Claudio Tamburrino

Facebook, quello scam non ci piace

Camuffato da pollice verso, presentato come l'ufficiale dislike del social network, ruba dati personali a chi segue il link proposto

Roma - Un nuovo pericolo minaccia gli ignari utenti di Facebook: come per i gladiatori che aspettano di conoscere il proprio destino, un pollice verso è l'araldo di una pessima notizia.

Tra le caratteristiche più semplici e di successo del social network in blu c'è il pulsante "Mi piace" che permette di approvare link, foto o gli altri contenuti condivisi da un amico. Mancando il contraltare negativo (un "Non mi piace"), la possibilità di lasciare un segno "negativo" sarebbe una delle novità più attese dagli utenti, che proprio per questo sono facilmente caduti nel tranello preparato da un arguto scammer, che sembra essersi diffuso in maniera virale su Facebook.

In questo giorni sono infatti apparsi messaggi di stato che parlavano dell'ufficiale bottone DISLIKE di Facebook, facendo seguire un link alla notizia: tale funzionalità, tuttavia, non è stata ancora implementata da Facebook e il link porta naturalmente ad una pagina simile a quella del social network che presenta "l'installazione" della feature, che altro non è che un modo per farsi rubare i dati personali. La procedura chiede all'utente determinate autorizzazioni per procedere, l'inserimento di dati e il completamento di sondaggi, sul modello di altri tentativi di scam già perpetrati sul social network.
Alla fine l'operazione conduce ad un add-on di Firefox, FaceMod, che non sembra collegato con lo scam, ma che si presenza come il "Facebook Dislike Button (The Original)". Che tuttavia non è emanazione ufficiale di Facebook.

D'altronde, alternative non ufficiali alla mancanza del social network (per chi proprio non ne riesce a fare a meno) ne esistono, come nel caso di idislike, che non dovrebbe essere pericoloso.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàFacebook e il quarto pretendenteSpunta un quarto uomo, che avrebbe assunto Paul Ceglia e quindi acquisito il legittimo diritto all'84 per cento del sito in blu. Intanto, l'uomo di Wellsville avrebbe così giustificato il ritardo della sua azione: si sarebbe dimenticato
  • BusinessFacebook si pappa i brevetti di FriendsterIl sito in blu ha sborsato 40 milioni di dollari per 18 tecnologie relative al social network acquisito da MOL Global. Tra queste, alcune delle principali feature del sito in blu, ora al riparo da eventuali accuse legali
  • AttualitàGoogle abbandona WaveMa l'onda potrebbe non esaurirsi: Mountain View vuole cavalcare i social network e il progetto aveva introdotto interessanti novità. Che saranno riciclate altrove
11 Commenti alla Notizia Facebook, quello scam non ci piace
Ordina
  • il vero tasto non mi piace ce l'ha social plus -.-
    non+autenticato
  • Chi è così pollo da cascarci merita tutte le conseguenze del caso.

    Quel che mi sta sull'anima è il timore che tramite lui rubino i dati a terzi(prima o poi ci arriveranno, se non lo fanno già.
    Furto per me teorico perchè per prevenire non tengo dati sensibili su pc connessi, ma vale il principio.

    A questo punto la provocazione: un patentino. Se causi danni con comportamento colposo vieni multato o disconnesso per x giorni. La prossima volta farai più attenzione. Il problema è stabilire il limite del "colposo", ma vale per tutti i comportamenti, non solo in informatica, eppure si usa, quindi perchè no.

    Se parcheggiando urto qualche auto devo pagare i danni, non posso dire "eh ma non sapevo". Se faccio il pollo e installo "SUCCHIAMI.exe", allo stesso modo...

    Lo so, utopia, ma non possiamo arrenderci alla stupidità dilagante degli utonti...
    non+autenticato
  • Dai.... diciamo che non ci si annoierà mai almeno su internet....
    non+autenticato
  • - Scritto da: ndr
    > A questo punto la provocazione: un patentino. Se
    > causi danni con comportamento colposo vieni
    > multato o disconnesso per x giorni.

    Ecco bravo, metti in mezzo pure la patente (concepita da gente di 80 anni che non sa manco cos'e' gogol) per andare su internet e vediamo come va a finire. paga qui, poi paga là, poi il rinnovo della patente, poi il ritiro se scrivi un commento incazzato. Idea brillante!

    A questo punto, facciamo direttamente una cosa. Mettiamo una patente anche per poter parlare.

    > Se parcheggiando urto qualche auto devo pagare i
    > danni, non posso dire "eh ma non sapevo". Se
    > faccio il pollo e installo "SUCCHIAMI.exe", allo
    > stesso
    > modo...

    Ti becchi il tuo virus, son problemi tuoi e ne risponderai civilmente e penalmente se danneggi altri. Così impari.

    > Lo so, utopia, ma non possiamo arrenderci alla
    > stupidità dilagante degli
    > utonti...

    Un tempo entrare su internet richiedeva capacità tecniche. Quella era la patente. Poi qualcuno ha avuto la bella idea di pensare che internet fosse per tutti e questi sono i risultati. Se non vuoi rischi, stai fuori da internet. Altrimenti son problemi tuoi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Maggio
    >
    > Un tempo entrare su internet richiedeva capacità
    > tecniche. Quella era la patente. Poi qualcuno ha
    > avuto la bella idea di pensare che internet fosse
    > per tutti e questi sono i risultati. Se non vuoi
    > rischi, stai fuori da internet. Altrimenti son
    > problemi
    > tuoi.

