Claudio Tamburrino

Scuola spiona, non c'è reato

Ma potrebbe esserci un illecito. Solo la causa civile proseguirà contro gli amministratori della scuola che secondo l'accusa avrebbe monitorato via webcam i suoi studenti

Roma - Il liceo statunitense Lower Merion, accusato di utilizzare le webcam dei portatili forniti agli studenti per spiarli nell'intimità delle loro stanze, sembrerebbe poter tirare un sospiro di sollievo: le autorità federali hanno annunciato che non intendono perseguire gli amministratori scolastici sospettati di esser coinvolti dello spionaggio dei ragazzi.

Secondo il procuratore Zane David Memeger, che ha condotto le indagini preliminari, non vi sarebbero indizi di intento criminale "oltre ogni ragionevole dubbio" nella presunta sorveglianza. Questo significa che nessun procedimento di giustizia penale verrà condotto nei confronti delle autorità scolastiche accusate dai ragazzi.

La privacy dei ragazzi, secondo l'accusa fotografati tramite webcam nel privato delle loro camere, a letto o addirittura "solo parzialmente vestiti", potrà dunque cercare giustizia solo nella causa civile presentata da uno studente e un ex studente, che può proseguire indipendentemente da quella penale.
Claudio Tamburrino
Notizie collegate
14 Commenti alla Notizia Scuola spiona, non c'è reato
Ordina
  • scuola (in generale)...

    pero' e' una lezione preziosa da imparare (per chi non l'avesse ancora capito)...
    non+autenticato
  • Di solito c'è un piccolo led che avverte dell'attività della cam. Detto questo, basta tappare con un adesivo la cam e la storia è finita...
    non+autenticato
  • - Scritto da: micdore
    > Di solito c'è un piccolo led che avverte
    > dell'attività della cam. Detto questo, basta
    > tappare con un adesivo la cam e la storia è
    > finita...

    Si certo, gli studenti lo hanno chiesto a loro tempo ai tecnici della scuola cosa fosse quel led verde, la risposta: normale funzionamentoSorpresa
  • come al solito i giudici di mostrano di vivere in un mondo tutto loro.. è come se avessero installato una telecamera in casa degli studenti.. non ci vuole un genio per arrivarci.. ma un vecchio rimbambito rimane un vecchio rimbambito.. con o senza toga
    non+autenticato
  • i giudici non fanno le leggi le applicano soltanto, per cui se una legge non esiste non se la possono inventare al momento.
    Come ai detto tu non serve la toga per essere rimbambito, meglio che torni a giocare con pinocchio.
    non+autenticato
  • 'sto stereotipo del giudice americano vecchio e col parruccone... questo si è laureato nel 1986!
    non+autenticato
  • Cioè mi spiano magari mentre sto facendo qualcosa con la mia ragazza o mentre mi sto spippettando con qualche pornazzo e va tutto bene....boh....con che diritto lo fanno poi non si è capito. Mandano in carcere i ragazzini perchè hanno sfondato un sito per sfida e a loro, che mi hanno hackerato il pc per spiarmi e controllarmi, non gli fanno nulla.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ture muture
    > Cioè mi spiano magari mentre sto facendo qualcosa
    > con la mia ragazza o mentre mi sto spippettando
    > con qualche pornazzo e va tutto
    > bene....boh....con che diritto lo fanno poi non
    > si è capito.

    è una questione delicata, anche a me stupisce che l'abuso fatto mediante le telecamere dei PC concessi in comodato agli studenti non sia argomento penale. C'è da vedere adesso come andrà la causa civile.


    > Mandano in carcere i ragazzini
    > perchè hanno sfondato un sito per sfida e a loro,
    > che mi hanno hackerato il pc per spiarmi e
    > controllarmi, non gli fanno
    > nulla.

    loro non hanno hackerato niente, al più si può parlare di manomissione, il PC era il loro e l'hanno concesso in uso agli studenti.
  • - Scritto da: shevathas
    > - Scritto da: ture muture
    > > Cioè mi spiano magari mentre sto facendo
    > qualcosa
    > > con la mia ragazza o mentre mi sto spippettando
    > > con qualche pornazzo e va tutto
    > > bene....boh....con che diritto lo fanno poi non
    > > si è capito.
    >
    > è una questione delicata, anche a me stupisce che
    > l'abuso fatto mediante le telecamere dei PC
    > concessi in comodato agli studenti non sia
    > argomento penale. C'è da vedere adesso come andrà
    > la causa
    > civile.

