Claudio Tamburrino

Brevetti, e con questo abbiamo chiuso

L'ultimo titolo riconosciuto a Microsoft sembra tutelare la procedura da anni implementata per lo spegnimento dei computer. Con (quasi) qualunque sistema operativo installato

&lRoma - L'Ufficio Marchi e Brevetti statunitense (USPTO) ha riconosciuto a Microsoft il brevetto numero 7,788,474 dall'emblematico titolo "Spegnimento di sistemi operativi".

Il titolo, che potrebbe lasciare un po' interdetti per la genericità dell'espressione, non è chiarito dal riassunto che descrive il normale procedimento di chiusura di Windows: con lo spegnimento automatico di alcuni programmi e la finestra con cui gli utenti possono spegnere automaticamente anche quelli in esecuzione. E anche nelle rivendicazioni vengono essenzialmente elencati i vari passi che da anni implementa Windows (e non solo) per spegnersi, in particolare la possibilità di avvertire l'utente di eventuali documenti non salvati e di permettergli di forzare la chiusura di programma ancora attivi e che impediscono lo spegnimento.

Depositato nell'agosto del 2005, la procedura coperta dal brevetto sembra poter toccare anche la chiusura di Mac OS X.
Claudio Tamburrino
Notizie collegate
66 Commenti alla Notizia Brevetti, e con questo abbiamo chiuso
Ordina
  • Il problema e' come si danno le notizie.

    In USA i brevetti funzionano in modo radicalmente diverso dall'UE.

    L'ufficio brevetti USA fa praticamente solo da "notaio", verifica formalmente la richiesta e se ne frega di prior art eccetera, poi quando tenti di fare l'enforcment del brevetto si discute in tribunale. Brevettare in USA e' poco piu' che depositare da un notaio un documento che dice "Ho inventato questo" per dare alla cosa una data certa. Se vado in USA e provo a brevettare la ruota probabilmente ci riesco, che poi riesca a farmi pagare da qualcuno e' un'altra storia.

    Il vero problema e' che c'e' sempre la possibilita' di finire in tribunale dove, in USA perfino piu' che da noi, chi ha piu' soldi per gli avvocati ha un vantaggio strategico non da poco... per questo che M$ faccia trollate del genere fa un po' schifo, ma pazienza, passera', anch Microsoft.

    A:
    non+autenticato
  • Il sistema brevettuale è in profonda crisi, non solo negli Stati Uniti.
    Urge un profondo ripensamento.
    non+autenticato
  • esiste "prior art"
    non+autenticato
  • mmmmm no non e' prior art.
    shutdown -h uccide indiscriminatamente i processi.

    quello che ha brevettato MS e' la possibilita' di scegliere quali processi uccidere od al limite annullare lo spegnimento.
    non+autenticato
  • Lo faceva MacOS 7 nel 1998.

    A.
    non+autenticato
  • Se i matematici, dalla notte dei tempi ad oggi, avessero brevettato equazioni, concetti, pensiamo ad Eulero, Pitagora o più recentemente Einstein. Tutto quello che abbiamo oggi non ci sarebbe.
    Quindi prima di affermare che "c'è chi ci ha investito soldi nella ricerca ed è giusto brevettare certe idee", proviamo a pensare senza la monetizzazione forzata di tutto quel che c'è nel mondo.
    Pensiamo a quanti soldi vengono spesi da aziende diverse per fare ricerca sulla stessa cosa, cosa succederebbe se tutto lo scibile umano forse documentato e accessibile a tutti?
    non+autenticato
  • - Scritto da: xplosion198 4
    > Se i matematici, dalla notte dei tempi ad oggi,
    [...]
    > tutti?

    Probabilmente avremo qualche arma termonucleare in ogni paese.

    Scherzi a parte e' molto sensato quel che dici, ma come si suol dire: fanno i conti senza l'oste.

    Siccome non ci credo che Apple non ha provato a brevettare lo spegnimento dei PC (anche perché a quei tempi i PC avevano l'interruttore HW vale a dire che c'erano i cavi con la corrente a 220V direttamente dietro la plastica del pulsante), probabilmente si tratta di due tecnologie diverse... e' nel 2002 anche i sistemi *nix avevano la medesima funzione.

    A mio avviso si tratta di "prior use" e mi tocca andare a leggere l'articolo originale. Certe volte P.I. si fa prendere un po' la mano.

