Vuoi sapere l'ora? Chiedilo all'acqua

Perché usare le batterie, quando la natura ci ha dato l'acqua?

Stufi di cambiare continuamente le batterie alla sveglia? Bene, allora questo è il gadget che fa per voi. È un particolare orologio da tavolo, che non è alimentato né da pile alcaline, altamente inquinanti, né dalla corrente elettrica delle prese a muro. Eppure mostra continuamente la data, l'ora ed i minuti e come se non bastasse è in grado di verificare anche la temperatura dell'ambiente nel quale si trova.

Curiosi di sapere come possa funzionare, senza alcun tipo di alimentazione? Usa l'acqua.

waterclock
È sufficiente riempire con comunissima acqua da rubinetto la base dell'orologio: in questo modo vengono alimentati sia il grande e ben visibile display LCD sia il sensore di temperatura, che permette di visualizzare sullo schermo quanti gradi siano presenti in casa, in scala Celsius o Fahrenheit.

Una sveglia che rispetta l'ambiente potrebbe dunque essere il regalo natalizio ideale per gli amici ecologisti e può essere acquistata al prezzo di 29.98$ sul portale Taylor Gifts.

(via 7GADGETS)
TAG: gadget
69 Commenti alla Notizia Vuoi sapere l'ora? Chiedilo all'acqua
Ordina
  • Questo articolo fa acqua da tutte le parti. Fantasma
    non+autenticato
  • Non c'e' nessuna possibilita' che l'acqua da sola possa alimentare un simile orologio. In realta' l'acqua funge da elettrolita per una batteria interna basata su un anodo di zinco che lentamente si dissolve.

    Finito lo zinco vi ritrovate un rifiuto da 30$, niente piu'.
    non+autenticato
  • Ne abbiamo gia' discusso ampiamente.
    E non e' un hoax, ma un "gadget" che dalle mie parti chiamiamo piu' affettuosamente "ciaffi".
    non+autenticato
  • Ma questo è un blog, non un sito di chimica...

    Vi viene fornita la notizia di un oggetto che esiste e che è stato recensito allo stesso modo in altri migliaia di blog internazionali, oltretutto le fonti non riportano nulla sul funzionamento dell'oggetto.

    Per cui se la cosa vi incuriosisce, leggete e poi andate in modo autonomo alla ricerca delle informazioni e delle curiosità che vi arrovellano il cervello... I blog funzionano così...

    Non potete pensare di avere sempre la pappa pronta, senza fare neanche il minimo sforzo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: edeccociqui
    > Ma questo è un blog, non un sito di chimica...

    Questa è internet. punto.Con la lingua fuori

    > Vi viene fornita la notizia di un oggetto che
    > esiste e che è stato recensito allo stesso modo
    > in altri migliaia di blog internazionali,
    > oltretutto le fonti non riportano nulla sul
    > funzionamento
    > dell'oggetto.

    Una notizia fuorviante.

    > Per cui se la cosa vi incuriosisce, leggete e poi
    > andate in modo autonomo alla ricerca delle
    > informazioni e delle curiosità che vi arrovellano
    > il cervello... I blog funzionano
    > così...
    >
    > Non potete pensare di avere sempre la pappa
    > pronta, senza fare neanche il minimo
    > sforzo...

    E quindi la mettiamo pronta, qui a disposizione di tutti.

    Il punto è: truffare la gente sfruttandone l'ignoranza è immorale, e in alcuni casi illegale. Purtroppo ci sono cose per cui la gente, con l'attitudine che presenti, non la rende immorale nè illegale. Tutti si scandalizzano per la Vanna Marchi che fa sciogliere il sale in acqua e dice che hai il malocchio, ma è forse diverso quando ti vendono prodotti omeopatici che sono acqua distillata, chiropratici che ti vendono prestazioni e risultati non possibili, i braccialetti del potere, gli schermi antiradiazioni del cellulare, il sangue di san gennaro che è solo un composto tissotropico ?

    Nessuno pretende che uno sappia tutto, è impossibile. Si chiede solo del sano scetticismo e verifica dei fatti e delle fonti, come ad un processo per omicidio, come quando scrivi qualcosa su wikipedia, come quando compri una macchina e ne controlli il motore prima di pagare.

