Dottrina Sarkozy all'italiana

di F. Sarzana di S. Ippolito - Il prezzo per la banda larga è la neutralità della Rete e la fine del ruolo di intermediari degli ISP. Questo nelle rivelazioni di Repubblica, in attesa delle conferme ufficiali di Agcom

Dottrina Sarkozy all'italianaUPDATE: Ultim'ora, la discussione sul pacchetto sarebbe stata rinviata a lunedì della prossima settimana.

Roma - L'Autorità per le garanzie per le comunicazioni blocca i siti e oscura i portali di condivisione dei file protetti dal copyright, diventando il "guardiano" delle violazioni del diritto d'autore in Rete, con ruoli più penetranti dell'HADOPI Francese. E non ce ne siamo accorti? La notizia avrebbe dell'incredibile.

Secondo quanto riportato da Alessandro Longo sul quotidiano La Repubblica oggi in edicola, a pagina 28, peraltro immediatamente ripreso su Web e confermato a Punto Informatico dallo stesso Longo, Agcom si appresterebbe a discutere nella giornata odierna un pacchetto di regole dirette a colpire quelli che, non si comprende bene su quali presupposti, vengono definiti "I pirati del web".
Il pacchetto di regole arriva a ridosso dell'accordo raggiunto tra gli operatori per la condivisione delle infrastrutture passive nel contesto delle reti NGN.

Sembrerebbe insomma che come contraltare al raggiungimento di un accordo per la prestazioni della banda larghissima gli ISP si ritroveranno a dover porre in essere misure concrete per la sorveglianza del diritto d'autore. La nuova regolamentazione sarebbe anche una conseguenza del "famoso" decreto Romani dell'aprile del 2010, che come è noto aveva scatenato diverse critiche provenienti sia dal mondo telematico, sia dai player più interessati alla possibilità di condividere video in Rete: quale ad esempio Google, proprietaria di YouTube.

Nonostante il Ministro Romani (allora viceministro) si fosse affrettato a dichiarare che le norme sull'audiovisivo (e sui controlli da effettuarsi) non si applicassero ai siti Internet, era parso subito chiaro a tutti che vi fossero dei "coni d'ombra" all'interno dei quali far poi passare forme di "controllo telematico" dello scaricamento. Ed è proprio quello che sembrerebbe essere successo in questi giorni.

Secondo le notizie di stampa, il Garante con le nuove regole si dirigerebbe in prima battuta contro gli ISP, richiedendo espressamente a questi ultimi di monitorare i "flussi di traffico rilevanti" al fine si presume di identificare eventuali soggetti che "scaricano" contenuti protetti dal diritto d'autore. L'utente peraltro verrebbe informato all'atto della sottoscrizione dell'abbonamento dell'esistenza di controlli sul traffico, per fini di "tutela della propria privacy". Le attività prese di mira sarebbero le classiche relative al file sharing, con l'aggiunta dei programmi che consentono lo streaming in diretta (ovvero ad esempio la visione delle partite di calcio).

I titolari di siti che consentono queste attività, su segnalazione di vari soggetti tra i quali spicca anche SIAE (in quanto rappresentante dei detentori dei diritti?), i detentori dei diritti, i nuclei specializzati della Guardia di Finanza, verrebbero raggiunti da una comunicazione dell'Autorità che concederebbe ben (!) 5 giorni di tempo ai titolari dei siti per potersi difendere via email, con la possibilità di oscuramento del sito da parte dello stesso Garante: con un provvedimento che probabilmente verrà applicato dagli organi di polizia giudiziaria, o forse da un Magistrato (non si comprende bene), secondo il modello in uso per i siti di gioco e scommesse privi della concessione.

Inoltre il garante potrà applicare anche le misure del blocco degli IP, della diretta streaming, della rimozione selettiva dei contenuti protetti. In pratica il Garante delle Comunicazioni diventa una sorta di Hadopi (l'organismo francese di controllo delle violazioni sulla proprietà intellettuale da parte dei privati, che però avverte gli "scaricatori" telematici con tre avvisi prima di procedere alla disconnessione), con un occhio per gli utenti, che verrebbero "avvertiti" dei controlli effettuati sul traffico dagli ISP, e l'altro per i presunti violatori delle norme sul diritto d'autore, che verrebbero flagellati dalle richieste dell'Autorità, con tempi brevissimi di risposta e su segnalazione dei titolari dei diritti o della SIAE.

Gli Internet Service provider dovrebbero in pratica fungere da informatori su segnalazione dei titolari dei diritti.

