Claudio Tamburrino

USA, Wikileaks nel mirino

Ispezionato alla dogana un collaboratore del sito, cittadino statunitense. I vertici militari parlando di responsabilitÓ morali di Assange. Il sito si cautela con un file cifrato da 1,4 GB pieno di segreti

Roma - Dopo la divulgazione di 90mila documenti riservati sulla guerra in Afghanistan, il Governo degli Stati Uniti sembra di fatto aver deciso di voler stringere le maglie (dei controlli di frontiera) su Wikileaks. Accanto a dichiarazioni ufficiali da parte delle autorità che apostrofano il sito di delazioni e il suo (mai così famoso) fondatore, Julian Assange, di aver irresponsabilmente messo in pericolo la vita di numerosi soldati lì impegnati, uno dei collaboratori del sito è già stato fermato e perquisito.

Il Segretario della difesa statunitense, Robert Gates, ha le idee chiare sulla faccenda e, pur non esprimendosi sulle eventuali responsabilità "legali", attacca Wikileaks in quanto "colpevole quanto meno su basi morali" per la fuoriuscita di documenti militari riservati sulla guerra in Afganistan: "Hanno divulgato queste informazioni senza alcun riguardo per le conseguenze, senza alcun senso di responsabilità".

Dietro alle parole del vertice della difesa a stelle e strisce riecheggiano
le dichiarazioni di autorità e vertici militari che avevano già sottolineato i rischi per le vite dei soldati in Afganistan causati dall'azione del sito, che arrivano a dire che Julian Assange "ha le mani sporche di sangue".
Accanto alle dure parole ufficiali della difesa e dell'esercito le autorità non sono rimaste a guardare: Jacob Appelbaum, cittadino statunitense, esperto di sicurezza del progetto Tor e collaboratore di Wikileaks è stato, al momento dell'ingresso negli Stati Uniti, fermato, detenuto e interrogato sul funzionamento del sito di delazioni.

L'uomo, che era arrivato dall'Olanda per partecipare alla conferenza hacker Defcon e che in passato aveva anche sostituito il volto pubblico di Wikileaks, Julian Assange, in una conferenza HOPE, sarebbe stato chiamato da parte dai doganieri con la scusa, secondo testimoni anonimi, di un "controllo casuale di sicurezza".

A quel punto però, gli agenti si sarebbero dimostrati fin troppo preparati sul suo lavoro e sulle sue conoscenze e nella detenzione di 3 ore gli avrebbero chiesto non solo di Wikileaks e dell'attuale posizione di Julian Assange, suo volto pubblico, ma anche delle sue opinione sulle guerre in Iraq e in Afganistan.

Il suo bagaglio e il suo computer sarebbero quindi stati ispezionati: al momento del rilascio gli sarebbe stato restituito il PC, ma non i tre telefonini che aveva con sé. Infine lo avrebbero minacciato affermando che questa pratica sarebbe diventata consueta ogni volta fosse tornato negli Stati Uniti.

Una volta giunto alla conferenza a cui era atteso per un intervento sul progetto Tor, ha confermato che i suoi cellulari sono stati sequestrati ma la storia non è finita lì.

Successivamente due uomini senza divisa e presentatisi come agenti dell'FBI lo hanno infatti avvicinato chiedendo di poter parlare con lui: quando l'hacker ha riferito che ne aveva già avuto abbastanza con l'episodio dell'aeroporto, i due hanno sottolineato che erano lì proprio per "aggiustare le cose". Ma quando ha chiesto di vedersi restituire gli oggetti sequestrati, i due hanno dichiarato di non aver niente a che fare con quanto accaduto.

Nel frattempo l'esercito degli Stati Uniti ha anche allargato l'inchiesta sulla recente fuga di notizie militari riservate: si stanno ora verificando le posizioni e i ruoli che potrebbero aver svolto gli amici e i colleghi dell'unico sospettato, il soldato 22enne Bradley Manning. Non si sa se si tratti di una procedura di indagine di routine o faccia seguito a più concreti sospetti.

