Le idee di Stanca sull'accessibilità

Una curiosa intervista appare sul sito del ministero all'Innovazione, che comunque chiarisce che il Ministro non intende sottovalutare le specifiche del Web Consortium

Roma - Rimbalza da una newsletter governativa ad un comunicato stampa l'intervista che il ministro Lucio Stanca ha rilasciato al suo ministero... Già. E' stata infatti pubblicata sul sito del ministero all'Innovazione (MIT) una intervista al Ministro senza però alcuna indicazione sull'autore dell'intervista stessa, e qualcuno ieri ha addirittura malignato che oltre alle risposte il titolare del MIT avrebbe confezionato persino le domande.

Quisquilie a parte, nell'intervista Stanca parla diffusamente di come si è giunti al disegno di legge sull'accessibilità che il Governo ha recentemente presentato alle Camere e che punta ad ottenere due risultati. Il primo è obbligare i siti della pubblica amministrazione a garantire l'accessibilità alle risorse disponibili. Il secondo è spingere anche i privati a farlo, mediante un riconoscimento che potrà essere assegnato dal MIT a chi lo merita.

Il ministro Lucio StancaNulla di nuovo, in effetti, se non che nella seconda parte dell'intervista Stanca chiarisce che il disegno di legge, che non integra la proposta Campa-Palmieri sull'accessibilità già presentata in precedenza, non mira in alcun modo a mettere da parte le Raccomandazioni in questo tema varate dal World Wide Web Consortium.
Stanca ha infatti spiegato che il suo disegno non entra nei criteri tecnici specifici, rimandati invece ad un decreto del Governo, ma ha sottolineato che "i requisiti tecnici e le metodologie, così come suggerito dall'Unione europea, faranno riferimento alle Linee Guida autorevolmente prodotte dal progetto WAI, ricordando, comunque, che esse sono Raccomandazioni e come tali non possono essere recepite integralmente come norme".

Basterà questo a mettere fine alla maretta che ha seguito la presentazione del disegno di legge del Ministro?
TAG: italia
11 Commenti alla Notizia Le idee di Stanca sull'accessibilità
Ordina
  • Come diceva l'autore dell'articolo, se davvero rispondesse così avremmo una specie di tecnico... ma quello è un politico indi, IMHO era una bella intervistina pronta!
    CMQ
    Qui si parla di IWA MIT, per carità cose serissime,
    Ma se queste le nuove idee per il miglioramento della struttura informatica pubblica, La cosa è oltremodo comica,
    Non si fanno concorsi pubblici, per assumere sistemisti, che vadano ad occupare un ruolo presso tutti gli enti pubblici che ne avrebbero bisogno (eccome se ne hanno bisogno), e si parla dell'accessibilità dei siti?
    Ma vi rendete conto la comicità della cosa?
    La ristrutturazione anche del sistema a favore dell'opensource come è successo a parecchi paesi extraeuropei e non, e qui parliamo di certificazioni e aria fritta?
    Ma fatemi il piacere.
    Fate decreti legge seri...
    alcune proposte Egregio ministro Stanca?
    Decreto legge sull'utilizzo di sistemi gratuiti opensource
    Decreto legge per l'obbligo di assunzione per le aziende che abbiano più di 25 computer in rete di un sistemista QUALIFICATO.
    Ma soprattutto che inizino concorsi pubblici per sistemisti e informatici addetti alla manutenzione e al controllo delle macchine
    Sa quanto ci guadagnarebbe la pubblica amministrazione se non si dovesse affidare più l'assistenza ,che costa fior di miliardi l'anno, ad aziende e privati che chiedono parecchi soldi?
    Più fatti e meno parolette ad effetto signor Stanca

    STANCAmente vostro
    Elwood
    non+autenticato
  • ops scusate ripeto quello che volevo intendere sul primo punto dei decreti legge seri!