Sarebbero escluse dalla regolamentazione le attività dei social network e dei siti di condivisione come YouTube, ma solo se la condivisione riguarda video amatoriali: in caso contrario invece si applicherà la "scure" del garante.
È facile prevedere a questo punto la sorte dei servizi di condivisione più popolari in rete in Italia.

Il rigore delle nuove norme sembrerebbe appena temperato dalla circostanza che l'Autorità si appresterebbe a varare una consultazione pubblica in merito per ascoltare i vari attori: è facile prevedere che diventerà l'Audizione pubblica il terreno di scontro delle opposte esigenze.

Fulvio Sarzana di S.Ippolito
www.fulviosarzana.it
534 Commenti alla Notizia Dottrina Sarkozy all'italiana
Ordina
  • che farsa!
    a che mi serve allora la linea a 100 Mbit? per vedere fb???
    allora tutti a disdire l'adsl, basta un modemino a 56k.
    Triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sandro Santella
    > che farsa!
    > a che mi serve allora la linea a 100 Mbit? per
    > vedere
    > fb???
    > allora tutti a disdire l'adsl, basta un modemino
    > a
    > 56k.
    > Triste
    Credo per guardare filmati porno in streaming, ma credo che anche questa attività violi di solito le norme sul copyright.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Aessio
    > - Scritto da: Sandro Santella
    > > che farsa!
    > > a che mi serve allora la linea a 100 Mbit? per
    > > vedere
    > > fb???
    > > allora tutti a disdire l'adsl, basta un modemino
    > > a
    > > 56k.
    > > Triste
    > Credo per guardare filmati porno in streaming, ma
    > credo che anche questa attività violi di solito
    > le norme sul
    > copyright.

    Xtube e porno amatorialeOcchiolino
  • vabbè, tutti quelli che fanno p2p si ritroveranno in forum di politica per osannare l'adozione della tv digitale terrestre con canone a pagamento... o forse no, la malediranno hihihi

    E' un bene che gli utenti che fanno p2p si buttino a fare altro nel web? (perchè in tutta probabilità non si metteranno di certo a guardare film a pagamento)

    Cos'altro faranno nel web?
    1) chat e social network (specialmente quelli orientati sul sesso che tira più di quanto si creda)
    2) game online free to play
    3) forum di politica (e di certo sapranno dove schierarsi)

    Poi ci son le ripercussioni su hardware e software.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Foxxya
    > vabbè, tutti quelli che fanno p2p si ritroveranno
    > in forum di politica per osannare l'adozione
    > della tv digitale terrestre con canone a
    > pagamento... o forse no, la malediranno
    > hihihi
    >
    > E' un bene che gli utenti che fanno p2p si
    > buttino a fare altro nel web? (perchè in tutta
    > probabilità non si metteranno di certo a guardare
    > film a
    > pagamento)
    >
    > Cos'altro faranno nel web?
    > 1) chat e social network (specialmente quelli
    > orientati sul sesso che tira più di quanto si
    > creda)
    > 2) game online free to play
    > 3) forum di politica (e di certo sapranno dove
    > schierarsi)
    >
    > Poi ci son le ripercussioni su hardware e
    > software.
    Mica uno che fa p2p sta tutto il giorno a guardare la finestra di download.
    non+autenticato
  • Finalmente una buona notizia, in un momento di profonda crisi economica, sembrava assurdo non salvaguardare migliaia di posti di lavoro semplicemente repristinando la legalità lasciata per troppo tempo latitante.
    La condivisione è assolutamente lecita per file di nostra proprietà e non per opere a cui qualcun'altro ha dedicato passione e fatica. Mi piacerebbe che tutti avessero riguardo per le cose altrui come ne vorrebbero per le proprie... a nessuno farebbe piacere vedere il proprio lavoro condiviso e scaricato sul web in nome di una libertà che altro non è che illegalità.
    non+autenticato
  • Sono d'accordo, ma col cavolo che rinuncio alla mia privacy per proteggere i soldi delle major.

    I soldi sono loro, già se li prendono illegalmente (vedi equo compenso italiano, che è stato bloccato in sede europea), allora vedono di prenderseli senza andare ad intaccare i miei diritti.

