Luca Annunziata

Fotografia digitale, fermento agostano

Nikon lancia una DSLR base di lusso, Canon delle compatte costose altrettanto fastose. Le aziende del settore scaldano i motori per l'appuntamento settembrino del Photokina di Colonia

Roma - Sono offerte molto differenti per dimensioni, potenzialità e clientela: Canon e Nikon si muovono a cavallo di Ferragosto per rinnovare rispettivamente la fascia alta e la fascia bassa della propria offerta nel campo delle compatte e delle reflex digitali. In comune, si potrebbe dire, le due aziende giapponesi hanno la fissazione per il video in alta definizione, ormai una commodity obbligatoria per tutte le macchine fotografiche finiscono sul mercato.

Tanto vale partire da Nikon, che ha lanciato la tanto anticipata (e attesa) D3100: la reflex che costituisce la base della sua offerta digitale (e che va a sostituire la D3000) si impone con una lista di specifiche che la pongono in netto vantaggio rispetto alla concorrenza (essenzialmente Canon 1000D e Sony A290) ovviamente approfittando del fattore novità e in attesa della risposta altrui. Sensore CMOS da 14.2MPx (probabilmente simile a quello delle NEX di Sony, da poco lanciate sul mercato), sensibilità fino a 12800ISO, riprese full HD a 24fps (uscita HDMI a bordo, limite di 10 minuti), Live View con autofocus continuo, sistema di pulizia del sensore e schermo da 3 pollici (invero, il punto debole del pacchetto: appena 230mila pixel). Il tutto viene gestito da un nuovo processore, denominato Expeed 2.

Messa a confronto con la D5000, ovvero la sorella maggiore, la D3100 fa segnare parecchi punti a suo favore per quanto attiene la ripresa di video in alta definizione, la risoluzione del sensore e il range ISO. In altre parole, se si esclude bracketing e schermo rotante (quello della D5000 si muove attorno a una cerniera e ha dimensione leggermente inferiore), tra le due non c'è quasi alcuna differenza anche per quanto riguarda le dimensioni. È presto per tirare conclusioni sulla resa fotografica, ma l'introduzione del nuovo sensore e del nuovo processore lasciano intendere che ci dovrebbero essere stati progressi anche su questo fronte. Il prezzo della D3100 con obiettivo 18-55 VR (stabilizzato) sarà di 599 euro sul mercato continentale.
A questo punto, comunque, è lecito attendersi che quanto prima (magari proprio in vista del Photokina di settembre a Colonia) Nikon si appresti a dare un'erede anche alle altre DSLR consumer del suo catalogo, ovvero la già citata D5000 e la D90. E il fatto che Nikon abbia già annunciato anche tutta una serie di ottiche destinate, pare, non solo a chi si avvicina per la prima volta a una reflex, convalida questa tesi: l'85mm f/1.4 sembra fatto apposta per i ritrattisti più esigenti, per non parlare del 24-120mm f/4 VR che sembra perfetto per i reporter con sensore full-frame (come quello che si trova a bordo delle professionali D700 e D3). Completano il quadro i più economici 55-300mm VR per allestire il kit del principiante, e un 28-300mm che dovrebbe essere il corrispettivo full-frame dello stravenduto e popolarissimo 18-200mm in formato DX (ridotto).

Passando a Canon, il discorso si fa più articolato. In questo caso le reflex restano ancora un rebus (ma ci si aspetta novità molto presto anche in questo settore, e a tutti i livelli), mentre a ricevere un'iniezione di novità sono le compatte di lusso e più attente ai gusti di fotoamatori evoluti o in cerca di evoluzione. La PowerShot S95 è una specie di Ferrari delle compatte, con ottica luminossissima (f/2-4,9) anche se un po' limitata nello zoom (solo 3,8x, equivalente a un 28-105mm tradizionale), e un nuovo sistema di stabilizzazione denominato Hibrid IS che promette miracoli. Il sensore è un CCD da 10MPx con diagonale di 1/1,7 pollici (superiore alla media delle compatte), che conferma la decisione di Canon di non correre dietro ai megapixel a tutti i costi privilegiando la qualità e che è in grado di coprire una range di sensibilità compreso tra 100 e 3200ISO. Per il resto la S95 è essenzialmente una compatta con qualche controllo manuale in più, e l'aggiunta pure dell'HDR e delle riprese video 720p (HD ready insomma), per un costo sul mercato USA di 399 dollari (anche questo da Ferrari).

