Alfonso Maruccia

General Electric: non sono solo lampadine

Il colosso statunitense dell'energia è impegnato a reinventare i bulbi luminosi mediante l'impiego di tecnologie avanzate. All'insegna della maggiore efficienza ma anche del comfort dell'ambiente domestico

Roma - General Electric è da tempo impegnata a investire nelle fonti di illuminazione efficienti ed ecocompatibili. Le ultime novità in ordine di tempo comprendono una sorta di "ibrido" tra le fonti alogene e le fluorescenti compatte (CFL) e un sistema di raffreddamento per le lampadine LED tratto dalla tecnologia impiegata in avionica.

Prevista per l'arrivo sul mercato nel 2011, la lampadina ibrida alogena-fluorescente è progettata per aumentare il comfort fornendo nel contempo un'ottima efficienza energetica: nella lampadina è installato un primo elemento centrale alogeno che all'accensione raggiunge subito il massimo della sua luminosità, contornato da una spirale fluorescente che invece necessita di un certo intervallo temporale per fare altrettanto.

La lampadina ibrida di GE combina "la luminosità istantanea della tecnologia alogena con l'efficienza energetica e la maggior durata della tecnologia CFL", spegnendo l'elemento alogeno non appena la spirale fluorescente ha raggiunto la sua luminosità massima. Il ritardo di illuminazione tipico delle CFL scompare mentre resta garantito il risparmio economico reso possibile da questo genere di tecnologia di illuminazione, spiega GE.
Il sistema di raffreddamento avanzato studiato dall'azienda è invece pensato per le fonti di illuminazione a LED, una tecnologia che potrebbe giovare grandemente di una superiore efficienza nella dispersione del calore. Maggior abilità di rimozione del calore significa una maggiore efficienza nello sfruttamento dell'energia elettrica e maggior durata nel tempo.

Il progetto di GE non è ancora pronto per il mercato, occorrono ulteriori test di affidabilità mentre gli ingegneri statunitensi promettono anche una drastica riduzione dei costi di produzione grazie alla possibilità di usare un minor numero di LED.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
32 Commenti alla Notizia General Electric: non sono solo lampadine
Ordina
  • La lampadina ''ibrida'' esiste già da anni sul mercarto.
    La prima azienda ad introdurla è stata la Beghelli (serie
    Immediately), almenoin Italia.

    Marco
    non+autenticato
  • C'è un'azienda italiana che sta investendo molto in ricerca nel campo dell'illuminazione, ed ha prodotto (e già immesso sul mercato) una lampada interamente basata su materiali riciclati che utilizza tecnologie innovative per aumentare l'efficienza e ridurre l'utilizzo del mercurio.

    http://www.wivagroup.com/eko.php

    mi sembra un buono spunto per un prossimo articolo... A bocca aperta
    non+autenticato
  • ... ora non facciano del patent troll su sta cosa visto che Beghelli produce già da anni una cagata simile... si una cagata!
    Oggi si trovano infatti delle lampade a risparmio energetico che garantiscono l'80% della luce all'accensione, ci sono anche in versione luce calda sono in classe A e ne ho trovate perfino ad un euro in offerta da unieuro (pensa te prodotte proprio da Beghelli!)
    Perchè mai dovrei prendere un'ibrido costoso? Ah certo se uno è abituato ad alcune lampade tipo Ikea (che lampeggiano come dei neon) o a certe altre che ci mettono due o tre minuti per arrivare a fornire una illuminazione decente...
    Quanto ai Led scaldano eccome, ho una lampada da tavolo da 4 Watt con un unico led (venduta da Ikea) di ragguardevole potenza quindi e dopo una ventina di minuti la lampada è ben calda al tatto, cosa che non mi stupisce dato che i Led hanno una resa del 50% circa e rese superiori le si ottengono solo raffreddandoli notevolmente.... in alcuni esperimenti sono arrivati al 99% e durate superiori alle 100.000 ore... sfidando quasi la legge di entropia!
  • Complimenti arrivano con circa 2 anni di ritardo!

    BEGHELLI LAMPADA RISPARMIO ENERGETICO IMMEDIATELY

    Questo prodotto e' gia in commercio da un pezzo e fa
    esattamente quello che e' stato descritto nell'articolo.

    Speriamo facciano di meglio sui led...
    non+autenticato
  • mi chiedo quale sarà il costo di una tale tecnologia: alogena+fluorescente. Quando tale costo compenserà il risparmio energetico? Parlando delle sole lampade a scarica nei gas, con riduzione di consumo pari all' 80 %, vale la pena prendere atto che, a parità di prodotto (lampada da 11W, attacco E27), noi italiani paghiamo queste lampade anche ben 10 volte il costo che viene pagato da un londinese (UK). Allora mi chiedo, per noi ITALIANI, il prezzo sarà interessante o dovremmo attivarci per un turismo commerciale?
    grazie e buon lavoro.
    non+autenticato
  • professoreA bocca aperta! devo fare l'upload del suo pdf qui?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Roberto De faveri
    > mi chiedo quale sarà il costo di una tale
    > tecnologia: alogena+fluorescente. Quando tale
    > costo compenserà il risparmio energetico?
    > Parlando delle sole lampade a scarica nei gas,
    > con riduzione di consumo pari all' 80 %, vale la
    > pena prendere atto che, a parità di prodotto
    > (lampada da 11W, attacco E27), noi italiani
    > paghiamo queste lampade anche ben 10 volte il
    > costo che viene pagato da un londinese (UK).
    > Allora mi chiedo, per noi ITALIANI, il prezzo
    > sarà interessante o dovremmo attivarci per un
    > turismo
    > commerciale?
    > grazie e buon lavoro.

    Perchè in GB quanto le pagano? Io ne ho trovate da 20 Watt ottime con resa dell'80% all'accensione e a luce calda in offerta ad 1 euro con in aggiunta un economizzatore di acqua qualche tempo fa da unieuro... dove ne ho fatto incetta (new ho prese una ventina!)
  • quest'uomo (si da il caso che gli abbia passato il link a questa pagina) ha notato che invece in veneto dalle sue parti (coop di vittorio veneto e altri) e dalle mie, dopo che ho controllato, c'era un piccolo sovrapprezzo di una decina di euro, con tanto di foto provatorie ai cartellini sugli articoli
    non+autenticato
  • Grazie ai certificati bianchi, anche regalandole ci si guadagnava (iperbole?)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)