Mauro Vecchio

USA, iPad sulla graticola

Class action contro l'azienda di Cupertino. Avrebbe mentito sulle reali prestazioni del suo tablet una volta esposto ai raggi solari. I device si sarebbero spenti per il troppo calore, disturbando la lettura all'aria aperta

Roma - Avrebbe mentito spudoratamente, su una particolare possibilità di utilizzare il suo nuovo tablet come lettore di libri elettronici. Una menzogna che non è andata giù ad un pugno di cittadini statunitensi, che hanno recentemente trascinato Apple presso una corte distrettuale californiana.

Una citazione di massa, che potrebbe assumere i toni di una class action, a denunciare una presunta bugia propinata dalla Mela. Che avrebbe infatti pubblicizzato il suo tablet iPad con un particolare messaggio agli utenti: la loro esperienza di lettura su schermo sarebbe stata del tutto uguale a quella su carta.

Tranne che per un caldo dettaglio. Stando ai termini dell'accusa, iPad non riuscirebbe a sopportare un'esposizione troppo prolungata alla luce del sole, impedendo ai suoi possessori di leggersi un ebook in normali condizioni atmosferiche. I vari cittadini avrebbero così poco gradito il messaggio apparso in automatico sui propri device, a consigliare di far raffreddare il tablet.
Gli iPad in questione sembrano dunque essersi spenti all'improvviso, interrompendo di colpo la lettura en plein air dei suoi possessori. Che non sembrano aver letto accettato un particolare dettaglio rintracciabile sul sito ufficiale della Mela: iPhone e iPad dovrebbero essere esposti a temperature oscillanti tra 0 e 35 gradi. Almeno se si vuole evitare che i device inizino a dare in numeri per il troppo caldo (o freddo).

Non è ancora chiaro cosa si chieda esattamente nella denuncia californiana, dal momento che oscuri sono rimasti i dettagli. Apple è stata comunque accusata di frode nei confronti dei consumatori, di pubblicità ingannevole e di condotta illecita sul mercato.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
533 Commenti alla Notizia USA, iPad sulla graticola
Ordina
  • Ecco le parole chiave dell'articolo dal quale state montando tutta 'sta caciara INUTILE:

    - ...si sarebbro spenti...
    - ...avrebbe pubblicizzato...
    - ...sarebbe stata...
    - ...non riuscirebbe...
    - ...sembrano...
    - ...non sembrano aver...
    - ...dovrebbero essere...
    - ...non é ancora chiaro...
    - ...oscuri sono rimasti i dettagli...

    Ma di cosa state TROLLANDO
    non+autenticato
  • Dopo tanti messaggi trollosi non hai ancora capito di che si parla?
    Basta che vai alle fonti, linkate all'articolo e lo scopri.

    Le frasi chiave sono quelle depositate nella causa:

    "overheats so quickly under common weather conditions."

    Apple's iPad "does not live up to the reasonable consumer's expectations created by Apple"

    nei siti collegati poi trovi anche l'immancabile forum con le esperienze degli utenti sul problema specifico.
  • Ho capito che non se ne sa ancora nulla,

    quello che posso dire io é che non ho mai avuto questo problema.

    Pur portandolo in giro non lo lascio certo al sole appoggiato al tavolo, ma questo come faccio con tutte le cose a cui tengo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nodo
    > Ho capito che non se ne sa ancora nulla,


    Ti dico quello che ho capito io: alcuni(?) iPad si surriscaldano e vanno in protezione in condizioni climatiche normali. Alcuni consumatori USA hanno deciso di vederci chiaro chiedendo spiegazioni in tribunale.

    Qua la situazione invece è questa: i troll "contro" su PI hanno simpaticamente generalizzato supponendo che il difetto sia presentato da tutti i device ed assente in ogni altro prodotto mai apparso sul globo terracqueo. I troll "pro" invece si sono divisi in più categorie:

    1) quelli che negano il problema, a prescindere (la vecchia scuola Apple..) in questa categoria rientrano anche quelli che "a me non è successo e quindi non può essere vero", tipici. I più temerari tentano addirittura la carta del "non è un difetto, ma una feature": gli altri modelli non si spengono solo perchè non hanno un sensore di temperatura... questi ultimi individui sono borderline con la categoria successiva.

    2) quelli che "il problema c'è ma lo hanno anche gli altri" (l'ultimo grido di Steve Jobs, dopo i confronti con l'antenna di iPhone4): tutti a elencare temperature di esercizio di apparati assortiti, non necessariamente paragonabili a iPad, non necessariamente con problemi simili...

