Cristina Sciannamblo

Oracle e Java, anche Apache protesta

La Foundation si scaglia contro il test di implementazione usato dall'azienda di Ellison. E minaccia la sua fuoriuscita dal JCP se le regole non cambieranno

Roma - L'acquisizione di Sun da parte di Oracle continua a provocare incomprensioni. E il pomo della discordia continua a essere Java. Apache Software Foundation ha infatti annunciato l'intenzione di votare contro l'approvazione di Java 7, in risposta alla politica industriale illiberale che, a parere della fondazione, l'azienda di Larry Ellison starebbe conducendo.

Questa volta, il motivo dello scontro concerne il TCK (Technology Compatibility Kit) con il quale vengono condotti i test di implementazione di Java. Secondo Apache, la licenza del TCK violerebbe le regole del Java Community Process (JCP), l'organizzazione che si occupa della delicata fase di standardizzazione delle specifiche Java. Il JCP, infatti, si propone di essere un organismo terzo con il compito di testare e standardizzare le novità riguardanti il linguaggio di programmazione.

A quanto pare, Oracle si rifiuterebbe di conformarsi a tale politica di gestione, motivo che ha spinto la Apache Foundation a minacciare l'abbandono del JCP. Oracle avrebbe condotto i test su Harmony, l'implementazione runtime di Java 7 sponsorizzata da Apache, sotto una licenza che violerebbe le regole di apertura che da sempre caratterizzano le procedure di standardizzzione di Java. Per questa ragione, l'Harmony Project non è riuscito a ottenere la certificazione Java.
Secondo Apache, Oracle avrebbe mancato di assumersi le proprie rsponsabilità in riferimento al Java Specification Participation Agreement (JSPA) perché il TCK condotto su Harmony non sarebbe compatibile con le licenze open source e free software. "Oracle sta violando i suoi obblighi contrattuali", si legge in una dichiarazione dell'ASF, per aver adottato una licenza TCK in luogo dei termini che definiscono il JCP. E dopo la protesta, è arrivato l'ultimatum: "L'ASF chiuderà i rapporti con il JCP se i nostri diritti come implementatori delle specifiche di Java non saranno difesi davanti al consiglio esecutivo del JCP stesso".

La palla passa ora a Oracle e, c'è da scommettere, la partita è ancora lontana dal fischio finale.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • AttualitàOracle, niente pace per JavaLa community della piattaforma open source in subbuglio per le modalit di gestione del comitato di standardizzazione: addio a innovazione e indipendenza da Oracle, dice un membro del consiglio esecutivo
  • AttualitàOpenOffice e la fuga tedescaDefezione di massa dalla community tedesca dedicata alla suite open source: effetto Oracle? Il futuro di OpenOffice.org tutto ancora da scrivere
98 Commenti alla Notizia Oracle e Java, anche Apache protesta
Ordina
  • i progetti open son di tutti! questa è una cosa che molte aziende dovrebbero valutare prima di dare soldi per lo sviluppo free/open, mentre invece pensano di far lavorare gente senza assumerla, con una semplice donazione, per poi tenersi il progetto quasi come se fosse closed.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fai
    > i progetti open son di tutti! questa è una cosa
    > che molte aziende dovrebbero valutare prima di
    > dare soldi per lo sviluppo free/open, mentre
    > invece pensano di far lavorare gente senza
    > assumerla, con una semplice donazione, per poi
    > tenersi il progetto quasi come se fosse
    > closed.

    i progetti open saranno di tutti ma per funzionare bene e velocemente c'è bisogno di palanche.
  • - Scritto da: shevathas
    > - Scritto da: Fai
    > > i progetti open son di tutti! questa è una cosa
    > > che molte aziende dovrebbero valutare prima di
    > > dare soldi per lo sviluppo free/open, mentre
    > > invece pensano di far lavorare gente senza
    > > assumerla, con una semplice donazione, per poi
    > > tenersi il progetto quasi come se fosse
    > > closed.
    >
    > i progetti open saranno di tutti ma per
    > funzionare bene e velocemente c'è bisogno di
    > palanche.

    No, solo per funzionare velocemente c'e' bisogno di palanche.
    Per funzionare bene, con calma ci si arriva, tanto nessuno ha fretta.

