Mauro Vecchio

Twitter insegue Facebook

Annunciata una rivoluzione grafica per la micropiattaforma cinguettante. Gli utenti potranno restare sul sito per guardarsi un filmato YouTube o una foto di Flickr. Una mossa che odora di advertising

Twitter insegue FacebookRoma - Un unico, vasto ambiente cinguettante, dove poter concentrare l'intero consumo personale di contenuti multimediali. Il tutto tra i meandri di una piattaforma rinnovata, quasi stravolta a livello grafico. Gli alti vertici di Twitter hanno così anticipato quello che di fatto costituisce l'immediato futuro social di circa 160 milioni di utenti.

Appunto un unico ambiente di consumo, come recentemente spiegato dal CEO Evan Williams. Perché gli iscritti a Twitter dovrebbero andare ben al di là della semplice pubblicazione di post in 140 caratteri. E la lezione del gigante Facebook pare aver dato i suoi frutti: la micropiattaforma cinguettante dovrà ampliare le sue maglie social.

Ma in che modo? La presentazione a San Francisco non poteva essere più chiara: gli utenti di Twitter potranno ora gustarsi un filmato YouTube restando sul sito, senza bisogno alcuno di andare alla fonte originaria attraverso link. Una foto presa da Flickr potrà essere ammirata nel flusso sempre più magmatico di cinguettii in 140 caratteri e allegati.
Come spiegato da un video di presentazione, ogni pagina personale verrà divisa in due sezioni specifiche. Nella prima, a sinistra, si potrà seguire il flusso dei micropost. Nella seconda, a destra, si potrà invece controllare l'insieme delle informazioni personali, come i propri tweet, il numero dei follower, i preferiti e quant'altro.

La significativa novità è tuttavia una sorta di pagina a scorrimento che si aprirà verso destra ogni volta che si vorrà visualizzare meglio un singolo micropost tra quelli nel flusso a sinistra. In sostanza, verrà aperta come una nuova sezione dove sarà possibile guardarsi un filmato allegato o una fotografia.

Ciò significherà indubbiamente un tempo medio maggiore di permanenza sul sito, con il benestare degli inserzionisti pubblicitari. I numeri di Twitter hanno infatti parlato chiaro: 370mila nuovi profili iscritti ogni giorno. Un ritmo succulento per i signori dell'advertising.

La nuova veste grafica ha subito attirato le attenzioni degli osservatori. C'è chi ha espresso pareri molto lusinghieri da un punto di vista prettamente tecnico. Chi invece ha sottolineato come Twitter stia diventando sempre più una media company. Qualcuno ha poi ricordato poco vaghe somiglianze: il redesign del sito si ispirerebbe molto all'applicazione per iPad.



Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàTwitter: c'è tutto un mondo intornoIl servizio è empre più mobile, grazie anche alla proliferazione di applicazioni dedicate. Intanto annuncia l'imminente arrivo del suo servizio di shorturl, destinato probabilmente a collezionare dati importanti
  • BusinessTwitter e i follower pubblicizzatiVisibilità per coloro che sono in cerca di seguaci: si mormora di un nuovo servizio promozionale a pagamento
  • AttualitàFTC: Twitter, pensa alla sicurezzaLa piattaforma di microblogging era sotto indagine in seguito agli attacchi subiti nel 2009. La Commissione federale le impone ora misure aggiuntive. E la ammonisce a non promettere ciò non può mantenere
6 Commenti alla Notizia Twitter insegue Facebook
Ordina
  • - Scritto da: dert86
    > carino...
    certo, se hai da dire qualcosa di sensato. Altrimenti diventa tipo Facebook
    non+autenticato
  • - Scritto da: tempo
    > - Scritto da: dert86
    > > carino...
    > certo, se hai da dire qualcosa di sensato.
    > Altrimenti diventa tipo
    > Facebook

    La differenza tra facebook e twitter è che con il primo in genere segui gente che conosci di persona, mentre con twitter tendi ad aggiungere di più persone che reputi interessanti, ma che non hai mai visto di persona e con cui magari non hai neanche interagito in rete, persone che probabilmente vivono dall'altra parte del mondo. Tipo un giornalista, un cantante di nicchia, un programmatore, un blogger ecc...
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > La differenza tra facebook e twitter è che con il
    > primo in genere segui gente che conosci di
    > persona, mentre con twitter tendi ad aggiungere
    > di più persone che reputi interessanti, ma che
    > non hai mai visto di persona e con cui magari non
    > hai neanche interagito in rete, persone che
    > probabilmente vivono dall'altra parte del mondo.
    > Tipo un giornalista, un cantante di nicchia, un
    > programmatore, un blogger
    > ecc...

    Quoto in pieno... in twitter c'è anche la potenza della ricerca in tempo reale sugli updates che in default sono pubblici ed indicizzati. Unisci questo all'uso degli hashtag e ti si apre un mondo di possibilità
    non+autenticato
  • > La differenza tra facebook e twitter è che con il
    > primo in genere segui gente che conosci di
    > persona, mentre con twitter tendi ad aggiungere
    > di più persone che reputi interessanti, ma che
    > non hai mai visto di persona e con cui magari non
    > hai neanche interagito in rete, persone che
    > probabilmente vivono dall'altra parte del mondo.
    > Tipo un giornalista, un cantante di nicchia, un
    > programmatore, un blogger
    > ecc...

    Lo puoi fare anche con Facebook. Basta che ti iscrivi alla loro pagina. E almeno non sono limitati dai 140 caratteri...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Joliet Jake
    > > La differenza tra facebook e twitter è che con
    > il
    > > primo in genere segui gente che conosci di
    > > persona, mentre con twitter tendi ad aggiungere
    > > di più persone che reputi interessanti, ma che
    > > non hai mai visto di persona e con cui magari
    > non
    > > hai neanche interagito in rete, persone che
    > > probabilmente vivono dall'altra parte del mondo.
    > > Tipo un giornalista, un cantante di nicchia, un
    > > programmatore, un blogger
    > > ecc...
    >
    > Lo puoi fare anche con Facebook. Basta che ti
    > iscrivi alla loro pagina. E almeno non sono
    > limitati dai 140
    > caratteri...

    Non ho detto che non lo puoi fare, ma come maggiormente vengono utilizzati i due siti.
    non+autenticato