    3) quelli che lo ammettono ma solo in condizioni improbabili, tipo posizionare iPad a mezzogiorno del solstizio d'estate nella Death Valley su uno specchio ustore (oppure nella ionosfera perpendicolare ai raggi del sole...).


    > quello che posso dire io é che non ho mai avuto
    > questo
    > problema.

    rientri quindi nella categoria 1.

    > Pur portandolo in giro non lo lascio certo al
    > sole appoggiato al tavolo, ma questo come faccio
    > con tutte le cose a cui
    > tengo.

    ...ma forse anche un po' nella 3.

    Con la lingua fuori
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 30 luglio 2010 19.16
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: logicaMente
    > - Scritto da: nodo
    > > Ho capito che non se ne sa ancora nulla,
    >
    >
    > Ti dico quello che ho capito io: alcuni(?) iPad
    > si surriscaldano e vanno in protezione in
    > condizioni climatiche normali. Alcuni consumatori
    > USA hanno deciso di vederci chiaro chiedendo
    > spiegazioni in tribunale.
    >

    Non si capisce, pero', se prima si siano rivolti al supporto. E , se si , quale risposta hanno avuto.

    Spero non siano partiti subito con un'azione legale

    >
    > Qua la situazione invece è questa: i troll
    > "contro" su PI hanno simpaticamente generalizzato
    > supponendo che il difetto sia presentato da tutti
    > i device ed assente in ogni altro prodotto mai
    > apparso sul globo terracqueo. I troll "pro"
    > invece si sono divisi in più categorie:
    >
    >
    > 1) quelli che negano il problema, a prescindere
    > (la vecchia scuola Apple..) in questa categoria
    > rientrano anche quelli che "a me non è successo e
    > quindi non può essere vero", tipici. I più
    > temerari tentano addirittura la carta del "non è
    > un difetto, ma una feature": gli altri modelli
    > non si spengono solo perchè non hanno un sensore
    > di temperatura... questi ultimi individui sono
    > borderline con la categoria
    > successiva.
    >
    > 2) quelli che "il problema c'è ma lo hanno anche
    > gli altri" (l'ultimo grido di Steve Jobs, dopo i
    > confronti con l'antenna di iPhone4): tutti a
    > elencare temperature di esercizio di apparati
    > assortiti, non necessariamente paragonabili a
    > iPad, non necessariamente con problemi
    > simili...
    >
    > 3) quelli che lo ammettono ma solo in condizioni
    > improbabili, tipo posizionare iPad a mezzogiorno
    > del solstizio d'estate nella Death Valley su uno
    > specchio ustore (oppure nella ionosfera
    > perpendicolare ai raggi del
    > sole...).
    >
    >
    > > quello che posso dire io é che non ho mai avuto
    > > questo
    > > problema.
    >
    > rientri quindi nella categoria 1.
    >
    > > Pur portandolo in giro non lo lascio certo al
    > > sole appoggiato al tavolo, ma questo come faccio
    > > con tutte le cose a cui
    > > tengo.
    >
    > ...ma forse anche un po' nella 3.
    >
    > Con la lingua fuori
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 30 luglio 2010 19.16
    > --------------------------------------------------

    Che brutto essere categorizzato A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: logicaMente
    > - Scritto da: nodo
    > > Ho capito che non se ne sa ancora nulla,
    >
    >
    > Ti dico quello che ho capito io: alcuni(?) iPad
    > si surriscaldano e vanno in protezione in
    > condizioni climatiche normali. Alcuni consumatori
    > USA hanno deciso di vederci chiaro chiedendo
    > spiegazioni in tribunale.
    >
    >
    > Qua la situazione invece è questa: i troll
    > "contro" su PI hanno simpaticamente generalizzato
    > supponendo che il difetto sia presentato da tutti
    > i device ed assente in ogni altro prodotto mai
    > apparso sul globo terracqueo. I troll "pro"
    > invece si sono divisi in più categorie:
    >
    >
    > 1) quelli che negano il problema, a prescindere
    > (la vecchia scuola Apple..) in questa categoria
    > rientrano anche quelli che "a me non è successo e
    > quindi non può essere vero", tipici. I più
    > temerari tentano addirittura la carta del "non è
    > un difetto, ma una feature": gli altri modelli
    > non si spengono solo perchè non hanno un sensore
    > di temperatura... questi ultimi individui sono
    > borderline con la categoria
    > successiva.
    >
    > 2) quelli che "il problema c'è ma lo hanno anche
    > gli altri" (l'ultimo grido di Steve Jobs, dopo i
    > confronti con l'antenna di iPhone4): tutti a
    > elencare temperature di esercizio di apparati
    > assortiti, non necessariamente paragonabili a
    > iPad, non necessariamente con problemi
    > simili...
    >
    > 3) quelli che lo ammettono ma solo in condizioni
    > improbabili, tipo posizionare iPad a mezzogiorno
    > del solstizio d'estate nella Death Valley su uno
    > specchio ustore (oppure nella ionosfera
    > perpendicolare ai raggi del
    > sole...).
    >
    >
    > > quello che posso dire io é che non ho mai avuto
    > > questo
    > > problema.
    >
    > rientri quindi nella categoria 1.
    >
    > > Pur portandolo in giro non lo lascio certo al
    > > sole appoggiato al tavolo, ma questo come faccio
    > > con tutte le cose a cui
    > > tengo.
    >
    > ...ma forse anche un po' nella 3.
    >