    Hai fretta? Finanzia.
  • ci sono progetti open che dopo anni e anni non sono ancora alla prima versione... e nell'informatica 10 o 15 anni sono un problema
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fai
    > ci sono progetti open che dopo anni e anni non
    > sono ancora alla prima versione... e
    > nell'informatica 10 o 15 anni sono un
    > problema

    se non i progetti interessano e non attirano persone interessate o potenziali finanziatori dove sta il problema ?
    Open Source non significa automaticamente successo planetario e gazzillate di programmatori che premono per entrare nella community.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 15 novembre 2010 17.52
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Fai
    > ci sono progetti open che dopo anni e anni non
    > sono ancora alla prima versione... e
    > nell'informatica 10 o 15 anni sono un
    > problema

    Un problema per chi?
    Hai bisogno di quel progetto fermo da un decennio? Finanzia!
    Altrimenti aspetta.

    Open vuole dire tante cose. Ma sicuramente non vuole dire "in fretta!"
  • - Scritto da: Fai
    > ci sono progetti open che dopo anni e
    > anni non sono ancora alla prima
    > versione... e nell'informatica 10 o 15
    > anni sono un problema

    Come ti ha scritto prima: Hai fretta? Finanzia.
    krane
    22544
  • Che palle ogni volta sta storia... Annoiato

    Facciamo alcune premesse:

    1) Non si valutano due linguaggi solo per il linguaggio in sè, bisogna anche valutare la piattaforma, l'IDE, la documentazione, le librerie a corredo, il costo e la disponibilità di librerie di terze parti, la "maturità" di una piattaforma, ecc... Quindi mi fa un pò ridere leggere Java vs C#, sarebbe più giusto valutare i pro e i contro di "mondo Java" vs "mondo .NET".

    2) I benchmark che si vedono su internet molto spesso fanno ridere. Cosa serve scrivere un centinaio di righe di codice e farle girare su PC solitamente poco performanti? A nulla, solo a farsi linkare la pagina. Primo, le performance finali di un applicativo variano molto a seconda dell'implementazione (che è sempre il fattore determinante). Secondo, questi prodotti vengono solitamente impiegati in ambienti enterprise dove ci sono server multicore, in cluster, ecc. Se devi fare il programmino che usa poche risorse vai di C++ e QT.

    3) Molto spesso lo scontro fra i due mondi implica anche uno scontro di "religione" open/closed e via dicendo. Lascio questa scelta ai commerciali delle aziende e io me ne frego: essendo un tecnico queste cose non mi devono interessare, siccome i soldi non li tiro fuori io.

    4) A quelli che dicono "io conosco il linguaggio A sulla piattaforma B, non mi mettrò mai e poi mai a studiare il linguaggio C e la piattaforma D!", io direi che sbagliano, perchè nel nostro ambito provare per una volta conta più di dieci recensioni (e amplia la cultura...).

    Detto questo, ecco cosa ho visto nella mia esperienza lavorativa:

    Ho visto Java impiegato principalmente in portali web di grosse dimensioni e nei servizi di backend a supporto di tali strutture. Ho visto .NET impiegato principalmente in applicativi di supporto, meno critici. Con questo non voglio certo sminuire .NET (se ci fossero solo Ferrari come andrei al supermercato?), dico solo che ogni ambiente ha il suo ambito di utilizzo, nessuno è meglio di un altro. MS col .NET è riuscita a ritagliarsi il suo spazio fornendo strumenti di facile utilizzo e di elevata produttivita. Java è considerato un prodotto enterprise soprattutto per la maturità delle sue librerie (ad esempio Hibernate è molto più avanti di NHibernate o Entity Framework) e viene usato nelle realtà "grandi". E ben venga la possibilità di scegliere.

    Ripeto, non voglio scatenare flame, ce ne sono già troppi, questo è quello che ho visto nei miei anni di lavoro. Altri magari hanno affrontato realtà diverse...
    non+autenticato
  • Ho letto attentamente quello che hai scritto.
    Tirando le somme quindi risulta che .NET è il miglior linguaggio per usi professionali.

    Noi winari questo l'abbiamo capito da tempo.
    E intanto noi ce la godiamo! Imbarazzato
    Eh eh! Rotola dal ridere

    Parola di Winaro!Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Winaro
    > Ho letto attentamente quello che hai scritto.
    Mi sa di no...

    > Tirando le somme quindi risulta che .NET è il
    > miglior linguaggio per usi
    > professionali.
    Infatti ti sta dicendo che il .NT non viene usato in ambienti critici, ci sarà pure un perchè...