    Se la legge non vuole proteggere i miei diritti, vorrà dire che li proteggerò da solo.
    non+autenticato
  • scusa come ??
    non+autenticato
  • - Scritto da: abra
    > scusa come ??
    Un poco di fantasia... su (neanche molta)...
    Il mondo non è quello della marmotta e della mucca viola!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ullala
    > - Scritto da: abra
    > > scusa come ??
    > Un poco di fantasia... su (neanche molta)...
    > Il mondo non è quello della marmotta e della
    > mucca
    > viola!
    abbi pazienza ma sono duro. se monitorano i flussi che passano dal server telecom vicino a casa tua , o ti crei una compagnia telefonica personale che infrange cmq la legge, o ti trasferisci all'estero., a meno di impacchettare tutte le cavolate che invii in file rar super criptati e inviare la chiave per posta cartacea al mittente.
    non+autenticato
  • > abbi pazienza ma sono duro. se monitorano i
    > flussi che passano dal server telecom vicino a
    > casa tua , o ti crei una compagnia telefonica
    > personale che infrange cmq la legge, o ti
    > trasferisci all'estero., a meno di impacchettare
    > tutte le cavolate che invii in file rar super
    > criptati e inviare la chiave per posta cartacea
    > al
    > mittente

    VPN
    E comunque non illudetevi che possano monitorare fino a questo livello: non è tecnicamente ed economicamente possibile.
    non+autenticato
  • E’ uno scenario costituzionalmente insostenibile quello verso il quale l’Autorità – se il documento pubblicato da Wired riflettesse effettivamente le sue intenzioni – veleggia.

    Lo dice Guido Scorza, avvocato.
    In realtà lo direbbe anche il buon senso ma capisco che chi ama polemizzare in un forum e chi vede Internet come una fastidiosa macchina mangia-tempo-dei-clienti sogni un mondo di paletti e divieti.

    Comunque siamo vicini alla caduta del governo (finalmente). Ce lo vedete B. in campagna elettorale che sostiene cose tanto impopolari?Sorride
    non+autenticato
  • L'importante è che prima di cadere faccia una legge che riporti la legalità e il rispetto del lavoro e dell'ingegno altrui.
    Guido Scorza fa solo dichiariazioni popoliste, è spesso lontano dall'essere obiettivo e limitarsi ai fatti. Lo vorrei vedere alle prese di furti continui del proprio lavoro se riesce a non cambiare opinione...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bob
    > L'importante è che prima di cadere faccia una
    > legge che riporti la legalità e il rispetto del
    > lavoro e dell'ingegno
    > altrui.

    Con i voti di chi?

    > Guido Scorza fa solo dichiariazioni popoliste, è
    > spesso lontano dall'essere obiettivo e limitarsi
    > ai fatti. Lo vorrei vedere alle prese di furti
    > continui del proprio lavoro se riesce a non
    > cambiare
    > opinione...

    La materia non ha nulla a che fare con i furti e tutto a che fare con la costituzione.
    non+autenticato
  • Ma non scherziamo:

    1) al massimo si può parlare di violazione dei diritti d'autore, il furto è tutt'altra cosa.
    2) se qualcuno compie un reato tocca alla magistratura intervenire, e a nessun altro; è uno dei fondamenti della democrazia. Inoltre vale ancora il principio (sacrosanto) della presunta innocenza.
    4)L'analisi dei flussi di dati è pura follia: chi ha il diritto di stabilire come devo usare la banda che pago?
    5)Le leggi le fanno gli uomini e negli anni cambiano: se una legge è sistematicamente violata, come succede per il copywright, forse sarebbe il caso di cominciare a pensare che è obsoleta e che va riscritta secondo ciò che oggi la maggioranza ritiene giusto o sbagliato.
    non+autenticato
  • > Lo vorrei vedere alle prese di furti
    > continui del proprio lavoro se riesce a non
    > cambiare
    > opinione...

    Il lavoro non si può rubare. È una contraddizione di termini.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Lo vorrei vedere alle prese di furti
    > > continui del proprio lavoro se riesce a non
    > > cambiare
    > > opinione...
    >
    > Il lavoro non si può rubare. È una contraddizione
    > di
    > termini.