    Giusto per amor di chiarezza, apple di problemi di surriscaldamento nei suoi prodotti ne ha avuti diversi, questo dell'iPad è solo l'ultimo di una lunga serie, partita almeno a quello che ricordo Io già dal 2008 con i chip video dei macbook che andavano arrosto e non era un problema di un piccolo lotto, ma generalizzato a tutta la produzione. Ora con l'iPad ancora non è chiaro quanto sia diffuso il problema, quello che è certo è che un utilizzo "tipo navigatore satellitare" nei mesi estivi è improponibile per qualsiasi iPad e cosa ben più grave pare anche per gli iPhone, dal 3GS in su.
  • Guarda come ballano! Tutti i giorni ne esce una nuova a rinfocolare le fiamme!
    La graticola con le pareti a specchio, guarda come tentano di arrampicarsi!
    :DA bocca apertaA bocca aperta
    Funz
    13000
  • Sei R-I-D-I-C-O-L-O Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: nodo
    > Sei R-I-D-I-C-O-L-O Occhiolino

    balla balla che sei bello
    come un macaco!
    :D
    Funz
    13000
  • - Scritto da: Funz
    > Guarda come ballano! Tutti i giorni ne esce una
    > nuova a rinfocolare le
    > fiamme!
    > La graticola con le pareti a specchio, guarda
    > come tentano di
    > arrampicarsi!
    >A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta


    non è una graticola è un iPad!
  • <<La richiesta del Giappone, invece, inoltrata dai ministri dell’Economia, del Commercio e dell’Industria, obbliga Apple a spiegare le cause di vari incidenti di surriscaldamento verificatisi negli ultimi anni. Il Giappone vuole una risposta entro il 4 agosto. Se questa non dovesse arrivare, Apple potrebbe dover pagare una sanzione>> (cit. http://www.gizmodo.it/2010/07/30/apple-e-il-surris...)

    La richiesta riguarda ipod nano e non ipad, però parla di vari incidenti negli ultimi anni.
    Sarebbe da appurare se i 2 oggetti abbiano componentistiche in comune e se siano queste la causa del surriscaldamento.
    non+autenticato
  • ma le pubblicità dei cellulari nokia le avete mai viste?

    O quelle di Windows? con bambini che disegnano cose nell'aria… "your potetianls our passion" (LOL)

    O le automobili? che non c'è mai traffico, e la macchina non fa rumore nemmeno sulla ghiaia?

    Oppure lo yougurt che "abbraccia il piacere" con fragole che si tuffano in un vortice di cioccolato?

    MA ANDATE A CAGARE!

    notte carissimi! un bacione!
    MeX
    16902
  • - Scritto da: MeX
    > ma le pubblicità dei cellulari nokia le avete mai
    > viste?
    >
    > O quelle di Windows? con bambini che disegnano
    > cose nell'aria… "your potetianls our passion"
    > (LOL)
    >
    > O le automobili? che non c'è mai traffico, e la
    > macchina non fa rumore nemmeno sulla
    > ghiaia?
    >
    > Oppure lo yougurt che "abbraccia il piacere" con
    > fragole che si tuffano in un vortice di
    > cioccolato?
    >
    > MA ANDATE A CAGARE!
    >
    > notte carissimi! un bacione!


    ridicolo da far cagare davvero.....
    adesso mi stampo i tuoi "interventi" fecali e seguo il tuo consiglio
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > ma le pubblicità dei cellulari nokia le avete mai
    > viste?
    >
    > O quelle di Windows? con bambini che disegnano
    > cose nell'aria… "your potetianls our passion"
    > (LOL)
    >
    > O le automobili? che non c'è mai traffico, e la
    > macchina non fa rumore nemmeno sulla
    > ghiaia?
    >
    > Oppure lo yougurt che "abbraccia il piacere" con
    > fragole che si tuffano in un vortice di
    > cioccolato?
    >
    > MA ANDATE A CAGARE!
    >
    > notte carissimi! un bacione!