    > Noi winari questo l'abbiamo capito da tempo.
    > E intanto noi ce la godiamo! Imbarazzato
    > Eh eh! Rotola dal ridere
    Non c'è tanto da ridere quando crolla un datacenter M$ based, a causa dell'instabilità di Window$ o alle performance penose di $Q $rvr...

    > Parola di Winaro!Occhiolino
    Che è come dire "parola di troll"? A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Profeta
    > Infatti ti sta dicendo che il .NT non viene
    > usato in ambienti critici, ci sarà pure un
    > perchè...
    LOL!! .NET viene usato anche negli ambienti bancari... se non sono critici quelli!!

    > Non c'è tanto da ridere quando crolla un
    > datacenter M$ based, a causa dell'instabilità di
    > Window$ o alle performance penose di $Q
    > $rvr...
    Si certo, avviene ogni giorno... Documentare, please Annoiato
    non+autenticato
  • che io sappia il backend bancario della sanpaolo è ancora scritto e mantenuto in COBOL.
    il frontend può anche essere scritto in .net poco in porta se pianta casini basta che chi ci sta dietro li sappia gestire come si deve...
    non+autenticato
  • - Scritto da: sdftyuio
    > che io sappia il backend bancario della sanpaolo
    > è ancora scritto e mantenuto in
    > COBOL.
    Può essere, il cobol è molto più performante e sicuro di Java...

    > il frontend può anche essere scritto in .net poco
    > in porta se pianta casini basta che chi ci sta
    > dietro li sappia gestire come si
    > deve...
    Più che altro basta che ci sia chi sa programmare e poi il .NET non da problemi, anzi solo vantaggi Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: WinForLife

    > LOL!! .NET viene usato anche negli ambienti
    > bancari... se non sono critici
    > quelli!!
    >

    ma infatti, .net e windows furono usati anche alla borsa di Londra dove ci fu un blocco dei sistemi e furono bruciati miliardi di euro in pochi minuti

    risultato? sono ritornati a linux in fretta e furia

    GET THE FACTS Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > ma infatti, .net e windows furono usati anche
    > alla borsa di Londra dove ci fu un blocco dei
    > sistemi e furono bruciati miliardi di euro in
    > pochi
    > minuti
    Ecco come 4 programmatori incapaci rovinano la reputazione di un eccellente prodotto Annoiato

    > risultato? sono ritornati a linux in fretta e
    > furia
    Forse Unix, con Linux starebbero ancora cercando i driver della scheda di rete A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: WinForLife
    > Forse Unix, con Linux starebbero ancora cercando
    > i driver della scheda di rete

    Secondo te i vari HP e Dell che garantiscono la compatibilità con RedHat o Suse Enterprise non forniscono il driver???
    non+autenticato
  • Quoto integralmente, l'informatica è un settore tecnico dove le scelte vengono guidate esclusivamente da considerazioni tecniche legate principalmente allo scopo dell'applicazione/sistema e al contesto operativo.
    Le guerre di religione è meglio evitarle.
  • - Scritto da: shevathas
    > Quoto integralmente, l'informatica è un settore
    > tecnico dove le scelte vengono guidate
    > esclusivamente da considerazioni tecniche legate
    > principalmente allo scopo
    > dell'applicazione/sistema e al contesto
    > operativo.
    > Le guerre di religione è meglio evitarle.

    Condivido il vostro pensiero, tuttavia la crescita di .NET a scapito di Java è un dato di fatto. Sorride
    non+autenticato
  • Almeno dal mio punto di vista:

    "Oracle and Apple Announce OpenJDK Project for Mac OS X"

    http://www.apple.com/pr/library/2010/11/12openjdk....
    FDG
    10946
  • esatto, questa notizia fa capire chiaramente la strategia di oracle

    oracle vuole un fork di java, ovvero openjdk che sostituirà la sua piattaforma java

    oracle non ha interesse diretto in java e pertanto vuole appaltare lo sviluppo alla comunità mentre offrirà a pagamento versioni customizzate da fornire con le proprie soluzioni enterprise

    a questo punto penso che stia giocando lo stesso gioco anche per quanto riguarda openoffice
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > oracle vuole un fork di java, ovvero openjdk che
    > sostituirà la sua piattaforma
    > java
    >
    > oracle non ha interesse diretto in java e
    > pertanto vuole appaltare lo sviluppo alla
    > comunità mentre offrirà a pagamento versioni
    > customizzate da fornire con le proprie soluzioni
    > enterprise

