Mauro Vecchio

Harry Potter e i doni del torrente

Sono finiti online i primi 36 minuti della prima parte dell'ultimo capitolo cinematografico della celebre saga fantasy. Warner Bros minaccia azioni legali. Pare che la fuga abbia avuto origine da un DVD di presentazione agli addetti ai lavori

Harry Potter e i doni del torrenteRoma - La sua uscita nelle sale è ormai imminente. La prima parte del film Harry Potter e i Doni della Morte darà così inizio all'ultimo capitolo di una delle saghe fantasy più popolari della storia del cinema. Centinaia di migliaia di utenti della Rete hanno però potuto gustarsi una corposa anteprima del film diretto da David Yates, grazie ad un file all'improvviso apparso tra i vasti marosi del P2P.

I primi 36 minuti della prima parte dell'ultima avventura del celebre maghetto sono dunque finiti online, provenienti da un DVD inviato dalla casa di produzione Warner Bros ai vari addetti ai lavori. Un disco contenente la sola prima mezz'ora del film, dati i timori della major di Hollywood circa la possibile uscita illecita sul web. Gli utenti del P2P hanno infatti guardato un filmato imbollinato con watermark indicante mittente e destinatario dell'anteprima.

Una notizia che non è comunque piaciuta agli alti vertici di Warner Bros, che hanno sottolineato come il leak online rappresenti una violazione del copyright. La casa di produzione provvederà ora alla rimozione delle copie disponibili, cercando di individuare il peccatore originario. È infatti probabile che l'autore del leak sia riconducibile a uno dei destinatari del DVD di presentazione inviato da Warner Bros.
C'è chi ha tuttavia sottolineato come questa fuga online possa rappresentare un bene per le future sorti commerciali del film. Tutti quelli che hanno assistito ai primi 36 minuti della pellicola dovrebbero riversarsi in massa al cinema per vedere come andrà a finire. Ammesso che siano rimasti soddisfatti di quanto visto. Si è poi parlato della possibilità di battere il record finora detenuto dalla copia pirata di Harry Potter e il Principe Mezzosangue che generò qualcosa come 8 milioni di download.

Una cosa sembra ormai certa: il maghetto di Hogwarts è diventato un'autentica star del web. Era infatti il 2007 quando il libro Harry Potter e i Doni della Morte fece la sua apparizione sui palcoscenici del torrentismo prima che uscisse ufficialmente in libreria. Migliaia di fan iniziarono a trascrivere il volume prima che questo venisse rimosso. La stessa mamma di Harry - la scrittrice JK Rowling - non si è dimostrata finora molto morbida nei confronti di certe magiche comparsate sul web.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàHarry Potter, un ebook contro i piratiJK Rowling sembra essersi convinta dell'opportunità di esordire con un libro digitale ufficiale. Rinunciare all'ebook non aveva ostacolato lo sharing dei suoi titoli
  • AttualitàWolverine è già online La pellicola intera finisce in Rete prima che al cinema. Ma non è la versione completa. Mistero su come sia finita sul circuito P2P. Cosa succederà al botteghino?
  • AttualitàAvada kedavra Scribd! Pare che JK Rowling, autrice della saga di Harry Potter, sia furiosa con il portale che consente di condividere testi e libri. Per chi ha visto Viacom contrapporsi a YouTube, una sorta di déjà vu
53 Commenti alla Notizia Harry Potter e i doni del torrente
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)