    Ah adesso vorresti paragonare le iperboli pubblicitarie alla Yogurt Muller con una pubblicità Apple in cui si mostrano utenti soddisfatti che usano all'aperto l'iPad?
    Come dire che una certa auto la puoi guidare solo di giorno e nei giorni senza pioggia e poi giri uno spot in cui la guidano di notte mentre imperversa un temporale.... e si certo non è assolutamente pubblicità ingannevole, perchè mai un cliente dovrebbe presumere di poter utilizzare all'aperto un'iPad?
  • Lo puoi usare all'aperto , basta che non lo lasci al sole di luglio che scalda troppo e poi si spegne , altrimenti il tuo gioiellino pagato profumatamente va a putt@ne.

    Lo so che preferiresti che non abbia alcun sensore di temperatura e vedergli fare BUUUM, ma ti hanno fregato anche stavolta.

    Il tuo netbook ha un sensore di temperaturea? Ah no , non ce l'hai e anche l'avessi, avresti quello da 150 euro SENZA sensore di temperatura Rotola dal ridere

    AUGURI
    non+autenticato
  • - Scritto da: nodo
    > Lo puoi usare all'aperto , basta che non lo lasci
    > al sole di luglio che scalda troppo e poi si
    > spegne , altrimenti il tuo gioiellino pagato
    > profumatamente va a
    > putt@ne.
    >
    > Lo so che preferiresti che non abbia alcun
    > sensore di temperatura e vedergli fare BUUUM, ma
    > ti hanno fregato anche
    > stavolta.
    >
    > Il tuo netbook ha un sensore di temperaturea? Ah
    > no , non ce l'hai e anche l'avessi, avresti
    > quello da 150 euro SENZA sensore di temperatura
    > Rotola dal ridere
    >
    > AUGURI

    Prima di fare BUM parte il display LCD, che resta nero perenne.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: nodo
    > > Lo puoi usare all'aperto , basta che non lo
    > lasci
    > > al sole di luglio che scalda troppo e poi si
    > > spegne , altrimenti il tuo gioiellino pagato
    > > profumatamente va a
    > > putt@ne.
    > >
    > > Lo so che preferiresti che non abbia alcun
    > > sensore di temperatura e vedergli fare BUUUM, ma
    > > ti hanno fregato anche
    > > stavolta.
    > >
    > > Il tuo netbook ha un sensore di temperaturea? Ah
    > > no , non ce l'hai e anche l'avessi, avresti
    > > quello da 150 euro SENZA sensore di temperatura
    > > Rotola dal ridere
    > >
    > > AUGURI
    >
    > Prima di fare BUM parte il display LCD, che resta
    > nero
    > perenne.


    http://www.gizmodo.it/2010/07/30/apple-e-il-surris...

    A me risulta che il problema del surriscaldamento con sole o meno sia tipico di tutti i prodotti apple, dall'ipod in su, senza tralasciare i ben noti macbook di un paio di anni fa che avevano il chip grafico che fondeva!
  • Si, siete voi che avete postato centinaia di commenti degni di una CAPRA.
    Ma a scuola avete scaldato la sedia?

    Il sole in una giornata limpida irraggia 1.000 Watt per metro quadrato.
    Significa 46 Watt sulla superficie di un iPad, che essendo nera li assorbe quasi interamente.

    46 Watt/h corrispondono a 39.553 calorie, ovvero 659 al minuto.

    1 caloria è per definizione la quantità di calore necessaria ad innalzare di 1 grado un grammo d'acqua.

    L'ipad pesa 680 grammi.
    Se fosse fatto d'acqua, 1 minuto di esposizione al sole farebbe salire la sua temperatura di circa 1 grado.

    Se fosse fatto tutto di alluminio, la temperatura salirebbe di 4,77 gradi (il calore specifico dell'acqua è 4,77 volte quello dell'alluminio).

    Facendo una media, ovvero ipotizzando che l'altra metà sia composta da materiali ad alto calore specifico, 1 minuto al sole fa salire la temperatura di iPad di 2,38 gradi. Per passare da una temperatura ambiente di 25 gradi a 50 gradi, sono sufficienti circa 10 minuti.

    Ovvio che ad un certo punto la temperatura smette di salire a causa della dispersione del calore nell'ambiente data dalla differenza di temperatura, ma prima che si fermi fa tempo ad arrivare a 50-70 gradi.

