Mauro Vecchio

Android, l'invasione continua

Venduti ogni giorno 200mila dispositivi basati sul sistema operativo made in Mountain View. A maggio, erano esattamente la metà. A guidare la classifica degli smartphone più venduti, Motorola DROID

Roma - 200mila dispositivi venduti in un solo giorno, a quantificare un successo che sta facendo il giro del web in questo inizio d'agosto. E sembra effettivamente strabiliante il ritmo con cui ogni giorno vengono acquistati i vari dispositivi basati su Android. Una community in continua ascesa, a partire dalle 100mila unità vendute quotidianamente nel mese di maggio.

Unità che appena un mese dopo erano diventate 160mila, quasi a far presagire la recentemente annunciata soglia dei 200mila dispositivi venduti ogni giorno. Numeri alimentati da un'altrettanto recente ricerca della società d'analisi NPD Group, che ha sottolineato come, negli Stati Uniti, uno smartphone venduto su tre monti Android OS.

Una proporzione significativa, sospinta in primis dalle vendite del nuovo dispositivo di Motorola, DROID. A seguire - nella classifica dei primi 5 smartphone Android venduti in terra statunitense - i vari device HTC, tra cui Droid Incredible, Hero e Droid Eris. Sempre secondo NPD Group, gli androidi avrebbero conquistato il 33 per cento dell'intero parco vendite a stelle e strisce.
Risultanze che si abbinano molto bene con quelle recentemente osservate da Nielsen, che ha parlato di un 27 per cento di utenti che negli Stati Uniti hanno scelto Android OS nell'ultimo trimestre dell'anno. Il sistema operativo made in Mountain View avrebbe così battuto per la prima volta Apple e il suo iPhone, rimasti al 23 per cento di utenze.

Più che soddisfatto, il CEO di Google Eric Schmidt, che è recentemente intervenuto per sottolineare come questi numeri illustrino pubblicamente le dimensioni del successo di Android. I ricavi sarebbero così sufficienti a coprire tutte le attività legate allo sviluppo dei vari device, nonostante una dichiarazione d'amore per iPhone, che sfrutta Google Search per la felicità del portafogli della Grande G.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • SicurezzaAndroid, un rootkit indiscretoSvelato un tool capace di infiltrarsi tra i meandri del sistema operativo di device come HTC Legend e Desire. Obiettivo, trafugare informazioni senza che l'utente si renda conto di nulla
  • AttualitàLa fine di iPhone Vista da MicrosoftIl nuovo Melafonino sarebbe accomunato allo stesso destino del predecessore di Seven. Parola di BigM, che ha tutta l'intenzione di rientrare in gioco. Intanto, Cupertino annuncia una conferenza stampa. Sull'antenna?
  • TecnologiaDROID X, il nuovo androide da combattimentoMotorola ci crede, e rilancia il suo settore dei cellulari grazie all'OS di Google. E anche BigG ci crede, e sciorina numeri da record: ogni secondo, due smartphone targati Mountain View vengono venduti
208 Commenti alla Notizia Android, l'invasione continua
Ordina
  • Il censore ha bloccato il thread sul virus, si vede che usa Android e gli da fastidio. Ma non importa, che chiuda pure, noi ne apriamo di altri, sempre relativi ad Android

