Alfonso Maruccia

Reni artificiali nanotecnologici

Un consorzio di ricercatori statunitensi annuncia un importante traguardo nella cura dei pazienti sprovvisti di reni funzionanti. In futuro le nanotecnologie permetteranno di realizzare sostituti hi-tech

Roma - Di qui a pochi anni, promettono ricercatori statunitensi, i pazienti che sono attualmente costretti a praticare la dialisi per sopperire alle mancanze dei propri reni potranno farsi impiantare un sistema nanotech perfettamente in grado di sostituire gli organi vitali per la purificazione del flusso sanguigno.

Un "super-team" composto da 10 diversi gruppi di altrettante università - guidato dal professor Shuvo Roy della University of California-San Francisco (UCSF) - ha attualmente sperimentato il sistema con un prototipo che occupa un'intera stanza. La nanotecnologia farà il miracolo, dicono gli scienziati, e nei prossimi anni un macchinario così massiccio verrà ridotto alle dimensioni di una tazzina da caffè.

Il rene nanotecnologico consterà di migliaia di piccoli filtri inseriti in una "BioCartuccia", utili a rimuovere le tossine dal flusso sanguigno. Un altro componente chiamato HemoCartridge fungerà da bioreattore mimando tutte le altre importanti funzioni metaboliche di un rene naturale, e l'intero apparato funzionerà grazie alla stessa pressione del sangue senza richiedere "pompe" aggiuntive.
Oltre ad aver sperimentato il funzionamento del principio di rene artificiale con il prototipo su scala gigante, il super-team di Roy ha stabilito la fattibilità di un modello nanotecnologico impiantabile lavorando sugli animali e spera di arrivare a test clinici veri e propri nel giro di 3-7 anni.

Lo scienziato mette ovviamente in evidenza la potenziale importanza della ricerca: un rene artificiale impiantabile "potrebbe ridurre drammaticamente il fardello dell'insufficienza renale per milioni di persone in tutto il mondo - dice Roy - riducendo nel contempo uno dei costi più estesi nell'ambito dell'assistenza sanitaria statunitense" e risolvendo il problema delle lunghissime liste di attesa per un trapianto.

Alfonso Maruccia
22 Commenti alla Notizia Reni artificiali nanotecnologici
Ordina
  • La notizia è splendida. Sicuramente serviranno anni ma la direzione della tecnologia medica è questa.
    Nuovi farmaci, nuove macchine. Tre-sette anni non sono un eternità, ma io per ora continuo ad aspettare il trapianto. Che la statistica (e la botta di c%lo) mi sia propizia!
  • Spero che ti sia propizia. Conosco una persona a cui farebbe comodo... faccio il tifo per voi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Incubo diurno
    > Spero che ti sia propizia. Conosco una persona a
    > cui farebbe comodo... faccio il tifo per
    > voi.
    Idem. E credo abbiate molte buone "speranze". Gli annunci di tecnologie per costruire organi artificiali o ricostruire organi "naturali" da tessuti propri, dai polmoni ai reni, al fegato si stanno facendo sempre piu' frequenti. Forse pecco di "ottimismo", ma credo che siamo molto vicini ad un "orizzonte" temporale nel quale sara' effettivamente possibile rimpiazzare la maggior parte degli organi e dei tessuti persi o danneggiati.

    Non sono un medico e non voglio ne' posso alimentare speranze di persone sofferenti. Quindi nessun "facile" ottimismo, ma personalmente ne sono convinto. Sara' come sempre un percorso lungo, faticoso e pieno di sofferenza, ma almeno si intravede un percorso.

    Ricordo con terrore il momento in cui una persona della mia famiglia ha rischiato di perdere entrambi i reni, circa dieci anni fa. E' andata bene, ora ha 2/3 di un rene funzionante ed e' del tutto autonoma.

    Ma poteva andare male. Spero questo mi abbia aiutato a comprendere.

    Orfheo.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 settembre 2010 13.06
    -----------------------------------------------------------
  • Sono queste le vere notizie di cui si dovrebbe sempre parlare! Ricerca e sperimentazione su problemi dove ancora pecchiamo!

    Speriamo che il team riceva le giuste attenzione a livello internazionali a e molti ma molti soldi per questa promettente ricerca!

    Pensate a quante persone questa invenzione potrebbe servire!
    Ma non solo nel campo dei reni, pensiamo ai polmoni, pensiamo alla vescica, al fegato!

    Finalmente possiamo riprodurre pezzi del nostro corpo perche difettose!
  • Il cervello !!

    Non dimentichiamo il cervello !!!
  • - Scritto da: TuttoaSaldo
    > Il cervello !!
    >
    > Non dimentichiamo il cervello !!!

    Giusto, finalmente ce ne sarebbe qualcuno in circolazione.
    non+autenticato
  • io voglio subito un iCervello
    non+autenticato
  • Se ho capito bene la tecnologia, sarebbe un nanocervello, e di quelli ce ne sono già troppi Occhiolino
  • Mi ricorda il film Repo Men...
  • per quelli come me che hanno un insuficienza renale, questa è una bella speranza...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Uno
    > per quelli come me che hanno un insuficienza
    > renale, questa è una bella
    > speranza...