    Sfruttare l'ignoranza degli altri per guadagnare soldi, potere o controllo è immorale e ingiusto, e io come persona faccio quello che è giusto per combattere questo sfruttamento: informare.
    non+autenticato
  • Ma questo non è blog! E' una testata giornalistica e ci si aspetta che informi correttamente e puntualmente su quello che scrive...
    non+autenticato
  • No, in realtà è il blog PIGadget (www.pigadget.it) che poi entra nel flusso di notizie di punto informatico, ma è un blog!

    E poi, su, non si vuole imbrogliare nessuno...

    E' semplicemente un post come migliaia in Internet, non è disinformazione, non è imbroglio nè immorale nè illegale.

    Forse si vede il male, perchè si è abituati a vivere nel male, compiendo il male e si pensa che gli altri si comportino come noi...

    Caro Gome e Nocome, scrivere un post di un blog di gadget non è come scrivere di un omicidio. Qua non si accusa nessuno, non c'è necessità di verificare fonti o quant'altro, non è questa la disinformazione. La disinformazione è piuttosto la tua, che continui a paragonare un blog di gadget ad una testata giornalistica di fama internazionale come il Times! E stai facendo più casino che altro...
    E' come se te la prendessi con Novella2000 che ha scritto di un bacio della Canalis con un ex, senza verificare le fonti!
    Mamma che scandalo: io caro Gome e Nocome farei un'interrogazione parlamentare contro questo tipo di disinformazione!
    Qui non si manda in carcere nessuno e non si vogliono spillare soldi. Non è pubblicità è semplicemente un dire: ragazzi, c'è questa cosa, vedete se vi interessa, altrimenti lasciate perdere!

    Poi se non siete neanche capaci di distinguere, il problema è vostro non della redazione.
    Poi, se non vado errato, il BLOG PIGadget recita anche "ma chi li compra?" giusto ad indicare le str***ate che vengono fuori sul mercato...
    E basta con il prosaico "io faccio informazione, voi no!". Su, fate ridere...

    Direi che prima di criticare, sarebbe meglio fare un po' di autocritica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: edeccociqui
    > E poi, su, non si vuole imbrogliare nessuno...

    Al contrario. L'articolo dice

    "Curiosi di sapere come possa funzionare, senza alcun tipo di alimentazione? Usa l'acqua."

    questo è falso. Doppiamente falso. Falso una volta perchè dice che funziona senza alimentazione. Falso la seconda volta perchè implica, per come è scritto, che usa l'acqua per alimentarsi.


    > E' semplicemente un post come migliaia in
    > Internet, non è disinformazione

    è disinformazione.

    > non è imbroglio
    > nè immorale nè
    > illegale.

    C'è stata una azione dell'Antitrust sui bracciali Power Balance per la stessa ragione. Ciò che dichiarano è semplicemente non provato scientificamente, nè supportato da qualsiasi conoscenza attuale in materia

    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=113307&...

    Se mi vendi qualcosa dichiarandone certe qualità, ma queste qualità non le ha, sei un truffatore.


    > Caro Gome e Nocome, scrivere un post di un blog
    > di gadget non è come scrivere di un omicidio

    Il senso della mia frase è che si deve applicare lo stesso meccanismo: prove, evidenza, valutazione, verdetto, con una presunzione di innocenza (cioè, il peso della prova sta nel chi accusa, non nel chi si difende) come base di partenza. Se preferisci un sistema decisionale basato sulla presunzione di colpevolezza (il compito di dimostrare l'innocenza è in chi è accusato) e su fatti senza legame alcuno con i fatti, ti consiglio di leggerti questa pagina

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ordalia

    Qui sto "uscendo dal seminato", ma ciò che voglio far capire è che per vivere bene e non essere polli sotto controllo occorre applicare giudizio critico a quello che succede attorno a noi. Sempre.

    > La disinformazione è piuttosto
    > la tua, che continui a paragonare un blog di
    > gadget ad una testata giornalistica di fama
    > internazionale come il Times!

