Nuove denunce contro i software DVD

Le major si scagliano contro altri cinque produttori di programmi che consentono di fare il backup di un DVD. Intanto si avvicina il giudizio-chiave sul caso di 321 Studios

Los Angeles (USA) - L'offensiva della major del cinema contro i programmi che consentono ai loro utenti di fare il backup di un DVD non si ferma. Sono stati appena denunciati altri cinque produttori colpevoli di realizzare software utile a chi compra DVD.

A scagliarsi contro RDestiny, Internet Enterprises, HowtocopyDVDs.com, DVDSqueeze.com e DVDBackupbuddy.com sono state, nelle scorse ore, Paramount Pictures e Twentieth Century Fox, secondo le quali la produzione di software per il backup dei DVD viola il Digital Millennium Copyright Act (DMCA). Come si ricorderà, il DMCA analogamente alla normativa europea EUCD si esprime contro lo sviluppo, il possesso e la distribuzione delle tecnologie che possono consentire la violazione di sistemi di protezione dalla copia, come quelli contenuti nei DVD.

A condizionare il futuro del procedimento giudiziario a carico dei cinque produttori sarà con ogni probabilità l'esito del caso 321 Studios, la prima softwarehouse denunciata con l'accusa di aver prodotto un programma che consente di copiare DVD. Sono sette gli studios di Hollywood che hanno voluto trascinare in tribunale l'azienda. Non sono ancora noti i tempi in cui il giudice che presiede il caso emetterà un giudizio sulla liceità o meno della distribuzione dei software di 321 Studios.
La speranza delle major in questi casi è naturalmente quella di veder riconosciuta come illegale qualsiasi copia venga eseguita dei DVD protetti, in modo tale da poter perseguire con maggiore efficacia chiunque si dedichi ad attività di backup o di pirateria, considerate ormai entrambe alla stessa stregua.
40 Commenti alla Notizia Nuove denunce contro i software DVD
Ordina
  • Solo con le piccole "societa" ci si scaglia contro he'....furbastri.... prendetevela con Pinnacle.....
    Non ne hanno le pa||e....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Solo con le piccole "societa" ci si scaglia
    > contro he'....furbastri.... prendetevela con
    > Pinnacle.....
    > Non ne hanno le pa||e....


    pinnacle non viola niente.
    devi anche li usare il decrypter di mezzo
    non+autenticato
  • Dovrebbe uscire fra non molto, rimpiazzando CloneCD.
    Se aggira il CCS viola il DMCA e la EUCD, se non lo aggira di fatto e' un programma inutile, la vedo dura per la Elaborate Bytes....

    Joe
    non+autenticato

  • > Se aggira il CCS viola il DMCA e la EUCD, se
    > non lo aggira di fatto e' un programma
    > inutile, la vedo dura per la Elaborate
    > Bytes....

    Perché inutile? E' la stessa filosofia (intelligente) che hanno usato per realizzare DVD2One (che infatti è indenne da denunce della major): per rippare il DVD originale basta usare il DVD Decrypter o lo Smartripper...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Dovrebbe uscire fra non molto, rimpiazzando
    > CloneCD.
    > Se aggira il CCS viola il DMCA e la EUCD, se
    > non lo aggira di fatto e' un programma
    > inutile, la vedo dura per la Elaborate
    > Bytes....
    >

    Se non decripta il DVD (deCSS) non è illegale.
    Fare una copia del DVD non è illegale, è togliere la protezione CSS che lo è.
    2678

  • - Scritto da: gerry
    > Se non decripta il DVD (deCSS) non è
    > illegale.
    > Fare una copia del DVD non è illegale, è
    > togliere la protezione CSS che lo è.

    Ma si riesce a fare una copia 1:1 funzionante del DVD senza dover decrittare il CCS? Non sono un esperto in materia...

    Joe
    non+autenticato

  • > Ma si riesce a fare una copia 1:1
    > funzionante del DVD senza dover decrittare
    > il CCS? Non sono un esperto in materia...