    Potrebbe anche andare bene cosìSorride
    FDG
    10946
  • - Scritto da: FDG
    > - Scritto da: collione
    >
    > > oracle vuole un fork di java, ovvero openjdk che
    > > sostituirà la sua piattaforma
    > > java
    > >
    > > oracle non ha interesse diretto in java e
    > > pertanto vuole appaltare lo sviluppo alla
    > > comunità mentre offrirà a pagamento versioni
    > > customizzate da fornire con le proprie soluzioni
    > > enterprise
    >
    > Potrebbe anche andare bene cosìSorride

    Secondo me la presenza di un Java a due velocita' (eventuali parti brevettate nelle versioni personalizzate a pagamento) rischierebbe di spezzare Java, creando troppe incompatibilita' (anche dovute alla semplicemente diversa efficienza degli algoritmi, piuttosto che a protocolli o cose formali). O meglio, questa e' semplicemente la mia paura.
  • > Secondo me la presenza di un Java a due velocita'
    > (eventuali parti brevettate nelle versioni
    > personalizzate a pagamento) rischierebbe di
    > spezzare Java, creando troppe incompatibilita'
    > (anche dovute alla semplicemente diversa
    > efficienza degli algoritmi, piuttosto che a
    > protocolli o cose formali). O meglio, questa e'
    > semplicemente la mia
    > paura.

    Sun aveva già fatto una cosa simile. Non si sono create poi queste grandi spaccature. Però devo ammettere che la soluzione Sun non era molto conosciuta ne utilizzata. Si tratta di Sun Real Time System. In pratica una Java VM ottimizzata che in più includeva le API della Java Real Time specification. Con queste API per esempio puoi marcare un metodo con una latenza massima. Se il metodo non completa l'esecuzione entro il tempo specificato viene eseguita un'azione alternativa.
    guast
    1319
  • oracle starà nella palta senza nessuna credibilità ne appoggio nell'open source.. gravissima prospettiva non tanto per java che continuerà ad esistere grazie ai fork ma grave per oracle che non avrebbe piu nessuna leva nel mondo open source
  • - Scritto da: lordream
    > oracle che non avrebbe piu nessuna leva nel
    > mondo open
    > source
    Infatti a Oracle non interessa l'opensource, interessa fare tanti $$$! Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: WinForLife
    > Infatti a Oracle non interessa l'opensource,
    e questo è abbastanza chiaro.

    > interessa fare tanti $$$!
    >Occhiolino
    vero però, con la politica che sta adottando, bisogna vedere se ci riuscirà!
    Finora ha solo cacciato 5mld di $ circa!Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: r p

    > vero però, con la politica che sta adottando,
    > bisogna vedere se ci
    > riuscirà!
    > Finora ha solo cacciato 5mld di $ circa!Occhiolino

    Appunto.

    E comunque inutile che gli emmessini sbavino... per loro non c'è speranzaSorride

    Ci libereremmo di Oracle per consegnarci nelle mani di MS? Ma stiamo scherzando?

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    FDG
    10946
  • - Scritto da: FDG
    > Ci libereremmo di Oracle per consegnarci nelle
    > mani di MS?
    Almeno MS non distrugge tutto quello che compra... lo migliora!
    non+autenticato
  • - Scritto da: WinForLife

    > Almeno MS non distrugge tutto quello che
    > compra... lo migliora!

    Beh, che lo migliori in assoluto non lo so. Però Oracle si impegna parecchio per fare danni.

    E comunque, ripeto, meglio non avere troppe catene.
    FDG
    10946
  • be'.. anche l'immagine e' importante.. vedi quello che sta succedendo ad un'altra storica azienda che non si e' fatta troppi scupoli di "non essere evil"..
    non+autenticato
  • - Scritto da: sylvaticus
    > be'.. anche l'immagine e' importante.. vedi
    > quello che sta succedendo ad un'altra storica
    > azienda che non si e' fatta troppi scupoli di
    > "non essere
    > evil"..
    Quale? Google? A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: WinForLife
    > - Scritto da: lordream
    > > oracle che non avrebbe piu nessuna leva nel
    > > mondo open
    > > source
    > Infatti a Oracle non interessa l'opensource,
    > interessa fare tanti $$$!
    >Occhiolino

