Mauro Vecchio

Google e Yahoo!, per un pugno di dipendenti

Licenziato il googler che aveva offerto alla stampa il testo della missiva relativo agli aumenti di stipendio. Mentre Yahoo! annuncia un giro di vite su circa 650 lavoratori. Si migra in India

Roma - Avrebbe certamente trascorso delle ottime festività natalizie, con in tasca un corposo assegno per il classico giro dei regali. Tutto merito di Google, che proprio di recente aveva annunciato a circa 23mila dipendenti un sostanzioso aumento di stipendio, accompagnato da un bonus di mille dollari previsto per il mese di dicembre.

Pare invece che un non meglio identificato googler dovrà attingere ai suoi risparmi, rinunciando così all'aumento del 10 per cento promesso dall'azienda di Mountain View. E non solo a quello. I vertici di BigG hanno infatti deciso di licenziarlo, dopo l'apparizione online della missiva con cui il CEO Eric Schmidt aveva annunciato le nuove decisioni in materia di salari.

Una lettera confidenziale, diffusa internamente a tutti i dipendenti della Grande G. Ma il misterioso googler - forse eccessivamente entusiasta di quanto rivelato - aveva subito deciso di contattare la rivista Fortune. La missiva era quindi apparsa tra le pagine online di Business Insider, facendo rapidamente il giro del web.
Così come sta ora circolando la notizia relativa ad un deciso giro di vite annunciato dai vertici di Yahoo!. Stando alla testata specializzata TechCrunch, l'azienda di Sunnyvale avrebbe intenzione di licenziare il 20 per cento dei suoi dipendenti statunitensi, per poi andare ad assoldare una serie di ingegneri a Bangalore, in India.

L'obiettivo sarebbe alquanto semplice: tagliar fuori circa 2,500 dipendenti a stelle e strisce per spostare alcune attività operative al di fuori dei confini nazionali. Le cifre riportate da TechCrunch sono tuttavia state contestate dalla stessa Yahoo!, che ha sottolineato come il licenziamento sia previsto per il 10 per cento dei dipendenti.

L'azienda di Sunnyvale ha inoltre fatto ulteriori precisazioni: ad essere colpita sarà solo la divisione supervisionata dal Chief Product Officer Blake Irving. Verranno così licenziati circa 650 dipendenti, appunto il 10 per cento dei 6.500 attualmente stipendiati nella divisione prodotti.

In India sembra volersi dirigere anche Google, che ha infatti annunciato il reclutamento di circa 200 ingegneri che lavorino agli attuali progetti legati al cloud computing. Obiettivo di BigG è quello di mettere insieme il più corposo team operante all'estero, unito per la conquista della nuvola.

Ma l'azienda di Mountain View sembra ancora soffrire il peso di un competitor come Facebook. Oltre alla già nota battaglia per i contatti, Google deve affrontare un'altra sfida: evitare che i suoi dipendenti migrino verso i più luccicanti lidi in blu. Secondo i più, l'aumento del 10 per cento sarebbe stato annunciato proprio per questo.

BigG sarebbe andata molto oltre, offrendo ad un altro non meglio identificato googler la stellare somma di 3,5 milioni di dollari. Un bonus in azioni della società, offerto nello specifico per evitare che avvenisse il trasferimento del dipendente a Facebook. Trasferimento scongiurato, ovviamente.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàGoogle, un aumento arcobalenoRiparata quella che in tanti vedevano come un'ingiustizia. Gli stipendi dei dipendenti omosessuali lieviteranno di circa mille dollari. Necessari a pagare una tassa per la copertura sanitaria dei partner
  • Digital LifeIl Googleplex, raccontato da dentroI lavoratori si raccontano. La vita nel quartier generale di Mountain View tra ingegneri viziati e cibarie gratuite. E un rapporto diretto con i vertici della Grande G
  • BusinessOracle licenzia. Cisco assumeMovimenti di segno opposto per l'occupazione nel settore ICT. La crisi non č ancora finita? Al momento il mercato del lavoro non da segnali univoci
2 Commenti alla Notizia Google e Yahoo!, per un pugno di dipendenti
Ordina