    Se il DVD è protetto, no. Però se il software di duplicazione NON decodifica il CSS non può essere considerato illegale.
    Per decodificare il CSS ci si affida ad altri software che girano nel circuito freeware e che non sono riferibili a nessuna software house = nessuno da denunciare.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Ma si riesce a fare una copia 1:1
    > > funzionante del DVD senza dover
    > decrittare
    > > il CCS? Non sono un esperto in
    > materia...
    >
    > Se il DVD è protetto, no. Però
    > se il software di duplicazione NON
    > decodifica il CSS non può essere
    > considerato illegale.
    > Per decodificare il CSS ci si affida ad
    > altri software che girano nel circuito
    > freeware e che non sono riferibili a nessuna
    > software house = nessuno da denunciare.


    il prossimo passo sono semplicemente i DVD a capienza superiore
    non+autenticato

  • - Scritto da: gerry
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Dovrebbe uscire fra non molto,
    > rimpiazzando
    > > CloneCD.
    > > Se aggira il CCS viola il DMCA e la
    > EUCD, se
    > > non lo aggira di fatto e' un programma
    > > inutile, la vedo dura per la Elaborate
    > > Bytes....
    > >
    >
    > Se non decripta il DVD (deCSS) non è
    > illegale.
    > Fare una copia del DVD non è
    > illegale, è togliere la protezione
    > CSS che lo è.

    infatti clone dvd NON FA LA COPIA perchè dice che avendo il CSS non ci riesce.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Dovrebbe uscire fra non molto, rimpiazzando
    > CloneCD.
    > Se aggira il CCS viola il DMCA e la EUCD, se
    > non lo aggira di fatto e' un programma
    > inutile, la vedo dura per la Elaborate
    >
    infatti non finziona , ti dice che non copia niente.

    devi usare altra roba di mezzo
    non+autenticato
  • Sinceramente sono disgustato se penso all'eventuale scenario che si potrebbe presentare fra qualche mese...
    Io, sviluppatore , compro software per la mia attivita' e come è noto i software per lo sviluppo, i database , i server etc etc costano molto. Per semplice SFIGA mi si rovina uno dei cd installazione, cd dei quali non ho potuto fare un backup a causa di questa iniqua EUCD. Devo spendere di nuovo MIGLIALIA di euro solo perche' un po' di polvere mi ha graffiato il cd? Ma dico , che discorso e', come possono le major decidere a priori sulla pelle degli utenti cosa possa essere backuppato e cosa no???

    Allora , ragionando per assurdo, cosa impedisce alle grandi aziende di produrre , volntariamente e maliziosamente, cd/dvd protetti dalla copia di qualita' infima atti a rovinarsi al minimo contato con la polvere o qualunque agente esterno , cosi' da costringere gli utenti a ricomprare il software dopo poco tempo?
    Oppure , magari con una teconoglia simile a quella paventata da disney per i DVD " a scadenza" (vedi articolo di ieridi P.i), di fare in modo che dopo un po' il suppporto non sia piu' leggibile?
    Se questo e' il futuro, beh, speriamo che l'italia mantenga la sua abitudine al " ritardo teconoglico" per piu' tempo possibile, o saremo costretti a trasferirci tutti in "stati terroristi" solo per poter fare un backup del prodotto acquistato ...
    Che tristezza......
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Sinceramente sono disgustato se penso
    > all'eventuale scenario che si potrebbe
    > presentare fra qualche mese...
    > Io, sviluppatore , compro software per la
    > mia attivita' e come è noto i software per
    > lo sviluppo, i database , i server etc etc
    > costano molto. Per semplice SFIGA mi si
    > rovina uno dei cd installazione, cd dei
    > quali non ho potuto fare un backup a causa
    > di questa iniqua EUCD. Devo spendere di
    > nuovo MIGLIALIA di euro solo perche' un po'
    > di polvere mi ha graffiato il cd? Ma dico ,
    > che discorso e', come possono le major
    > decidere a priori sulla pelle degli utenti
    > cosa possa essere backuppato e cosa no???

    La democrazia, o meglio, la moanipolazione della stessa, non è sempre al migliore forma di governo ovunque e comunque. Quella che viviamo oggi è una oligarchia travestita da democrazia e non c'è santo che tenga, nè a dx nè a sx, capace di salvarci. L'unica sarebbe un vero voto di protesta convogliato su un unico partito (non so quale) per far capire che l'aria deve cambiare. Ad esempio il Movimento Pensionati o Automobilisti, oppure tutti a votare il Partito delle Prostitute. Tanto, puttane per puttane.........

    >
    > Allora , ragionando per assurdo, cosa
    > impedisce alle grandi aziende di produrre ,
    > volntariamente e maliziosamente, cd/dvd
    > protetti dalla copia di qualita' infima atti
    > a rovinarsi al minimo contato con la polvere
    > o qualunque agente esterno , cosi' da
    > costringere gli utenti a ricomprare il
    > software dopo poco tempo?

    ZITTO! Che ti sentono.........