    Per il primo Decreto Legge intendevo

    Decreto Legge sull'utilizzo obbligatiorio da parte della PA di sistemi opensource,
    Altri soldi risparmiati.
    ELWOOD
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > alcune proposte Egregio ministro Stanca?
    > Decreto legge sull'utilizzo di sistemi
    > gratuiti opensource
    > Decreto legge per l'obbligo di assunzione
    > per le aziende che abbiano più di 25
    > computer in rete di un sistemista
    > QUALIFICATO.
    > Ma soprattutto che inizino concorsi pubblici
    > per sistemisti e informatici addetti alla
    > manutenzione e al controllo delle macchine
    > Sa quanto ci guadagnarebbe la pubblica
    > amministrazione se non si dovesse affidare
    > più l'assistenza ,che costa fior di miliardi
    > l'anno, ad aziende e privati che chiedono
    > parecchi soldi?
    > Più fatti e meno parolette ad effetto signor
    > Stanca
    >
    > STANCAmente vostro
    > Elwood


    Concordo in pieno
  • > Decreto legge per l'obbligo di assunzione
    > per le aziende che abbiano più di 25
    > computer in rete di un sistemista
    > QUALIFICATO.

    Terrificante.

    Le aziende che si doteranno di strutture efficaci ed efficienti sopravvivranno, quelle che non sapranno farlo chiuderanno. Ecco qui l'unico meccanismo tollerabile.

    L'idea di uno Stato che ficca il naso in come si gestiscono le aziende non è solo assolutamente inefficace. E' il modo più rapido per determinare il fallimento del già traballante "sistema Italia", che sta in piedi solo grazie all'efficacia e all'indipendenza di migliaia di piccole e media aziende.

    Ciao.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Decreto legge per l'obbligo di assunzione
    > > per le aziende che abbiano più di 25
    > > computer in rete di un sistemista
    > > QUALIFICATO.
    >
    > Terrificante.
    >
    > Le aziende che si doteranno di strutture
    > efficaci ed efficienti sopravvivranno,
    > quelle che non sapranno farlo chiuderanno.
    > Ecco qui l'unico meccanismo tollerabile.
    >
    > L'idea di uno Stato che ficca il naso in
    > come si gestiscono le aziende non è solo
    > assolutamente inefficace. E' il modo più
    > rapido per determinare il fallimento del già
    > traballante "sistema Italia", che sta in
    > piedi solo grazie all'efficacia e
    > all'indipendenza di migliaia di piccole e
    > media aziende.
    >
    > Ciao.

    Ma sinceramente trovo più terrificante la totale mancanza di piccole e medie aziende di consulenti informatici, che invece di ascoltarli o ascoltare i propri informatici recapitalizzano "cacciando via i dipendenti, sbagliati",
    Troppi furbi in qualche C.E.D, che magari fanno comperare all'azienda un programma totalmente inutile, per regalare un computer nuovo al nipotino.
    Trovo ancor più terrificante quello che è successo poco tempo fa al blocco informatico delle Poste Italiane.
    Se bisogna obbligare, a creare una nuova figura per legge (come è accaduto per gli alberghi con la professione dell'addetto alla qualità, e come al solito nessuno ha sentito perchè badi bene siamo in Italia)
    In Italia ci sono cose ben più terrificanti per le aziende.
    Mi creda, e questa per quanto radicale, sopratutto nell'assunzione con concorsi pubblici, di sistemisti non credo che ci sia niente di terrificante.
    Il terrificante l'ho visto in molte aziende, dove le stesse scelgono uno per nulla qualificato con uno poco qualificato, indipendente dai titoli di studio.

    Concorsicamente suo
    Elwood
    non+autenticato



  • Lucio Stanca è in effetti un tecnico e NON UN POLITICO. Ultimamente in realtà sembra seguire un po' di più gli indirizzi dall'alto, ma resta comunque a mio opinione il miglior ministro di questo governo (e anche l'unico sopportabile, sempre a mia opinione); è tra i migliori in generale degli ultimi anni.

    Il tuo tono invece mi da' l'idea di quanto sia TU ignorante, arrogante e probabilmente più politico del ministro.