La PowerShot SX130 IS invece punta tutto sullo zoom: in questo caso si arriva a 12x (equivale a un 28-336 di una vecchia reflex 35mm), ma con un sensore da 1/2,3 pollici per 12 milioni di pixel. Anche questa volta Canon ci butta dentro le riprese HD 720p, processore Digic 4 (ma la sensibilità spazia solo tra 100 e 1600ISO), e controlli manuali più completi che su altre piccole. Le dimensioni della SX130 sono più importanti della S95, su questo non ci piove, ma si tratta di macchine con pubblico differente: il costo di questa negli USA sarà di "soli" 250 dollari, ed è disponibile a parte anche lo scafandro per trasformarla in un apparecchio fotografico da immersione subacquea.

Dulcis in fundo, una IXUS che potrebbe fare la felicità di molti (almeno quanti saranno disposti a sborsare i 349 dollari richiesti oltreoceano, per il Vecchio Continente mancano i prezzi ufficiali) e che appare un po' la via di mezzo tra le prime due: la 1000 HS monta un CMOS retrolluminato (all'ultima moda) da 1/2,3 pollici e 10MPx, grazie al quale dovrebbe essere in grado di effettuare buone riprese fotografiche e video HD (1080p, limitati a 10 minuti) anche in condizioni di luce "sfavorevole" (si spinge fino a 3200ISO). C'è anche una modalità di ripresa slow motion da 240fps, e l'obiettivo è un 10x (36-360mm, f/3,4-5,6) dalle dimensioni generose. La IXUS 1000 HS è la più automatica del trio, ma non le manca niente sotto il profilo tecnico (stabilizzazione ottica, riconoscimento dei visi ecc): le dimensioni sono compatte, e si piazza in cima alla lista dei desideri di natale di parecchi appassionati del "punta e scatta".

Luca Annunziata
28 Commenti alla Notizia Fotografia digitale, fermento agostano
Ordina
  • Una volta in effetti la soluzione era semplice, sicuramente reflex, errore di paralasse, autofocus inadeguati, rendevano particamente impossibile ottenere una buona foto da una compatta, oggi invece anche le reflex praticamente si usano con il live view, rimangono gli ingombri mooolto più importanti di una compatta e la differenza di qualità nelle foto si è molto assottigliata.
    Secondo me il mercato delle reflex ha bisogno di una scossa, per me non hanno senso reflex con sensori non full frame in un mercato che sta spingendo anche le compatte verso un'ingrandimento dei sensori (ovvio vista la concorrenza degli smartphone)...
    Perchè come appassionato dovrei spendere tanti soldi e portarmi dietro chili di attrezzatura quando con una compatta evoluta ho zoom 5-6X stabilizzatori ottici integrati e pesi sotto i 200 grammi e in alcuni casi anche interessanti libertà sul controllo dei diaframmi e dei tempi di esposizione?
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Una volta in effetti la soluzione era semplice,
    > sicuramente reflex, errore di paralasse,
    > autofocus inadeguati, rendevano particamente
    > impossibile ottenere una buona foto da una
    > compatta, oggi invece anche le reflex
    > praticamente si usano con il live view, rimangono
    > gli ingombri mooolto più importanti di una
    > compatta e la differenza di qualità nelle foto si
    > è molto
    > assottigliata.

    Ma c'è un argomento in cui ne sai qualcosa e non spari cose a caso?

    Il Live view sulle reflex è lento (per forza costringe lo specchio ad essere alzato e quando scatti si deve prima riabbassare e poi scattare).

    Mettici anche una maggiore lentezza nel mettere a fuoco e il live view in una macchina semi-pro come la D90 di Nikon è quasi inutilizzabile se non in casi particolari.

    Il live view sulle Reflex è solo marketing...

    > Secondo me il mercato delle reflex ha bisogno di
    > una scossa, per me non hanno senso reflex con
    > sensori non full frame in un mercato che sta
    > spingendo anche le compatte verso
    > un'ingrandimento dei sensori (ovvio vista la
    > concorrenza degli
    > smartphone)...
    > Perchè come appassionato dovrei spendere tanti
    > soldi e portarmi dietro chili di attrezzatura
    > quando con una compatta evoluta ho zoom 5-6X
    > stabilizzatori ottici integrati e pesi sotto i
    > 200 grammi e in alcuni casi anche interessanti
    > libertà sul controllo dei diaframmi e dei tempi
    > di esposizione?