    D'altra parte chi dice una cosa del genere e' qualcuno che non ha mai lavorato e vive di rendite da parassita.
  • beh però non si tratta di non voler difendere il lavoro altrui, il fatto è che:
    1) non si può parlare di furto perché il furto implica che si prenda qualcosa che viene a mancare al legittimo proprietario;
    2) gli attuali termini in difesa dei diritti d'autore sono eccessivamente restrittivi (ok dare diritti agli autori, ma oggi si hanno diritti per ogni diversa forma in cui la stessa opera viene distribuita e questi diritti valgono per troppo tempo, diciamo che cinque anni sarebbero più che sufficienti, mica si deve vivere di rendita per tutta la vita)
    3) per difendere i diritti d'autore non si possono violare altri diritti fondamentali e la difesa ai diritti d'autore DEVE essere affidata alla magistratura dopo regolari indagini e con giusto processo; inoltre è ridicolo pensare a sanzioni penali per i meri utilizzatori di materiale pirata senza scopo di lucro, e le sanzioni (giuste) dovrebbero avere un valore appropriato infinitamente inferiore a quello attuale. Infine l'analisi dei flussi di rete viola davvero troppe regole basilari del vivere insieme per essere accettabile.
    Tutto IMHO ovviamente.
    non+autenticato
  • > L'importante è che prima di cadere faccia una
    > legge che riporti la legalità e il rispetto del
    > lavoro e dell'ingegno
    > altrui.

    Al massimo, un D.L. che nessnuno convertirà in legge ...!

    > Guido Scorza fa solo dichiariazioni popoliste,

    si scrive populiste, 'gnura' !

    è
    > spesso lontano dall'essere obiettivo e limitarsi
    > ai fatti. Lo vorrei vedere alle prese di furti
    > continui del proprio lavoro se riesce a non
    > cambiare

    Rubare lavoro ? Voi videonoleggini siete pazzi. E non avete la minima idea di cosa sia il lavoro.
    > opinione...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 14 novembre 2010 22.34
    -----------------------------------------------------------
  • come bob(giam) sia stato bannato dal forum dei sui amicheti
    non+autenticato
  • Esiste il p2p criptato e addio a tutti i potenziali problemi. Come qualcuno ha già ricordato c' è stealthnet
    http://board.planetpeer.de/index.php/board,81.0.ht...

    E per i torrent c' è Anomos
    http://anomos.info/

    Occhiolino
    non+autenticato
  • Non esistono sistemi capaci di nasconderti a chi ha voglia di trovarti... Non dare false illusioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bob
    > Non esistono sistemi capaci di nasconderti a chi
    > ha voglia di trovarti... Non dare false
    > illusioni.

    Perché tu credi che per beccare uno che non fa niente di così grave si possano usare più risorse di quelle che si usano, spesso senza successo, per cercare di intercettare i terroristi?

    IGNORATELO, sta trollando.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 0110

    > Perché tu credi che per beccare uno che non fa
    > niente di così grave si possano usare più risorse
    > di quelle che si usano, spesso senza successo,
    > per cercare di intercettare i
    > terroristi?
    >

    Basta trovarne UNO, e punirlo in maniera tanto terribile da spaventare gli altri. Togliergli tutti, casa auto e averi (e anche la famiglia che sparisce come conseguenza nella maggior parte dei casi) e condannarlo alla schiavitù da debito fino alla fine dei suoi giorni. Si può fare tranquillamente: niente più lavoro, niente più alloggio, un'esistenza rovinata per sempre le cui giornate sono scandite dalle scadenze delle bollette.

    E poi rendere la cosa pubblica: "abbiamo distrutto lui, possiamo distruggere voi. Ne vale la pena?"

    Funziona. Storicamente, il terrore funziona. Anche stavolta, funzionerà tanto più che la persecuzione dei downloaders diventerà un business.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Get Real
    > - Scritto da: 0110
    >
    > > Perché tu credi che per beccare uno che non fa
    > > niente di così grave si possano usare più
    > risorse
    > > di quelle che si usano, spesso senza successo,
    > > per cercare di intercettare i
    > > terroristi?
    > >
    >
    > Basta trovarne UNO, e punirlo in maniera tanto
    > terribile da spaventare gli altri. Togliergli
    > tutti, casa auto e averi (e anche la famiglia che
    > sparisce come conseguenza nella maggior parte dei
    > casi) e condannarlo alla schiavitù da debito fino
    > alla fine dei suoi giorni.

    E allora speriamo che quell'uno sia tu.
    Cosi' in un colpo solo abbiamo accontentato le major che ne puniscono uno per educarne cento, e pure noialtri che ci togliamo di torno un fastidio.

    E poi continuiamo a scaricare ruttando ancora piu' sonoramente.
  • - Scritto da: panda rossa

    > E allora speriamo che quell'uno sia tu.
    > Cosi' in un colpo solo abbiamo accontentato le
    > major che ne puniscono uno per educarne cento, e
    > pure noialtri che ci togliamo di torno un
    > fastidio.
    >

    La tua disperazione é evidente. Ti capisco. Come capisco la mancanza di argomenti che ti spinge ad augurare il male al prossimo.