    l'iPhone jalibreakato è un sistema totalmente insicuro alla mercè di qualsiasi malware, peggio di Windows. E nessun antivirus, ammesso che esista (ma non esiste) può risolvere il problema, perché le applicazioni su un iPhone JB girano con privilegi root, possono fare qualsiasi cosa, anche sostituire di sana pianta l'intero sistema operativo e pure il firmware della baseband.
    A rendere il tutto più gustoso, il non trascurabile dettaglio che il credito telefonico può essere prosciugato, ma se c'è un contratto i danni possono essere ingenti. I dati personali non li considero nemmeno.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Il censore ha bloccato il thread sul virus, si
    > vede che usa Android e gli da fastidio. Ma non
    > importa, che chiuda pure, noi ne apriamo di
    > altri, sempre relativi ad
    > Android
    >
    > l'iPhone jalibreakato è un sistema totalmente
    > insicuro alla mercè di qualsiasi malware, peggio
    > di Windows. E nessun antivirus, ammesso che
    > esista (ma non esiste) può risolvere il problema,
    > perché le applicazioni su un iPhone JB girano con
    > privilegi root, possono fare qualsiasi cosa,
    > anche sostituire di sana pianta l'intero sistema
    > operativo e pure il firmware della
    > baseband.
    > A rendere il tutto più gustoso, il non
    > trascurabile dettaglio che il credito telefonico
    > può essere prosciugato, ma se c'è un contratto i
    > danni possono essere ingenti. I dati personali
    > non li considero
    > nemmeno.

    Lo so. Infatti io ho eseguito il jailbreak solo 2 volte:
    la prima volta solo per provarlo e l'ho fatto sull'iPhone aziendale, non sul mio Sorride
    la seconda volta ho dovuto jailbreakkare il mio vecchio 3G (ed è ancora jailbreakkato, ma senza connessione dati) perché senza il multitasking attivo e quindi la possibilità di chiudere le app, era inutilizzabile.
    Non appena esce la 4.1, se tutto va bene, tolgo il JB.
    D'altronde, nello store Cydia non ho mai trovato nulla che valesse davvero la pena di correre il rischio. Ci sono programmini del cavolo, sfondi e temi, suonerie stupide e tutto mal organizzato.
    I programmi che sembrano interessanti sono comunque a pagamento e costano abbastanza. Ma mai e poi mai mi fiderei a dare il numero della mia CC sullo store di un hacker!

    Aggiungo: probabilmente dovrò jailbreakkare anche il 4, solo per poterlo sbloccare (è SIM-locked) quando tornerò in Italia per usarlo con la mia SIM italiana.
    Ma credo che senza installare alcuna app da Cydia non si corrano troppi pericoli (dopo aver cambiato le pass di SSH).
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 13 agosto 2010 12.24
    -----------------------------------------------------------
  • dormi..dormi..sogni d'oro...con il tuo Symbian...vetusto e obsoleto...
    non+autenticato
  • Oih oih! Primo virus per Android.... marca proprio male per Google, prima i trojan sullo store adesso questo....Trojan-SMS.AndroidOS.FakePlayer.a

    http://www.computerworld.com.au/article/356443/tro...

    A quando il primo cellulare con Norton antivirus integrato a f***tere la batteria?

    Fan LinuxFan Apple
  • Ironia della sorte, gli utenti Android si beccano solo i rovesci della medaglia "open".
    ruppolo
    33147
  • Last year, two separate malicious attacks hit the iPhone, with the ”Ikee” and ”Duh” or “Ikee.B” both targeting jailbroken iPhones by using the default secure shell (SSH) password that often went unchanged by users on the phone.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
    > both targeting jailbroken iPhones by using the
    > default secure shell (SSH) password that often
    > went unchanged by users on the
    > phone.


    ecco appunto... se tu sapessi leggere quello che posti sarebbe già un passo avanti...

    Fan LinuxFan Apple
  • so leggere e scrivere (classico comporatmento del fanatico: dare dell'ignorante a chi la pensa in maniera diversa)
    La sostanza è che nessun sistema è immune, tant'è vero che:
    http://www.jacktech.it/news/hi-tech/cellulari-e-sm...
    ma perdo tempo... come l'ho già perso con voi "geni" in passato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
    > so leggere e scrivere (classico comporatmento del
    > fanatico: dare dell'ignorante a chi la pensa in
    > maniera
    > diversa)
    > La sostanza è che nessun sistema è immune, tant'è
    > vero
    > che:
    > http://www.jacktech.it/news/hi-tech/cellulari-e-sm
    > ma perdo tempo... come l'ho già perso con voi
    > "geni" in
    > passato


    Ecco vedi adesso ne hai detta una giusta (forse per sbaglio) quello di prima non era un bug, non era un hack era semplicemente il conoscere la password di root su un sistema Jailbreakkato (aka già compromesso di suo).

