KDE 4.5, più veloce che mai

Cambiamenti grafici, funzionali e motoristici. La nuova versione del desktop tra i più popolari in ambiente Linux porta in dote migliaia di miglioramenti. Ecco i principali

Roma - Un lancio rimandato di una settimana, ma comunque arrivato prima di Ferragosto: KDE Software Compilation 4.5 è stata ufficialmente messa a disposizione di utenti e creatori di distribuzioni che vogliano farne uso, e a bordo ci sono parecchie novità che migliorano le prestazioni oltre all'appeal grafico e funzionale del desktop.

Il primo tema toccato dall'annuncio ufficiale del rilascio è il sistema di caching per le applicazioni denominato KSharedDataCache: il suo ruolo è quello di tenere mappata la memoria per tenere conto della presenza in RAM di informazioni utili a velocizzare l'esecuzione del software. Inizialmente impiegato solo per le icone, la sua introduzione più ad ampio raggio sembra garantire a detta di chi l'ha già provato un sensibile miglioramento anche delle performance complessive dell'ambiente.

Aspetti tecnici a parte, nel complesso tutta l'interfaccia è stata oggetto di miglioramenti: l'area di notifica è stata razionalizzata e migliorata nella sua leggibilità e fruibilità (ora tra l'altro le icone sono monocromatiche), e più nel complesso Plasma Desktop (il modulo che gestisce la scrivania) garantisce ora maggiore ergonomicità e funzionalità per l'organizzazione delle finestre e la gestione delle attività. KWin, il window manager, è in grado di ridisporre automaticamente le finestre sullo schermo affinché non si sovrappongano, i desktop virtuali possono essere aggiunti o eliminati al volo per consentire maggiore flessibilità, e nel frattempo c'è stata anche l'occasione per ottimizzare il codice e aumentarne l'efficienza.
Un ingresso importante in KDE 4.5 è quello di WebKit, motore che è perfettamente integrato nel browser Konqueror e che può essere sfruttato da ogni altra applicazione sviluppata per l'ambiente. La progressiva affermazione di WebKit in questi anni (è a bordo tra l'altro di Safari, Chrome, prossimamente anche di Firefox, ed equipaggia pressoché tutti i browser mobile) costituisce una sorta di garanzia sulla compatibilità e una rassicurazione sulla lungimiranza della decisione presa dagli sviluppatori. In ogni caso, KHTML rimane a bordo di KDE e verrà sviluppato ulteriormente. Sul piano delle applicazioni web, inoltre, sono stati fatti importanti lavori di affinamento delle prestazioni per tenere il passo della crescente popolarità delle webapp.

Infine, spazio alle applicazioni e ai netbook. Plasma è stato affinato anche per far fronte alla crescente domanda di interfacce semplificate per gli schermi da 10 pollici o meno, mentre i giochi e le applicazioni educational sono state aggiornate e sono cresciute in numero. Ora KDE dispone della sua versione personale di Mahjongg, il dizionario Parley offre il supporto alle coniugazioni in una nuova interfaccia, e l'applicazione geografica Marble è stata dotata di una funzionalità che le consente di scaricare in anticipo i dati necessari alla navigazione sui dati OpenStreetmap e OpenRouteService anche se si è offline.