    Ed ora sapete dove potete andare, vero? CAPRONI!!!
    ruppolo
    33147
  • dovevi fare il saccente con quelli del marketing apple prima che facessero la pubblicità.. oppure fare un bel corso di lettura, invece di fare copia/incolla da altri siti.
    Perché forse ti è sfuggito che la class action è per pubblicità ingannevole, non per l'ipad che si surriscalda. Ma è un concetto difficile da assimilare, capisco.... per cui te lo scrivo meglio, così se fai uno sforzo ci arrivi:

    1) apple dice che l'esperienza ipad è uguale a quella di un libro stampato (è scritto anche in grassetto nell'articolo)
    2) alcune persone provano e non riescono a leggere al sole, perché l'ipad si spegne.
    3) altre persone, più saccenti, fanno calcoli al limite del ridicolo dimenticandosi della variabilità dell'angolo di incidenza del sole, della temperatura dell'aria, etc etc.
    4) tutte queste persone fanno una class action PERCHE' L'USO REALE DELL'IPAD DIFFERISCE DA QUANTO AFFERMATO DA APPLE.

    potrei anche aggiungere:
    5) il solito macaco di turno con le fette di salame sugli occhi capisce roma per toma e fa il saccente nei forum, ma forse a questo punto ci sei arrivato da solo.

    - Scritto da: ruppolo
    > Si, siete voi che avete postato centinaia di
    > commenti degni di una
    > CAPRA.
    > Ma a scuola avete scaldato la sedia?
    >
    > Il sole in una giornata limpida irraggia 1.000
    > Watt per metro
    > quadrato.
    > Significa 46 Watt sulla superficie di un iPad,
    > che essendo nera li assorbe quasi
    > interamente.
    >
    > 46 Watt/h corrispondono a 39.553 calorie, ovvero
    > 659 al
    > minuto.
    >
    > 1 caloria è per definizione la quantità di calore
    > necessaria ad innalzare di 1 grado un grammo
    > d'acqua.
    >
    > L'ipad pesa 680 grammi.
    > Se fosse fatto d'acqua, 1 minuto di esposizione
    > al sole farebbe salire la sua temperatura di
    > circa 1
    > grado.
    >
    > Se fosse fatto tutto di alluminio, la temperatura
    > salirebbe di 4,77 gradi (il calore specifico
    > dell'acqua è 4,77 volte quello
    > dell'alluminio).
    >
    > Facendo una media, ovvero ipotizzando che l'altra
    > metà sia composta da materiali ad alto calore
    > specifico, 1 minuto al sole fa salire la
    > temperatura di iPad di 2,38 gradi. Per passare
    > da una temperatura ambiente di 25 gradi a 50
    > gradi, sono sufficienti circa 10
    > minuti.
    >

    > Ovvio che ad un certo punto la temperatura smette
    > di salire a causa della dispersione del calore
    > nell'ambiente data dalla differenza di
    > temperatura, ma prima che si fermi fa tempo ad
    > arrivare a 50-70
    > gradi.
    >
    > Ed ora sapete dove potete andare, vero? CAPRONI!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciccio pasticcio quello vero

    > potrei anche aggiungere:
    > 5) il solito macaco di turno con le fette di
    > salame sugli occhi capisce roma per toma e fa il
    > saccente nei forum, ma forse a questo punto ci
    > sei arrivato da
    > solo.

    Ma poverino... gli ho detto che non argomentava, lui si è messo d'impegno e tu me lo demolisci così... per il resto ti quoto.
  • dai.. stavolta non ha detto pezzenti e barboni.. è gia tanto.. si è limitato a fare brutta figura e tornare nel recinto..
  • Vediamo come ha fatto i compitini chi da della capra agli altri (ho un po' di tempo libero e sento il desiderio di trolleggiare).

    [se sei ruppolo puoi smettere di leggere qui e dare una risposta qualsiasi, di massimo dieci parole compresa una parolaccia ed un paio di offese assortite. Gli altri, se hanno voglia e si sentono nerd a sufficienza, possono scovare gli errori di calcolo o rimuovere alcune delle troppe semplificazioni mantenute per coerenza con il post originale]

    - Scritto da: ruppolo
    > Si, siete voi che avete postato centinaia di
    > commenti degni di una
    > CAPRA.
    > Ma a scuola avete scaldato la sedia?

    mmm... vediamo come stava la sedia di ruppolo....

    > Il sole in una giornata limpida irraggia 1.000
    > Watt per metro
    > quadrato.

    Oltre 1.300, per l'esattezza. Dimentichi o non sai che si parla di valori misurati perpendicolarmente dove si stabilisce convenzionalmente che finisca l'atmosfera terrestre.

    http://www.progettogea.com/gea/energia/energia2.8....

