con tempo da decicare a studi più o meno utili per il progresso dell'umanità, e la visione del buon vecchio Marx si sa cosa ha prodotto.

    Poi cerchiamo di evitare le cose ridicole tipo il thread di qualche giorno fa sul brevetto dell'impugantura delle spade laser.

    bye
    non+autenticato
  • beh sai bene quanto io sia per l' open e contro i brevetti nel software, però come brevetto questo secondo me ci sta eccome; è la classica "better mouse trap", sarà una fesseria, ma è un' innovazione e ci sta che gli altri se vogliono metterla su debbano pagare.
    just my 2c of course
  • - Scritto da: pentolino
    > beh sai bene quanto io sia per l' open e contro i
    > brevetti nel software, però come brevetto questo
    > secondo me ci sta eccome; è la classica "better
    > mouse trap", sarà una fesseria, ma è un'
    > innovazione e ci sta che gli altri se vogliono
    > metterla su debbano
    > pagare.

    E invece proprio perche' e' una fesseria non dovrebbe essere brevettabile.
    A me starebbe bene in linea di massima un brevetto sull' Universal Serial Bus, che consiste di circuiteria, dimensioni standard dela porta, protocollo di comunicazione, etc... che e' una cosa che deve essere inserita in tutte le apparecchiature elettroniche.
    Una roba grossa a livello planetario.

    Ma qui parliamo di una linguetta di plastica mobile con quattro piste che si incrociano, una cosa alla portata di chiunque abbia un saldatore.

    E' una bella idea, apprezzabile, utile e facilmente integrabile.
    Il brevetto non fa altro che impedirne l'applicazione.

    Mentre questi potrebbero benissimo, avendo realizzato la cosa prima di altri, metterla in pratica vendendo qualche milionata di chiavette e ricavare il giusto profitto. Poi basta.

    Invece con la legge attuale sui brevetti, si schiudono due scenari possibili:
    a) le chiavette usb non potranno migliorare a causa di questo brevetto
    b) figli e nipoti di questi qua camperanno di rendita fino alla settima generazione, o finche' la USB non sara' sostituita dalla miniUSB dovunque.

    In entrambi i casi il mondo ci perde.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Mentre questi potrebbero benissimo, avendo
    > realizzato la cosa prima di altri, metterla in
    > pratica vendendo qualche milionata di chiavette e
    > ricavare il giusto profitto. Poi
    > basta.

    Giusto profitto che hai stabilito tu, ovviamente...

    > Invece con la legge attuale sui brevetti, si
    > schiudono due scenari
    > possibili:
    > a) le chiavette usb non potranno migliorare a
    > causa di questo
    > brevetto
    > b) figli e nipoti di questi qua camperanno di
    > rendita fino alla settima generazione, o finche'
    > la USB non sara' sostituita dalla miniUSB
    > dovunque.
    >
    > In entrambi i casi il mondo ci perde.

    Scenario c:
    questi pensano che il tuo "giusto profitto" non sia giusto per loro e la chiavetta non la inventano proprio, perchè non renderebbe il "giusto profitto" dal loro punto di vista.

    Domanda: in quale scenario dei 3 il mondo ci perde di più?

    --
    GGG
    GGG
    78
  • - Scritto da: GGG
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Mentre questi potrebbero benissimo, avendo
    > > realizzato la cosa prima di altri, metterla in
    > > pratica vendendo qualche milionata di chiavette
    > e
    > > ricavare il giusto profitto. Poi
    > > basta.
    >
    > Giusto profitto che hai stabilito tu,
    > ovviamente...

    Giusto profitto che stabilisce il mercato.
    Se fai una cosa che ritieni innovativa, la vendi.
    Se la gente la compra te li sarai meritati.

    > > Invece con la legge attuale sui brevetti, si
    > > schiudono due scenari
    > > possibili:
    > > a) le chiavette usb non potranno migliorare a
    > > causa di questo
    > > brevetto
    > > b) figli e nipoti di questi qua camperanno di
    > > rendita fino alla settima generazione, o finche'
    > > la USB non sara' sostituita dalla miniUSB
    > > dovunque.
    > >
    > > In entrambi i casi il mondo ci perde.
    >
    > Scenario c:
    > questi pensano che il tuo "giusto profitto" non
    > sia giusto per loro e la chiavetta non la
    > inventano proprio, perchè non renderebbe il
    > "giusto profitto" dal loro punto di
    > vista.

    Il fine delle idee non deve essere il profitto, deve essere il progresso.

    > Domanda: in quale scenario dei 3 il mondo ci
    > perde di più?

    Il punto 3 non esiste senza l'idea quindi non c'e' una alternativa migliore o peggiore.
  • Esistono problemi grandi e problemi piccoli.
    Bisogna risolverli e complimenti a chi riesce.
  • Veramente gente fantastica, anche gli inventori originali avrebbero voluto fare altrettanto, ma i 10 e passa ingenieri addetti alla cosa erano in vacanza e non avevano potuto fare nulla prima del rilascio del modello ufficiale.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)