    A parte il fatto non trascurabile che le compatte hanno ancora grossi problemi in situazioni di scarsa illuminazione.

    Scusa ma la possibilità di poter scegliere e cambiare lente, obbiettivi, filtri dove la metti? credi che uno zoom 6x risolva tutto e sia paragonabile ad una reflex come versatilità?

    Ma smettile di sparare razzate.

    Le compatte sono compatte, macchine pro-sumer che anche un professionista può utilizzare con vantaggio (veloci da usare e portare nel taschino).

    Le reflex sono macchine completamente diverse che ti permettono di fare foto che con una compatta ti scordi.

    É come paragonare un iPad (compatta) ad un iMac (Reflex non full) ad un Mac Pro (Reflex full). Tutti e tre ti permettono di navigare sul web, controllare la posta e fare altre cose ma tutti e tre rispondono ad esigenze diverse.

    Fan LinuxFan Apple

    PS: metti al posto di iPad, iMac e Mac Pro la marca tua Windows/*nix preferita ma il risultato non cambia.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 23 agosto 2010 16.30
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: FinalCut
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > Una volta in effetti la soluzione era semplice,
    > > sicuramente reflex, errore di paralasse,
    > > autofocus inadeguati, rendevano particamente
    > > impossibile ottenere una buona foto da una
    > > compatta, oggi invece anche le reflex
    > > praticamente si usano con il live view,
    > rimangono
    > > gli ingombri mooolto più importanti di una
    > > compatta e la differenza di qualità nelle foto
    > si
    > > è molto
    > > assottigliata.
    >
    > Ma c'è un argomento in cui ne sai qualcosa e non
    > spari cose a
    > caso?
    >

    Mi diletto in campo fotografico dal 1990 e tu?

    > Il Live view sulle reflex è lento (per forza
    > costringe lo specchio ad essere alzato e quando
    > scatti si deve prima riabbassare e poi
    > scattare).
    >

    certo e questo non è certo un vantaggio per le reflex rispetto alle compatte!

    > Il live view sulle Reflex è solo marketing...

    Per come è implementato in certe reflex hai ragione, il punto è che invece sulle compatte funziona discretamente bene ed ha eliminato il grosso problema della parallasse!

    >
    > > Secondo me il mercato delle reflex ha bisogno di
    > > una scossa, per me non hanno senso reflex con
    > > sensori non full frame in un mercato che sta
    > > spingendo anche le compatte verso
    > > un'ingrandimento dei sensori (ovvio vista la
    > > concorrenza degli
    > > smartphone)...
    > > Perchè come appassionato dovrei spendere tanti
    > > soldi e portarmi dietro chili di attrezzatura
    > > quando con una compatta evoluta ho zoom 5-6X
    > > stabilizzatori ottici integrati e pesi sotto i
    > > 200 grammi e in alcuni casi anche interessanti
    > > libertà sul controllo dei diaframmi e dei tempi
    > > di esposizione?
    >
    > A parte il fatto non trascurabile che le compatte
    > hanno ancora grossi problemi in situazioni di
    > scarsa
    > illuminazione.
    >

    Fatto non trascurabile certo, ma anche sopportabile, specie se unito ad un sistema antivibrazione hardware efficente

    > Scusa ma la possibilità di poter scegliere e
    > cambiare lente, obbiettivi, filtri dove la metti?
    > credi che uno zoom 6x risolva tutto e sia
    > paragonabile ad una reflex come versatilità?
    >
    >


    ci sono compatte 10X (alcune Nikon o Casio ad esempio) che trovi su strada a circa 200 euro che pesano 185 grammi e hanno grand'angoli che arrivano anche a 24 mm equivalenti, praticamente coprono tuttto l'arco delle ottiche rendendo molto meno limitativo il non poter cambiare obbiettivo... se poi si pensa che la maggior parte delle reflex entry level è venduta con pacchetti che includono zoom 28-80 e 80- 210 o giù di la, non è che poi ci sia questa enorme differenza!