    Visto che gli astronauti non usano l'iPad (non potrebbero, seguendo le avvertenze sulla pressione...) spostiamoci sulla superficie terrestre. All'equatore ne arrivano circa 750, alle nostre latitudini decisamente meno, in europa si ha una media di circa 200 W/m2

    http://it.wikipedia.org/wiki/Energia_solare

    > Significa 46 Watt sulla superficie di un iPad,
    > che essendo nera li assorbe quasi
    > interamente.

    Superficie iPad 0,046 m2. Naturalmente come base per i tuoi calcoli successivi ipotizzi che sia perfettamente perpendicolare ai raggi solari e che tale resti nel tempo... poco poco improbabile, ma andiamo di semplificazione. Che poi, colorato di nero, assorba quasi tutta la radiazione (e non solo quella visibile) è un'altra abbondante semplificazione... proseguiamo.

    > 46 Watt/h corrispondono a 39.553 calorie, ovvero
    > 659 al
    > minuto.

    rifacciamo le moltiplicazioni, sempre nelle ipotesi di cui sopra:

    200 W/m2 * 0,046 m2 = 9,2W che in un'ora corrispondono a 33120 j ovvero a 7910 calorie. Alias 131 al minuto.


    > 1 caloria è per definizione la quantità di calore
    > necessaria ad innalzare di 1 grado un grammo
    > d'acqua.

    qui si vede che hai studiato.


    > L'ipad pesa 680 grammi.
    > Se fosse fatto d'acqua, 1 minuto di esposizione
    > al sole farebbe salire la sua temperatura di
    > circa 1
    > grado.

    oppure, sulla base dei dati reali, circa 0,2 gradi.


    > Se fosse fatto tutto di alluminio, la temperatura
    > salirebbe di 4,77 gradi (il calore specifico
    > dell'acqua è 4,77 volte quello
    > dell'alluminio).

    0,9 gradi circa...


    > Facendo una media, ovvero ipotizzando che l'altra
    > metà sia composta da materiali ad alto calore
    > specifico, 1 minuto al sole fa salire la
    > temperatura di iPad di 2,38 gradi.

    mmm, ok, ma nella stessa ipotesi diciamo che i gradi sono solo 0,45.

    > Per passare
    > da una temperatura ambiente di 25 gradi a 50
    > gradi, sono sufficienti circa 10
    > minuti.
    >


    Circa un'ora. Mantenendo il tablet perpendicolare al sole che nel frattempo si muove, offrendogli sempre la parte posteriore nera che (secondo te) assorbe e conserva tutto il calore... oltre cinque volte il dato che hai ottenuto tu, non poca differenza!

    > Ovvio che ad un certo punto la temperatura smette
    > di salire a causa della dispersione del calore
    > nell'ambiente data dalla differenza di
    > temperatura, ma prima che si fermi fa tempo ad
    > arrivare a 50-70
    > gradi.

    Ovvio? Ma l'alluminio non veniva usato proprio per le sue proprietà di dissipatore, massimizzate tra l'altro dal colore nero... dovrebbe dissipare più di quanto riceve.

    > Ed ora sapete dove potete andare, vero? CAPRONI!!!

    Tu a scuola a rifare i compiti, noi al mare. Cylon
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 luglio 2010 19.22
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: logicaMente
    > Vediamo come ha fatto i compitini chi da della
    > capra agli altri (ho un po' di tempo libero e
    > sento il desiderio di
    > trolleggiare).
    >
    > [se sei ruppolo puoi smettere di leggere qui e
    > dare una risposta qualsiasi, di massimo dieci
    > parole compresa una parolaccia ed un paio di
    > offese assortite. Gli altri, se hanno voglia e si
    > sentono nerd a sufficienza, possono scovare gli
    > errori di calcolo o rimuovere alcune delle troppe
    > semplificazioni mantenute per coerenza con il
    > post
    > originale]
    >
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Si, siete voi che avete postato centinaia di
    > > commenti degni di una
    > > CAPRA.
    > > Ma a scuola avete scaldato la sedia?
    >
    > mmm... vediamo come stava la sedia di ruppolo....
    >
    > > Il sole in una giornata limpida irraggia 1.000
    > > Watt per metro
    > > quadrato.
    >
    > Oltre 1.300, per l'esattezza.

    Questo all'esterno dell'atmosfera, per l'esattezza.

    > Dimentichi o non
    > sai che si parla di valori misurati
    > perpendicolarmente dove si stabilisce
    > convenzionalmente che finisca l'atmosfera
    > terrestre.

    Certamente, infatti ho indicato 1000 Watt e non 1300.