    Nessun sistema è immune, ma ce ne passa dal paragonare un bug che compromette il sistema ad un vero e proprio virus attivo che ti drena il credito telefonico...

    Fan LinuxFan Apple
  • - Scritto da: FinalCut
    > Oih oih! Primo virus per Android.... marca
    > proprio male per Google, prima i trojan sullo
    > store adesso
    > questo....Trojan-SMS.AndroidOS.FakePlayer.a
    >
    > http://www.computerworld.com.au/article/356443/tro
    >
    > A quando il primo cellulare con Norton antivirus
    > integrato a f***tere la
    > batteria?
    >
    > Fan LinuxFan Apple

    Secondo me è una evoluzione ovvia.
    Anche l'iPhone jailbreakato potrebbe soffrire di questo tipo di attacchi.
  • interessante videorecensione....

    i gusti son gusti... però alla prova dei fatti tutto emerge tranne che una superiorità di iPhone...


    http://apple.hdblog.it/2010/07/04/iphone-4-vs-gala.../
    non+autenticato
  • Al contrario, emerge proprio la superiorità di iPhone, oltre che la faziosità di chi ha fatto il test che si guarda bene dal commentare i difetti che via via si manifestano nei Samsung, sperando che nessuno li noti (le parti più scomode le ha tagliate dal filmato).

    Vediamola in dettaglio, in ordine cronologico con il filmato:

    1:31 In iPhone viene mostrata per un attimo la funzione Spotlight, ma senza menzionarla.

    2:20 In Galaxy si legge l'istruzione per lo sblocco: "Spostare il vetro per sbloccare". Spostare il vetro? Ma che traduzione è?
    Subito dopo li mette fianco a fianco: Il Galaxy è spudoratamente copiato da iPhone 3, sia nell'estetica esterna che nell'interfaccia delle applicazioni. Quando si copia in questo modo, significa che non sa cosa è importante e cosa no, in una interfaccia. Ed è quello che vedremo.

    3:23 Parla della videochiamata, puntualizzando che quella di iPhone è limitata al Wi-Fi e tra iPhone, dimenticando però di dire che è qualitativamente migliore, gratuita e basata su standard aperti, quindi in futuro si espanderà ad altri prodotti, non legati necessariamente ad una categoria di apparecchi né ad una categoria di provider.

    3:55 Dice "e aspettare che la connessione avvenga", riferendosi all'accensione del Wi-Fi sul iPhone, prima di prmere il tasto Home. Invece non c'è nulla da aspettare, il tasto Home può essere premuto subito così come avviare subito il browser.
    Ma, ancora di più: perché mai il wi-fi era spento? Su iPhone non c'è ragione per spegnerlo (non impatta sulla durata della batteria), se non per far notare una inutile funzione di attivazione rapida sui Samsung.

    Ed ora veniamo a cose più importanti, come il browser.
    È vero che il Galaxy termina 1 secondo prima, ma a me sembra che iPhone carichi più velocemente: al minuto 4:33 l'iPhone ha caricato quanto il Galaxy al minuto 4:37, 4 secondi dopo.