Tuttavia, secondo alcune fonti rimaste anonime, coinvolti potrebbero essere addirittura alcuni studenti del Massachusetts Institute of Technology (MIT) e della Boston University: almeno un laureato del MIT, al momento dall'identità sconosciuta, avrebbe riferito di aver scambiato una decina di email con Manning su questioni di sicurezza, pur non toccando mai la questione della fuga di documenti riservati.

Indiscrezioni parlano anche di un tentativo da parte dell'esercito di infiltrare la cerchia venutasi a creare intorno a Wikileaks. Anche Adrian Lamo, il cracker che ha fatto il nome del soldato semplice alle forze dell'ordine, continua nella sua opera di delazione contro la delazione e ha dichiarato in un'intervista che Manning era diretto e assistito tecnicamente da Wikileaks. E che quindi occorra individuare i suoi complici.

Nel frattempo Wikileaks si starebbe attrezzando per rispondere al nuovo livello di attenzione delle autorità nei suoi confronti: su Internet e su BitTorrent è disponibile un file con funzione di "assicurazione", 1,4 GB di dati per il momento protetti da cifratura che, in caso succeda qualcosa ad Assange o alla piattaforma, potrà essere aperto da tutti coloro che nel frattempo l'avranno scaricato con l'inserimento di una semplice password (che al momento resta celata).

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàWikileaks, riecco AssangeIl portavoce del sito era sparito da qualche giorno. Ha fatto la sua prima apparizione in Europa. Annunciando nuove rivelazioni e spiegando che non teme per la sua vita
  • AttualitàWikileaks, origine intercettataChiarezza sui documenti da cui Ŕ partito il sito di rivelazioni: intercettato un nodo di Tor e i documenti ottenuti da un gruppo di cracker cinesi
  • AttualitàWikileaks, a pagare è la talpa?Il militare che ha messo a disposizione video scottanti sulle operazioni statunitensi in Iraq rischia fino 70 anni di prigione. Ma ha scampato la pena di morte
59 Commenti alla Notizia USA, Wikileaks nel mirino
Ordina
  • " aver irresponsabilmente messo in pericolo la vita di numerosi soldati lì impegnati"

    "Hanno divulgato queste informazioni senza alcun riguardo per le conseguenze, senza alcun senso di responsabilità".

    Che ipocriti!
    Sono loro con le loro VERGOGNOSE azioni in giro per il mondo ad attirarsi l' odio e l' antipatia della gente. Quando poi saltano queste coperture e vengono fuori i "panni sporchi" subito a dare addosso agli altri dimenticandosi di tutti i civili e gli innocenti morti per causa loro in giro per il mondo (COME DIMENTICARE, PER L' ITALIA, IL CASO GIULIANA SGRENA CON L' UCCISIONE DI NICOLA CALIPARI E QUELLO DELLA FUNIVIA ABBATTUTA DALLE BRAVATE DI QUEI DEFICIENTI).

    Si ergono a paladini della giustizia planetaria, ma la verità e che non muovono un dito se non per proteggere i loro interessi e per ricavarne profitto (dove ci sono petrolio, minerali preziosi, appalti multimiliardari si muovono e dove la gente si ammazza per pulizie etniche, politica, religione, muore di fame loro guardano dall' altra parte o fanno orecchie da mercante).
    non+autenticato
  • - Scritto da: M.R.
    [...]
    > Si ergono a paladini della giustizia planetaria,
    > ma la verità e che non muovono un dito se non per
    > proteggere i loro interessi e per ricavarne
    > profitto

    esattamente

    e lo dicono e scrivono chiaro e tondo: "lo stile di vita dei cittadini americani non si discute"

    (peccato che la gente vuole sentire e leggere solo quello che gli propina la propaganda)
    non+autenticato
  • quanto vorrei che venissero fuori anche i panni sporchi del Corexit usato nel golfo del messicoA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > quanto vorrei che venissero fuori anche i panni
    > sporchi del Corexit usato nel golfo del messico
    >A bocca aperta

    al peggio non c'e' mai fondo....
    non+autenticato
  • il nome del torrent su TPB
    non+autenticato
  • Per la cronaca la baia è oscurata in italia, basta usare un proxy web.
    Sgabbio
    26178
  • cito:

