Mauro Vecchio

Google, denari e novitÓ per la privacy

8,5 milioni di dollari pronti per un accordo che porrebbe fine alla class action avviata da alcuni utenti Gmail adirati per le impostazioni di Buzz. Mentre BigG dichiara guerra a certe ridondanze legalesi delle sue policy

Roma - L'ultima decisione spetterà ora ad un giudice di San José, in grado di apporre la parola fine ad un capitolo piuttosto delicato nella breve storia di Buzz. Google ha infatti depositato presso una corte californiana i documenti relativi alla sua proposta di accordo, per risolvere definitivamente una class action avviata alla metà dello scorso febbraio.

E sono 8,5 i milioni di dollari che BigG verserebbe per compensare i torti subiti da un pugno di utenti del suo servizio di posta elettronica Gmail, unitisi in un'azione legale poco dopo il lancio del social network Buzz. Al centro delle recriminazioni, macroscopici problemi di privacy, relativi alla gestione dei profili pubblici, alla trasparenza delle impostazioni e alla mancanza di visibilità dei meccanismi di scelta delle opzioni di condivisione.

Trascinata in aula, l'azienda di Mountain View è ora intenzionata a scendere a patti, per istituire una sorta di fondo milionario. Gran parte degli 8,5 milioni di dollari andrà infatti a varie organizzazioni impegnate nella tutela della privacy degli utenti. Il denaro restante servirà invece per pagare le spese legali dei sette utenti Gmail che avevano dato avvio alla class action.
La Grande G ha così espresso la propria soddisfazione per la proposta di patteggiamento: "Siamo sempre stati impegnati nell'offrire agli utenti trasparenza e facoltà di scelta, in Buzz come in tutti i nostri prodotti. Continueremo a collaborare con loro per fornire la miglior esperienza possibile".

╚ infatti recente un post apparso sul blog ufficiale dedicato alle Public Policy di BigG, che ha innanzitutto sottolineato come la maggior parte delle stesse policy in materia di privacy siano tuttora troppo difficili da comprendere. Google non ha praticamente cambiato alcunché, ha soltanto garantito ai suoi utenti un livello maggiore di trasparenza e comprensibilità.

Due i passi avanti annunciati dal post. Il primo, relativo all'eliminazione di 12 policy specifiche in materia di privacy, come ad esempio quelle relative alla condivisione di contatti tra i servizi Gmail, GTalk e Google Docs. Si tratterebbe infatti di inutili ripetizioni, tranquillamente inseribili all'interno delle più generiche Google Privacy Policy.

Il secondo, una sorta di restyling verbale dei termini delle policy generiche di BigG, per eliminare qualsiasi forma di legalese spinto nonché inutili ridondanze. Inoltre, l'azienda di Mountain View ha annunciato l'arricchimento dei vari help center (più informazioni sulla privacy per gli utenti) e una nuova pagina unica per l'inserimento di tutti i principali tool a tutela della privacy. Le novità entreranno in vigore a partire dal prossimo 3 di ottobre.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
21 Commenti alla Notizia Google, denari e novitÓ per la privacy
Ordina
  • Come già anticipato in un mio post, tutti i servizi di Google mettono in bella evidenza la dicitura " Abbiamo semplificato le regole sulla privacy...". Tale dicitura era presente ovunque per almeno una settimana, da oggi non ve ne è quasi più traccia. Ho comunque dato un'occhiata ( l'ho letta, confesso ) e non ho riscontrato alcuna modifica sostanziale, anzi consiglierei di leggere i riferimenti alla privacy per ogni servizio offerto da Google ( GMail, Buzz, Adsense etc.. ).
    Con Google si arriverà al punto di poter scaricare 171Ml di nominativi, come accaduto per facebook? vedi articolo: http://www.fattorezero.com/2010/09/171000000-di-no...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fattore Zero
    > Come già anticipato in un mio post, tutti i
    > servizi di Google mettono in bella evidenza la
    > dicitura " Abbiamo semplificato le regole sulla
    > privacy...". Tale dicitura era presente ovunque
    > per almeno una settimana, da oggi non ve ne è
    > quasi più traccia. Ho comunque dato un'occhiata (
    > l'ho letta, confesso ) e non ho riscontrato
    > alcuna modifica sostanziale, anzi consiglierei di
    > leggere i riferimenti alla privacy per ogni
    > servizio offerto da Google ( GMail, Buzz, Adsense
    > etc..
    > ).
    > Con Google si arriverà al punto di poter
    > scaricare 171Ml di nominativi, come accaduto per
    > facebook? vedi articolo:
    > http://www.fattorezero.com/2010/09/171000000-di-no