    provi ad inimicarsi l'apache software foundation e vedrai che casini e perdita in borsa conseguente
    non+autenticato
  • - Scritto da: lordream error code 5
    > provi ad inimicarsi l'apache software foundation
    > e vedrai che casini e perdita in borsa
    > conseguente
    Imploderanno entrambe a colpi di avvocati, trascinando con se i fallimentari prodotti open Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: WinForLife
    > - Scritto da: lordream error code 5
    > > provi ad inimicarsi l'apache software foundation
    > > e vedrai che casini e perdita in borsa
    > > conseguente
    > Imploderanno entrambe a colpi di avvocati,
    > trascinando con se i fallimentari prodotti open
    >Sorride

    pensa un attimo se su windows chiudessero le porte a java.. come flash su ios.. credi che la gente la prenderebbe bene anche se tu da incoscente lo reputi fallimentare?
    non+autenticato
  • Dispute come queste fanno solo allontanare dal mondo Java nuovi possibili utilizzatori, inoltre il linguaggio stesso nelle ultime versioni è divenuto la brutta copia del C#. Oracle è senz'altro il mostro numero uno dell'informatica, molto peggio di MS e Google... Cari sviluppatori Java, compratevi un manuale di C# se ci tenete al vostro futuro!
    non+autenticato
  • si così passiamo dalla padella alla brace

    che garanzia ci dà ms? semplicemente nessuna ovviamente, anzi ci garantisce che nel prossimo futuro verremo denunciati da un noto patent troll

    chi proprio vuole lasciar perdere java sa già dove andare e cioè verso groovy o scala
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > si così passiamo dalla padella alla brace
    Questa è una tua personalissima opinione, molte aziende la pensano esattamente al contrario

    > che garanzia ci dà ms? semplicemente nessuna
    > ovviamente, anzi ci garantisce che nel prossimo
    > futuro verremo denunciati da un noto patent
    > troll
    MS continua a supportare prodotti che hanno più di 10 anni. Se leggi, accetti e rispetti l'Eula MS non può farti proprio nulla...

    > chi proprio vuole lasciar perdere java sa già
    > dove andare e cioè verso groovy o
    > scala
    Forse non sai che le aziende devono sviluppare utilizzando linguaggi molto diffusi a conosciuti, questo perchè si trovano più programmatori e ad un costo inferiore (il che non è senz'altro un bene, però così gira il mondo). Potrebbero anche lavorare in groovy, scala, ruby, python, ecc ma se si licenzia un programmatore non è facile sostituirlo. Groovy poi si appoggia sulla JVM, quindi non vedo il vantaggio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: WinForLife

    > Forse non sai che le aziende devono sviluppare
    > utilizzando linguaggi molto diffusi a conosciuti,
    > questo perchè si trovano più programmatori e ad
    > un costo inferiore...

    Si, ma quelli che poi prendono le decisioni sono quelli più pagati, quindi non le scimmie addestrate. E le scimmie si devono solo adeguare.
    FDG
    10946
  • - Scritto da: FDG
    > Si, ma quelli che poi prendono le decisioni sono
    > quelli più pagati, quindi non le scimmie
    > addestrate. E le scimmie si devono solo
    > adeguare.
    Tipico modo di ragionare all'italiana... poi la colpa del progetto fallimentare la si da a Windows e al .NET, invece che ai programmatori incolpevoli ma incompetentiOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: WinForLife
    > Questa è una tua personalissima opinione, molte
    > aziende la pensano esattamente al
    > contrario
    >

    quali aziende? fino ad oggi ho letto solo di gente preoccupata dalle manovre poco trasparenti di ms

    > MS continua a supportare prodotti che hanno più
    > di 10 anni. Se leggi, accetti e rispetti l'Eula
    > MS non può farti proprio
    > nulla...
    >

    ah ecco, adesso è chiaro che non capisci quello che leggi

    io ti parlo di garanzie in termini di libertà di sviluppo, protezione dalle denunce per infrazione di brevetti, ecc...

    che ti piaccia o no java è opensource e chiunque può implementare la jvm e tutto il resto, altrettanto non si può dire per .net

    > Forse non sai che le aziende devono sviluppare
    > utilizzando linguaggi molto diffusi a conosciuti,
    > questo perchè si trovano più programmatori e ad
    > un costo inferiore (il che non è senz'altro un
    > bene, però così gira il mondo). Potrebbero anche
    > lavorare in groovy, scala, ruby, python, ecc ma
    > se si licenzia un programmatore non è facile
    > sostituirlo. Groovy poi si appoggia sulla JVM,
    > quindi non vedo il
    > vantaggio.

