Mauro Vecchio

Google: accorciamo URL

Lanciato un sito dedicato all'abbreviazione di link. Secondo BigG sarà il più stabile e sicuro dell'intero web. E non verrà inondato di feature differenti. Ma l'azienda osserverà l'inserimento dei vari collegamenti

Roma - C'è chi ha sottolineato come, in un'era dominata dalle microesternazioni in 140 caratteri e più in generale dalle comunicazioni a mezzo mobile, i vari servizi di abbreviazione dei link costituiscano una vera e propria manna dal cielo. A quelli ormai noti - forniti da piattaforme dedicate come Bit.ly e TinyURL - si è aggiunto uno specifico sito annunciato dal search engine più usato del web, Google.

Una decisa estensione di quel servizio già lanciato nello scorso dicembre in via sperimentale, che di fatto inseriva all'interno della Google Toolbar la possibilità di accorciare un qualsivoglia link. Goo.gl è ora diventato un vero e proprio sito web, come annunciato da un post apparso sul blog ufficiale dell'azienda di Mountain View. Che non ha celato le sue ambiziose intenzioni: trasformare il servizio nel più stabile, sicuro e veloce dell'intera Rete.

Queste sono infatti state le parole chiave usate all'interno del post di presentazione di Goo.gl. Garantirebbe una maggiore sicurezza dopo l'implementazione delle stesse tecnologie anti-spam sfruttate nel servizio di posta elettronica Gmail. In nove mesi, BigG sarebbe riuscita a raddoppiare la velocità del suo servizio di accorciamento dei link.
Una promessa è stata poi fatta tra le righe del post: Google non inonderà il servizio Goo.gl con le più diverse feature. Il sito resterà così in una versione minimalista, comprensiva del solo box per l'inserimento del link. Con una precisazione: l'azienda di Mountain View sarà in grado di controllare i dati inseriti, per determinare quali risultino gli indirizzi più popolari o quelli critici.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàTwitter, accorciasi URLAnnunciato per quest'estate il lancio di un servizio interno di abbreviazione dei link. Servirà a prevenire attacchi e, a parer di qualcuno, a sbaragliare la concorrenza
  • TecnologiaA Google si sono ristrette le URLPresentato Goo.gl, nuovo servizio di Mountain View per abbreviare indirizzi web. È stato implementato in strumenti come Toolbar e Feedburner. E anche Facebook si lancia nella mischia degli URL shortener
  • TecnologiaPiccoli URL, grande ritardoNon sempre la strada più corta è la più breve: gli URL shortener, anzi, rallenterebbero la navigazione di tutti. Tutto per colpa di serverini con pochi cavalli
18 Commenti alla Notizia Google: accorciamo URL
Ordina
  • quand'è che si decideranno a rimuovere l'http, i due punti, il doppio slash e il www dall'indirizzo?
    è roba che risale a quando in rete circolavano ancora i dinosauri.. e ryu ragazzo delle caverne..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giggetto
    > quand'è che si decideranno a rimuovere l'http, i
    > due punti, il doppio slash e il www
    > dall'indirizzo?
    > è roba che risale a quando in rete circolavano
    > ancora i dinosauri.. e ryu ragazzo delle
    > caverne..

    ste robe che dici tu praticamente non esistono piu' nei comandi di ricerca dei browser, pero' dal punto di vista del programmatore e dei protocolli di rete non si puo' ridurre il tutto ad un miserabile chiacchiericcio
    non+autenticato
  • guarda che se digiti i piu' importanti siti (e quelli che magari visiti) nel browser solo col nome va comunque in automatico al sito, ci mette solo mezzo secondo in piu' .... o stai ancora a digitare http://www.. etc...?
    digita "apple" e vai al loro sito, così come qualunque altro dominio di una certa rilevanza.

    Enry
    non+autenticato
  • Se eepr questo la maggioranza delle persone che io conosco mette google come pagina iniziale, scrive come testo della ricerca il sito dove vuole andare e poi clicca il risultato della ricerca.

    Anche mettere la freccia quando si deve girare oramai è cosa da dinosauri, eppure un motivo ci sarebbe.

    Fate vobis.
    non+autenticato
  • i browser già funzionano così....se ti riferisci a internet, beh, ftp, ssh, pop, imap, smtp e compagnia servono e quindi non si possono eliminare

    il mondo non è fatto solo di pagine accatiemmeelle
  • ma a che prò farli apparire nella sintassi di un browser nel 2010 quando gli altri protocolli si usano ormai solo con programmi specializzatissimi?
    anche perché
    htpp://www.punto-informatico.it
    o
    http:\\www.punto-informatico.it
    (digitazione farlocca di un niubbo) danno un messaggio di errore mandando il niubbo nel panico.
    E che dire poi delle tre letterine W, un vero anacronismo inutile quando si potrebbero benissimo eliminare dalla digitazione dell'url?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giggetto
    > ma a che prò farli apparire nella sintassi di un
    > browser nel 2010 quando gli altri protocolli si
    > usano ormai solo con programmi
    > specializzatissimi?
    > anche perché
    > htpp://www.punto-informatico.it
    > o
    > http:\\www.punto-informatico.it
    > (digitazione farlocca di un niubbo) danno un
    > messaggio di errore mandando il niubbo nel
    > panico.
    > E che dire poi delle tre letterine W, un vero
    > anacronismo inutile quando si potrebbero
    > benissimo eliminare dalla digitazione
    > dell'url?

    magari una finestrella di avviso che avverte (siete in modalità "idiota" creato per esseri dal pollice opponibile o per applefans in ogni caso per gli esseri umano dai 0/5 anni) così chi non è ben convinto di cosa sta usando se ne rende conto.. cosa ne pensi?
  • penso che trascinarsi dietro vecchiumi di un'altra epoca quando i browser ormai li usano nonne e bambini sarebbe come se i filesystem di oggi avessero la limitazione sui nomi 8+3 perché il DOS una volta faceva così.. pensi che sarebbe una cosa sensata?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giggetto
    > penso che trascinarsi dietro vecchiumi di
    > un'altra epoca quando i browser ormai li usano
    > nonne e bambini sarebbe come se i filesystem di
    > oggi avessero la limitazione sui nomi 8+3 perché
    > il DOS una volta faceva così.. pensi che sarebbe
    > una cosa
    > sensata?

    No, hai ragione!
    Prova a creare una directory AUX, che non dovresti avere nessun problema visto che siamo nel 2010 e non ci sono piu' limitazioni ai nomi dei files (a meno che tu invece di usare un SO non usi un colapasta...)
  • "Vecchiumi di un'altra epoca" include anche mouse, tastiera, tcp/ip et simila?
    non+autenticato
  • p-i.it

    Occhiolino
    non+autenticato
  • in pratica hanno trovato il modo per far lavorare gli utenti per fornire info al loro motore di ricerca circa i siti più popolari

    ecco questa è quella che si chiama capacità di innovare

    ovviamente tra qualche mese avremo anche bi.ngA bocca aperta

    ovviamente essendo ng verrà usato soprattutto per le truffe nigeriane Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > in pratica hanno trovato il modo per far lavorare
    > gli utenti per fornire info al loro motore di
    > ricerca circa i siti più
    > popolari
    >
    > ecco questa è quella che si chiama capacità di
    > innovare
    >
    > ovviamente tra qualche mese avremo anche bi.ngA bocca aperta
    >
    > ovviamente essendo ng verrà usato soprattutto per
    > le truffe nigeriane
    > Rotola dal ridere

    sempre a trovare il pelo nell'uovo voi ...
    non+autenticato