Mauro Vecchio

Oracle parla a SAP, perché HP intenda

L'ira del CEO Larry Ellison contro il nuovo boss della rivale: Apotheker avrebbe supervisionato uno schema fraudolento incentrato sull'appropriazione indebita di software

Roma - Avrebbe agito dietro le quinte, supervisionando un preciso piano di spionaggio industriale. Uno schema studiato ad arte dalla software company tedesca SAP, incentrato sul ripetuto furto di una serie massiva di tecnologie appartenenti ad uno dei suoi più pericolosi competitor. Questa la visione recentemente illustrata dal CEO di Oracle Larry Ellison, che ha così scagliato la sua furia retorica contro Leo Apotheker, l'attuale Chief Executive Officer di Hewlett Packard.

Apotheker sarebbe dunque colpevole di aver manovrato i fili delle attività fraudolente di SAP, avendo ricoperto prima il ruolo di deputy CEO (nell'anno 2007-2008) e poi quello di CEO fino allo scorso febbraio. Apotheker ha ora iniziato una nuova avventura professionale in qualità di nuovo boss di HP, insieme a Ray Lane, ex-COO proprio di Oracle. È tuttavia il passato del cittadino tedesco ad aver scatenato le ire di Ellison.

SAP aveva già "confessato" in aula di aver sottratto alcune tecnologie software all'azienda californiana. I legali di Oracle hanno chiesto alla corte una sanzione pecuniaria pari a 2 miliardi di dollari. Lo stesso Ellison vorrebbe trascinare Apotheker davanti al giudice californiano, ma l'attuale CEO di HP sarebbe al di fuori della giurisdizione dell'area di San Francisco. Non è ancora chiaro se quest'ultimo si presenterà o meno in aula per testimoniare.
Ma Ellison ha sparato a zero, sottolineando come i suoi legali siano in possesso di prove evidenti a sostegno della tesi secondo cui Apotheker sarebbe direttamente coinvolto nello schema truffaldino di SAP. Una tesi rigettata da Ray Lane, che ha invece spiegato come l'ex-CEO della società tedesca non fosse assolutamente a conoscenza dei furti di proprietà intellettuale ai danni di Oracle.

Quelle del boss di Oracle sarebbero dunque accuse lanciate per tartassare un'azienda rivale, interferendo nelle quotidiane attività di gestione nonché nelle responsabilità di un CEO come quello di HP. Secondo Ellison, Apotheker avrebbe ordinato lo stop ai furti solo sette mesi dopo il suo insediamento nell'aprile del 2008. Oracle aveva trascinato in tribunale SAP nel 2007. Quella pace proprio recentemente scoppiata tra Palo Alto e Redwood Shores sembra ormai già nuovamente minacciata.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia Oracle parla a SAP, perché HP intenda
Ordina