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > > Allora , ragionando per assurdo, cosa
    > > impedisce alle grandi aziende di produrre
    > ,
    > > volntariamente e maliziosamente, cd/dvd
    > > protetti dalla copia di qualita' infima
    > atti
    > > a rovinarsi al minimo contato con la
    > polvere
    > > o qualunque agente esterno , cosi' da
    > > costringere gli utenti a ricomprare il
    > > software dopo poco tempo?
    >
    > ZITTO! Che ti sentono.........
    >

    L'hanno gia' sentito... ma non si rovina con la polvere! lo fa con l'aria. L'alternativa e' tenerlo sotto vuoto!Sorride

    C'e' un articolo a proposito proprio qui su PI.
    non+autenticato
  • In realtà un modo legale c'è per avere un cd nuovo. Si manda il cd rovinato/rotto originale al produttore (nel caso che ho visto Microsoft Office 97) e quello te ne rimanda uno sano. Il problema sta nei tempi di consegna e non so se ci sono spese di spedizione che sarebbero quasi nulle se uno potesse farsi il backup.
    Stesso dicasi per i Dvd e Cd audio. Il contratto dice che si paga il prodotto, non il supporto, ma allora se il supporto mi impedisce di usare il prodotto che ho pagato esigo la sostituzione del supporto gratis visto che se mi potessi fare un backup non dovrei pagare granchè (cd vergine).
    non+autenticato
  • Hai presente il grande fratello? Non la trasmissione idiota che fanno in tv, ma proprio il libro di Orwell.
    In questi ultimi tempi stiamo assistendo ad una presa di potere da parte di alcune associazioni inetrnazionali il cui scopo comincia ad essere chiaro: avere il controllo globale di internet.
    Se cominciano davvero a punire chi sviluppa programmi allora riescono anche a controllare chi produce innovazione tecnologica.. e se è vero, e lo è, che la concorrenza non può esistere in un sistema capitalistico come il nostro allora l'oligarchia che regna deciderà il nostro futuro e le nostre scelte.
    All'inizio internet era simbolo di libertà e sviluppo.. ora invece...................
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Hai presente il grande fratello? Non la
    > trasmissione idiota che fanno in tv, ma
    > proprio il libro di Orwell.

    E' un vero piacere, leggere che qualcuno sta cominciando a vedere dei collegamenti con quel libro...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Hai presente il grande fratello? Non la
    > > trasmissione idiota che fanno in tv, ma
    > > proprio il libro di Orwell.
    >
    > E' un vero piacere, leggere che qualcuno sta
    > cominciando a vedere dei collegamenti con
    > quel libro...

    Secondo me è un DISPIACERE !!!!!!!!!

  • - Scritto da: Anonimo
    > nuovo MIGLIALIA di euro solo perche' un po'
    > di polvere mi ha graffiato il cd? Ma dico ,
    > che discorso e', come possono le major
    > decidere a priori sulla pelle degli utenti
    > cosa possa essere backuppato e cosa no???

    Devi capire che le majors hanno instaurato una DITTATURA nel senso vero della parola, strafottendosene dei diritti degli utenti - che hanno solo il dovere di pagarli e zitti senza protestare - e tutti i legislatori davanti a loro sono piegati a novanta gradi con la vaselina già spalmata.

    Il rispetto o anche solo il riconoscimento di un qualsivoglia diritto per l'utente acquirente, l'unico che foraggia quei maiali, è pura utopia, anzi deve starsi attento a non sgarrare fuori dalle minirotaie decise da loro altrimenti rischia molto più che se avesse fatto una strage in un supermercato con un mitra.

    Il cittadino deve ribellarsi a questa dittatura, deve esserne cosciente e non subirla passivamente, facendo sentire la sua voce. Le majors hanno dalla loro i soldi e le connivenze, ma non il diritto di calpestare la gente come fossero escrementi.
    non+autenticato
  • Tra l'altro mi sta molto bene che quelli di dvdsqueeze siano stati accusati perché non solo fanno un prodotto scadente, ma mettevano in vendita una *suite* di prodotti TUTTI gratuiti (da virtualdub a flaskmpeg a dvdx per non parlare del pessimo easydivx), con una pessima guida all'uso, tra l'altro...

    Fatevi un giro su www.divx-digest.com e fate prima...

    Saluti

  • - Scritto da: MaurizioB
    > Tra l'altro mi sta molto bene che quelli di
    > dvdsqueeze siano stati accusati
    > perché non solo fanno un prodotto
    > scadente, ma mettevano in vendita una
    > *suite* di prodotti TUTTI gratuiti (da
    > virtualdub a flaskmpeg a dvdx per non
    > parlare del pessimo easydivx), con una
    > pessima guida all'uso, tra l'altro...
    >
    > Fatevi un giro su www.divx-digest.com e fate
    > prima...
    >

    intendi dire che prendevano dei programmi gratuiti e poi li VENDEVANO? che stronzoni!!!!