    In compenso le reflex con l'attrezzatura pesano diversi Kg e costano nettamente di più... e quando te le porti dietro il loro peso si fa sentire eccome...
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > - Scritto da: FinalCut
    > > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > > Una volta in effetti la soluzione era
    > semplice,
    > > > sicuramente reflex, errore di paralasse,
    > > > autofocus inadeguati, rendevano particamente
    > > > impossibile ottenere una buona foto da una
    > > > compatta, oggi invece anche le reflex
    > > > praticamente si usano con il live view,
    > > rimangono
    > > > gli ingombri mooolto più importanti di una
    > > > compatta e la differenza di qualità nelle foto
    > > si
    > > > è molto
    > > > assottigliata.
    > >
    > > Ma c'è un argomento in cui ne sai qualcosa e non
    > > spari cose a
    > > caso?
    > >
    >
    > Mi diletto in campo fotografico dal 1990 e tu?


    Io sono un regista, un direttore artistico e un direttore delle luci (ma ho iniziato come è giusto che sia) tenendo una camera (video o foto) in mano e sperimentando in prima persona.

    Oggi la fotografia rimane un ex-lavoro oramai divenuto hobby (magari avere il tempo di scattare qualche cosa in prima persona).

    Il mio lavoro principale si svolge dietro una videcamera anche se ultimamente con alcune fotocamere reflex si ottengono riprese migliori di una RED Occhiolino

    Comunque il concetto è che si ti diletti di fotografia una buona compatta o una ibrida compatta con la possibilità di avere ottiche intercambiabili a te va più che bene.
    Sono in grado di fare ottime foto ad una qualità inimmaginabile qualche anno fa.

    Le Reflex (full o meno) lasciale a chi ha esigenze diverse, criticarle o paragonarle ad una compatta è stupido. Così come è stupido criticare un PC paragonandolo ad un iPad.

    EDIT: Non voglio dire che TU non devi comprarti una Reflex, dico solo che se vuoi fare foto "carine" o "particolari" ma anche solo "belle" una compatta ti darà molte soddisfazioni oggi. Se vuoi provare a farla diventare una professione allora sperimenta con una reflex.

    Tanto per dirne una: le compatte hanno parecchio rumore con poca luce, se vuoi vendere le tue foto ad una stockimage sappi che queste non accetteranno mai immagini con rumore e i filtri in post-produzione non ti aiuteranno in questo.

    Fan LinuxFan Apple
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 23 agosto 2010 19.19
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: FinalCut
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > - Scritto da: FinalCut
    > > > - Scritto da: Enjoy with Us

    > >
    > > Mi diletto in campo fotografico dal 1990 e tu?
    >
    >
    > Io sono un regista, un direttore artistico e un
    > direttore delle luci (ma ho iniziato come è
    > giusto che sia) tenendo una camera (video o foto)
    > in mano e sperimentando in prima
    > persona.
    >

    Quindi non sei un fotografo professionista neanche tu.

    > Oggi la fotografia rimane un ex-lavoro oramai
    > divenuto hobby (magari avere il tempo di scattare
    > qualche cosa in prima
    > persona).
    >
    > Il mio lavoro principale si svolge dietro una
    > videcamera anche se ultimamente con alcune
    > fotocamere reflex si ottengono riprese migliori
    > di una RED
    >Occhiolino
    >
    > Comunque il concetto è che si ti diletti di
    > fotografia una buona compatta o una ibrida
    > compatta con la possibilità di avere ottiche
    > intercambiabili a te va più che
    > bene.

    Secondo me esistono solo due tipi di apparecchi validi oggi come oggi o una compatta, che appunto con pesi ed ingombri limitati offrono zoom ragguardevoli e tutto sommato una discreta qualità dell'immagine o in alternativa le reflex full frame, tutto quello che c'è in mezzo vale poco, come le bridge o le reflex con mirino elettronico, le prime perchè perdono in compattezza pur mantenendo un sensore da compatta, le seconde perchè alla fine hanno ingombri più prossimi ad una reflex (e costi superiori) senza averne la managevolezza

    > Sono in grado di fare ottime foto ad una qualità
    > inimmaginabile qualche anno
    > fa.
    >
    > Le Reflex (full o meno) lasciale a chi ha
    > esigenze diverse, criticarle o paragonarle ad una
    > compatta è stupido. Così come è stupido criticare
    > un PC paragonandolo ad un
    > iPad.
    >

    Non è stupido paragonarle, è l'evoluzione delle soluzioni tecniche, oggi nessuno paragonerebbe una buona compatta a quello che può ottenere da uno smartphone, ma probabilmente fra qualche anno non sarà più così... stavo semplicemente osservando che nel passaggio al digitale chi ne ha tratto i maggiori benefici sono state le compatte non certo le reflex!

