Roberto Pulito

C'è chi dice Palm

Una misteriosa segnalazione preannuncia l'arrivo di nuovi smartphone HP. Nel frattempo l'azienda ribadisce l'esclusività: la licenza webOS non si cede

Roma- Dopo l'acquisizione di Palm, avvenuta la scorsa primavera, Hewlett-Packard non ha ancora presentato nulla di nuovo sul mercato e, di conseguenza, non ha neppure raccolto alcun frutto concreto. Ora però, sembra che qualcosa si stia effettivamente muovendo. Ai recenti rumor riguardanti l'uscita del nuovo webOS si è appena aggiunta un'altra segnalazione, decisamente interessante.

TüV Rheinland, che si occupa della certificazione di prodotti, dichiara che HP avrebbe appena richiesto certificazioni statunitensi e canadesi per due nuovi modelli di telefoni Palm, registrati come P102UNA e P102EWW. Qualcuno fa però notare che, stando alla criptica numerazione adottata solitamente da Palm, le due sigle potrebbero anche indicare un unico modello di smartphone, chiamato internamente P102. Un modello che magari necessita di essere certificato per due standard differenti: GSM e CDMA.

Dato che il vecchio Palm Pre fu registrato con la sigla interna P101, viene in effetti abbastanza spontaneo pensare a un successore o ad un restyling di quello stesso terminale. Gli informatori di Rheinland parlano anche di un'altra registrazione sospetta, riguardante un caricabatterie a induzione in grado di ricaricare senza fili, come fa il noto accessorio Touchstone del Palm Pre.
Ovviamente, al momento HP non commenta nessuna di queste voci. L'unica dichiarazione rilasciata recentemente dall'azienda riguarda la volontà di proseguire dritta per la sua strada, in esclusiva. Hewlett-Packard rimarrà l'unico produttore di smartphone, tablet e stampanti su piattaforma WebOS, anche nel futuro. La licenza del sistema operativo Palm non si cederà.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaWebOS 2.0, dettagli per sviluppatoriLa distribuzione del kit di sviluppo svela alcuni dettagli sulle caratteristiche del nuovo sistema operativo Palm-HP. Multitasking soprattutto, ma anche miglioramenti generali e supporto ad HTML5
  • TecnologiaQuestione di tablet Eppur si muove: HP fa sapere che lo slate con WebOS ci sarà, Notion Ink offre notizie fresche su Adam (che ora ha un SDK). E poi c'è RIM, che potrebbe avere qualche sorpresa in serbo. Così come Motorola e Acer
  • TecnologiaNei piani di HP c'è PalmpadHP ha registrato presso l'USPTO il marchio Palmpad, ulteriore indizio dei vociferati piani relativi al lancio di un tablet basato su webOS. Lenovo è invece al lavoro su LePad
6 Commenti alla Notizia C'è chi dice Palm
Ordina
  • Da troppo tempo soffocata con quei cessi di PC con Windows, è ora che torni a risplendere di luce propria!
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Da troppo tempo soffocata con quei cessi di PC
    > con Windows, è ora che torni a risplendere di
    > luce
    > propria!

    Scommetto che tra qualche anno webos avrà la stessa % di vendite di iOS.
    E non perché venderà sfracelliCon la lingua fuori
    Cosa dice la tua iCrystalBall?
    Funz
    13000
  • - Scritto da: ruppolo
    > Da troppo tempo soffocata con quei cessi di PC
    > con Windows, è ora che torni a risplendere di
    > luce propria!

    Dato che Windows non è un produttore di PC, significa che quelli che tu consideri cessi sono prodotti direttamente da HP ed in tal caso è evidente che di computer non capisci una emerita mazza.

    Ho maneggiato negli ultimi 10 anni una svariata quantità di palmari HP e li ho sempre trovati impeccabili sia del punto di vista hardware che software.

    Quando i tuoi amici della Apple avranno il coraggio di fabbricare un server e competere con il vero target di HP vedremo dove stanno i cessi.
  • > Quando i tuoi amici della Apple avranno il
    > coraggio di fabbricare un server e competere con
    > il vero target di HP vedremo dove stanno i
    > cessi.

    Che sarebbe come dire: quando i tuoi amici di HP avranno il coraggio di fabbricare un router/macchine fotografiche/etc e competere con il vero target di Cisco/Canon (Nikon)/etc vedremo dove stanno i cessi.

    Questo non per offendere HP o difendere Apple (non mi frega nulla di entrambi), ma pensare che Apple voglia competere su determinati tipi di prodotti quando è sul consumer (non sui server, che pur produce, come HP negli altri settori) che sta facendo i soldi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippuz non loggato
    > Che sarebbe come dire: quando i tuoi amici di HP
    > avranno il coraggio di fabbricare un
    > router/macchine fotografiche/etc e competere con
    > il vero target di Cisco/Canon (Nikon)/etc vedremo
    > dove stanno i cessi.
    >
    > Questo non per offendere HP o difendere Apple
    > (non mi frega nulla di entrambi), ma pensare che
    > Apple voglia competere su determinati tipi di
    > prodotti quando è sul consumer (non sui server,
    > che pur produce, come HP negli altri settori) che
    > sta facendo i soldi.

    A parte che di HP non me ne frega nulla pure a me... il problema è che ruppolo dal del cesso ad uno dei produttori più affidabili della storia.

    Dato che HP storicamente segue il mercato business è scontato che ruppolo non ci capisca nulla, quindi auspicavo l'ascesa di Apple verso il mondo server nella speranza che anche ruppolo apra gli occhi e si accorga che c'è tutto un mondo intorno.

    Ovviamente era solo una battuta, Apple rimanga a fare i suoi prodotti consumer, HP i suoi produtti business, ruppolo apra gli occhi e continui ad utilizzare i cessi di casa sua.
    Amen!
  • > A parte che di HP non me ne frega nulla pure a
    > me... il problema è che ruppolo dal del cesso ad
    > uno dei produttori più affidabili della storia.

    Tu ancora leggi quello che scrive Ruppolo (o Enjoy with us o altri)?
    non+autenticato