    Non avrei avuto alcuna obiezione se il "blog di gadget" avesse scritto

    "L'orologio usa l'acqua per attivare una batteria chimica interna a lunghissima durata (circa 10 anni in condizioni normali). Non dovrete più cambiare le batterie, solamente l'acqua di tanto in tanto."

    > E stai facendo più
    > casino che
    > altro...

    Quindi che vorresti? la censura per chi semplicemente riporta la verità ? ci siamo già passati storicamente in questa fase.

    > Qui non si manda in carcere nessuno e non si
    > vogliono spillare soldi. Non è pubblicità è
    > semplicemente un dire: ragazzi, c'è questa cosa,
    > vedete se vi interessa, altrimenti lasciate
    > perdere!

    Resta il fatto che è fuorviante. Articolo 1 del codice di autodisciplina delle comunicazioni commerciali

    Art. 1 – Lealtà della comunicazione commerciale

    La comunicazione commerciale deve essere onesta, veritiera e corretta. Essa deve evitare tutto ciò che possa screditarla.

    http://www.iap.it/it/codice.htm

    quando una comunicazione commerciale viola il primo articolo di un codice di autodisciplina, c'è qualcosa che non va.


    > Poi se non siete neanche capaci di distinguere,
    > il problema è vostro non della
    > redazione.

    L'educazione è fondamentale. La mancanza di educazione crea problemi. Non credo servano dati a supportare questo punto.

    > Direi che prima di criticare, sarebbe meglio fare
    > un po' di
    > autocritica.

    Son tanti anni che la faccio, credimi. Ma se devo fare qualcosa per garantire un minimo di difesa dalla cattiva informazione scientifica, sono in prima linea, perchè è ciò che è giusto fare. Non vedo come chiunque possa opporsi a questa linea di condotta, a meno che non speri attivamente nella disinformazione per trarne profitto (immorale, in alcuni casi illegale).
    non+autenticato
  • i tuoi commenti sono.esagerati e fuori luogo. scomodare addirittura il codice di autoregolamentazione commerciale... ma guarda che nn stanno vendendo nulla qua! fai una cosa, prova a denunciarli...ma nella vita nn hai proprio nulla da fare?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ma smettila
    > i tuoi commenti sono.esagerati e fuori luogo.

    Non vedo perchè.

    > scomodare addirittura il codice di
    > autoregolamentazione commerciale...

    è un articolo con contenuto in un qualche modo pubblicitario, e l'articolo viene descritto con caratteristiche che di fatto non possiede.

    > ma guarda che
    > nn stanno vendendo nulla qua!

    Al contrario, viene scritto il prezzo e c'è un link diretto a un sito di vendita.

    > fai una cosa, prova
    > a denunciarli...ma nella vita nn hai proprio
    > nulla da
    > fare?

    Vivere al meglio, crescere mia figlia, avvertire il mio prossimo perchè non venga truffato. e tu ?
    non+autenticato
  • Basta una veloce ricerca per scoprire che l'acqua non è la fonte della corrente che alimenta l'orologio ma soltanto il conduttore su cui viaggia. L'energia proviene da un pezzo di zinco che si dissolve e che dura alcuni mesi o addirittura anni. La definizione corretta quindi credo sia "un particolare orologio da tavolo alimentato da una pila non sostituibile e non ricaricabile".
    È sicuramente un oggetto "ganzo" per un regalo o per stupire gli amici ma prima di definirlo "ecologista" dovrebbero essere considerati i costi ambientali della sua produzione e soprattutto dello smaltimento quando la "pila" sarà esaurita.
    non+autenticato
  • A water powered clock, despite its name, is actually not powered by water[1]. It is quite different from a water clock or clepsydra (Greek kleptein, to steal; hydro, water) which is operated by means of a regulated flow of liquid.

    In a water powered clock, water is actually used as the conducting agent that completes the electrical circuit for the clock. A slowly dissolving piece of Zinc is used as the source of energy that powers the clock[2]. Usage life will vary depending on the amount of Zinc, which could be from months to several years[3].

    [edit] References
    1.^ http://answers.yahoo.com/question/index?qid=200711...
    2.^ http://blog.onlineclock.net/water-powered-clock-my.../
    3.^ http://www.amazon.com/Bedol-Water-Powered-Clock/pr...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)