Nel complesso, KDE 4.5 sistema oltre 16mila bug e introduce 1.723 nuove funzionalità. Sebastian Kugler, portavoce del progetto KDE SC, ha rilasciato un'intervista alla rivista australiana TechWorld in cui spiega il punto di vista suo, e del team che cura lo sviluppo, sulla nuova incarnazione di KDE. Sorgenti e binari del software sono invece disponibili sul sito del progetto.
Notizie collegate
  • TecnologiaGNOME 3, arrivederci al 2011Annunciato un nuovo posticipo nella data di rilascio di GNOME 3.0. Gli sviluppatori del celebre desktop environment si sono presi altri sei mesi per completare questa attesa major release
  • TecnologiaKDE 4.4 diventa Software CompilationLa comunità ha rilasciato una nuova versione del proprio desktop environment che, con l'occasione, cambia nome. Introducendo maggiori funzionalità dedicate alla comunicazione sociale e al desktop semantico
  • TecnologiaKDE 4.5 entra in beta testingDisponibile la prima beta di KDE 4.5, che tra le altre cose introduce una nuova area delle notifiche. La release finale è prevista per agosto
93 Commenti alla Notizia KDE 4.5, più veloce che mai
Ordina
  • Proprio per la pesantezza di KDE, a scopo "didattico" ho sviluppato Antico, un WM alternativo basato esclusivamente su Qt4, senza alcuna dipendenza dalle "elefantiache" kdelibs ...
    Il risultato che ho ottenuto è un WM funzionante di soli 870 KB (aggiungendo anche un pannello di controllo e file browser minimali ... )
    Alla fine il vero problema che mi ha indotto a sospendere il progetto è stato XServer e la "vetustà" delle librerie Xlib (gestire gli eventi che ti arrivano dal server in modo "asincrono" è sfiancante).
    Inoltre mi sono scontrato con il mancato rispetto, da parte degli sviluppatori, delle specifiche fissate da Freedesktop.org e quindi della "fatica" che bisogna fare per trovare, esempio banale, dove è stata salvata l'icona del programma (uno la mette in /usr/share/pixmap, l'atro in /usr/share/icons, l'altro con l'estensione .png, l'altro ancora senza estensione, e così via ...)
    Altra cosa importante è che XServer non supporta nativamente il compositing (ombreggiatura finestre, ecc).
    Il tutto aggiunto a documentazione di scarsa qualità ...
    Andatevi a leggere il codice di KWin e ne vedrete delle belle ....

    Alla fine sono passato a MacSorride

    Cmq per chiunque fosse interessato a proseguire con lo sviluppo il link è il seguente:
    http://github.com/antico/antico/tree/master/src/
    non+autenticato
  • xserver è un problema che sparirà col tempo

    wayland procede bene, stessa cosa dicasi per directfb e directfbgl

    questi ultimi mancano di una seria accelerazione 3d ma questo stato di cose permarrà fino all'avvento di gallium, dopo di che si potranno fare delle belle cose e magari avere qt e gtk svincolate da xorg
    non+autenticato
  • mi pare che sia (stato) un buon lavoro

    non+autenticato
  • Nel primo thread, ora lucchettato, ho notato che si disquisiva sull'utilizzo della memoria e sul fatto che potesse o meno variare in virtù del window manager utilizzato.

    Ebbene non esiste in cielo o in terra sistema tale per cui l'applicazione kexample (nome di fantasia) possa usare meno memoria se avviata in ambiente desktop diverso da KDE. Questo per la semplice ragione che il sistema deve caricare/avere in memoria le librerie necessarie (kdelibs) sia nel caso il de attivo sia gnome, sia nel caso esso sia kde.

    L'uso di memoria globale (system-wide) può essere inferiore, ma non quello dell'applicazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Viva Las Vegas
    > Nel primo thread, ora lucchettato, ho notato che
    > si disquisiva sull'utilizzo della memoria e sul
    > fatto che potesse o meno variare in virtù del
    > window manager
    > utilizzato.
    >
    > Ebbene non esiste in cielo o in terra sistema
    > tale per cui l'applicazione kexample (nome di
    > fantasia) possa usare meno memoria se avviata in
    > ambiente desktop diverso da KDE. Questo per la
    > semplice ragione che il sistema deve
    > caricare/avere in memoria le librerie necessarie
    > (kdelibs) sia nel caso il de attivo sia gnome,
    > sia nel caso esso sia
    > kde.
    >
    > L'uso di memoria globale (system-wide) può essere
    > inferiore, ma non quello
    > dell'applicazione.

    Concordo, e avrei voluto rispondere a maxy riguardo il variare della "leggerezza" di una applicazione al variare del WM.
    Capisco cosa voglia dire; avviando kde (anche senza effetti) e sostituendo il WM con (per esempio) "openbox --replace" si ha l'impressione che il sistema sia più reattivo, ma ciò solo per quel che riguarda il ridimensionamento e lo spostamento delle finestre, cosa -appunto- gestita del WM.
    L'applicazione in sè non ne può trarre alcun vantaggio, e comunque se è la leggerezza a tutti i costi quella che si vuole, nessuno si dovrebbe sognare di abilitare il ridimensionamento "solido" delle finestre, preferendo la visualizzazione della sola cornice, quindi anche in questo caso il discorso si fa molto relativo ed ad ogni modo kde prevede di default di cambiare il window manager a piacimento.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Viva Las Vegas
    > Nel primo thread, ora lucchettato, ho notato che
    > si disquisiva sull'utilizzo della memoria e sul
    > fatto che potesse o meno variare in virtù del
    > window manager
    > utilizzato.
    >
    > Ebbene non esiste in cielo o in terra sistema
    > tale per cui l'applicazione kexample (nome di
    > fantasia) possa usare meno memoria se avviata in
    > ambiente desktop diverso da KDE. Questo per la
    > semplice ragione che il sistema deve
    > caricare/avere in memoria le librerie necessarie
    > (kdelibs) sia nel caso il de attivo sia gnome,
    > sia nel caso esso sia kde.
    >
    > L'uso di memoria globale (system-wide) può essere
    > inferiore, ma non quello dell'applicazione.

