Mauro Vecchio

Blog, se l'host stacca la spina

E' stato lo stesso host di Blogetery.com ad ordinare la chiusura dei suoi circa 73mila blog. Trovato materiale di matrice terrorista, ma l'FBI non aveva ordinato la chiusura. Violate invece le policy interne al servizio

Roma - Era stata inizialmente tirata in ballo Operation In Our Sites, ovvero il frutto delle nuove mosse strategiche delle autorità statunitensi nella lotta alla violazione del copyright. Ma la tutela del diritto d'autore non sarebbe affatto il motivo alla base della recente chiusura dei circa 73mila blog ospitati sulla piattaforma Blogetery.com.

Ad avvisare l'host BurstNet sarebbero stati gli agenti del Federal Bureau of Investigation (FBI), dopo aver scoperto materiale più che scottante sui server della stessa piattaforma gratuita che impiega WordPress. I server di Blogetery.com avrebbero in sostanza ospitato contenuti strettamente legati ad Al-Qaeda e al terrorismo islamico.

L'FBI avrebbe infatti trovato collegamenti a liste di cittadini statunitensi da assassinare, oltre che a messaggi ritenuti dello stesso Osama Bin Laden e a speciali ricette per confezionare bombe fatte in casa. Gli agenti federali avrebbero dunque provveduto ad avvisare i responsabili di BurstNet, senza tuttavia ordinare alcun blocco generale della piattaforma.
A staccare la spina sarebbe dunque stato lo stesso host statunitense, come successivamente confermato da un comunicato stampa. Blogetery.com avrebbe violato le policy interne di BurstNet, che proibiscono la pubblicazione di contenuti di natura razzista o terrorista, oltre che istruzioni come quelle per le bombe artigianali.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàCina, sempre più netizenSarebbero ora 420 milioni, dopo i 36 milioni dei soli primi sei mesi del 2010. Il 66 per cento di questi si connetterebbe in mobilità. Non una parola spesa per i blog costretti alla chiusura
  • AttualitàItalia, affondato LinkstreamingLa GdF e le associazioni anti-pirateria annunciano la conclusione di un'indagine su un network di fruizione e download di contenuti non autorizzati. Si parla di sequestro, ma il sito sembra essere sparito dalla rete
  • AttualitàUSA, la cyberzarina contro i sudditi del P2PPubblicato un piano strategico per la lotta allo sharing. Ma si è parlato di fair use. Dubbi invece sulla possibile applicazione delle disconnessioni. Il governo potrebbe non collaborare con telco come AT&T
6 Commenti alla Notizia Blog, se l'host stacca la spina
Ordina