    tu che linea consigli per i dvx ?
    non+autenticato
  • Perseguire chi fa programmi Commerciali ok faranno morire chi li produce ma sono pronto a scommettere che in sotto bosco iniziaranno a girare orde di software open source per farlo... che per il loro sorgente aperto si trasformeranno in centinaia di biforcazioni variazione senza nessun proprietario da accusare, senza possiblita' di fermarne la diffusione senza piu' nessuna possibilita' di controllo ...
    Questi bambini cicioni e avidi di soldi si continuano a tirare la zappa sui piedi da soli secondo me.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Perseguire chi fa programmi Commerciali ok
    > faranno morire chi li produce ma sono pronto
    > a scommettere che in sotto bosco iniziaranno
    > a girare orde di software open source per
    > farlo... che per il loro sorgente aperto si
    > trasformeranno in centinaia di biforcazioni
    > variazione senza nessun proprietario da
    > accusare, senza possiblita' di fermarne la
    > diffusione senza piu' nessuna possibilita'
    > di controllo ...
    > Questi bambini cicioni e avidi di soldi si
    > continuano a tirare la zappa sui piedi da
    > soli secondo me.

    in realtà è già così... tant'è che quei programmi "commerciali" non sono altro che implementazioni dei codec divx e videocd-supervideocd ecc ecc su programmi...
    la stessa cosa è fattibile benissimo con programmi opensource... anche se effettivamente, per chi non è esperto e vuole subito fare il suo backup senza stare a imprecare sugli howto pescati da internet.. magari è una soluzione comoda e neanche troppo costosa (ho visto questi pacchetti sw a 25/30?)


    avvelenato che ama fare molti backup

  • - Scritto da: avvelenato
    [cut]
    > in realtà è già così... tant'è che quei
    > programmi "commerciali" non sono altro che
    > implementazioni dei codec divx e
    > videocd-supervideocd ecc ecc su programmi...
    > la stessa cosa è fattibile benissimo con
    > programmi opensource... anche se
    > effettivamente, per chi non è esperto e
    > vuole subito fare il suo backup senza stare
    > a imprecare sugli howto pescati da
    > internet..
    [cut]

    Niente di difficile. Mai provato DVDRip?
    Rapido e indolore. Niente howto.
    Saluti
    Prospero
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Niente di difficile. Mai provato DVDRip?
    > Rapido e indolore. Niente howto.
    > Saluti
    > Prospero
    ...io non mi considero un utente professionale.. anzi spesso mi fregio del titolo di Utonto.. però..

    ci sono mie amiche alle quali dico "fai click" e loro mi rispondono:
    "click!"

    forse a loro serve il sw commerciale. più probabilmente un corso di compiuter.


    avvelenato che sa usare il compiuter
  • - Scritto da: Anonimo
    > Perseguire chi fa programmi Commerciali ok
    > faranno morire chi li produce ma sono pronto
    > a scommettere che in sotto bosco iniziaranno
    > a girare orde di software open source per
    > farlo... che per il loro sorgente aperto si
    > trasformeranno in centinaia di biforcazioni
    > variazione senza nessun proprietario da
    > accusare, senza possiblita' di fermarne la
    > diffusione senza piu' nessuna possibilita'
    > di controllo ...


    Questo fino a quando sulla tua macchina non girera' Palladium.
    Poi tutti questi bei programmozzi non ti funzioneranno piu'... e sara' troppo tardi.
    non+autenticato
  • Palladium e' una farsa, se veramente qualcuno impedisse di far girare linux o software open sui pc ci sarebbe una rivolta popolare, poi troppe aziende ci quadagnano sopra per permettere cio .. vedrai che questo hardware se davvero nascera' lasciera' girare linux... tanto per dire che ibm ha rilasciato un palmare palladium con SO Linux e ha fornito sutto GPL i driver per pilotare il cippetto ... poco mi preccupa palladiuz .. deve preoccupare piu' gli utenti Windows che saranno obbligati a usarlo nella maniera di Microsoft.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Perseguire chi fa programmi Commerciali ok
    > faranno morire chi li produce ma sono pronto
    > a scommettere che in sotto bosco iniziaranno
    > a girare orde di software open source per
    > farlo... che per il loro sorgente aperto si
    > trasformeranno in centinaia di biforcazioni
    > variazione senza nessun proprietario da
    > accusare, senza possiblita' di fermarne la
    > diffusione senza piu' nessuna possibilita'
    > di controllo ...

    e allora chiuderanno sourceforge e branche di sourceforge e freshmeat

    > Questi bambini cicioni e avidi di soldi si
    > continuano a tirare la zappa sui piedi da
    > soli secondo me.

    si ma spesso centrano la spina dorsale di noi bambini poveri e denutriti, prima
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)