    Ho notato anch'io questo fatto. Anche se adesso fino ai primi di ottobre ci possono essere delle modifiche per la comprensione del testo, non certo sui contenuti. Detto questo, prima di usare un servizio sia esso FB o di google o di qualcun altro è necessario leggere almeno la parte riguardante la privacy nel uso del servizio è doveroso.
  • Questa gente che ha indetto una class action sono solo dei meschini approfittatori.

    Google ha toppato nell'attivare buzz di default come ha fatto, e lo abbiamo detto e ribadito anche su questo forum, ma l'eliminazione di buzz era proprio un banale click, alla portata di qualunque utente consapevole.
  • Vabbè, ma in america è la patria del furbo. Li pure i singoli possono diventare milionari per qualche causella.
    harvey
    1481
  • praticamente la stessa cosa che ho pensato anch'io ...

    google fà buzz, bello! tutti a provarlo!

    passa un pò di tempo ... azz ci sono 8,5 milioni di dollari di class action ... ehi ma io non volevo buzz .. ha violato la mia privacy! quanto prendo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > Questa gente che ha indetto una class action sono
    > solo dei meschini
    > approfittatori.
    >

    Due pesi due misure vero pandino?
    Se fosse stata Ms cosa avresti scritto? Probabilmente sarebbero degli eroi...dei paladini della libertà...dei martiri!!!

    > l'eliminazione di buzz
    > era proprio un banale click, alla portata di
    > qualunque utente
    > consapevole.

    Mmmmmhhhh non proprio pandino.
    Per attivarlo basta, molto semplicemente, un click sul link "turn on buzz" (nessun avviso sulla privacy e su quanto buzz sia invasivo).
    Per disattivare quell'orrore di buzz invece è un pochino più complicato (quel tanto per far si che l'utonto medio non ce la faccia):
    - per prima cosa bisogna cliccare su "turn off buzz" che, stranamente è scritto mooolto piccolo a fondo pagina.
    - ora si apre un'altra schermata, con i controlli assolutamente fuori standard, dove devo cliccare sul link "Disable Google Buzz".
    - e ora, siori e siori, un bel popup intimidatorio con tanto di warning in bella vista dove poco chiaramente e molto minacciosamente viene scritto che verrà eliminato il profilo pubblico di Google.

    In pratica l'utonto medio che, miracolosamente, arriva fino allo step 3 probabilmente cliccherà su "No, I changed my mind" visto che il pulsante "Yes, delete my profile and posts" non sembra molto rassicurante.

    Finiscila di pensare che Google sia una ONLUS, avrai ormai 50 anni, è ora di capire come funziona il mondo e svegliarsi un pochino non credi?
  • - Scritto da: Uau (TM)
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Questa gente che ha indetto una class action
    > sono
    > > solo dei meschini
    > > approfittatori.
    > >
    >
    > Due pesi due misure vero pandino?
    > Se fosse stata Ms cosa avresti scritto?

    Che domande...
    I due pesi e le due misure si applicano a partire dalla fonte.
    M$ vende e preinstalla.
    G offre in uso gratuito e non impone: tu sei liberissimo di usare hotmail.

    > > l'eliminazione di buzz
    > > era proprio un banale click, alla portata di
    > > qualunque utente
    > > consapevole.
    >
    > Mmmmmhhhh non proprio pandino.
    > Per attivarlo basta, molto semplicemente, un
    > click sul link "turn on buzz" (nessun avviso
    > sulla privacy e su quanto buzz sia
    > invasivo).

    Rileggiti la storia: quando lo immisero era attivo di default.
    E io lo disabilitai con un click.

