Mauro Vecchio

Che fine farà il blogger egiziano?

E' rimasto in carcere Kareem Amer, condannato nel 2006 a quattro anni di detenzione, accusato di aver insultato il Presidente Mubarak e aver incitato all'odio verso l'Islam. Gli attivisti hanno posto domande cadute finora nel vuoto

Roma - Quattro anni in carcere, privato dei suoi effetti personali, dei suoi libri, persino dei suoi affetti. "Kareem è stato in prigione per 1463 giorni". Così c'è scritto sul sito web freekareem.org, che ha di recente posto alle autorità d'Egitto un interrogativo tra i più preoccupati.

Perché il blogger Abdul Kareem Nabeel Suleiman - meglio noto come Kareem Amer - è rimasto in cella? Perché non è stato invece scarcerato dopo aver scontato quattro anni di detenzione per l'accusa di aver insultato il Presidente egiziano Hosni Mubarak oltre che di aver incitato all'odio verso l'Islam?

Domande a cui non è stata finora data alcuna risposta. Il rilascio del blogger egiziano era infatti previsto per lo scorso venerdì. Sembra invece che Kareem Amer sia rimasto chiuso nella sua cella a Borg al-Arab, carcere di Alessandria d'Egitto. Nonostante avesse ormai scontato i suoi quattro anni, imposti nel novembre del 2006 dalle autorità del paese.
Tra le colpe imputate al blogger, l'intenzione di rovesciare il governo e l'incitamento all'odio verso la religione islamica. Si trattava - quattro anni fa - della più severa delle sanzioni emesse contro la libertà d'espressione, a cui, queste le notizie trapelate, avevano fatto seguito torture e pestaggi nei confronti dello stesso Kareem Amer.

Nessuno è però riuscito a capire il vero motivo per cui il blogger sia rimasto chiuso in cella. Nessun commento da parte delle autorità egiziane, nulla da parte dell'ambasciata nazionale a Washington D.C. Dettaglio ancor più inquietante: lo stesso legale di Kareem Amer pare essersi chiuso in una sorta di silenzio stampa.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàDietro al blogger, il terroristaPassata al Senato USA una proposta di legge che potrebbe equiparare i blogger ai giornalisti. Contraria l'amministrazione Bush, che non intende concedere ai cyberterroristi mascherati da blogger tutele e garanzie
  • Digital LifeL'Egitto sorprende e scarcera un bloggerNon se lo aspettava nessuno: silenziato perché troppo critico sui metodi più rigidi messi in atto dalla polizia egiziana, Abdel Monem è stato rilasciato. Ma molti dei suoi fratelli rimangono dentro
  • AttualitàIran, blogger in manetteHossein Derakhshan condannato a 19 anni di carcere. Irraggiungibile il suo blog. Sconcerto da parte delle autorità canadesi. Mentre RSF ha condannato la più dura sentenza mai emessa contro un blogger in terra iraniana
4 Commenti alla Notizia Che fine farà il blogger egiziano?
Ordina