    il problema di fondo e' che man mano che passa il tempo c'e' un costante aumento delle richieste di ram e cpu ma le cose fatte sono sostanzialmente le stesse: gestire un desktop, eseguire delle applicazioni, etc. Cosa fa IN PIU' una distribuzione del 2005 rispetto alla stessa distribuzione del 2010? Un kernel per far andare il ferro, uno strato grafico per interagire con l'utente, una serie di applicativi.
    Sul fronte office, vi siete fatti due conti? all'inizio staroffice 5.2 si succhiava 32Mram (e gia' sembrava una enormita') adesso openoffice, quanto si prende? almeno 3-4 volte tanto. Perche? per cosa?
    Forse che le cose che facevo nel 2001 sono diverse da quelle che faccio oggi? Capirei ci fosse qualcosa di rivoluzionario, tipo una interfaccia uomo-macchina dove il ferro "vede" e "sente", tutte cose che richiedono un fottio di ram/cpu... ok , mi starebbe bene, ma qui siamo ancora a tastiera e mouse.
    La mia personale convinzione e' che i programmatori *nix non pensano piu' ad ottimizzare il proprio codice (tanto e' un 4 core con 8Gram!). Il fatto e' che questo ragionamenti DI MINCHIA li fanno TUTTI i programmatori con il risultato che tutte le applicazioni crescono e inchiodano le macchine. E' ormai chiaro che gnu/linux ha perso il vantaggio del "ah ma puo' funzunare su hardware dove win non puo' piu' andare". Si e' ancora vero, ma non piu' di default: devi essere tu a trovare il software giusto e/o agire in modo tale da ottimizzare la macchina.

    Ve lo ricordate il "Keep It Simple, Stupid!"? questo se lo sono dimenticati.

    Linus ha detto tempo fa che linux sta diventando grasso, lento e pesante.... e' vero, purtroppo, ma e' vero molto di piu' per i soft che girano su linux.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > - Scritto da: Viva Las Vegas
    > > Nel primo thread, ora lucchettato, ho notato che
    > > si disquisiva sull'utilizzo della memoria e sul
    > > fatto che potesse o meno variare in virtù del
    > > window manager
    > > utilizzato.
    > >
    > > Ebbene non esiste in cielo o in terra sistema
    > > tale per cui l'applicazione kexample (nome di
    > > fantasia) possa usare meno memoria se avviata in
    > > ambiente desktop diverso da KDE. Questo per la
    > > semplice ragione che il sistema deve
    > > caricare/avere in memoria le librerie necessarie
    > > (kdelibs) sia nel caso il de attivo sia gnome,
    > > sia nel caso esso sia kde.
    > >
    > > L'uso di memoria globale (system-wide) può
    > essere
    > > inferiore, ma non quello dell'applicazione.
    >
    > il problema di fondo e' che man mano che passa il
    > tempo c'e' un costante aumento delle richieste di
    > ram e cpu ma le cose fatte sono sostanzialmente
    > le stesse: gestire un desktop, eseguire delle
    > applicazioni, etc. Cosa fa IN PIU' una
    > distribuzione del 2005 rispetto alla stessa
    > distribuzione del 2010? Un kernel per far andare
    > il ferro, uno strato grafico per interagire con
    > l'utente, una serie di
    > applicativi.
    > Sul fronte office, vi siete fatti due conti?
    > all'inizio staroffice 5.2 si succhiava 32Mram (e
    > gia' sembrava una enormita') adesso openoffice,
    > quanto si prende? almeno 3-4 volte tanto. Perche?
    > per
    > cosa?
    > Forse che le cose che facevo nel 2001 sono
    > diverse da quelle che faccio oggi? Capirei ci
    > fosse qualcosa di rivoluzionario, tipo una
    > interfaccia uomo-macchina dove il ferro "vede" e
    > "sente", tutte cose che richiedono un fottio di
    > ram/cpu... ok , mi starebbe bene, ma qui siamo
    > ancora a tastiera e
    > mouse.
    > La mia personale convinzione e' che i
    > programmatori *nix non pensano piu' ad
    > ottimizzare il proprio codice (tanto e' un 4 core
    > con 8Gram!). Il fatto e' che questo ragionamenti
    > DI MINCHIA li fanno TUTTI i programmatori con il
    > risultato che tutte le applicazioni crescono e
    > inchiodano le macchine. E' ormai chiaro che
    > gnu/linux ha perso il vantaggio del "ah ma puo'
    > funzunare su hardware dove win non puo' piu'
    > andare". Si e' ancora vero, ma non piu' di
    > default: devi essere tu a trovare il software
    > giusto e/o agire in modo tale da ottimizzare la
    > macchina.
    >
    > Ve lo ricordate il "Keep It Simple, Stupid!"?
    > questo se lo sono
    > dimenticati.
    >
    > Linus ha detto tempo fa che linux sta diventando
    > grasso, lento e pesante.... e' vero, purtroppo,
    > ma e' vero molto di piu' per i soft che girano su
    > linux.