    > Per disattivare quell'orrore di buzz invece è un
    > pochino più complicato (quel tanto per far si che
    > l'utonto medio non ce la
    > faccia):
    > - per prima cosa bisogna cliccare su "turn off
    > buzz" che, stranamente è scritto mooolto piccolo
    > a fondo
    > pagina.
    > - ora si apre un'altra schermata, con i controlli
    > assolutamente fuori standard, dove devo cliccare
    > sul link "Disable Google
    > Buzz".
    > - e ora, siori e siori, un bel popup
    > intimidatorio con tanto di warning in bella vista
    > dove poco chiaramente e molto minacciosamente
    > viene scritto che verrà eliminato il profilo
    > pubblico di
    > Google.

    Non so che cosa sia successo, nel frattempo, ma io non avevo fatto tutto questo casino per disabilitarlo, e comunque adesso non ho voglia di riattivarlo per vedere come funziona la procedura di disabilitazione.

    E comunque visti i tuoi precedenti, se permetti, alla tua versione non credo, e aspetto che me la confermi qualcuno piu' affidabile e meno di parte.

    > In pratica l'utonto medio che, miracolosamente,
    > arriva fino allo step 3 probabilmente cliccherà
    > su "No, I changed my mind" visto che il pulsante
    > "Yes, delete my profile and posts" non sembra
    > molto rassicurante.

    L'utonto medio usa hotmail per la posta e bing per le ricerche: ovvero quanto il sistema operativo preinstallato per utonti medi propone.

    > Finiscila di pensare che Google sia una ONLUS,

    Per quanto mi riguarda Google offre servizi aggratis senza imporre nulla.

    > avrai ormai 50 anni,
    Campa cavallo!

    > è ora di capire come
    > funziona il mondo e svegliarsi un pochino non
    > credi?

    Si, certo, il mondo funziona che 4 avvocati senza scrupoli approfittano di qualunque pretesto per scatenare delle class action.
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > Si, certo, il mondo funziona che 4 avvocati senza
    > scrupoli approfittano di qualunque pretesto per
    > scatenare delle class
    > action.

    Non solo. Il mondo "funziona anche che", dove c'è gente ci sono soldi!
    E' per questo che fessbukk fa paura a Google che ha cercato di porre un freno al ciclone prima che questo, ad esempio, tiri fuori il suo motore di ricerca e tanti saluti al 20% minimo di utonti che usano Google Search perchè useranno direttamente Facebook Search quando questo nascerà...
  • - Scritto da: Uau (TM)
    > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > Si, certo, il mondo funziona che 4 avvocati
    > senza
    > > scrupoli approfittano di qualunque pretesto per
    > > scatenare delle class
    > > action.
    >
    > Non solo. Il mondo "funziona anche che", dove c'è
    > gente ci sono
    > soldi!
    > E' per questo che fessbukk fa paura a Google che
    > ha cercato di porre un freno al ciclone prima che
    > questo, ad esempio, tiri fuori il suo motore di
    > ricerca e tanti saluti al 20% minimo di utonti
    > che usano Google Search perchè useranno
    > direttamente Facebook Search quando questo
    > nascerà...

    Si, come no.
    Al massimo fessbuk fara' un motore di ricerca sulle persone, i suoi utenti.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Al massimo fessbuk fara' un motore di ricerca
    > sulle persone, i suoi
    > utenti.

    Però bisogna ammettere che sta già facendo da: blog, microblog, email, gruppi, IM, album, anche da equivalente di openid, app (anche se per ora sono più che altro giochini scemi)... e ora puoi farci anche una pagina aziendale. Ah, sì e fa anche da social network!A bocca aperta E il search per il suo mezzo miliardo di utenti ce l'ha già... di cui non so quanti effettivamente attivi e non-fake, ma sono comunque una torta golosa per le aziende.
    non+autenticato
  • mh... sicuro?
    Non mi sorprenderei se uscisse fuori un motore di ricerca di fèisbuc per i likes.
    Da quando, da non utente del mostro, ho aggiunto il pulsante like sui miei siti per tirare traffico, ricevo innumerevoli visite da "facebookexternalhit" che sembra agire a tutti gli effetti come uno spider.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Questa gente che ha indetto una class action sono
    > solo dei meschini
    > approfittatori.
    >
    > Google ha toppato nell'attivare buzz di default
    > come ha fatto, e lo abbiamo detto e ribadito
    > anche su questo forum, ma l'eliminazione di buzz
    > era proprio un banale click, alla portata di
    > qualunque utente
    > consapevole.