    Poco dopo il minuto 5 parla delle bande laterali lasciate da iPhone, ma questo è un difetto del loro sito, non di iPhone.
    Ma ora viene il bello: come ogni volta che qualcuno confronta i browser di iPhone con gli altri, con lo scopo di screditare il Safari, si dimentica la funzione fondamentale che separa l'era pre-iPhone da quella post-iPhone, quella funzione che fa la differenza, che permette di navigare con l'esperienza di un browser desktop: il doppio tap su una colonna che imposta lo zoom su tale colonna.
    Tale funzione è la numero uno, la più importante di tutte, e spiego subito il motivo.
    Su un normale browser desktop, si imposta l'indirizzo web, si attende il caricamento della pagina e si inizia a leggere. Per leggere oltre, si scrolla la pagina con la rotella del mouse o con il trakpad.
    Su un monitor piccolo come quello di uno smartphone ciò non è possibile, bisogna fare un'operazione supplementare, ingrandire la porzione di testo da leggere, poi scrollare la colonna, infine riportare la visione a pagina intera, in modo da individuare un'altra colonna da leggere e ripetere l'operazione. La gestione di questi 3 passaggi (zoom sulla sulla colonna, scroll della colonna e ritorno alla visione a pagina intera), deve essere semplice, immediata e precisa.
    Non è nemmeno lontanamente pensabile di navigare usando il pinch zoom, se non in casi particolari. Con il pinch zoom (usare le due dita), infatti, viene affidata all'utente l'incombenza di regolare la percentuale di ingrandimento e la posizione della colonna di testo, che richiede pazienza e una certa dose di manualità per centrarla perfettamente e dimensionarla in modo da sfruttare tutta la larghezza dello schermo. Generalmente non si otterrà mai un risultato perfetto, ma solo una approssimazione tanto migliore quanto più tempo si decide di impiegare per tale operazione. Se poi siamo sballottati a bordo di un veicolo, l'operazione diventa molto più impegnativa.
    Sostanzialmente questo è il browsing dell'era pre-iPhone, un continuo zoom e scroll con tasti o simil-jostick per centrare una colonna. Operazioni che fanno perdere la pazienza e che comunque non invogliano di certo la navigazione, decisamente molto più difficoltosa di un browser su PC. Da qui discende l'esigenza che il terminale faccia il tethering per il notebook o netbook, ma questo è un altro discorso.
    Apple ha invece trovato la soluzione al problema: il doppio tap sulla colonna la centra e zooma perfettamente. Questo è possibile con l'analisi della pagina web da parte di Safari. L'utente deve quindi solo fare questo semplice doppio tap, senza curarsi d'altro. E lo scroll è altresì intelligente: se inizia verticalmente, lo scroll viene costretto al solo movimento verticale, evitando che la colonna si sposti a destra o sinistra. Altro doppio tap e, come si vede nel filmato, la visualizzazione torna a schermo intero.
    Qui apro una parentesi per far notare che entrambi i Samsung non recepiscono il primo doppio tap, ma necessitano di un secondo (minuti 5:57 e 6:12).

    (continua)

    Edit: piccole correzioni ortografiche.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 agosto 2010 19.49
    -----------------------------------------------------------
    ruppolo
    33147
  • > 2:20 In Galaxy si legge l'istruzione per lo
    > sblocco: "Spostare il vetro per sbloccare".
    > Spostare il vetro? Ma che traduzione
    > è?

    http://www.theapplelounge.com/tag/itagliano/


    > 3:23 Parla della videochiamata, puntualizzando
    > che quella di iPhone è limitata al Wi-Fi e tra
    > iPhone, dimenticando però di dire che è
    > qualitativamente migliore, gratuita e basata su
    > standard aperti, quindi in futuro si espanderà ad
    > altri prodotti, non legati necessariamente ad una
    > categoria di apparecchi né ad una categoria di
    > provider.

    è una tua previsione o sta scritto nelle stelle?


    > Ma, ancora di più: perché mai il wi-fi era
    > spento? Su iPhone non c'è ragione per spegnerlo

    e allora perché esiste il settaggio per spegnerlo? avranno mica messo un menù in più solo per fare i fighi come fanno gli sviluppatori di android?


    > Poco dopo il minuto 5 parla delle bande laterali
    > lasciate da iPhone, ma questo è un difetto del
    > loro sito, non di
    > iPhone.

    e ti pareva, tutto il web deve adattarsi ad iPhone (come i commenti di PI, vero?)

    ... E lo scroll è altresì
    > intelligente: se inizia verticalmente, lo scroll
    > viene costretto al solo movimento verticale,
    > evitando che la colonna si sposti a destra o
    > sinistra. Altro doppio tap e, come si vede nel
    > filmato, la visualizzazione torna a schermo
    > intero.

    su questo hai pienamente ragione, mi chiedo perché nessuno lo implementi.
  • (continua dal precedente) (grazie a P.I. per il limite dei 7000 caratteri, oggi che un disco da 2TB costa poco più di 100 euro).