    > EDIT: Non voglio dire che TU non devi comprarti
    > una Reflex, dico solo che se vuoi fare foto
    > "carine" o "particolari" ma anche solo "belle"
    > una compatta ti darà molte soddisfazioni oggi. Se
    > vuoi provare a farla diventare una professione
    > allora sperimenta con una reflex.
    >

    Guarda che IO una reflex l'ho dal 1990 una canon EOS 600 per la precisione... ottima macchina che mi ha dato numerose soddisfazioni, tuttavia i due zoom , il duplicatore di focale, i filtri, un paio di obbiettivi fissi (un 120 mm e un 24 mm) e il flash pesano un quintale da trascinarsi dietro e non sono certo paragonabili alla manegevolezza di una moderna compatta... certo non hai la stessa libertà di azione, specie in condizione di luce critiche, ma quante volte capita?

    >
    > Tanto per dirne una: le compatte hanno parecchio
    > rumore con poca luce, se vuoi vendere le tue foto
    > ad una stockimage sappi che queste non
    > accetteranno mai immagini con rumore e i filtri
    > in post-produzione non ti aiuteranno in
    > questo.
    >

    Se è per questo allora cosa fai ti prendi una reflex con sensore DX e non una full frame?
  • - Scritto da: Enjoy with Us

    >
    > Quindi non sei un fotografo professionista
    > neanche
    > tu.

    No, non lo faccio più come professione ma essendo direttore delle luci... diciamo che le foto le so fare e anche bene.


    > Secondo me esistono solo due tipi di apparecchi
    > validi oggi come oggi o una compatta, che appunto
    > con pesi ed ingombri limitati offrono zoom
    > ragguardevoli

    EDIT: e se io invece di uno zoom voglio un grandangolo perché mi piace fotografare paesaggi o architettura? Che ci faccio con una compatta?? La birra?


    > e tutto sommato una discreta
    > qualità dell'immagine o in alternativa le reflex
    > full frame, tutto quello che c'è in mezzo vale
    > poco, come le bridge o le reflex con mirino
    > elettronico, le prime perchè perdono in
    > compattezza pur mantenendo un sensore da
    > compatta, le seconde perchè alla fine hanno
    > ingombri più prossimi ad una reflex (e costi
    > superiori) senza averne la managevolezza

    Ma scusa... parli tu che fai sempre due O.O su quanto costa iPhone e iPad?

    Non sono molto aggiornato sui prezzi ma una Nikon D90 te la porti a casa a meno di 800 € mentre per una entry level D700 non bastano 2.000 €

    Se permetti... tutto ha un senso, altrimenti sempre per parlare di computer un iMac non avrebbe senso rispetto ad un Mac Pro.

    Una compatta da 500 € ha ancora meno senso, se permetti, rispetto ad una D90.

    Dipende tutto dalle esigenze, 500 € per essere castrato con obiettivi e situazioni, luci problematiche o 700 € per avere una PRO entry level?

    Io 2.000 € ed oltre per una macchina fotografica personale (non in ambito lavorativo) non voglio spenderli, ma magari 700 € ci arrivo (ovvio poi ci sono le ottiche)....

    Insomma non ha senso dire che schifo l'iMac tanto vale prendersi un iPad... oppure un Mac Pro (in questo esempio le differenze sono ancora meno rilevanti in quanto con un iMac puoi fare le stesse identiche cose solo più lentamente di un Mac Pro mentre con un DX non arrivi a fare tutto quello che fa una full).


    Tanto per fre un esempio ci sono fotografi da studio a cui una DX va più che bene mentre di una compatta non saprebbero cosa farsene.

    Fan LinuxFan Apple
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 23 agosto 2010 23.06
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 23 agosto 2010 23.12
    -----------------------------------------------------------
  • abbi pazienza, ma confrontare un'ottica di plastica di una compatta con una Ottica vera di una reflex... è un fatto fisico, non foss'altro per la dimensione e il numero di lenti coinvolte... non dicamoci corbellerie: senza contare piccole altre differenze legate alla dimensione del sensore, e anche lì il rapporto segnale/rumore è definito da una legge fisica

    le compatte sono comode e carine, ma per le FOTO ci vogliono le reflex: altrimenti le compatte avrebbero bello che rimpiazzato le sorelle maggiori, e non mi pare di vedere fotografi professionisti con in mano una IXUS a bordo campo, ai vertici politici, alle serate mondane
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > abbi pazienza, ma confrontare un'ottica di
    > plastica di una compatta con una Ottica vera di
    > una reflex... è un fatto fisico, non foss'altro
    > per la dimensione e il numero di lenti