    > http://www.progettogea.com/gea/energia/energia2.8.
    >
    > Visto che gli astronauti non usano l'iPad (non
    > potrebbero, seguendo le avvertenze sulla
    > pressione...) spostiamoci sulla superficie
    > terrestre. All'equatore ne arrivano circa 750,
    > alle nostre latitudini decisamente meno, in
    > europa si ha una media di circa 200
    > W/m2
    >
    > http://it.wikipedia.org/wiki/Energia_solare

    http://www.educambiente.it/energia_dal_sole.htm

    Pensi di averli so tu, il link?

    >
    > > Significa 46 Watt sulla superficie di un iPad,
    > > che essendo nera li assorbe quasi
    > > interamente.
    >
    > Superficie iPad 0,046 m2. Naturalmente come base
    > per i tuoi calcoli successivi ipotizzi che sia
    > perfettamente perpendicolare ai raggi solari e
    > che tale resti nel tempo... poco poco
    > improbabile, ma andiamo di semplificazione. Che
    > poi, colorato di nero, assorba quasi tutta la
    > radiazione (e non solo quella visibile) è
    > un'altra abbondante semplificazione...
    > proseguiamo.

    Una semplificazione che non sposta di molto il risultato del calcolo.

    >
    > > 46 Watt/h corrispondono a 39.553 calorie, ovvero
    > > 659 al
    > > minuto.
    >
    > rifacciamo le moltiplicazioni, sempre nelle
    > ipotesi di cui
    > sopra:
    >
    > 200 W/m2 * 0,046 m2 = 9,2W che in un'ora
    > corrispondono a 33120 j ovvero a 7910 calorie.
    > Alias 131 al
    > minuto.

    Non sono 200W per metro quadro, ma MILLE watt per metro quadro.
    200 Watt sono l'irraggiamento MEDIO IN UN ANNO, notti, pioggia e nuvole comprese.

    > > 1 caloria è per definizione la quantità di
    > calore
    > > necessaria ad innalzare di 1 grado un grammo
    > > d'acqua.
    >
    > qui si vede che hai studiato.

    Non basta studiare, bisogna anche saper applicare quanto studiato alla vita di tutti i giorni.

    > > L'ipad pesa 680 grammi.
    > > Se fosse fatto d'acqua, 1 minuto di esposizione
    > > al sole farebbe salire la sua temperatura di
    > > circa 1
    > > grado.
    >
    > oppure, sulla base dei dati reali, circa 0,2
    > gradi.

    Certo, se assumi che 1 metro quadrato assorbe 200Watt. Invece ne assorbe 1000, perché noi stiamo parlando del surriscaldamento di iPad in pieno sole d'estate.

    > > Se fosse fatto tutto di alluminio, la
    > temperatura
    > > salirebbe di 4,77 gradi (il calore specifico
    > > dell'acqua è 4,77 volte quello
    > > dell'alluminio).
    >
    > 0,9 gradi circa...

    Sempre perché hai cannato all'inizio.

    >
    >
    > > Facendo una media, ovvero ipotizzando che
    > l'altra
    > > metà sia composta da materiali ad alto calore
    > > specifico, 1 minuto al sole fa salire la
    > > temperatura di iPad di 2,38 gradi.
    >
    > mmm, ok, ma nella stessa ipotesi diciamo che i
    > gradi sono solo
    > 0,45.

    Sempre per lo stesso motivo.

    >
    > > Per passare
    > > da una temperatura ambiente di 25 gradi a 50
    > > gradi, sono sufficienti circa 10
    > > minuti.
    > >

    >
    > Circa un'ora. Mantenendo il tablet perpendicolare
    > al sole che nel frattempo si muove, offrendogli
    > sempre la parte posteriore nera che (secondo te)
    > assorbe e conserva tutto il calore... oltre
    > cinque volte il dato che hai ottenuto tu, non
    > poca
    > differenza!

    La parte posteriore non è nera, ma è alluminio nella sua colorazione naturale.


    >
    > > Ovvio che ad un certo punto la temperatura
    > smette
    > > di salire a causa della dispersione del calore
    > > nell'ambiente data dalla differenza di
    > > temperatura, ma prima che si fermi fa tempo ad
    > > arrivare a 50-70
    > > gradi.
    >
    > Ovvio? Ma l'alluminio non veniva usato proprio
    > per le sue proprietà di dissipatore, massimizzate
    > tra l'altro dal colore nero... dovrebbe dissipare
    > più di quanto
    > riceve.

    E qui si capisce che tu l'iPad non l'hai mai visto.

    >
    > > Ed ora sapete dove potete andare, vero?
    > CAPRONI!!!
    >
    > Tu a scuola a rifare i compiti, noi al mare.
    > Cylon

    I compiti li devi fare tu, perché sei stato BOCCIATO.
    La cosa del resto non mi stupisce, come ho detto siete una massa di caproni ignoranti.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo

    > > > Il sole in una giornata limpida irraggia 1.000
    > > > Watt per metro
    > > > quadrato.
    > >
    > > Oltre 1.300, per l'esattezza.
    >
    > Questo all'esterno dell'atmosfera, per
    > l'esattezza.