    Non si tratta di "bella idea di qualcuno". E' semplicemente il corso di ogni cosa che viene sviluppata: tendenza a semplificarla per renderla accessibile alla massa.
    Legge ormai scontata del marketing della comunicazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Maggio
    > - Scritto da: ndr
    > > Lo so, utopia, ma non possiamo arrenderci alla
    > > stupidità dilagante degli
    > > utonti...
    >
    > Un tempo entrare su internet richiedeva capacità
    > tecniche. Quella era la patente. Poi qualcuno ha
    > avuto la bella idea di pensare che internet fosse
    > per tutti e questi sono i risultati. Se non vuoi
    > rischi, stai fuori da internet. Altrimenti son
    > problemi
    > tuoi.

    Aspetta un attimo che ragionamento è? Vivivamo tutti in una società. Non è che se questa peggiora la soluzione è andarsene. Poi sinceramente se pensi che per stare fuori da internet basti esserne disconnessi allora penso che tu abbia un idea un po troppo romantica di quello che la rete è diventata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ndr
    > Chi è così pollo da cascarci merita tutte le
    > conseguenze del
    > caso.
    >
    > Quel che mi sta sull'anima è il timore che
    > tramite lui rubino i dati a terzi(prima o poi ci
    > arriveranno, se non lo fanno
    > già.
    > Furto per me teorico perchè per prevenire non
    > tengo dati sensibili su pc connessi, ma vale il
    > principio.
    >
    > A questo punto la provocazione: un patentino. Se
    > causi danni con comportamento colposo vieni
    > multato o disconnesso per x giorni. La prossima
    > volta farai più attenzione. Il problema è
    > stabilire il limite del "colposo", ma vale per
    > tutti i comportamenti, non solo in informatica,
    > eppure si usa, quindi perchè
    > no.
    >
    > Se parcheggiando urto qualche auto devo pagare i
    > danni, non posso dire "eh ma non sapevo". Se
    > faccio il pollo e installo "SUCCHIAMI.exe", allo
    > stesso
    > modo...
    >
    > Lo so, utopia, ma non possiamo arrenderci alla
    > stupidità dilagante degli
    > utonti...

    1) quando urti una macchina non ti tolgono/sospendono la patente. Ovviamente sempre che tu non sia ubriaco/fatto.
    2) se uno spaccia i suoi dati o prende virus, saranno mazzi suoi.
    3) non nascono tutti imparati e non tutti hanno il tempo/voglia/soldi di farsi dei corsi per leggere il giornale su internet.
    4) l'unico danno che possono procurare è quello di infettarsi e mandare spam o creare bootnet, mica di uccidere le persone.
    non+autenticato
  • > 1) quando urti una macchina non ti
    > tolgono/sospendono la patente. Ovviamente sempre
    > che tu non sia
    > ubriaco/fatto.

    Paghi il danno che hai fatto.E mi stai dando ragione perchè essere ubriaco o fatto è proprio una COLPA (su questo concetto rileggi il mio post e fai uno sforzo x capirlo).
    Se invece tramite una tua vulnerabilità qualcuno riesce a creare danni ai tuoi contatti...chi tutela i terzi? Vedi punti 2 e 4...

    > 2) se uno spaccia i suoi dati o prende virus,
    > saranno mazzi
    > suoi.

    Finchè sono solo i suoi va bene. Ma vedi il punto 4.

    > 3) non nascono tutti imparati e non tutti hanno
    > il tempo/voglia/soldi di farsi dei corsi per
    > leggere il giornale su
    > internet.

    Se questo principio vale perchè dovrei fare la patente? Non mi va e costa troppo. prendo l'auto come mi va e al massimo ti staccherò lo specchietto sbagliando le misure e scappando indisturbato. Fatti tuoi, giusto? Mica sono nato imparato!

    > 4) l'unico danno che possono procurare è quello
    > di infettarsi e mandare spam o creare bootnet,
    > mica di uccidere le
    > persone.

    E ti sembra poco? Lo sai cos'è una botnet e a cosa serve? Lo sai che danno economico e di servizio puoi creare? Cos'è, il crimine è grave solo in caso di omicidio? Ok, via con le truffe, tanto non uccidi nessuno.
    Chi si fa infettare con comportamento COLPOSO è suo malgrado complice come il barista che vende alcool al dodicenne. Mica ci va lui in coma etilico, e mica lo costringe a bere, ma è comunque passibile di denuncia in quanto detiene parte della colpa.
    non+autenticato
  • > Paghi il danno che hai fatto.E mi stai dando
    > ragione perchè essere ubriaco o fatto è proprio
    > una COLPA (su questo concetto rileggi il mio post
    > e fai uno sforzo x
    > capirlo).
    > Se invece tramite una tua vulnerabilità qualcuno
    > riesce a creare danni ai tuoi contatti...chi
    > tutela i terzi? Vedi punti 2 e
    > 4...

    La mia macchina ha molte vulnerabilità che non ho corretto (ad esempio la serratura è facile da forzare). Se qualcuno sabota i freni della mia macchina poi io sono responsabile se faccio un incidente?
    non+autenticato
  • Rileggi la mia nota sul comportamento "colposo" quale anello debole seppur applicato comunque in altri contesti.
    non+autenticato
  • >
    > Lo so, utopia, ma non possiamo arrenderci alla
    > stupidità dilagante degli
    > utonti...



    Beato te che sai tutto....
    non+autenticato