    GTFS
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush Fuorisede
    >
    > Siccome non ci credo che Apple non ha provato a
    > brevettare lo spegnimento dei PC (anche perché a
    > quei tempi i PC avevano l'interruttore HW vale a
    > dire che c'erano i cavi con la corrente a 220V
    > direttamente dietro la plastica del pulsante),
    > probabilmente si tratta di due tecnologie
    > diverse... e' nel 2002 anche i sistemi *nix
    > avevano la medesima
    > funzione.
    >

    I brevetti sono una moda recente.
    Tutte le vere innovazioni nel campo dell'informatica sono degli anni 60-70, magari anche primi anni '80, e a quei tempi inventavano davvero ma non si mettevano brevettare le stupidaggini software tipo lo spegnimento di un computer: i brevetti erano ancora una cosa sana.

    Se Symour Cray o Douglas Engelbar o Alan Key e gli altri dei laboratori Xerox o la prima Apple dei due Steve si fossero messi a brevettare solo 1/10 delle cose che hanno REALMENTE inventato, l'informatica oggi sarebbe totalmente nelle loro mani.

    Invece è nelle mani di qui plagiatori della M$, che ha sempre copiato in vita sua, e ora brevetta tonnellate di ca**ate per sentirsi "innovativa" (ma non se la beve più nessuno, ormai).
    non+autenticato
  • - Scritto da: MacBoy
    > - Scritto da: Guybrush Fuorisede
    [...]
    > I brevetti sono una moda recente.
    > Tutte le vere innovazioni nel campo
    > dell'informatica sono degli anni 60-70, magari
    > anche primi anni '80, e a quei tempi inventavano
    > davvero ma non si mettevano brevettare le
    > stupidaggini software tipo lo spegnimento di un
    > computer: i brevetti erano ancora una cosa
    > sana.
    >
    > Se Symour Cray o Douglas Engelbar o Alan Key e
    > gli altri dei laboratori Xerox o la prima Apple
    > dei due Steve si fossero messi a brevettare solo
    > 1/10 delle cose che hanno REALMENTE inventato,
    > l'informatica oggi sarebbe totalmente nelle loro
    > mani.
    >
    > Invece è nelle mani di qui plagiatori della M$,
    > che ha sempre copiato in vita sua, e ora brevetta
    > tonnellate di ca**ate per sentirsi "innovativa"
    > (ma non se la beve più nessuno,
    > ormai).
    Non mi riferisco all'idea di spegnimento via software.
    Nel mio piccolo l'ho sviluppata anche io usando un C=64, un rele' un paio di transistor (per amplificare la corrente da 5V dell'uscita TAPE e a pilotare il rele') e una caffettiera.

    Nel mio piccolo il C=64 accendeva e spegneva una caffettiera elettrica allo scopo di fare il caffé.
    Non era granché come applicazione, ma nel 1986 era un gran risultato.
    Non in caffé (alla fine ho bruciato la caffettiera, sob).

    Mi riferisco al dispositivo fisico e al codice che lo gestisce.
    Quello si può brevettare eccome.

    GTFS
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush Fuorisede
    > - Scritto da: MacBoy
    > Mi riferisco al dispositivo fisico e al codice
    > che lo
    > gestisce.
    > Quello si può brevettare eccome.

    Comunque quello che richiama il brevetto, cioè la procedura di spegnimento con la chiusura delle applicazioni aperte e la richiesta di salvataggio dei documenti aperti, è una cosa che il Mac fa almeno dai tempi del System 7 (1991), forse anche del System 6 (1988)...
    non+autenticato
  • - Scritto da: MacBoy
    > - Scritto da: Guybrush Fuorisede
    > > - Scritto da: MacBoy
    > > Mi riferisco al dispositivo fisico e al codice
    > > che lo
    > > gestisce.
    > > Quello si può brevettare eccome.
    >
    > Comunque quello che richiama il brevetto, cioè la
    > procedura di spegnimento con la chiusura delle
    > applicazioni aperte e la richiesta di salvataggio
    > dei documenti aperti, è una cosa che il Mac fa
    > almeno dai tempi del System 7 (1991), forse anche
    > del System 6
    > (1988)...

    Effettivamente e' un concetto che sta alla base del multitasking, e il multitasking e' prior art alla M$ stessa: prima e' nato il multitasking, poi e' nata la M$, e poi ma mooooolto poi, la M$ ha introdotto il multitasking nei suoi sistemi disoperativi.
  • e se esistesse un modo per garantire la libera circolazione delle idee e il loro eventuale sfruttamento economico?
    non+autenticato
  • - Scritto da: GNU
    > e se esistesse un modo per garantire la libera
    > circolazione delle idee e il loro eventuale
    > sfruttamento
    > economico?