    Molto probabilmente non esiste una normativa che copra questo genere di azione, e non essendoci neanche sentenze su questo argomento. il procuratore non se la sente di portarli in giudizio, rischiando di perdere la causa e creando quindi un precedente a favore degli spioni, dato che in america le precedenti sentenze sono molto importanti nelle decisioni successive

    > > Mandano in carcere i ragazzini
    > > perchè hanno sfondato un sito per sfida e a
    > loro,
    > > che mi hanno hackerato il pc per spiarmi e
    > > controllarmi, non gli fanno
    > > nulla.
    >
    > loro non hanno hackerato niente, al più si può
    > parlare di manomissione, il PC era il loro e
    > l'hanno concesso in uso agli
    > studenti.

    Forse neanche di manomissione visto che la cosa può essere fatta con un semplice software che è stato installato prima della consegna del PC, sicuramente potrebbe essere un atto illecito ma questo dipende dalle leggi in vigore.
    non+autenticato
  • > Molto probabilmente non esiste una normativa che
    > copra questo genere di azione, e non essendoci
    > neanche sentenze su questo argomento. il
    > procuratore non se la sente di portarli in
    > giudizio, rischiando di perdere la causa e
    > creando quindi un precedente a favore degli
    > spioni, dato che in america le precedenti
    > sentenze sono molto importanti nelle decisioni
    > successive
    >

    la questione è che se non esiste una legge che preveda un simile comportamento come reato non puoi di certo perseguire le persone per tale comportamento.
    c'è da sperare che il risarcimento danni sia abbastanza alto da dissuadere a fare simili giochetti.

    > Forse neanche di manomissione visto che la cosa
    > può essere fatta con un semplice software che è
    > stato installato prima della consegna del PC,
    > sicuramente potrebbe essere un atto illecito ma
    > questo dipende dalle leggi in
    > vigore.

    infatti, la questione legale comunque rimane interessante.
  • - Scritto da: shevathas
    > > Molto probabilmente non esiste una normativa che
    > > copra questo genere di azione, e non essendoci
    > > neanche sentenze su questo argomento. il
    > > procuratore non se la sente di portarli in
    > > giudizio, rischiando di perdere la causa e
    > > creando quindi un precedente a favore degli
    > > spioni, dato che in america le precedenti
    > > sentenze sono molto importanti nelle decisioni
    > > successive
    > >
    >
    > la questione è che se non esiste una legge che
    > preveda un simile comportamento come reato non
    > puoi di certo perseguire le persone per tale
    > comportamento.
    > c'è da sperare che il risarcimento danni sia
    > abbastanza alto da dissuadere a fare simili
    > giochetti.
    >
    > > Forse neanche di manomissione visto che la cosa
    > > può essere fatta con un semplice software che è
    > > stato installato prima della consegna del PC,
    > > sicuramente potrebbe essere un atto illecito ma
    > > questo dipende dalle leggi in
    > > vigore.
    >
    > infatti, la questione legale comunque rimane
    > interessante.
    Prova a farlo tu e vediamo come va a finire!
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: shevathas
    > > Molto probabilmente non esiste una normativa che
    > > copra questo genere di azione, e non essendoci
    > > neanche sentenze su questo argomento. il
    > > procuratore non se la sente di portarli in
    > > giudizio, rischiando di perdere la causa e
    > > creando quindi un precedente a favore degli
    > > spioni, dato che in america le precedenti
    > > sentenze sono molto importanti nelle decisioni
    > > successive
    > >
    >
    > la questione è che se non esiste una legge che
    > preveda un simile comportamento come reato non
    > puoi di certo perseguire le persone per tale
    > comportamento.

    Non è detto in Usa la legislatura è fatta anche dalle sentenze precedenti, per cui basterebbe che un giudice magari di un altra giurisdizione interpreti le leggi in modo più restrittivo e faccia una sentenza e questa diventa un precedente che può essere usato in tribunale, il codice americano è molto diverso dal nostro.

    > c'è da sperare che il risarcimento danni sia
    > abbastanza alto da dissuadere a fare simili
    > giochetti.
    >
    > > Forse neanche di manomissione visto che la cosa
    > > può essere fatta con un semplice software che è
    > > stato installato prima della consegna del PC,
    > > sicuramente potrebbe essere un atto illecito ma
    > > questo dipende dalle leggi in
    > > vigore.
    >
    > infatti, la questione legale comunque rimane
    > interessante.

    Penso che in sede civile ci siano più possibilità di spuntare una condanna, le giurie dei processi civili tendono ad essere più vicine ai querelanti che non ai querelati per cui di solito si tende a raggiungere un accordo extragiudiziale prima di arrivare in aula.
    non+autenticato
  • Io sono stupito dal fatto che, a memoria, ricordo abbastanza bene che i "sorveglianti" si scambiassero info su quello che osservavano, definendolo un reality o qualcosa di simile.
    Se non è violazione della privacy quella...
  • Dimentichi che gli USA non hanno un Codice della Privacy inteso in senso estremamente restrittivo come quello europeo. Nella causa civile però, mancando il consenso, gli studenti non dovrebbero avere troppi problemi a prevalere...
    non+autenticato