Alfonso Maruccia

Symantec, Norton e le emozioni da malware

La società di sicurezza presenta prodotti di punta rinnovati promettendo più sicurezza per tutti. Soprattutto per i molti, numeri alla mano, che finiscono vittima della frustrazione connessa al cybercrime

Roma - Novità in casa Symantec per quanto riguarda i software di sicurezza, da sempre l'offerta di punta della software house statunitense: in autunno la celebre linea Norton si aggiorna con le nuove versioni di Norton Antivirus e Norton Internet Security, arrivate all'edizione 2011 con alcune importanti novità tecnologiche e persino l'aggiunta di qualche strumento di pulizia gratuito.

Norton Antivirus 2011 integra tecnologie avanzate e sempre più presenti all'interno del mercato dei software di sicurezza, inclusi un meccanismo di identificazione di malware e badware basato sulla "reputazione" di un particolare file o download (una sorta di whitelist), una difesa proattiva per riconoscere le minacce informatiche a partire dal loro comportamento e strumenti per monitorare le performance del sistema.

Norton Internet Security 2011 è invece la suite completa di Symantec che comprende antivirus, antispyware, firewall, controllo parentale e altri strumenti per salvaguardare la sicurezza telematica di sistema e dati personali.
Accanto alle due novità commerciali a pagamento, Symantec ha deciso di fornire agli utenti un paio di strumenti gratuiti: seguendo una strada già tracciata da anni dai concorrenti, la casa statunitense mette ora a disposizione Norton Power Eraser e Norton Bootable Recovery Tool per quei casi disperati in cui il sistema è caduto vittima dello scareware o è divenuto talmente infetto da non riuscire nemmeno ad avviarsi. Nel primo caso il download è completamente gratuito mentre nel secondo occorre fornire un "product ID" di un software Symantec per avere accesso all'utility.

Contemporaneamente al rinnovo della line-up dei suoi software di sicurezza, Symantec ha rilasciato uno studio sul numero di vittime di malware e cybercriminali e i risvolti emotivi del problema in terra statunitense. Symantec sostiene che il 73% dei netizen USA cada vittima di virus, worm, rootkit, furto di identità o frode su carta di credito, e il peggio è il "carico emozionale" che scaturisce dal dover affrontare il problema.

L'80% dei netizen USA infatti crede di essere immune al cybercrimine, e quando invece il fenomeno colpisce i suddetti netizen provano principalmente rabbia, irritazione e senso di tradimento. Il lato peggiore del dover avere a che fare con (in)sicurezza telematica e criminalità tecnologica? Stando a Symantec è il tempo perso a risolvere il problema.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • SicurezzaSicurezza, Symantec guarda oltre i PCHa annunciato un'aggressiva strategia di attacco per conquistare il mercato delle soluzioni mobili ed embedded per la sicurezza. Si parla di smartphone, tablet, televisori e computer di bordo
  • SicurezzaSicurezza, occhio allo scarewareMicrosoft avvisa dell'esistenza di un codice malevolo che mima quasi alla perfezione i messaggi di allerta dei browser più diffusi. Novità anche per la falla DLL
33 Commenti alla Notizia Symantec, Norton e le emozioni da malware
Ordina
  • Ho letto e riletto l'articolo, poi per sicurezza ho cercato la presenza di parole come windows, microsoft, redmond.

    Niente!

    Perche'?

    I virus hanno bisogno di un terreno su cui attecchire.
    Se il 73% degli americani e' stato vittima di malware, occorre specificare che il 100% di costoro usa windows.
  • Guarda che esistono ottime cure contro le ossessioni, perché sai la tua è una patologia conosciuta, creati una vita vera invece di farti ossessionare da Windows,oppure se non ci riesci fai di meglio imbottisci la panda rossa di tritolo e fatti saltare contro la sede Microsoft a Redmond almeno la smetti di scassare con i tuoi post monotematici.
    Sei noioso, ripetitivo e scontato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Tuo medico
    > Guarda che esistono ottime cure contro le
    > ossessioni, perché sai la tua è una patologia
    > conosciuta, creati una vita vera invece di farti
    > ossessionare da Windows,oppure se non ci riesci
    > fai di meglio imbottisci la panda rossa di
    > tritolo e fatti saltare contro la sede Microsoft
    > a Redmond almeno la smetti di scassare con i tuoi
    > post monotematici.
    > Sei noioso, ripetitivo e scontato.