    Purtroppo non ricordo staroffice, nè cosa faceva in meno, ma qui go-openoffice mi occupa 64MB di ram (senza java) con un foglio di testo vuoto.
    I browser hanno fatto passi da gigante quanto a velocità ed efficienza, se sono più lenti di prima è perchè i siti sono più pesanti.
    Abbiamo poi tutti le icone più grosse,finestre più grosse, più roba su schermo, perchè le risoluzioni degli schermi sono aumentate, ed anche quello porta via più ram e più cpu.
    Sul fronte player siamo messi ottimamente con ffmpeg/mplayer che migliora in efficienza di release in release.
    Insomma, io non la vedo così tragica, la tendenza momentanea è quella di aggiungere fronzoli qui e lì, ma viene lasciata la possibilità di eliminarli, e tutto sommato ancora oggi una macchina vecchia riesce a fruire della cosa fondamentale, i contenuti, senza invidiar nulla ai quad-core con 4gb di ram.
    Fermo restando che concordo con te sul fatto che ottimizzare ancora non sia impossibile, nè difficile, ci sono ancora distribuzioni che puntano sulla semplicita (kiss che citavi, vedi archlinux, che credo tu utilizzi, come me), altre sulla leggerezza a tutti i costi (puppy, ma sono sicuro ne esistano altre).
    Alla fine ti dirò... un kde4 "full bloated" che gira sul mio piccolo atom n280 con 1 GB di ram consuma meno di 350MB a 1024x600 (50MB più della serie 3.5.10) a boot eseguito ed è pieno di funzionalità e "fronzoli"; e quella memoria aumenterà di poco utilizzando le (molteplici!) applicazioni scritte per kde. io non lo trovo affatto malvagio.
    Alla fine linux è ancora la scelta obbligata (non per questo di ripiego) per chi vuole un sistema al passo con i tempi e perfettamente in grado di girare su dispositivi poco potenti (gira anche sui cellulari, vorrà dir pur qualcosa).
    Le parole di Linus tutto sommato sono a mio parere state esagerate o mal iterpretate.
    "Grasso" si riferiva alla quantità spropositata di moduli che supporta, cosa che rende "lento" il processo di release e controllo,e per quel che concerne la velocità, molti test (non so se leggi phoronix) confermano che nel tempo essa è aumentata in parecchi fronti; a partire dal filesystem (ext4 vola rispetto a ext3 con le opportune opzioni di mount e btrfs sembra anche meglio), passando per la gestione della memoria fino ad arrivare alla mera esecuzione di codice, dove grazie al gcc (che ammettiamolo, è ancora inferiore alla controparte microsoft, o anche a ICC della intel),si procede ad ottimizzazioni ad ogni release.
    Io un windows sette non castrato non ci penso nemmeno a provarlo su un netbook con meno di 2Gb di ram; contestualmente le prestazioni di kde4 (disattivando l'inidicizzazione) sono paragonabili a quelle di xp, pur offrendo un' infinitù di funzioni in più.
    Non credo siamo messi male dopo tutto!
    non+autenticato
  • Mplayer ha i suoi memory leak e belli grossi...