    Si chiama brevetto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xplosion198 4
    > Se i matematici, dalla notte dei tempi ad oggi,
    > avessero brevettato equazioni, concetti, pensiamo
    > ad Eulero, Pitagora o più recentemente Einstein.
    > Tutto quello che abbiamo oggi non ci
    > sarebbe.

    telefono, tv, razzi spaziali, ricerche energetiche e nucleari, etc. sono tutte cose brevettate e altamente diffuse ed evolute

    la tua visione è un po' ingenua, dimentichi che il brevetto è lo stimolo dell'uomo e non un ostacolo

    forse dovresti studiare un po' prima di giudicare

    detto questo è ovvio che bisogna sempre lottare contro gli eccessi, ma non bisogna sparare sui brevetti con frasi tipo... "se tutto il sapere fosse libero" etc..

    sai perchè?

    perchè alla fine tutto il sapere è ugualmente libero, ma se io invento/costruisco qualcosa a forza di notti passate a lavorare (mentre tu dormi), non vedo perchè tu possa il giorno dopo copiare il mio lavoro per farci soldi (salvo pagarmi i dovuti contributi)

    se vuoi studiarti un brevetto, vai all'ufficio brevetti oppure cerca in rete, i brevetti sono pubblici, compreso le istruzioni dettagliate

    ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: sokinmag
    > - Scritto da: xplosion198 4
    > > Se i matematici, dalla notte dei tempi ad oggi,
    > > avessero brevettato equazioni, concetti,
    > pensiamo
    > > ad Eulero, Pitagora o più recentemente Einstein.
    > > Tutto quello che abbiamo oggi non ci
    > > sarebbe.
    >
    > telefono, tv, razzi spaziali, ricerche
    > energetiche e nucleari, etc. sono tutte cose
    > brevettate e altamente diffuse ed
    > evolute

    io aggiungerei altamente diffuse ed evolute...una volta scaduti i brevetti a riguardo, vedi lampadina, locomotive a vapore...ma in genere è così

    >
    > la tua visione è un po' ingenua, dimentichi che
    > il brevetto è lo stimolo dell'uomo e non un
    > ostacolo

    la tua visione invece è un fuorviante, è lo stimolo dell'uomo che vuole guadagnare.

    >
    > forse dovresti studiare un po' prima di giudicare
    >
    > detto questo è ovvio che bisogna sempre lottare
    > contro gli eccessi, ma non bisogna sparare sui
    > brevetti con frasi tipo... "se tutto il sapere
    > fosse libero" etc..

    oppure "il brevetto è lo stimolo dell'uomo" ...menomale che l'uomo nel frattempo si è stimolato con altro... A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta

    >
    >
    > sai perchè?
    >
    > perchè alla fine tutto il sapere è ugualmente
    > libero, ma se io invento/costruisco qualcosa a
    > forza di notti passate a lavorare (mentre tu
    > dormi), non vedo perchè tu possa il giorno dopo
    > copiare il mio lavoro per farci soldi (salvo
    > pagarmi i dovuti
    > contributi)

    perchè il sistema dei brevetti mostra già da parecchi anni i suoi problemi e limiti ... per dirne una, copio il tuo lavoro, con l'aiuto di un copywriter trovo una mofica/cavillo che mi permette di non pagarti e anzi di farmi pagare.
    alla fine il sapere non è libero, non dovrei neanche canticchiare le sigle dei cartoni animati a mio figlio....dovrei pagare i diritti...che pietà.

    >
    > se vuoi studiarti un brevetto, vai all'ufficio
    > brevetti oppure cerca in rete, i brevetti sono
    > pubblici, compreso le istruzioni
    > dettagliate
    >
    > ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: sokinmag
    >
    > perchè alla fine tutto il sapere è ugualmente
    > libero, ma se io invento/costruisco qualcosa a
    > forza di notti passate a lavorare (mentre tu
    > dormi), non vedo perchè tu possa il giorno dopo
    > copiare il mio lavoro per farci soldi (salvo
    > pagarmi i dovuti
    > contributi)

    Ma se sei stato tanto bravo da inventare/costruire qualcosa di innovativo sarai anche altrettanto bravo a sfruttarla commercialmente.

    Altrimenti vuol solo dire che sei stato bravo ad inventare qualcosa, ma qualcuno e' stato piu' bravo di te ad inventare una sua applicazione che a te non era venuta in mente.
  • Sono d'accordo con la proprietà intellettuale, molti lavorano e vivono giustamente di questo, ma come si fa a brevettare lo spegnimento? in quale altro modo potrebbe essere possibile lo spegnimento via software?
    Sapete cosa vi dico? un mio antenato inventò la ruota, e tutti voi mi dovete un sacco di soldi.
    Facile no?
  • e io la ruota l'ho brevettata XD... come la mettiamo??
    non+autenticato
  • La mettiamo sulla strada, che ho brevettato io!
    ruppolo
    33147
  • Che siete tutti e due in ritardo.
    La ruota è già stata brevettata da John Keogh nel 2001 in Australia.
    http://news.bbc.co.uk/2/hi/asia-pacific/1418165.st...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)