    Piano con la plastica, anche le lenti di certe reflex hanno alcune delle lenti in materiale plastico, in particolare gli elementi asferici a bassa dispersione che sono stampati, se non addirittura tutte le lenti che compongono l'ottica come capita su certi obbiettivi Canon (ad esempio su quelli che equipaggiavano la Eos 300 analogica di qualche lustro fa)

    > coinvolte... non dicamoci corbellerie: senza
    > contare piccole altre differenze legate alla
    > dimensione del sensore, e anche lì il rapporto
    > segnale/rumore è definito da una legge
    > fisica
    >

    Comunque sulla qualità di sensore e ottiche hai pienamente ragione, solo che tale qualità oggi si evidenzia solo in certe situazioni, ad esempio nelle foto in scarse condizioni di luce, o ancora nella fotografia sportiva... una volta il divario fra reflex e compatte era incredibilmente più ampio!
    Secondo me oggi ha senso solo una reflex full frame, i mezzi formati non giustificano ne gli ingobri ne i pesi ne tantomeno i costi, se proprio voglio fare fotografia ad un certo livello a quel punto meglio puntare su una full frame e sulle sue ottiche!

    > le compatte sono comode e carine, ma per le FOTO
    > ci vogliono le reflex: altrimenti le compatte
    > avrebbero bello che rimpiazzato le sorelle
    > maggiori, e non mi pare di vedere fotografi
    > professionisti con in mano una IXUS a bordo
    > campo, ai vertici politici, alle serate
    > mondane

    E girano tali fotografi con reflex non full frame? Forse i paparazzi che tanto non cercano certo la qualità nel loro scatto!
  • ma non sai di cosa stai parlando, sul serioA bocca aperta e secondo te le aberrazioni cromatiche che si vedono su una lentina di una compatta sono una roba paragonabile a quanto accade con una reflex? no, per il semplice fatto che le curvature sono diverse (e così pure le geometrie)

    io continuo a usare la reflex, e a sognare l'ottica da 2mila euri: tu fai come ti pareA bocca aperta
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > ma non sai di cosa stai parlando, sul serioA bocca aperta

    Strano, per una volta sono d'accordo con quello che scrivi Sorride

    Fan LinuxFan Apple
  • - Scritto da: Enjoy with Us

    > Per come è implementato in certe reflex hai
    > ragione, il punto è che invece sulle compatte
    > funziona discretamente bene ed ha eliminato il
    > grosso problema della
    > parallasse!

    Grosso problema? Ma che fai foto macro con le compatte??
    Io sono sempre stato abituato ad aggiustare leggermente l'inquadratura tagliando le foto con la taglierina, non vedo perché non si possa fare adesso con photoshop o similari.


    > ci sono compatte 10X (alcune Nikon o Casio ad
    > esempio) che trovi su strada a circa 200 euro che
    > pesano 185 grammi e hanno grand'angoli che
    > arrivano anche a 24 mm equivalenti, praticamente
    > coprono tuttto l'arco delle ottiche rendendo
    > molto meno limitativo il non poter cambiare
    > obbiettivo... se poi si pensa che la maggior
    > parte delle reflex entry level è venduta con
    > pacchetti che includono zoom 28-80 e 80- 210 o
    > giù di la, non è che poi ci sia questa enorme
    > differenza!

    La grande differenza in fotografia la fanno le ottiche.
    In fotografia digitale anche i sensori.
    Secondo te che differenza ci può essere tra un'ottica Carl Zeiss ed una Sigma o Tamron?


    > In compenso le reflex con l'attrezzatura pesano
    > diversi Kg e costano nettamente di più... e
    > quando te le porti dietro il loro peso si fa
    > sentire
    > eccome...