    Ne ho visto uno proprio questa settimana alla stazione di Lambrate, uno dei monitor che fanno andare a rotazione quelle 3 o 4 pubblicità, che montano kernel linux una i945 dual head e mplayer aveva un bel messaggio a su fondo rosso con il video che si vedeva tutto "frammentato"

    SYSTEM RUNNING ON 0MB OF RAM. RESETTING THE SYSTEM WILL FLUSH THE RAM.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Formalmente Errato
    > Mplayer ha i suoi memory leak e belli grossi...
    >
    > Ne ho visto uno proprio questa settimana alla
    > stazione di Lambrate, uno dei monitor che fanno
    > andare a rotazione quelle 3 o 4 pubblicità, che
    > montano kernel linux una i945 dual head e mplayer
    > aveva un bel messaggio a su fondo rosso con il
    > video che si vedeva tutto
    > "frammentato"
    >
    > SYSTEM RUNNING ON 0MB OF RAM. RESETTING THE
    > SYSTEM WILL FLUSH THE
    > RAM.

    Hai un link alla pagina del bug non ancora corretto?
    Conosci la versione di mplayer che girava lì in modo da essere sicuro che quel particolare bug non sia stato ancora corretto e/o sei sicuro che non ci fossero altri software succhiaram?

    Tutti i software hanno bug, e comunque non si discuteva di come fixarli, ma della volonta dei programmatori di puntare ancora sull' efficienza del codice, ed io ho tirati in ballo ffmpeg (usato da mplayer) i cui sviluppatori hanno sempre fatto un lavoro incessante e che ha portato a ottimi risultati (vedi le ultime versioni mt del decoder h264, per non parlare di vp8).
    non+autenticato
  • imho la scelta migliore è videolan
    non+autenticato
  • Va bene per i codec più diffusi, perchè include già tutto da se, però per altre soluzioni non va bene.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Va bene per i codec più diffusi, perchè include
    > già tutto da se, però per altre soluzioni non va
    > bene.

    Per esempio in quali non andrebbe bene?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Sgabbio
    > > Va bene per i codec più diffusi, perchè include
    > > già tutto da se, però per altre soluzioni non va
    > > bene.
    >
    > Per esempio in quali non andrebbe bene?

    Installo VideoLan, i codec di questo programma può usarli solo lui o si possono usare anche in altri programmi?

    Esempio ( con windows ), io installo il codec del DivX e lo uso con tutti i programmi che mi servono ( ad esempio VirtualDub )
  • - Scritto da: pippo75

    > Installo VideoLan, i codec di questo programma
    > può usarli solo lui o si possono usare anche in
    > altri
    > programmi?
    >
    > Esempio ( con windows ), io installo il codec del
    > DivX e lo uso con tutti i programmi che mi
    > servono ( ad esempio VirtualDub
    > )

    Boh... nei repository di linux ogni pacchetto ha le sue dipendenze.
    L'altro giorno ho installato un CD ripper e mi ha proposto tutto un elenco di dipendenze, tra le quali i codec per mp3, ogg e flac.
    Alcuni, forse tutti, erano gia' presenti e quindi non li ha reinstallati.

    Coi repo di linux non mi devo mica porre il problema di quello che serve: ci pensa il gestore di pacchetti.
  • su portatile core duo 1.4 ghz e 2 giga di ram con debian sidux, kernel 2.6.34
    memoria (compositor con trasparenze attivo, aperti browser con quattro tab, tre terminali e ovviamente htop) 385 mega
    i due CPU core oscillano tra il 3 ed il 7%
    load average 0.05

    Non direi palo nel cu*o. E comunque nessun problema ad avviare la prossima sessione con icewm. Linux ha le sue rogne ma la pesantezza del desktop manager non è un problema.
    non+autenticato
  • Si ma anche tu stai a rispondere a certa gente? Questo semmai ha provato al massimo una Kubuntu (quella sì è pesante come Windows) e pensa che sia colpa di KDE4...
    non+autenticato
  • Sto usando Kubuntu 10.04 con KDE 4.4 e non è affatto "pesante come Windows". Windows 7 senza Aero lo trovo più pesante di Kubuntu con gli effetti attivi. Ho un portatile con 1Gb di RAM (metà di quello di abc), un core duo da 1,6 GHZ e la classica GMA 945, viaggia benissimo. Boot veloce e circa 160 Mb occupati alla partenza, poco più di Gnome e molto meno di Windows 7. Nell'uso è molto meno "ingabbiato" di Gnome. KDE 4 è uscito prima del tempo e si è meritato una fama alla Vista, ma ad ogni release è sempre più stabile e KDE 4.4 finalmente non mi dà più problemi, anzi... ho usato Gnome per anni, ma a questo giro Kubuntu non è niente male, anche se sicuramente c'è di meglio, e ho fatto ciao a Gnome.
    non+autenticato
  • Scusate, ma cosa vuol dire questa frase? Ma che bufala e`?