    ma c'arrivi a capire che groovy e scala sono al 100% compatibili con java?

    se parli di linguaggi diffusi allora il tuo c# è molto in basso nella lista

    http://langpop.com/

    hai nominato python giusto? bene, python è più diffuso di c#, quindi se dobbiamo eliminare java allora consideriamo prima python e poi c#

    capisco che nel tuo mondo ms-centrico esiste solo visual studio, windows settete, windows phone e zune hd, ma il mondo del lavoro è molto molto più grande
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > quali aziende? fino ad oggi ho letto solo di
    > gente preoccupata dalle manovre poco trasparenti
    > di ms
    Questo avviene solo in cantina... colpa dell'umidità! A bocca aperta


    > ah ecco, adesso è chiaro che non capisci quello
    > che
    > leggi
    >
    > io ti parlo di garanzie in termini di libertà di
    > sviluppo, protezione dalle denunce per infrazione
    > di brevetti,
    > ecc...
    >
    > che ti piaccia o no java è opensource e chiunque
    > può implementare la jvm e tutto il resto,
    > altrettanto non si può dire per
    > .net
    Allora Mono dovrebbe essere già essere moto da un pezzo...


    > ma c'arrivi a capire che groovy e scala sono al
    > 100% compatibili con
    > java?
    E tu perchè giri attorno ai problemi? Che vantaggio mi da usare sti due cosi semisconosciuti al posto di Java?

    > se parli di linguaggi diffusi allora il tuo c# è
    > molto in basso nella
    > lista
    >
    > http://langpop.com/
    Dipende da quale grafico guardi, ma forse tu ti fermi al primo, troppo faticoso scrollare giù...

    > hai nominato python giusto? bene, python è più
    > diffuso di c#, quindi se dobbiamo eliminare java
    > allora consideriamo prima python e poi
    > c#
    Java è un morto che cammina, si sta autoeliminando da solo...

    > capisco che nel tuo mondo ms-centrico esiste solo
    > visual studio, windows settete, windows phone e
    > zune hd, ma il mondo del lavoro è molto molto più
    > grande
    Se esci dalla cantina e ti cerchi un lavoro vero, invece che fare sitarelli con Joomla, vedrai che MS c'è ovunque, che tu voglia o no Sorride
    non+autenticato
  • Giusto, Eh eh!
    Altro che Joomla!
    Noi esperti del settore sì che facciamo grandi programmi, utilizzatissimi in tutto il mondo! Eh eh!

    I miei programmi sì che sono meglio di Joomla! Eh eh!
    Figuriamoci pure WordPress per i blog... Microsoft sì che fa fare VERE piattaformne in salsa social blogging! Vero?


    Parola di Winaro!Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > che ti piaccia o no java è opensource e chiunque
    > può implementare la jvm e tutto il resto,
    > altrettanto non si può dire per
    > .net

    infatti s'è visto come ha reagito oracle all'implementazione della jvm su android
  • - Scritto da: collione
    > si così passiamo dalla padella alla brace
    >
    > che garanzia ci dà ms? semplicemente nessuna
    > ovviamente, anzi ci garantisce che nel prossimo
    > futuro verremo denunciati da un noto patent
    > troll

    Microsoft ha fatto la legally binding promise che assicura che non verrà denunciato nessun utilizzatore delle parti standard di mono. Molte delle altre parti utilizzano la licenza Apache 2 che scongiura il pericolo di denunce per brevetti. Basta non utilizzare ciò che non rientra nelle due categorie sopra menzionate.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > - Scritto da: collione
    > > si così passiamo dalla padella alla brace

    > > che garanzia ci dà ms? semplicemente nessuna
    > > ovviamente, anzi ci garantisce che nel prossimo
    > > futuro verremo denunciati da un noto patent
    > > troll

    > Microsoft ha fatto la legally binding promise che
    > assicura che non verrà denunciato nessun
    > utilizzatore delle parti standard di mono.

    Bhe, dicevano anche che 640K sarebbero bastati per tutti...



    > Molte
    > delle altre parti utilizzano la licenza Apache 2
    > che scongiura il pericolo di denunce per
    > brevetti. Basta non utilizzare ciò che non
    > rientra nelle due categorie sopra menzionate.
    krane
    22544