    Sì ma così rischiamo di perdere la nostra natura umana, cosa ci guadagneremo?
    Saremo fatti di pezzi di ricambio schiavi della tecnologia, dimenticando la profonda natura dell'uomo che non è fatta solo del corpo.
    Purtroppo il dominio della tecnica arrogante sta distruggendo ogni etica e ci trasformerà in robot incapaci di accettare i nostri limiti e la nostra finitezza.
    Ma il mondo avrà pace solo quando l'uomo ritroverà il suo spirito.
    non+autenticato
  • Io ho un chiodo nel braccio, da fuori si vede solo una cicatrice, sono diventato un robot incapace? Senza offesa, la tua argomentazione mi sembra perlomeno pretestuosa...
    non+autenticato
  • Si vede che stai bene.

    Se fossi ammalata, se una parte del tuo corpo non funzionasse e fossi costretta ad attendere in una lista per un trapianto. Se dopo il trapianto fossi costretta ad assumere farmaci per il resto dei tuoi giorni. se la tua vita fosse rovinata NON per causa tua..

    Non spareresti tutte queste piscoidiozie da predicatrice.

    Cosa ci guadagneresti?
    Magari di vedere la faccia di tuo figlio.
    Magari di camminare con le tue gambe
    Magari di non passare la vita in dialisi.

    Questo è l'unico scopo che deve avere la tecnologia. Migliorare la vita degli esseri umani.

    Adesso hai l'occasione di stare zitta, non sprecarla di nuovo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: marilena
    > - Scritto da: Uno
    > > per quelli come me che hanno un insuficienza
    > > renale, questa è una bella speranza...

    > Sì ma così rischiamo di perdere la nostra natura
    > umana, cosa ci guadagneremo?

    Quale natura umana ? Cos'e' la natura umana ? Vuoi tornare sugli alberi ?
    Molte persone con problemi renali ci guadagneranno una vita.

    > Saremo fatti di pezzi di ricambio schiavi della
    > tecnologia, dimenticando la profonda natura
    > dell'uomo che non è fatta solo del corpo.

    E di cos'altro di grazia ?

    > Purtroppo il dominio della tecnica arrogante sta
    > distruggendo ogni etica e ci trasformerà in robot
    > incapaci di accettare i nostri limiti e la nostra
    > finitezza.

    Mi sembra che quello che non accetta aprioristicamente sei tu.

    > Ma il mondo avrà pace solo quando l'uomo
    > ritroverà il suo spirito.

    Cos'e' lo spirito ? Manitu ?
    krane
    22544
  • giusto, allora buttiamo via gli occhiali, l'aspirina, gli antibiotici, i pacemaker, la microchirurgia, torniamo alle erbe medicinali!
    Le solite sproloquiate antiscientifiche... che non tengono conto che la Natura è prevalentemente OSTILE. Nella Natura vale la legge del più forte. L'uomo, da sempre, ha dovuto modificare e intervenire sulla natura per sopravvivere o per migliorare la propria condizione. Sta all'intelligenza decidere cosa è giusto e cosa è sbagliato, non alle strampalate idee spritual-antiscientifiche-newage-eccetera
    non+autenticato
  • - Scritto da: marilena
    > - Scritto da: Uno
    > > per quelli come me che hanno un insuficienza
    > > renale, questa è una bella
    > > speranza...
    >
    > Sì ma così rischiamo di perdere la nostra natura
    > umana, cosa ci
    > guadagneremo?
    > Saremo fatti di pezzi di ricambio schiavi della
    > tecnologia, dimenticando la profonda natura
    > dell'uomo che non è fatta solo del
    > corpo.
    > Purtroppo il dominio della tecnica arrogante sta
    > distruggendo ogni etica e ci trasformerà in robot
    > incapaci di accettare i nostri limiti e la nostra
    > finitezza.
    > Ma il mondo avrà pace solo quando l'uomo
    > ritroverà il suo
    > spirito.

    quante minki@te in un solo post.
    Voglio vedere se ci vai tu in dialisi se poi la pensi ancora cosìOcchiolino
    non+autenticato
  • > quante minki@te in un solo post.
    > Voglio vedere se ci vai tu in dialisi se poi la
    > pensi ancora così

    quoto
    non+autenticato
  • Nessuno ha capito che è un bel Toll? Altro che Marilena.... Pagliaccetto!
    non+autenticato
  • Hai letto il racconto "il segregazionista" di Asimov, vero?

    http://it.wikipedia.org/wiki/Il_Segregazionista

    (attenzione: contiene spoiler)
  • Quando avrai anche una persona a te vicina che si stressa per le dialisi e avrà un braccio che sembra decomposto, forse la smetterai di dire queste cose...
    Sgabbio
    26177