Vuoi WindowsXP? Comprati il Giga PC

Sistema operativo nuovo, PC nuovo? Quasi, visto che Windows XP richiederà più velocità e più memoria per funzionare rispetto a Windows 2000. Un fattore che farà ripartire il mercato e lancerà i Giga PC di Wintel

Redmond (USA) - In concomitanza con il lancio, lunedì, della seconda ed ultima beta di Windows XP, Microsoft ha rilasciato anche una public preview ordinabile su CD ad un prezzo di 20 dollari. Chi la vorrà provare avrà però l'ormai "tradizionale sorpresa" di scoprire che, come quasi ogni nuovo "step" nello sviluppo di Windows, anche questo dovrà essere pagato non tanto in termini di prezzo quanto in termini di aggiornamento dell'hardware.

Il sito Web di Microsoft, infatti, dichiara che requisiti minimi richiesti dalla nuova piattaforma home/professional sono costituiti da una CPU Pentium II a 300 MHz e 128 MB di RAM. Windows 2000, che già all'epoca della sua uscita aveva costretto le aziende ad investire fortemente nell'upgrade dei propri sistemi (soprattutto in termini di memoria RAM), richiedeva almeno un processore a 133 MHz e 64 MB di RAM.

Art Pettigrue, product manager per l'area Windows di Microsoft, ha però affermato che i requisiti minimi divulgati sono da intendersi come ottimali: il sistema "funziona" (ossia riesce ad avviarsi...) anche in presenza di CPU a 233 MHz e 64 MB di RAM. Microsoft, comunque, per i suoi sistemi di test equipaggiati con la nuova beta e distribuiti a diversi produttori e sviluppatori, ha adottato processori da 1 GHz e oltre e 320 MB di RAM.
Anche gli analisti sono concordi nel dire che, rispetto a quanto inizialmente promesso da Microsoft, Windows XP si è dimostrato sensibilmente più "vorace" di Windows 2000 e richiederà l'aggiornamento di un vasto parco macchine. Non a caso i produttori di hardware per PC, e soprattutto quelli di CPU e memorie, attendono con ansia il lancio di Windows XP come uno fattore determinante nella ripresa della domanda su un mercato ormai da mesi in stato letargico.
TAG: hw
119 Commenti alla Notizia Vuoi WindowsXP? Comprati il Giga PC
Ordina
  • Mi sembri uno di quelli "scottati" da unix:
    Hai comprato la rivista con il cd con una qualsiasi distro l'hai messo su (forse) l'hai usato per 4 minuti e l'hai cancellato con un "ridicolo windows è decisamente superiore" anche se nella tua mente pensavi "non ci capisco nulla"
    Rimettilo su e cerca di usarlo seriamente vogliamo vedere che se ti impegni ritorni qui a postare commenti almeno "concreti" e basati su una esperienza personale (contro o a favore di linux/unix non importa)?
    Ah è uscito FreeBSD 4.3 provatelo non ve ne pentirete
    non+autenticato


  • - Scritto da: Alien
    > NO NO NON NO NO NO NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

    Nemmeno io, va....
    non+autenticato
  • CPU Pentium II a 300 MHz e 128 MB di RAM.

    Quanti di voi hanno un PC con requisiti inferiori?
    E anche se servissero 256 MB da RAM, oggi 128 MB costano meno di 100.000 lire.

    E chi ha un PC senza questi requisiti minimi dubito sia interessato ad acquistare WindowsXPSorride

    Ma la cosa strana è che, come al solito, chi si lamenta di più su questo forum sono i linusauri...
    Forse usano ancora dei 486 con 8 MB di RAM e stanno pensando di passare a Windows, e sono seccati di dover spendere. Non si spiegherebbero altrimenti le loro lagne.

    non+autenticato
  • Ciao a tutti,
    vedo questa notizia come una grande possibilità per la definitiva affermazione di Linux nel mercato consumer.
    Infatti:
    1) la gente si è rotta le scatole di dover aggiornare i PC ogni anno
    2) la gente non è disposta a pagare soldi a getto continuo per i sistemi operativi di Microsoft
    3) Linux gira su PC low-end, figuriamoci sui Pentium II-III di 400-500-600 Mhz con una buona scheda grafica
    4) aggiungiamo un'interfaccia Linux Windows-like che schermi certe technicalities proprie di UNIX
    5) aggiungiamo emulazione DirectX, giochi 3D, suite come StarOffice, ambienti di sviluppo (come quello nuovo di Borland), software grafici...

    e come per magia Linux si potrebbe mangiare una bella quota di mercato e spezzare il monopolio ancora imperante.
    non+autenticato
  • > Infatti:
    > 1) la gente si è rotta le scatole di dover
    > aggiornare i PC ogni anno

    Cosa che, per altro, ha sempre fatto per i giochi e non per il SO. Vai a giocare a Quake su un 486 poi mi racconti.