    "Il Segretario della difesa statunitense, Robert Gates, ha le idee chiare sulla faccenda [...] e attacca Wikileaks in quanto "colpevole quanto meno su basi morali" per la fuoriuscita di documenti militari riservati sulla guerra in Afganistan: "Hanno divulgato queste informazioni senza alcun riguardo per le conseguenze, senza alcun senso di responsabilità". "

    "[...] dichiarazioni di autorità e vertici militari [...] che arrivano a dire che Julian Assange "ha le mani sporche di sangue"."

    solo un paio di dubbi:

    su quali basi morali, invece, si uccidono impunemente ogni giorno moltissimi civili, donne, vecchi e bambini inclusi?

    con quale riguardo per le conseguenze, invece, si bombardano i centri abitati con le bombe al fosforo?

    quale senso di responsabilità ha permesso di riempire di armamenti gli "amici" di ieri che oggi sono diventati i "nemici" da combattere?

    il sangue dei nemici, e quello delle donne e dei bambini civili, ha un colore diverso da quello degli amici? o agli "eroi" non serve laversi le mani perché usano i guanti?


    capisco la propaganda, ma un minimo di vergogna (almeno di facciata) sarebbe bene conservarlo sempre... almeno quello...

    in conclusione:
    http://www.wikileaks.org/wiki/Special:Support
    non+autenticato
  • e l' 11 settembre come la mettiamo.
    non+autenticato
  • Quindi ripaga un torto con un altro torto:

    secondo questo ragionamento gli AMERICANI sono a loro volta TERRORISTI solo che lo fanno più o meno alla luce del sole e con "le più nobili intenzioni".

    Se per punire un colpevole ne devi fare fuori 10000 innocenti, è un prezzo da pagare? Se tra quegli innocenti ci fossero tuoi parenti o amici, non vorresti vendicarti anche tu? Se uccidessi un militare che ha ucciso un tuo fratello allora non dovresti essere punito visto che lo fanno loro tutti i giorni come se niente fosse.
    non+autenticato
  • - Scritto da: alessio spedale
    > e l' 11 settembre come la mettiamo.

    la mettiamo che non c'entra nulla...
    non+autenticato
  • - Scritto da: alessio spedale
    > e l' 11 settembre come la mettiamo.

    la mettiamo che sono morte meno di 3000 persone mentre a causa della rappresaglia americana ne sono morte centinaia di migliaia...
    non+autenticato
  • Ne sono morti altri dopo, per via dei materiali cancerogeni usati per costruire le due torri.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio

    > Ne sono morti altri dopo, per via dei materiali
    > cancerogeni usati per costruire le due torri.

    Va beh, sono tutti morti rispettabili. Non stiamo qui a fare il conteggio dei morti per misurare di quanti morti l'uno è più cattivo dell'altro. Non credo sia questo il punto.
    FDG
    10933
  • - Scritto da: alessio spedale
    > e l' 11 settembre come la mettiamo.

    La mettiamo che chi ha dirottato quegli aerei è già morto nell'impatto.
  • - Scritto da: alessio spedale
    > e l' 11 settembre come la mettiamo.

    Che non c'entra un fico secco con l'invasione di Iraq e Afghanistan ed è stato magistralmente usato (non ho detto provocato) per far leva sull'opinione pubblica mondiale e motivare invasioni già pronte sulla carta da un pezzo e che aspettavano solo un pretesto per essere messe in pratica.

    In Iraq non c'era traccia di armi di distruzione di massa; uno dei funzionari inglesi che erano stati mandati li' ad esaminare delle installazioni sbugiardò pubblicamente il dossier prodotto dal governo inglese. Venne trovato morto "suicida" poco tempo dopo.

    http://it.wikipedia.org/wiki/David_Kelly
    Inutile dire che la notizia passò quasi di striscio su giornali e telegiornali.