    > E poi continuiamo a scaricare ruttando ancora
    > piu'
    > sonoramente.

    Non potrai più. Internet sarà TOTALMENTE modificata. Quello che conosci ora non esisterà più. Mi dispiace.
    non+autenticato
  • > La tua disperazione é evidente. Ti capisco. Come
    > capisco la mancanza di argomenti che ti spinge ad
    > augurare il male al
    > prossimo.

    Sei tu che auguri il male, E ottieni la risposta che meriti.

    >
    > > E poi continuiamo a scaricare ruttando ancora
    > > piu'
    > > sonoramente.
    >
    > Non potrai più. Internet sarà TOTALMENTE
    > modificata. Quello che conosci ora non esisterà
    > più. Mi
    > dispiace.

    No, saranno le majors ad essere modificate. In futuro, produrre qualcosa a pagamento significherà rischiare il linciaggio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi

    > Sei tu che auguri il male, E ottieni la risposta
    > che
    > meriti.
    >

    Io non auguro il male. Io ti dico come stanno le cose. Mi piacerebbe che fossero diverse, ma non sarà così. Non prendertela con il messaggero solo perché non hai la forza di affrontare la realtà.

    > No, saranno le majors ad essere modificate. In
    > futuro, produrre qualcosa a pagamento
    > significherà rischiare il
    > linciaggio.

    La tua fanciullesca ingenuità é disarmante. Quante volte ci siamo sentiti dire quanto "il futuro" sarebbe stato diverso? Eppure tutte le volte, una volta che il "futuro" é diventato "presente", ci siamo ritrovati le stesse cose di prima: servaggio e onnipotenza del denaro.

    Linciaggio? Buona fortuna: la gente non ha più la forza nemmeno per lottare per le cose di importanza primaria come uno stipendio dignitoso o un posto di lavoro sicuro, figurati per l'abolizione del copyright. Milioni di persone hanno manifestato contro la guerra in Iraq e sono state ignorate, come puoi pensare che una questione tutto sommato marginale e che interessa realmente solo una piccola minoranza possa essere trattata diversamente?

    Mi dispiace dovertelo dire ma le cose stanno così: le nostre libertà fondamentali sono ridotte ogni giorno che passa, diritti conquistati in decenni di lotta vengono annullati, l'"autorità" del "popolo" é stata cancellata senza colpo ferire. Come puoi pensare che di fronte alla fine di tanti importanti diritti, internet conti qualcosa?

    Ti illudi. Pensate di essere in tanti perché frequentate i soliti forum in cui molti la pensano allo stesso modo, ma alla prova dei fatti non avete potere.

    La Svezia é stata costretta a cambiare le proprie leggi su pressione delle lobbies. Pensaci bene, UNA NAZIONE SOVRANA costretta a cambiare le proprie leggi senza nessun ricorso democratico. Eppure il Partito Pirata non é riuscito ad entrare in Parlamento.

    Questo é POTERE. É vero POTERE. Gli interessi economici di cui si parla sono incommensurabilmente forti. Non c'é speranza di batterli. Puoi sfogarti contro di me finché vuoi, ma sono loro il tuo nemico e loro vinceranno.
    non+autenticato
  • > incommensurabilmente forti. Non c'é speranza di
    > batterli. Puoi sfogarti contro di me finché vuoi,
    > ma sono loro il tuo nemico e loro
    > vinceranno.

    Stanno già scricchiolando. Alcuni dei loro pilastri (BB, MGM) che parevano invincibili sono già caduti. Cadranno anche gli altri.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi

    > Stanno già scricchiolando. Alcuni dei loro
    > pilastri (BB, MGM) che parevano invincibili sono
    > già caduti. Cadranno anche gli
    > altri.

    Per difficoltà economiche non causate dal filesharing ma da pessima amministrazione. É come pensare che tutte le banche falliscano perché a qualcuna é successo: in realtà le grandi banche sono poi state dichiarate "too big to fail" e rese immuni dalle leggi di mercato.

    Il pensiero che tu o chiunque altro possa battere una potenza economica e politica come i giganti dei media fa, francamente, sorridere. Ricorda che la politica é ormai indissolubilmente legata ai grandi interessi mediatici.
    non+autenticato
  • > Per difficoltà economiche non causate dal
    > filesharing ma da pessima amministrazione.

    Ok: un cretino e un pessimo amministratore sono molto facili da battere.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 25 discussioni)