    A minuto 7 parla dello scroll, e qui si dimostra in pieno la stupidità umana. Ma andiamo con ordine.
    Lo scroll si fa su tutti i dispositivi con una strisciata sullo schermo. Ciò che l'utente normalmente desidera, però, non è passare dalla testa alla coda di una lunga pagina web, ma visionare tale pagina scrollando una porzione per volta. Esattamente come la strisciata fa avanzare una foto alla foto successiva o una pagina del libro alla pagina successiva, così la strisciata di una pagina web deve portare alla porzione successiva da leggere/visionare. Una singola strisciata che esegue lo scroll di parecchie porzioni fino alla fine del documento fa parte di quella ignoranza sul copiare di cui parlavo all'inizio, in cui si ignorano le parti importanti da copiare. Notare che iPhone cerca di scrollare una porzione, mentre Android scrolla fino in fondo (e nell'esempio del filmato continuerebbe di più se la pagina fosse più lunga). L'autore dell'articolo è così impegnato nella sua faziosità che non si rende nemmeno conto di quanto stupido sia lo scroll di Android, reputandolo addirittura il migliore: Su iPhone "servono addirittura 3 scroll, nonostante la velocità, addirittura 4", recita il poverino.

    Poi viene la volta delle foto, dove per valutare la qualità del display sceglie una foto con una sfumatura blu-viola che rende impossibile capire quale display sia più fedele. Alla seconda immagine (minuto 8:20) parla di contrasto, come se un eccessivo contrasto fosse una qualità e non un difetto.

    Passando al minuto 12, la prova del gioco, il nostro bravo tester non nota come le strade asfaltate sul Galaxy sono di un bel viola, invece sull'iPhone sono grigie, come è giusto che siano. Un pessimo display, dunque.

    Al minuto 14:06 il nostro tester dà il massimo di sé, descrivendo una funzione di nessuna importanza con "Un'altra cosa molto diversa è la gestione della parte telefonica". E giunge ad una conclusione errata: se il numero digitato è in rubrica, chiamandolo appare tale nome, in iPhone.
    Anche sui messaggi dice che è "molto diversa" solo perché sul Galaxy si può zoomare il testo dei messaggi. Anche qui si dimostra una certa ignoranza: se un utente ha bisogno di ingrandire il testo del messaggi significa che ha difficoltà visive, e questo tipo di difficoltà sono permamenti, quindi cosa deve fare, zoomare ogni volta? Su iPhone si possono impostare i caratteri dei messaggi, email, note e contatti a varie grandezze (20, 24, 32, 40, 48 e 56 punti), quindi senza essere costretti ogni volta a zoomare.

    Riguardo la tastiera in cui parla intorno al minuto 15, iPhone permette l'uso contemporaneo di più tastiere ed ogni tastiera è legata al dizionario. Questo non è stato detto.

    Sul player musicale stendiamo un velo pietoso, iPhone ha quasi 10 anni di esperienza ereditata da iPod, e si vede.

    Ma è alla fine, a partire dal minuto 16:23 che casca l'asino, quando dice: "personalmente noi siamo più per l'open", che dimostra il pregiudizio di base nel effettuare il confronto dei terminali.

    Infine la conclusione che il reparto multimediale sia migliore perché ha "più funzioni": lui le chiama così, ma in realtà si tratta di "settaggi in più". Ed è qui che incorre nell'errore di dire che è migliore, perché per molta gente, forse per la maggior parte della gente, "migliore" si configura come "più semplice da usare". La prova è il successo delle fotocamere "punta e scatta".

    "L'hardware è ottimo in entrambi", conclude. Si, dimenticando i colori falsi del display, il fatto che ogni 20 secondi va in dim screeen altrimenti il display si degrada prima del previsto (costringendo sempre a toccare lo schermo per svegliarlo, nel filmato lo si vede chiaramente), il fatto che non risponde bene ai comandi (anche al minuto 8:30 deve strisciare 2 volte per passare alla foto precedente).