    Bhe, pero' mica ha torto...
    krane
    22544
  • - Scritto da: Il Tuo medico
    > Guarda che esistono ottime cure contro le
    > ossessioni, perché sai la tua è una patologia
    > conosciuta,

    Ed e' conosciuta anche la cura: adotta un pinguino pure tu se vuoi farmi stare meglio.

    > creati una vita vera invece di farti
    > ossessionare da Windows,

    ossessionare da windows? ma se windows e' cio' che rende la mia vita cosi' allegra: ogni giorno una grassa risata in faccia a tutti quelli che beccano virus.

    > oppure se non ci riesci
    > fai di meglio imbottisci la panda rossa di
    > tritolo e fatti saltare contro la sede Microsoft
    > a Redmond almeno la smetti di scassare con i tuoi
    > post monotematici.

    E sarei io quello ad avere le ossessioni?

    > Sei noioso, ripetitivo e scontato.

    Come winsozz, da 15 anni a questa parte: noioso, ripetitivo, scontato (no, scontato mica tanto: costa una paccata di euro e sconti non ne fanno).
  • Invece di passare tutto il tuo tempo qui, passane una parte a migliorare la procedura di installazione di ubuntu.
    Una lentezza da schiattare.
    Vabbè che si tratta di una WKS complessa con RAID, SCSI, ecc, ma una pena così non me la sarei aspettata.
    Perchè se uno pensa che il buongiorno si vede dal mattino (l'installazione, perchè il bello arriva poi con le periferiche), è chiaro che lascia perdere e si spiega anche l'1% di linari, contro il 90% di winari.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rover
    > Invece di passare tutto il tuo tempo qui, passane
    > una parte a migliorare la procedura di
    > installazione di ubuntu.
    >
    > Una lentezza da schiattare.

    Opinione tua.
    E comunque non e' l'installazione il collo di bottiglia da allargare.
    L'installazione la fai UNA volta.

    > Vabbè che si tratta di una WKS complessa con
    > RAID, SCSI, ecc, ma una pena così non me la sarei
    > aspettata.

    Dove, in particolare, ti sembra lenta?



    > Perchè se uno pensa che il buongiorno si vede dal
    > mattino (l'installazione, perchè il bello arriva
    > poi con le periferiche), è chiaro che lascia
    > perdere e si spiega anche l'1% di linari, contro
    > il 90% di
    > winari.

    Va bene, torna a reinstallare windows, che quello lo devi formattare spesso.
  • - Scritto da: Rover
    > Invece di passare tutto il tuo tempo qui, passane
    > una parte a migliorare la procedura di
    > installazione di ubuntu.

    > Una lentezza da schiattare.

    Lenta ???
    Ma hai mai installato windows o l'hai sempre e solo trovato reinstallato ?? Gia' solo per la formattazione dei dischi windows ci mette 5 volte di piu'.

    > Vabbè che si tratta di una WKS complessa con
    > RAID, SCSI, ecc, ma una pena così non me la sarei
    > aspettata.

    Quindi con windows sarebbe un inferno di metti / togli i dischi dei driver.

    > Perchè se uno pensa che il buongiorno si vede dal
    > mattino (l'installazione, perchè il bello arriva
    > poi con le periferiche), è chiaro che lascia
    > perdere e si spiega anche l'1% di linari, contro
    > il 90% di winari.

    Periferiche ? Se l'hw e' supportato funziona tutto immediatamente senza fare il piccolo dj con i dischi dei driver.
    krane
    22544
  • Ossessionato da windows ci pensi giorno e notte gli dai la colpa per qualsiasi cosa, sei proprio malato comunque non disperare esistono cure contro le ossessioni, una potrebbe essere quella di installarti Windows e configurartelo così magari ti passa la fobia, ma forse il tuo problema è che non lo sai configurare, perché ti vanti tanto di essere nel settore informatico ma siccome non sei in grado di farci vedere il tuo curriculum dobbiamo fidarci delle tue parole, mentre potresti essere solo un ragazzino che spara minchiate lette su altri forum e blog.
    Ti piace linux? bene restaci ma il tuo continuo starnazzare su Windows in ogni articolo fa capire che ti rode essere una minoranza sui desktop, sai come si chaima questa frustrazione ossessiva.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Tuo medico
    > Ossessionato da windows ci pensi giorno e notte
    > gli dai la colpa per qualsiasi cosa, sei proprio
    > malato comunque non disperare esistono cure
    > contro le ossessioni, una potrebbe essere quella
    > di installarti Windows e configurartelo così
    > magari ti passa la fobia,