    Le critiche all'accessibilità mi fanno venire il mal di pancia, ma se vengono da un sostenitore dell'open source poi, è davvero squallido.
    Dovresti batterti per la libertà di diffusione, il libero accesso alle informazioni etc., saranno queste credo le ispirazioni teoriche del movimento free.
    Invece stai solo facendo un tifo da ultrà che faresti meglio a sfruttare il tempo migliorando i tuoi sistemi e la struttura della comunità, la quale potrebbe battere i sistemi proprietari sul lato della qualità senza imposizioni legislative se solo pensasse a risolvere i suoi problemi
    non+autenticato
  • Scritto da: Anonimo
    >
    >
    >
    > Lucio Stanca è in effetti un tecnico e NON
    > UN POLITICO. Ultimamente in realtà sembra
    > seguire un po' di più gli indirizzi
    > dall'alto, ma resta comunque a mio opinione
    > il miglior ministro di questo governo (e
    > anche l'unico sopportabile, sempre a mia
    > opinione); è tra i migliori in generale
    > degli ultimi anni.

    Se lo dici tu allora ci DOBBIAMO CREDERE!

    > Il tuo tono invece mi da' l'idea di quanto
    > sia TU ignorante, arrogante e probabilmente
    > più politico del ministro.

    La politica e l'informatica sono cose che non vanno d'accordo
    secondo me, anche se dovrai ammettere che non ho attualmente mai visto una manifestazione di un partito al Governo a favore dei sistemi Open Source come mai?
    Come mai stanca parla di accessibilità ai siti e non di problemi molto seri, quale l'aggiornamento informatico di tutti i sistemi informatici esistenti? Il passaggio a sistemi con un TCO per la P.A pari a zero? Perchè il ministro non comincia a riformare (da tecnico quale è) i sistemi informatici dei ministeri, dei comuni, delle provincie, delle regioni?
    La Cina Comunista usa per la P.A. opensource, così l'India, e senza andare lontano, pure la Francia ha approvato un disegno di legge per l'utilizzo di sistemi opensource. Eppure loro IL MINISTRO STANCA mica ce l'hanno!

    > Le critiche all'accessibilità mi fanno
    > venire il mal di pancia, ma se vengono da un
    > sostenitore dell'open source poi, è davvero
    > squallido.

    Ma quale accessibilita? dei siti web?
    Ma quale innovazione tecnologica, perdincibacco!
    World Wide Web Consortium, sinceramente e personalmente credo che l'ultimo problema che abbiamo
    è proprio quello dell'accessibilità dei siti, si faccia un giretto
    presso i CED della PA poi ne riparliamo eh?

    > Dovresti batterti per la libertà di
    > diffusione, il libero accesso alle
    > informazioni etc., saranno queste credo le
    > ispirazioni teoriche del movimento free.

    Il movimento opensource e copyleft ritiene assai poco prioritario il problema dell'accessibilità di un sito web,
    e minoritario si pone problemi molto più profondi, come la libertà di utilizzo di programmi, di sistemi operativi e all'utilizzo da parte Dei Paesi, di usare i sistemi che gli costino ZERO! Aiutare la diffusione di tale sistemi è il nostro scopo, ma certo che se chiedi ad uno noi quale siano le priorità italiane nella divulgazione di tali temi, un problema come questo sarebbe proprio l'ultimo credo.

    > Invece stai solo facendo un tifo da ultrà
    > che faresti meglio a sfruttare il tempo
    > migliorando i tuoi sistemi e la struttura

    La ringrazio della sua spinta propositiva, ma guardi ho anche il tempo necessario per postare delle critiche costruttive, a chi pensa all'accessibilità dei siti e non all'aggiornamento dei sistiemi della P.A.
    > della comunità, la quale potrebbe battere i
    > sistemi proprietari sul lato della qualità
    > senza imposizioni legislative se solo
    > pensasse a risolvere i suoi problemi

    Problemi come vede ne abbiamo tanti, uno di questi in questo momento è rispondere al suo post Sorride