    La progressiva affermazione di WebKit in questi anni (è a bordo tra l'altro di Safari, Chrome, prossimamente anche di Firefox

    Non credo proprio che Mozilla abbandonera` mai Gecko in favore di WebKit. Ma non scherziamo!
  • - Scritto da: kYuZz
    > Scusate, ma cosa vuol dire questa frase? Ma che
    > bufala
    > e`?
    >
    > La progressiva affermazione di WebKit in questi
    > anni (è a bordo tra l'altro di Safari, Chrome,
    > prossimamente anche di
    > Firefox
    >
    > Non credo proprio che Mozilla abbandonera` mai
    > Gecko in favore di WebKit. Ma non
    > scherziamo!

    Intenderà questo: dentro Firefox 4 per lo javascript engine usano del codice preso da webkit
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > - Scritto da: kYuZz
    > > Scusate, ma cosa vuol dire questa frase? Ma che
    > > bufala
    > > e`?
    > >
    > > La progressiva affermazione di WebKit in questi
    > > anni (è a bordo tra l'altro di Safari, Chrome,
    > > prossimamente anche di
    > > Firefox
    > >
    > > Non credo proprio che Mozilla abbandonera` mai
    > > Gecko in favore di WebKit. Ma non
    > > scherziamo!
    >
    > Intenderà questo: dentro Firefox 4 per lo
    > javascript engine usano del codice preso da
    > webkit

    Esatto, è notizia di qualche mese fa ormai, come annunciato dalla stessa mozilla, nel nuovo motore js saranno integrati algoritmi da webkit e da gecko, non so quale sia la versione target però.
    Io non vedo l'ora!
    non+autenticato
  • no aspetta un secondo,
    una cosa è il motore di rendering (khtml, webkit, presto) ed un altra cosa è l'engine javascript
    infatti safari non usa V8 ma è sempre webkit come chrome e altri

    almeno che io stia sbagliando.. un link l'avete?
    non+autenticato
  • - Scritto da: io no
    > no aspetta un secondo,
    > una cosa è il motore di rendering (khtml, webkit,
    > presto) ed un altra cosa è l'engine
    > javascript
    > infatti safari non usa V8 ma è sempre webkit come
    > chrome e
    > altri
    >
    > almeno che io stia sbagliando.. un link l'avete?
    Non credo si faccia distinzione tra motore di rendering e motore js, il secondo è parte del primo.
    http://www.techspot.com/news/38166-new-firefox-jav...
    non+autenticato
  • Forse voleva dire di Konqueror
    non+autenticato
  • a quanto ho letto, konqueror verrà abbandonato e sostituito con arora
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > a quanto ho letto, konqueror verrà abbandonato e
    > sostituito con
    > arora

    Ehm ... NO!

    E questo per alcuni semplici fatti:
    - Arora è un applicazione Qt e non KDE
    - Arora seppur possa essere avanzato (e il suo stato è ben diverso) ha solo funzioni di browsing web; Konqueror oltre ad essere utilizzato come browser web, grazie al sistema kparts, è un vero coltellino svizzero in quanto implementa tutte le funzionalità che le altre applicazioni esportano con tale sistema (per dirla in parole povere è come se fosse dotato di plugin per accedere ad ogni mime supportato dall'insieme KDE SC)
    non+autenticato
  • si ma sostituire il motore di rendering in konqueror è stato ritenuto un lavoro praticamente impossibile

    porta arora su kde, invece, è molto molto più semplice
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > si ma sostituire il motore di rendering in
    > konqueror è stato ritenuto un lavoro praticamente
    > impossibile
    >
    > porta arora su kde, invece, è molto molto più
    > semplice