    Certo, ma sono macchine fatte per un uso diverso.
    La compattina è sempre utile quando non hai grosse esigenze, ma se devi fare foto fatte bene, la reflex ed una buona ottica è insostituibile.
    Ai miei tempi manco mi portavo dietro tutto il parco ottiche.
    Spesso uscivo con il solo 50mm f/1 e poi gli andavo giù di ingrandimenti e taglierina per fare l'inquadratura come la volevo io.
  • Visto che l'avete messo anche in grassetto:
    Canon e Nikon si muovo muovono a cavallo di Ferragosto
    non+autenticato
  • sistemato, grazieOcchiolino
  • approfittando di un prezzo stracciato, evidentemente perchè in fine serie, ho comprato la SX120IS. Bella macchina, poi io sono a favore delle batterie stilo, e ormai sono quasi tutte con le litio...
    Anche solida, peccato solo per lo sportello delle batterie (appunto!), che invece appare decisamente fragile. Spero sia solo un'impressione.
    Facile da usare ma dotata di tutte le funzioni, in modalità Programma e Manuale si può fare quello che si vuole.
    Si sente la mancanza del grandangolo, ma con la 130 c'è anche quello...
    La sto usando con batterie Panasonic Infinium 2000 mAh e si comporta bene.
    Quasi mi pento di aver speso tanto per una reflex, un paio d'anni fa.
    CYA
    non+autenticato
  • L'ho presa da poco anch'io per sostituire la mia coolpix 5600 che ho praticamente consumato. Trovo però che con le impostazioni automatiche la 120 tenda a sovraesporre leggermente le foto, per fortuna ci sono mille modi per regolarla manualmente. Oltre allo sportellino anche il resto della macchina non ha una bella qualità costruttiva, molto plasticosa. Sento molto la mancanza del mirino ottico che ormai sembra destinato solo alle compatte di alto livello, ma zoomare a 10x seppur con lo stabilizzatore con la macchina a 50cm non è la stessa cosa che averla appoggiata all'occhio.
    non+autenticato
  • certo è tutta plastica, ma i controlli mi sembrano solidi, anche il corpo non è leggero e dall'aspetto fragile come altre che ho provato. Secondo me l'unico punto (apparentemente) debole è lo sportello batterie. Ad esempio mi piace il flash da sollevare manualmente: della serie, meno cose ci sono e meno cose si possono rompere. Inoltre così non c'è il rischio di sparare flash non desiderati. Il mirino ottico sarebbe difficilmente integrabile in un corpo con queste dimensioni, e ormai in effetti lo trovi solo su bridge o reflex. Cmq ho cacciato 159 euri e quindi non mi lamento.
    CYA
    non+autenticato
  • Se sei pentito di avere acquistato una reflex (suppongo al max una prosumer) e ritieni che una compatta faccia le stesse cose, vendi la reflex.
    non+autenticato
  • Beh in realtà fotografare con la reflex è decisamente un altro pianeta, inoltre l'ho comprata insieme ad un obiettivo superzoom 28-380mm equivalenti che fa davvero miracoli, e le foto ovviamente sono un'altra cosa rispetto alle compatte. Però sono rimasto talmente deluso dai problemi che ha con le batterie, che la cosa in pratica mi ha guastato quasi del tutto il divertimento. E' una Pentax K200D, che usa 4 pile stilo. Rifiuta di usare, o funziona male con, quasi tutte le pile ricaricabili. Sembra accettare decentemente solo le SONY ENELOOP (le ho trovate solo da poco e le sto provando, non è facile trovarle in italia). Peccato perchè per il resto è una buona macchina. Quando le pile vanno bene, fa oltre 500 foto senza ricaricare. Tra l'altro, sul modello precedente (K100) la Pentax ha risolto (pare) il problema con un aggiornamento del firmware. Ma per la K200D ancora niente...
    non+autenticato
  • La S95 è un pò più che una macchian con qulche controllo manuale in più, visto che oltre alle classiche pose AV TV ecc. ha la funzione "control Ring" che tramite l'anello zigrinato posta attorno all'obiettivo ti permette di controllare direttamente il fuoco, l'esposizione, l'apertura come una reflex vera e propria e addirittura tutta una serie di funzioni per
    gli scatti con poca luce. Dire un grande valorre aggiunto rispetto alla ripresa di video in HD che è una delle tante mode che nascono per vendere
    più macchine...
    Paperolibero
    non+autenticato
  • Ops !! Il control ring c'era già sulla S90 per cui le sole novità sono lo stabilizzatore ibrido e i video HD per il resto sono gemelle (basta fare un confronto sul sito Canon) a questo punto conviene comprare la S90 che adesso calerà notevolmente di prezzo....
    non+autenticato
  • permettimi un'uscita polemica (anzi due):