    > 2) la gente non è disposta a pagare soldi a
    > getto continuo per i sistemi operativi di
    > Microsoft

    A getto continuo, no, ma allora se questa gente è come dici dovremmo prevedere il crollo MS entro sei mesi. A parte che io sono un po' meno ottimista di te sulla "gente", e so che molta gente lo copia il SO microsoft...

    > 3) Linux gira su PC low-end, figuriamoci sui
    > Pentium II-III di 400-500-600 Mhz con una
    > buona scheda grafica

    Mai provato a installare win95 su un pentiumII ? No eh? Sorride

    > 4) aggiungiamo un'interfaccia Linux
    > Windows-like che schermi certe
    > technicalities proprie di UNIX

    Cioè?

    > 5) aggiungiamo emulazione DirectX, giochi
    > 3D, suite come StarOffice, ambienti di
    > sviluppo (come quello nuovo di Borland),
    > software grafici...

    Aggiungi aggiungi ti trovi una scopiazzata di windows... che andrà più piano pero'. (Emula, emula). Non molto onorevole.

    > e come per magia Linux si potrebbe mangiare
    > una bella quota di mercato e spezzare il
    > monopolio ancora imperante.

    Mi chiedo come mai non lo facciano già. Deve esserci qualcosa che mi sfugge.
    Ah, forse che la gente che ha già un SO può valutare se aggiornarlo o no... e magari si tiene quello attuale, se poi le richieste di XP sono come PI dice (cosa che non mi sembra proprio).

    Non credi? Guarda che nessuno ti obbliga ad aggiornare nulla. Non è mica come per la benzina verde.


    Ciao.
    non+autenticato

  • Ciao,
    vorrei commentare la tua gentile risposta:

    > ...so che molta gente lo copia il SO
    > microsoft...

    E' vero, ma non è scritto da qualche parte che Microsoft introdurrà un meccanismo di licensing con attivazione successiva che legherà strettamente il sistema operativo alla macchina.
    Così avviene per certi sw commerciali?
    Certo, tutte le protezioni si possono superare...

    > > 4) aggiungiamo un'interfaccia Linux
    > > Windows-like che schermi certe
    > > technicalities proprie di UNIX
    > Cioè?
    Chi conosce UNIX sa che è molto command-line oriented. Anche Linux non sfugge.
    Bisogna fare in modo che l'utente medio (cioè mediamente ignorante) possa fare tutto o quasi via GUI.
    Al limite l'utente esperto viaggia con la linea comando, ma non deve essere un must.

    > Aggiungi aggiungi ti trovi una scopiazzata
    > di windows... che andrà più piano pero'.
    > (Emula, emula). Non molto onorevole.

    La metafora delle finestre è stata inventata dalla Apple: quindi in realtà copieremmo il Mac OS, e non Windows.
    Microsoft non ha inventanto l'interfaccia grafica.
    Inoltre Mac OS è diventato UNIX a tutti gli effetti: quindi, facendo le somme, avere uno UNIX Fan Linux idiot-proof non è poi una cosa fuori del mondo.

    > Ah, forse che la gente che ha già un SO può
    > valutare se aggiornarlo o no... e magari si
    > tiene quello attuale, se poi le richieste di
    > XP sono come PI dice (cosa che non mi sembra
    > proprio).
    > Non credi? Guarda che nessuno ti obbliga ad
    > aggiornare nulla. Non è mica come per la
    > benzina verde.