    Ma mi viene l'ulcera.
    Ho gia' dato, grazie.

    > ma forse il tuo
    > problema è che non lo sai configurare,

    Il mio problema e' che non si puo' configurare come vorrei io.

    > perché ti
    > vanti tanto di essere nel settore informatico

    Non me ne vanto. E' un dato di fatto che io sia nel settore informatico.

    > ma
    > siccome non sei in grado di farci vedere il tuo
    > curriculum dobbiamo fidarci delle tue parole,
    > mentre potresti essere solo un ragazzino che
    > spara minchiate lette su altri forum e
    > blog.

    Va bene, sono un ragazzino che spara minchiate lette su altri forum e blog.

    Vogliamo parlare dei concetti, oppure, non potendo smontarli si va come sempre ad attaccare colui che tali concetti esprime?

    > Ti piace linux? bene restaci ma il tuo continuo
    > starnazzare su Windows in ogni articolo fa capire
    > che ti rode essere una minoranza sui desktop, sai
    > come si chaima questa frustrazione
    > ossessiva.

    Quindi, riassumendo, a causa di windows milioni di utenti subiscono danni a causa di virus, worms e malware, e quindi io, che neanche uso windows, soffrirei di frustrazione ossessiva.

    Benissimo, ho preso nota, grazie.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Ho letto e riletto l'articolo, poi per sicurezza
    > ho cercato la presenza di parole come windows,
    > microsoft,
    > redmond.
    >
    > Niente!
    >
    > Perche'?
    >
    > I virus hanno bisogno di un terreno su cui
    > attecchire.
    > Se il 73% degli americani e' stato vittima di
    > malware, occorre specificare che il 100% di
    > costoro usa
    > windows.


    fanboy Linux a tutto gas

    ma non ti vergogni?

    se c'e' scritto che hanno subito furti anche sulle carte di credito vuol dire che possono essere caduti anche nel Phishing oppur esono utonti completi che qualsiasi cosa gli venga deto in rete loro abboccano e lo fanno

    il Phising e' sistema operativo indipendente....se ad un pollo dai in mano Linux o Win o Osx non cambia niente..sempre pollo rimane

    cosa devi attecchire?

    per me , scusa l'opinione, tu dovresti riattecchire i neuroni
    non+autenticato
  • - Scritto da: A.Besson
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Ho letto e riletto l'articolo, poi per sicurezza
    > > ho cercato la presenza di parole come windows,
    > > microsoft, redmond.
    > > Niente!
    > > Perche'?

    > > I virus hanno bisogno di un terreno su cui
    > > attecchire.
    > > Se il 73% degli americani e' stato vittima di
    > > malware, occorre specificare che il 100% di
    > > costoro usa windows.

    > fanboy Linux a tutto gas
    > ma non ti vergogni?

    > se c'e' scritto che hanno subito furti anche
    > sulle carte di credito vuol dire che possono
    > essere caduti anche nel Phishing oppur esono
    > utonti completi che qualsiasi cosa gli venga deto
    > in rete loro abboccano e lo fanno

    > il Phising e' sistema operativo
    > indipendente....se ad un pollo dai in mano Linux
    > o Win o Osx non cambia niente..sempre pollo
    > rimane

    Quindi sarebbe proprio il caso che specificassero meglio, visto quanti dubbi lascia l'articolo ai lettori no ?

    > cosa devi attecchire?
    > per me , scusa l'opinione, tu dovresti
    > riattecchire i neuroni

    Secondo me non dovresti attribuire colpe agli altri lettore se a te o ad altri restano dei dubbi; picchiamo l'articolista piuttosto.
    krane
    22544