    1. le foto le fai tu, non la macchina
    2. NON è una reflex, non foss'altro che l'ottica è quella che è e l'otturatore fa 1/1600 sec: NON è una reflex, anche se salva una specie di RAW non lo èCon la lingua fuoriOcchiolino
  • >NON è una reflex

    quoto ed aggiungo, potrebbe anche salvare veri raw ma non è comunque una reflex, sensore minuscolo, specchio assente, impossibilità di cambiare obbiettivi.....è e resta una compatta, magari meno banale di altre ma pur sempre una compatta.
    non+autenticato
  • ho messo una reflex digitale in mano a mio nipote di 7 anni in modalita' automatica ed ha fatto foto fantastiche...la fotografia digitale ha distrutto l'arte della fotografia, oggi chiunque possa spendere almeno 200 euro si ritrova con una macchina che fa foto che dieci anni fa non avrebbe mai fatto. peccato per chi ha consumato rullini e rullini per capire come impostare al meglio il diaframma!!!
    non+autenticato
  • ho capito, però se sai come si usa il diaframma, come si sceglie quando far aprire lentamente e quando rapidamente l'otturatore, le foto le fai diverse

    per non parlare delle tonnellate di foto che affollano flickr e facebook colme di piedi tagliati, teste tagliate, inquadrature monche, totale squilibrio della composizione

    fare belle foto perché è tutto semplificato ok, fare delle belle foto sapendo quello che si sta facendo è un altro paio di maniche

    mi sono fatto dissanguare dal lab per sviluppare centinaia di rullini negativi e positivi, e la differenza tra le mie foto fatte con la reflex (di 5 anni fa) e quelle della mia ragazza con la compatta si vedono tutte: e non è solo una questione di raw (anche se sta imparando in fretta, lei)
  • - Scritto da: armandinho
    > ho messo una reflex digitale in mano a mio nipote
    > di 7 anni in modalita' automatica ed ha fatto
    > foto fantastiche...la fotografia digitale ha
    > distrutto l'arte della fotografia, oggi chiunque
    > possa spendere almeno 200 euro si ritrova con una
    > macchina che fa foto che dieci anni fa non
    > avrebbe mai fatto. peccato per chi ha consumato
    > rullini e rullini per capire come impostare al
    > meglio il
    > diaframma!!!

    Vabbè, allora buttiamo nel cesso la profondità di campo e la composizione!
    Tuo nipote non ha fatto foto fantastiche, semplicemente non le ha fatte sfocate o mal esposte perché la macchina era in program.

    Tra l'altro anche con la mia vecchia EOS 5 tuo nipote avrebbe fatto delle foto correttamente esposte e a fuoco. Non c'entra nulla che sia digitale o analogica.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 agosto 2010 13.39
    -----------------------------------------------------------
  • Sono d'accordo con te. Certo che se uno ha consumato rullini per capire la profondità di campo....
    Oggi è difficile fare una foto tecnicamente inaccettabile, ma da questo a fare una bella foto ce ne passa.
    Se poi le guardiamo nel display della fotocamera sembran tutte belle.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rover
    > Sono d'accordo con te. Certo che se uno ha
    > consumato rullini per capire la profondità di
    > campo....

    Ma all'epoca era l'unico modo.
    Solo usando la machina in manuale si capisce davvero dove sta l'errore.

    > Oggi è difficile fare una foto tecnicamente
    > inaccettabile, ma da questo a fare una bella foto
    > ce ne

    > passa.
    > Se poi le guardiamo nel display della fotocamera
    > sembran tutte
    > belle.

    Infatti.
  • - Scritto da: armandinho
    > ho messo una reflex digitale in mano a mio nipote
    > di 7 anni in modalita' automatica ed ha fatto
    > foto fantastiche...la fotografia digitale ha
    > distrutto l'arte della fotografia, oggi chiunque
    > possa spendere almeno 200 euro si ritrova con una
    > macchina che fa foto che dieci anni fa non
    > avrebbe mai fatto. peccato per chi ha consumato
    > rullini e rullini per capire come impostare al
    > meglio il
    > diaframma!!!

    E' vero che le foto che escono da una reflex a un novizio sembrano stupende (lo sembravano anche a me, appena presa in mano una Canon entry-level 450D). Poi confrontando e "studiando" ci si rende conto che le foto fantastiche sono ben altro che foto a fuoco con colori decenti.Occhiolino