    Spiacente di deluderti, ma mi pare che il trend della Microsoft sia quello di obbligarti ad aggiornare il S.O. nell'arco di 3-4 anni.
    Vedi supporto Windows 98 che scade nel 2003.
    Comunque non parlo di...subito.
    Ci vorrà tempo, ma certi segnali sono incoraggianti (vedi l'investimento 1 miliardo di $ di IBM).
    Il problema è trovare un modello di business che possa remunerare chi fa e supporta open-source, visto che nessuno lavora gratis.
    La strada è ancora lunga, ma se vogliamo avere sw di qualità è necessario instaurare un regime di vera o almeno parziale concorrenza.
    Altrimenti continueremo a usare oggetti del tipo Outlook e compagnia.
    Cordiali Saluti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco Bruti
    >
    > E' vero, ma non è scritto da qualche parte
    > che Microsoft introdurrà un meccanismo di
    > licensing con attivazione successiva che
    > legherà strettamente il sistema operativo
    > alla macchina.

    Non sarà un legame indissolubile.
    La macchina può essere cambiata.
    Fino a 4 modifiche non accadrà nulla, dopo 4 sarà solo necessario ripetere la procedura di attivazione di Windows XP.


    > Chi conosce UNIX sa che è molto command-line
    > oriented. Anche Linux non sfugge.
    > Bisogna fare in modo che l'utente medio
    > (cioè mediamente ignorante) possa fare tutto
    > o quasi via GUI.
    > Al limite l'utente esperto viaggia con la
    > linea comando, ma non deve essere un must.


    Concordo.
    Ricordo una "delucida" tecnica per telefono che ho dovuto dare a mia mamma.
    Doveva semplicemente cambiare il formato di una cella in Excel, allora le ho detto testualmente "Vai sul menu Formato e fai clic su Celle"...   dopo qualche secondo lei mi fa "Ma... non trovo scritto MENU da nessuna parte..."
    Inutile dire che il tonfo che ne seguì erano le mie "braccia" che cadevano a terra... ^_^;;;


    > La metafora delle finestre è stata inventata
    > dalla Apple: quindi in realtà copieremmo il
    > Mac OS, e non Windows.
    > Microsoft non ha inventanto l'interfaccia
    > grafica.

    Er... non è del tutto esatto.
    La metafora delle finestre e delle icone è nata nei laboratori di ricerca della Xerox a Palo Alto.
    Apple a Microsoft hanno copiato entrambe.


    > Spiacente di deluderti, ma mi pare che il
    > trend della Microsoft sia quello di
    > obbligarti ad aggiornare il S.O. nell'arco
    > di 3-4 anni.

    E' quello che fanno tutti con qualsiasi applicativo o gioco.
    Il motivo: vendere, vendere, vendere!


    > Ci vorrà tempo, ma certi segnali sono
    > incoraggianti (vedi l'investimento 1
    > miliardo di $ di IBM).

    IBM ha investito per se stessa, mica per altri.
    E state tranquilli che se l'hanno fatto sono sicuro di riportarli a casa quei soldi.
    Non hanno di certo fatto beneficenza.


    > Il problema è trovare un modello di business
    > che possa remunerare chi fa e supporta
    > open-source, visto che nessuno lavora
    > gratis.

    Concordo.

    > La strada è ancora lunga, ma se vogliamo
    > avere sw di qualità è necessario instaurare
    > un regime di vera o almeno parziale
    > concorrenza.

    Il tutto dipende da cosa si intende con "software di qualità".
    A sentire molti, qui si ricerca il software "perfetto"... pura utopia IMHO.


    Byee
    Zeross
    non+autenticato


  • >
    > E' vero, ma non è scritto da qualche parte
    > che Microsoft introdurrà un meccanismo di
    > licensing con attivazione successiva che
    > legherà strettamente il sistema operativo
    > alla macchina.
    > Così avviene per certi sw commerciali?
    > Certo, tutte le protezioni si possono
    > superare...

    Così è infatti. Credo che MS si sia anche stufata di essere definita un monopolio quanda venderà sì e no il 50% dei win che circolano.

    >
    > > > 4) aggiungiamo un'interfaccia Linux
    > > > Windows-like che schermi certe
    > > > technicalities proprie di UNIX
    > > Cioè?
    > Chi conosce UNIX sa che è molto command-line
    > oriented. Anche Linux non sfugge.
    > Bisogna fare in modo che l'utente medio
    > (cioè mediamente ignorante) possa fare tutto
    > o quasi via GUI.
    > Al limite l'utente esperto viaggia con la
    > linea comando, ma non deve essere un must.

