Claudio Tamburrino

Facebook, gradimento RFID

Il "pollice su" del social network sbarca nel mondo reale. Utilizzando l'identificazione di radio frequenze. Testato in un parco acquatico

Roma - La tecnologia Radio Frequency IDentification (RFID), già utilizzata per esempio per tessere di riconoscimento o carte di credito, quest'estate ha anche esordito nel mondo dei social network: è stata infatti utilizzata per una versione nel mondo reale del Mi Piace di Facebook.



L'identificatore di radio fequenze permette di passare ad un lettore magnetico le informazioni (solitamente con i dati dell'utente) contenute nel transponder (TAG) grande appena come un codice a barre o un'etichetta adesiva. Questo meccanismo può funzionare ad una distanza più o meno elevata, e univocamente o biunivocamente a seconda della complessità dei lettori e dei TAG utilizzati.
A pensansare ad un suo utilizzo social è stata l'azienda israeliana e-dologic che l'ha sperimentata nel centro estivo Coca Cola Village. Gli utenti sono stati dotati di un braccialetto con Tag RFID con i propri dati Facebook caricati, mentre nelle varie aree del villaggio vacanze sono state dislocate delle "Like-Machine": avvicinando il braccialetto al lettore contenuto al suo interno, questa crea automaticamente un "mi piace" sul profilo dell'utente per il luogo o l'attività specifica così gradita da volerla spammare condividere con i propri amici.

Oltre alle macchine con il pollice, il fotografo ufficiale del Coca Cola Village è stato dotato di una macchinetta che in combinazione con i braccialetti permette di pubblicare e taggare automaticamente le foto. L'iniziativa, hanno riferito gli organizzatori, è stata premiata con un alto gradimento da parte degli utenti. Ma d'altronde il pulsante "non mi piace" non esiste ancora su Facebook.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
18 Commenti alla Notizia Facebook, gradimento RFID
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)