    Da questa prova si capisce che si sono volute nascondere tutte le qualità principali di iPhone, puntando su qualche funzione minore di Android e tagliando spesso il filmato per evitare situazioni scomode (che senso ha aprire iBooks solo per far vedere che lo scaffale è simile?)

    iPhone è anni avanti, sia come hardware che come sistema operativo, sia come servizi correlati che come applicazioni.

    Edit: piccole correzioni di forma.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 agosto 2010 20.00
    -----------------------------------------------------------
    ruppolo
    33147
  • Ottima analisi.

    Per esperienza posso dirti che preferisco che la gente compri un Android di testa sua piuttosto che un iPhone consigliato da me.

    Il motivo è semplice, dopo 2 settimane tutti i difetti di Android saranno ben chiari nella testa di chi lo ha comprato e se paragonato velocemente ad iPhone.... sarà chiaro che iPhone è un telefono migliore ed il loro prossimo acquisto sarà un iPhone...

    Se invece si prendono subito un iPhone non avranno altri riferimenti e penseranno che anche gli Android abbiano lo stesso touch screen, le stesse funzionalità e la stessa praticità, poi magari salta fuori qualcuno che ragiona con i paraocchi e gli decanterà le meraviglie dell'Android Store (ad oggi ricettacolo di malaware) e magari pesenranno anche di aver fatto un cattivo affare consigliati da te...

    Se hai qualcuno che ha un Android chiedigli di farti vedere come funziona il "cut&paste" che ti farai due grasse risate....

    Più gente sperimenta prima un Blackberry o un Android e poi usa un iPhone e meglio sarà per Apple...

    Fan LinuxFan Apple
  • Concordo pienamente, meglio un'esperienza prima con Android o altri smartphone, per apprezzare pienamente iPhone.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Concordo pienamente, meglio un'esperienza prima
    > con Android o altri smartphone, per apprezzare
    > pienamente
    > iPhone.


    intanto

    http://www.macitynet.it/macity/articolo/Mark-Paper...

    siccome il problema era solo nella testa della gente (giusto?), si dimette (o viene cacciato) il responsabile hardware di iPhone...
    no ma... è una coincidenza. l'iPhone4 va benissimo e questo tizio se ne va proprio ora solo perché, folgorato dalla vita in campagna, ha deciso di aprire un agriturismo in montana!
    non+autenticato
  • Leggere l'articolo che stai cercando affannosamente di commentare ti faceva schifo ?
    non+autenticato
  • ok grazie per i chiarimenti
    non+autenticato
  • imho.. se credi a quello che ha detto ruppolo è bene che compri iphone.. se quello che hai visto nel filmato non centra nulla con tutto cio che ha detto ruppolo allora stai certo che con il galaxy s avrai un ottimo terminale ben differente dai giocattoli per bambini
  • I grandi invece usano iPhone !

    Per lavoro devo aprire il monitoring delle rete (uso PRTG) , a parte iPhone quale altro terminale posso prendere se voglio interfacciarmi con PRTG ?

    Android -> no
    Symbian -> mai piu'
    Windows -> Dio me ne scampi
    iOS -> SI'

    Per le cose serie si usa iPhone o Blackberry ! Il resto lo lascio a voi bimbiminkia
    non+autenticato
  • Il reparto di sviluppo ha traslocato all'ultimo piano!
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Il reparto di sviluppo ha traslocato all'ultimo
    > piano!
    http://i50.tinypic.com/2epptp3.jpg
    non+autenticato
  • Clicca per vedere le dimensioni originali
    Rotola dal ridere STUPENDA!
    non+autenticato
  • allora sei proprio all'ultimo stadioA bocca aperta

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Il reparto di sviluppo ha traslocato all'ultimo
    > piano!

    Dalle cantine all'attico! Sfido chiunque a fare di meglio.

    "La mela cade!" (I. Newton)
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)