    Questi signori sanno bene qual'è il comportamento medio della gente e ne approfitta.
    Poi se va bene, incassano, se va male pagano una multa,
    ma alla fine ci hanno comunque guadagnato, se non altro in pubblicità gratuita con migliaia (se non milioni) di post sull'argomanto.

    Post che ovviamente, sono indicizzati da loro.

    Non ti senti un po schiavo e preso in giro da questa gente che spacciano i loro prodotti con fini di puro e semplice marketing?

    Per inciso, il marketing è sempre invasivo: qualcuno ci rimette sempre qualcosa...
    è la prima legge del marketing: DON'T BE EVIL.

    Ti ricorda qualcosa?
    non+autenticato
  • Veramente bella e pratica!
    Finalmente un passo in avanti che fa dimenticare quella transizione abbastanza inutile delle scritte come si muoveva il mouse
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Veramente bella e pratica!
    > Finalmente un passo in avanti che fa dimenticare
    > quella transizione abbastanza inutile delle
    > scritte come si muoveva il
    > mouse

    Che cosa e' cambiato?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Nome e cognome
    > > Veramente bella e pratica!
    > > Finalmente un passo in avanti che fa dimenticare
    > > quella transizione abbastanza inutile delle
    > > scritte come si muoveva il
    > > mouse
    >
    > Che cosa e' cambiato?

    Boh .. forse il suo browser.
    non+autenticato
  • Sarà andato su iGoogle
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Nome e cognome
    > > Veramente bella e pratica!
    > > Finalmente un passo in avanti che fa dimenticare
    > > quella transizione abbastanza inutile delle
    > > scritte come si muoveva il
    > > mouse
    >
    > Che cosa e' cambiato?
    forse si riferisce al logo stupendo di oggi
    non+autenticato
  • - Scritto da: asd
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Nome e cognome
    > > > Veramente bella e pratica!
    > > > Finalmente un passo in avanti che fa
    > dimenticare
    > > > quella transizione abbastanza inutile delle
    > > > scritte come si muoveva il
    > > > mouse
    > >
    > > Che cosa e' cambiato?
    > forse si riferisce al logo stupendo di oggi

    WOW Fantastico.
    Non me n'ero accorto perche' io vado su google.com, mentre c'e' solo in google.it.
    Ma che cosa rappresenta?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: asd
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: Nome e cognome
    > > > > Veramente bella e pratica!
    > > > > Finalmente un passo in avanti che fa
    > > > > dimenticare quella transizione
    > > > > abbastanza inutile delle scritte come
    > > > > si muoveva il mouse

    > > > Che cosa e' cambiato?
    > > forse si riferisce al logo stupendo di oggi
    >
    > WOW Fantastico.
    > Non me n'ero accorto perche' io vado su
    > google.com, mentre c'e' solo in
    > google.it.
    > Ma che cosa rappresenta?

    Palline che si muovono no ? Rotola dal ridere
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: asd
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > - Scritto da: Nome e cognome
    > > > > > Veramente bella e pratica!
    > > > > > Finalmente un passo in avanti che fa
    > > > > > dimenticare quella transizione
    > > > > > abbastanza inutile delle scritte come
    > > > > > si muoveva il mouse
    >
    > > > > Che cosa e' cambiato?
    > > > forse si riferisce al logo stupendo di oggi
    > >
    > > WOW Fantastico.
    > > Non me n'ero accorto perche' io vado su
    > > google.com, mentre c'e' solo in
    > > google.it.
    > > Ma che cosa rappresenta?
    >
    > Palline che si muovono no ? Rotola dal ridere

    Giustamente l'hanno messo solo su Google.it, visto come frullano le palle qui in Italia negli ultimi tempi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Flipper

    > Giustamente l'hanno messo solo su Google.it,
    > visto come frullano le palle qui in Italia negli
    > ultimi
    > tempi.

    E' anche su google.es