    Tutt'altro, a partire da kde 4.5, è disponibile di default una voce del menu che permette di passare tra khtml e webkit al volo e a piacimento; tutto in konqueror.
    non+autenticato
  • wow è una cosa nuova, non l'avevo proprio notataCon la lingua fuori

    l'anno scorso fecero una caciara tremenda e dissero che konqueror era codice a spaghetti, era impossibile implementare webkit, ecc...
    non+autenticato
  • Ed era anche ora!
    KDE 4.x e' veramente un palo nel culo: pesante e necessitante di troppa RAM e CPU SOLO per se stesso.... ma parliamo di KDE o di windows? io l'ho sostituito con lxde.
    basta con interfaccie grafiche che ammazzano la macchina, basta basta basta!
    lxde non avra' tutti gli svolazzi grafici e le finestre gommose? e chi se ne frega, devo lavorarci col pc, mica guardare cubi rotanti o finestre a "bandiera".
    Assurda l'idea del "compra un pc piu potente": no grazie, prererisco mettere software piu' leggero.
    non+autenticato
  • "640K ought to be enough for anybody."
    non+autenticato
  • ancora con sta leggenda popolare?
    non+autenticato
  • Beh oggi sono 640M e domani saranno 640G...
    non+autenticato
  • basta disattivarle dopo aver stupito amici e parenti
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > Ed era anche ora!
    > KDE 4.x e' veramente un palo nel culo: pesante e
    > necessitante di troppa RAM e CPU SOLO per se
    > stesso.... ma parliamo di KDE o di windows? io
    > l'ho sostituito con
    > lxde.
    > basta con interfaccie grafiche che ammazzano la
    > macchina, basta basta
    > basta!
    > lxde non avra' tutti gli svolazzi grafici e le
    > finestre gommose? e chi se ne frega, devo
    > lavorarci col pc, mica guardare cubi rotanti o
    > finestre a
    > "bandiera".
    > Assurda l'idea del "compra un pc piu potente": no
    > grazie, prererisco mettere software piu'
    > leggero.

    E quindi suppongo che tu ti limiterai all'utilizzo delle sole applicazioni che condividono librerie con lxde perchè sei consapevole del fatto che appena ne caricherai una che richiede le kdelibs tutte i vantaggi in termini di ram occupata se ne andranno a far friggere, (stesso discorso vale per gnome) vero?

    Io invece dico basta a chi sparla senza sapere -o conoscendo poco- ciò di cui parla.
    non+autenticato
  • Non è che caricando le librerie di cui tu parli queste si prendano il controllo del sistema e comincino a far svolazzare le finestre. Confondi librerie con ambiente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: netmaniac
    > Non è che caricando le librerie di cui tu parli
    > queste si prendano il controllo del sistema e
    > comincino a far svolazzare le finestre. Confondi
    > librerie con
    > ambiente.
    Cosa centrano le finestre con il consumo di ram? perchè è di quello che parlavo, non certo di un 2% di cpu per tenere kde attivo, che non considero nemmeno.
    Carica kde da sistema spento, apri kcalc e annota quanta ram consuma.
    Poi carica lxde da sistema spento, carica kcale e annota quanta memoria consuma.
    Scommettiamo che lo scarto tra i due è minimo?
    non+autenticato
  • Uso un WM diverso ma sfrutto alcuni programmi Gnome e Kde, e devo caricarmi le librerie di ciascun ambiente.
    Però è sempre più veloce del caricamente dell'intero ambiente KDE, almeno sul mio povero portatile.
    Ovvio che sto cercando programmi alternativi, ma spesso non esistono proprio...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ho fatto la stessa cosa
    > Uso un WM diverso ma sfrutto alcuni programmi
    > Gnome e Kde, e devo caricarmi le librerie di
    > ciascun
    > ambiente.
    > Però è sempre più veloce del caricamente
    > dell'intero ambiente KDE, almeno sul mio povero
    > portatile.
    > Ovvio che sto cercando programmi alternativi, ma
    > spesso non esistono
    > proprio...

    Hai la sensazione che tutto parta prima perchè il tuo sistema risparmia una manciata di secondi al boot; secondi che nella realtà andrai a scontare appena lanci un applicazione kde.
    non+autenticato
  • Non c'è proprio paragone, se avvii KDE4.x ti ritrovi con un WindowManager lento, pesante e con parecchi bug. Se usi Gnome o LXDE le applicazioni sono più leggere e anche quelle basate su kde (anche se ci mettono sempre parecchio di più delle altre a partire) sono più leggere.