    Se non avessi quotato in modo improprio avresti visto che lo avevo scritto, proprio subito li sotto. Commento superfluo.

    > Pensi di averli so tu, il link?

    No, ma evidentemente tu non riuscivi ad usarli

    Adesso la chicca: due parti che hai scritto tu:

    > > > Significa 46 Watt sulla superficie di un iPad,
    > > > che essendo nera li assorbe quasi
    > > > interamente.

    > La parte posteriore non è nera, ma è alluminio
    > nella sua colorazione
    > naturale.

    Su ruppolo, decidi: è nera, non è nera, fissi il retro e tieni il display puntato verso il sole... Con la lingua fuori


    > I compiti li devi fare tu, perché sei stato
    > BOCCIATO.
    > La cosa del resto non mi stupisce, come ho detto
    > siete una massa di caproni
    > ignoranti.

    [se sei ruppolo puoi smettere di leggere qui e dare una risposta qualsiasi, di massimo dieci parole compresa una parolaccia ed un paio di offese assortite]

    Ecco, bastava che mettevi solo l'ultimo pezzettino ed avevi dimostrato di aver letto e compreso il testo... sono più di dieci parole ma per la sintesi hai tempo fino a settembre.
  • - Scritto da: ruppolo

    > I compiti li devi fare tu, perché sei stato
    > BOCCIATO.
    > La cosa del resto non mi stupisce, come ho detto
    > siete una massa di caproni
    > ignoranti.

    l'unico caprone ignorante incapace di ragionare con la propria testa qui sei tu, succube del RDF di jobs. Oddio, l'unico no, sei in buona compagnia.

    Ma proviamo a ragionare per assurdo, e ammettiamo che tu sia intelligente (e istruito, già che ci siamo): illuminami e spiegami com'è possibile usare le reflex (canon, nikon, sony che dir si voglia) in una giornata di sole, senza che arrivino a temperature da fusione nucleare?

    Nel caso tu non lo sappia, sono solitamente NERE e OPACHE, non lucide come l'ipad. Significa che tutto l'irraggiamento che arriva se lo assorbono. In più, le impugni per bene quindi scaldano ancora di più.

    Devo essere superman perché stando ai tuoi calcoli, usandole dalle 11 all'una dovrebbero arrivare ALMENO a 90-100 gradi..
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Si, siete voi che avete postato centinaia di
    > commenti degni di una
    > CAPRA.
    > Ma a scuola avete scaldato la sedia?
    >
    > Il sole in una giornata limpida irraggia 1.000
    > Watt per metro
    > quadrato.
    > Significa 46 Watt sulla superficie di un iPad,
    > che essendo nera li assorbe quasi
    > interamente.
    >
    > 46 Watt/h corrispondono a 39.553 calorie, ovvero
    > 659 al
    > minuto.
    >
    > 1 caloria è per definizione la quantità di calore
    > necessaria ad innalzare di 1 grado un grammo
    > d'acqua.
    >
    > L'ipad pesa 680 grammi.
    > Se fosse fatto d'acqua, 1 minuto di esposizione
    > al sole farebbe salire la sua temperatura di
    > circa 1
    > grado.
    >
    > Se fosse fatto tutto di alluminio, la temperatura
    > salirebbe di 4,77 gradi (il calore specifico
    > dell'acqua è 4,77 volte quello
    > dell'alluminio).
    >
    > Facendo una media, ovvero ipotizzando che l'altra
    > metà sia composta da materiali ad alto calore
    > specifico, 1 minuto al sole fa salire la
    > temperatura di iPad di 2,38 gradi. Per passare
    > da una temperatura ambiente di 25 gradi a 50
    > gradi, sono sufficienti circa 10
    > minuti.
    >

    > Ovvio che ad un certo punto la temperatura smette
    > di salire a causa della dispersione del calore
    > nell'ambiente data dalla differenza di
    > temperatura, ma prima che si fermi fa tempo ad
    > arrivare a 50-70
    > gradi.
    >
    > Ed ora sapete dove potete andare, vero? CAPRONI!!!


    Ma che bella diesaminia, concludendo ha ragione chi dice di aver avuto problemi anche con temperature ambientali di 25 gradi...
    Evidentemente per l'iPad hanno scelto materiali e colorazioni inopportune, visto che non sono in grado di garantirne l'operatività per almeno 6 mesi l'anno!
  • Sempre a parlare di cose che non conosci , vero ?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 33 discussioni)