    Ma ancora vi fate gabbare dalle storielle sul terrorismo?
    non+autenticato
  • hahahaha vergogna negli americani? maddai, non ci crederei davveroA bocca aperta

    che ti aspetti da gente che ha creato Gladio e ammazzato civili innocenti solo per fermare il PCI

    e adesso il nostro capo dello Stato chiede che venga fatta chiarezza

    inutile dire che non succederà mai finchè saremo una colonia degli USA

    mi dispiace solo per gli americani che devono subire le bizze di governi corrotti e farabutti di ogni risma e intanto c'hanno gli Zetas che entrano in territorio USA e picchiano, derubano e a volte uccidono cittadini americani senza che il grande Obama, l'uomo del cambiamento, dica nulla

    per fortuna la governatrice dell'Arizona ha avuto il coraggio di mettersi contro il governo federale e dare il via libera alle azioni della milizia
    non+autenticato
  • Obama è l'uomo della fuffa...ACTA ti dice nulla ?
    Sgabbio
    26178
  • Andate a dirlo a tutti quegli innocenti morti ammazzati (bambini compresi) che è il colpevole... Quanto è ipocrita l'Essere Umano!

    Homo homini lupus est, dicevano i latini.
  • Quella della "assicurazione cifrata".
    In caso di chiusura i contenuti resteranno disponibili in rete!
    non+autenticato
  • un idea fantastica...poiché è impossibile eliminare un file sulla rete p2p!

    incredibile, un uomo che ha tiene per le palle gli usa!
    alla faccia!
    non+autenticato
  • Gli USA sono una democrazia, giocano sporco sono stupidi ed inefficienti ma sono una democrazia.

    Se sono presi per le palle urleranno un po' ci sarà un'espiazione e (forse) le cose cambieranno un pochino in meglio.

    Ma che nessuno dei tanti volontari anti-USA si scordi cosa rappresentano gli antagonisti nel caso in questione: acido in faccia alle ragazze, civili usati come scudi, mani mozzate a chi non si piega a tradizioni ancestrali, riassumendo l'oscurantismo sceso in terra.

    Fate vincere i talebani, trasferievi a Kabul e poi vediamo se vi riesce continuare non dico a sparare mazzate qui su PI, dico solo leggere un giornale vecchio di un mese.

    bye
    non+autenticato
  • - Scritto da: Francesco
    > Gli USA sono una democrazia, giocano sporco sono
    > stupidi ed inefficienti ma sono una
    > democrazia.
    >
    > Se sono presi per le palle urleranno un po' ci
    > sarà un'espiazione e (forse) le cose cambieranno
    > un pochino in
    > meglio.
    >
    > Ma che nessuno dei tanti volontari anti-USA si
    > scordi cosa rappresentano gli antagonisti nel
    > caso in questione: acido in faccia alle ragazze,
    > civili usati come scudi, mani mozzate a chi non
    > si piega a tradizioni ancestrali, riassumendo
    > l'oscurantismo sceso in
    > terra.
    >
    > Fate vincere i talebani, trasferievi a Kabul e
    > poi vediamo se vi riesce continuare non dico a
    > sparare mazzate qui su PI, dico solo leggere un
    > giornale vecchio di un
    > mese.
    >
    > bye

    ti rendi conto di essere in contraddizione?
    prima dici "però gli USA sono una democrazia", poi dal tuo discorso si capisce che secondo te dovremmo essere meno democratici per metterci allo stesso livello dei talebani e poterli sconfiggere... vivendo nel contempo in uno stato talebano.
    per la serie "stai zitto e goditi la democrazia"
  • se tu fossi un bambino afghano o iracheno saresti meno triste se la bomba che piomba sulla casa e ammazza te e la tua famiglia fosse di origine democratica invece che terrorista? Io penso il contrario, da un terrorista mi aspetto certe cose , da una democrazia no o diventano uguali
    compiere stragi in nome della democrazia non le giustifica..anzi


