Mauro Vecchio

Iran, blogger in manette

Hossein Derakhshan condannato a 19 anni di carcere. Irraggiungibile il suo blog. Sconcerto da parte delle autoritÓ canadesi. Mentre RSF ha condannato la pi¨ dura sentenza mai emessa contro un blogger in terra iraniana

Roma - 19 anni di carcere. Questa la pena stabilita da un giudice iraniano, che ha così incatenato il prossimo futuro del blogger Hossein Derakhshan, meglio noto come Hoder. Le autorità di Tehran avevano però richiesto la sua condanna a morte, dopo l'arresto di Derakhshan nel 2008.

Il blogger - allo stesso tempo cittadino iraniano e canadese - era stato accusato di aver collaborato con vari stati nemici, oltre che di aver messo in piedi una vera e propria campagna propagandistica contro l'Islam. All'origine del sue colpe, due viaggi in Israele, non visti nel migliore dei modi dalle attuali leggi in Iran.

Stando alle varie fonti locali, Derakhshan potrà ricorrere in appello contro la decisione del giudice. Nel frattempo, il suo blog - Hoder.com - è risultato irraggiungibile. Disdegno da parte delle autorità canadesi, che hanno parlato di una decisione inaccettabile.
Sconcerto da parte dell'organizzazione Reporters Sans Frontières, che ha sottolineato come quella contro Hoder sia di gran lunga la sentenza più dura mai emessa contro un blogger locale. Derakhshan sarebbe rimasto vittima di scontri politici interni. Il Presidente Mahmoud Ahmadinejad dovrebbe intercedere per il suo rilascio.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàIran, ko gli aiuti anticensuraHaystack, il software che doveva aiutare gli attivisti ad aggirare i blocchi del Governo, esporrebbe gli utenti a troppi rischi. Dure polemiche, dimissioni, e la scomunica di EFF
  • AttualitàRSF, un rifugio per informareUn porto sicuro per blogger e giornalisti vittima di censura. Che potranno usufruire di connessioni sicure e software per il mascheramento dell'identitÓ
5 Commenti alla Notizia Iran, blogger in manette
Ordina