    Opensourcemente suo
    Elwood
    non+autenticato
  • Senta, lasciamo stare la questione dell'accessibilità, dovrebbe informarsi di più.
    Rinuncio anche a perdere tempo a ribattere certi punti della risposta.
    Ma quello che mi da fastidio e che è una nuova questione in questa specie di forum, è l'attacco così violento a Stanca, perchè, le dirò, avrebbe qualche difficoltà a trovare uno così convintemente anti-berlusconiano come me, ma non mi pare il caso di aggredire così il povero Stanca che da quando è stato nominato ha parlato molte volte dell'open-source e ha fatto quel che poteva per fare le stesse cose che vuole lei. In un governo come quello attuale è veramente un azzardo portare avanti argomenti del genere, e Stanca rappresenta un'anomalia che può finire in un attimo se Berlusconi gira la testa.
    Io spero davvero che Stanca riesca a concretizzare qualcosa, ma nel frattempo non mi pare giusto denigrarlo in questo modo.

    Tra l'altro dal modo in cui parli sembra che tu non sappia chi sia Stanca e da dove venga.
    http://www.innovazione.gov.it/ita/ministro/ministr...
    non+autenticato

  • > http://www.innovazione.gov.it/ita/ministro/mi

    ho letto Ibm, peccato pensavo che fosse uscito

    dal reparto A.I. del MIT

    La IBM è un azienda molto quotata nel settore,
    peccato che non sia rimasto lì dentro!

    A bocca aperta

    A me sinceramente che sia venuto dalla IBM o sia venuto
    direttamente da un PDP7 poco importa, quello che ha fatto IHMO, a parte qualche decisione che ha lasciato il tempo che trova, non mi pare che si sia "profuso" per la questione opensource. Venire dalla presidenza Ceo, non mi pare cambi la questione.
    Le ricordo che "

    Il ministro più ricco del governo Berlusconi è Lucio Stanca (Innovazione tecnologica) con 2,7 milioni di euro, circa 5,2 miliardi delle vecchie lire. Seguito da Pietro Lunardi, ministro delle Infrastrutture, con 639mila euro equivalente circa di 1 miliardo di lire. Il dato risulta dalla dichiarazione dei redditi del 2001. Dopo Stanca e Lunardi, la classifica dei più ricchi tra ministri e sottosegretari non parlamentari (le cifre sono espresse in lire) comprende: - il sottosegretario Gianni Letta, il ministro della Salute, Girolamo Sirchia, il ministro della Funzione Pubblica, Luigi Mazzella.
    http://www.lanotteonline.it/politica.htm

    Magari se ci metteva qualche soldarello pure lui... mica male
    eh?
    Ma poi stanca non del Governo berlusconi, o ci è capitato per caso nel Governo Berlusconi?
    Se gira la testa Berlusconi, e Stanca non c'è più, il Cavaliere non ne sentirà probabilmente la mancanza nè, lui e nè tanto meno la Comunità opensource, si fidi.
    Poche chiaccere politiche e più fatti,
    La segreteria di Stanca, se vuole sapere da dove cominciare,
    basta che chiami uno dei Lug italiani, e gli chieda da dove cominciare, vedrà quante cose nuove potrebbe scoprire.

    IIBBIEMMEMENTE SUO
    ELWOOD
    non+autenticato
  • Quando dicevo di Berlusconi che gira la testa, intendevo che se si accorge di politiche troppo contrastanti con gli interessi di grandi soggetti industriali, Stanca viene liquidato subito senza troppi complimenti.

    Per il resto perchè non prova a contattare direttamente Stanca e vede di fargli qualche proposta e di avere qualche spiegazione?

    _logX_
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quando dicevo di Berlusconi che gira la
    > testa, intendevo che se si accorge di
    > politiche troppo contrastanti con gli
    > interessi di grandi soggetti industriali,
    > Stanca viene liquidato subito senza troppi
    > complimenti.
    >
    > Per il resto perchè non prova a contattare
    > direttamente Stanca e vede di fargli qualche
    > proposta e di avere qualche spiegazione?
    >
    > _logX_

    ci ho provato ma purtroppo non è rintracciabile
    A bocca aperta
    ELWOOD

    non+autenticato