    - Scritto da: Francesco
    > Gli USA sono una democrazia, giocano sporco sono
    > stupidi ed inefficienti ma sono una
    > democrazia.
    >
    > Se sono presi per le palle urleranno un po' ci
    > sarà un'espiazione e (forse) le cose cambieranno
    > un pochino in
    > meglio.
    >
    > Ma che nessuno dei tanti volontari anti-USA si
    > scordi cosa rappresentano gli antagonisti nel
    > caso in questione: acido in faccia alle ragazze,
    > civili usati come scudi, mani mozzate a chi non
    > si piega a tradizioni ancestrali, riassumendo
    > l'oscurantismo sceso in
    > terra.
    >
    > Fate vincere i talebani, trasferievi a Kabul e
    > poi vediamo se vi riesce continuare non dico a
    > sparare mazzate qui su PI, dico solo leggere un
    > giornale vecchio di un
    > mese.
    >
    > bye
  • - Scritto da: hakepa
    > se tu fossi un bambino afghano o iracheno saresti
    > meno triste se la bomba che piomba sulla casa e
    > ammazza te e la tua famiglia fosse di origine
    > democratica invece che terrorista? Io penso il

    a me basta che la bomba non piova sulla mia casa
    gli iracheni ed afgani questa situazione se la sono cercata, noi no
    non+autenticato
  • - Scritto da: Undertaker
    > - Scritto da: hakepa
    > > se tu fossi un bambino afghano o iracheno
    > saresti
    > > meno triste se la bomba che piomba sulla casa e
    > > ammazza te e la tua famiglia fosse di origine
    > > democratica invece che terrorista? Io penso il
    >
    > a me basta che la bomba non piova sulla mia casa
    > gli iracheni ed afgani questa situazione se la
    > sono cercata, noi
    > no

    balle, se la sono cercata le 9 persone che hanno dirottato gli erei, il resto della popolazione non centra nulla. e' come se dei mafiosi facessero un attentato in america e gli usa per rappresaglia bombardassero l'italia
    non+autenticato
  • - Scritto da: giuffre
    > - Scritto da: Undertaker
    > > - Scritto da: hakepa
    > > > se tu fossi un bambino afghano o iracheno
    > > saresti
    > > > meno triste se la bomba che piomba sulla casa
    > e
    > > > ammazza te e la tua famiglia fosse di origine
    > > > democratica invece che terrorista? Io penso il
    > >
    > > a me basta che la bomba non piova sulla mia casa
    > > gli iracheni ed afgani questa situazione se la
    > > sono cercata, noi
    > > no
    >
    > balle, se la sono cercata le 9 persone che hanno
    > dirottato gli erei, il resto della popolazione
    > non centra nulla. e' come se dei mafiosi
    > facessero un attentato in america e gli usa per
    > rappresaglia bombardassero
    > l'italia

    Quoto.
  • > balle, se la sono cercata le 9 persone che hanno
    > dirottato gli erei,

    come dire: il casino di Falcone e Borsellino l'hanno fatto solamente i due che hanno attivato il detonatore, perché cercarne altri ?

    > il resto della popolazione
    > non centra nulla. e' come se dei mafiosi
    > facessero un attentato in america e gli usa per
    > rappresaglia bombardassero
    > l'italia

    ipotesi non improbabile se l'italia invece di condannare i mafiosi scendesse in piazza a festeggiare ed esultare.
  • - Scritto da: shevathas
    > > balle, se la sono cercata le 9 persone che hanno
    > > dirottato gli erei,
    > come dire: il casino di Falcone e Borsellino
    > l'hanno fatto solamente i due che hanno attivato
    > il detonatore, perché cercarne altri
    > ?

    Le bombe al fosforo sui civili investono anche loro sulla faccenda?

    > non improbabile se l'italia invece di
    > condannare i mafiosi scendesse in piazza a
    > festeggiare ed
    > esultare.

    Scusami, ma banalizzare così la situazione è offensivo per l'intelligenza. Non esiste un pensiero unico, non esiste una personalità unica e non esiste una responsabilità/colpa/peccato di società.
  • > > non improbabile se l'italia invece di
    > > condannare i mafiosi scendesse in piazza a
    > > festeggiare ed
    > > esultare.
    >
    > Scusami, ma banalizzare così la situazione è
    > offensivo per l'intelligenza. Non esiste un
    > pensiero unico, non esiste una personalità unica
    > e non esiste una responsabilità/colpa/peccato di
    > società.

    bene allora le bombe al fosforo sono responsabilità del cap. John Doe che ha fisicamente premuto il comando di sgancio. Nessun altro c'entra niente.