    Aggiungerei che l'interfaccia grafica non serve SOLO a rendere più agevoli certe operazioni, ma secondo me contribuisce anche a presentare i risultati delle stesse in modo meno caotico e più leggibile. Sotto questo punto di vista anche un utente esperto può trarne benefici.
    Certo che operazioni del tipo "cancella tutti i files *.bbb" le fai più in fretta da command line (esempio stupido ma efficace.. no?).

    > La metafora delle finestre è stata inventata
    > dalla Apple: quindi in realtà copieremmo il
    > Mac OS, e non Windows.
    > Microsoft non ha inventanto l'interfaccia
    > grafica.

    Si'. Ma ha vinto la causa contro l'Apple, e adesso la usano tutti. Nessuno dice che l'ha inventata MS (io no almeno) e francamente non me lo sono mai posto il problema. Mi basta che ci sia.

    > Inoltre Mac OS è diventato UNIX a tutti gli
    > effetti: quindi, facendo le somme, avere uno
    > UNIX Fan Linux idiot-proof non è poi una cosa
    > fuori del mondo.

    Sotto questo aspetto il vero concorrente di Linux è proprio MacOSX più che win.


    > Spiacente di deluderti, ma mi pare che il
    > trend della Microsoft sia quello di
    > obbligarti ad aggiornare il S.O. nell'arco
    > di 3-4 anni.
    > Vedi supporto Windows 98 che scade nel 2003.
    > Comunque non parlo di...subito.

    Beh... 5 anni. Un'eternità nell'informatica. Tra 5 anni neanche so che PC ci saranno, fai tu! Pensa a cosa c'era 5 anni fa.

    > Il problema è trovare un modello di business
    > che possa remunerare chi fa e supporta
    > open-source, visto che nessuno lavora
    > gratis.

    E che secondo me è ancora tutto da vedere nel suo funzionamento... ho idea che IBM e altre major inaugureranno un simpatico periodo di sottomanovalanza informatica, pagando zero e prendendo molto.

    > La strada è ancora lunga, ma se vogliamo
    > avere sw di qualità è necessario instaurare
    > un regime di vera o almeno parziale
    > concorrenza.

    Si'. Ma oggi, ripeto, SO concorrenti ci sono. Non è colpa mia se la BE è fallita (notizia di oggi) o quantomeno versa in gravi ambasce.

    > Altrimenti continueremo a usare oggetti del
    > tipo Outlook e compagnia.

    Beh io li uso... non ci sputo sopra. Anche Evolution ci assomiglia molto.
    Ciao.
    non+autenticato
  • > Mai provato a installare win95 su un
    > pentiumII ? No eh? Sorride

    Quanto costa oggi (19/04/2001) una licenza di
    win 95 ?
    Io ho un PC 486/133 con 16 MB ram, vorrei installarci win 3.11 e word 2.0.
    Mi sai dire quanto costano e dove me li posso procurare legalmente ?
    non+autenticato
  • Questo e' preso da http://www.universe3d.com/
    il caro e vecchio Electric Image ora approdato anche su NT/Win2k.

    Scommetto che solo 1% degli utenti APPLE riuscirebbe ad installarlo. Alla faccia della semplicita'.


    SYSTEM REQUIREMENTS

    The minimums required to run Universe on Macintosh are:

    - PowerPC processor - MacOS 9.0 or higher - CarbonLib 1.1.1 or higher (Universe comes with 1.2. MacOS 9.0 installs CarbonLib 1.1). MacOS 9.0 installs other extensions required by Universe: OpenGLEngine 1.1.1, OpenGLLibrary 1.1.1, OpenGLMemory 1.1.1, OpenGLRenderer 1.1.1, OpenGLRendererATI 1.1.1, OpenGLUtility 1.1.1, QuickDraw* 3D RAVE 1.6, QuickTime* 4.0.3. These should all be at least at the versions stated or higher. The QuickTime* 5 beta is not recommended.


    - CD-ROM drive- 40mb RAM allocated to application

    - 96mb free hard drive space for Modeler

    - 30mb free hard drive space for Animator


    --------------------------------------------------------------------------------


    The minimums required to run Universe on PC are:

    - Windows NT 4.0 with Service Pack 6a or Windows 2000

    - Pentium III 266 or better

    - 128 MB RAM Minimum

    - 32MB OpenGL Display Card

    - 1024x768 Screen Resolution



    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)