Mauro Vecchio

Riconsiderando LibreOffice

Due le sostanziali novità annunciate da The Document Foundation. Si andrà verso una maggiore compatibilità con i formati Office. E la dipendenza da Java diminuirà. I documenti al centro di tutto

Roma - "Gli utenti leggono, scrivono, modificano e condividono i documenti, e sono focalizzati sui contenuti più che sulle funzionalità. Dopo 20 anni di software basato sulle funzionalità, è il momento di riportare i contenuti al centro del sistema e dell'attenzione degli utenti". Così una nota di The Document Foundation, l'organizzazione creata dalla comunità di OpenOffice.org per la gestione e lo sviluppo del fork LibreOffice.

"The Document Foundation sarà al centro dell'universo del software libero - si legge nella nota - in cui gli utenti vogliono costruire un futuro diverso per le suite per ufficio, lavorando con gli sviluppatori". E l'organizzazione legata allo sviluppo di software open-source ha illustrato la sua visione in anteprima sul futuro di prodotti e tecnologie, fermo restando che i documenti costituiranno il centro di gravità di un ambiente aperto agli sviluppatori.

Si punterà così alla riscrittura di ciascun modulo della suite LibreOffice, a partire da Calc che verrà sviluppato intorno ad un nuovo motore di calcolo (nome in codice Ixion). Quest'ultimo dovrebbe migliorare le prestazioni, consentendo una maggiore versatilità e migliori funzionalità di gestione delle macro e dei database. Writer verrà quindi migliorato sotto il profilo della fedeltà del layout e Impress in quello della fedeltà delle presentazioni.
Due le novità annunciate. In primis, le nuove funzionalità saranno nell'area della compatibilità con la suite per ufficio leader di mercato. Si punterà poi al miglioramento della qualità della conversione tra i formati e alla riduzione della dipendenza da Java. Una mossa che sembra sottolineare l'intenzione di tagliare ulteriormente i ponti con Oracle, in aggiunta ad una maggiore compatibilità con il pacchetto Office di Microsoft.

Thorsten Behrens, sviluppatore e membro di TDF, ha poi ricordato come la versione 3.3 di LibreOffice rappresenti solo la prima declinazione di una strategia a lungo termine. "L'evoluzione è appena iniziata - ha spiegato Behrens - e gli enormi vantaggi di un ambiente aperto e favorevole agli sviluppatori non saranno ancora evidenti nella nuova release". I fondatori dell'organizzazione hanno sottolineato come il futuro delle suite per ufficio sarà diverso dall'attuale paradigma, ormai datato.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
105 Commenti alla Notizia Riconsiderando LibreOffice
Ordina
  • E' molto più veloce di openoffice, sia alla prima apertura che all'apertura dei documenti.
    non+autenticato
  • ma il nuovo "paradigma" come dicono loro lo vedremo già da Libreoffice 3.3 (la beta che sto usando mi sembra ancora il vecchio calc) o dovremo aspettare Loffice 3.4 (se è rivoluzionato alla base, non vedo perché non chiamarlo 4.0)?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bic Indolor

    > ma il nuovo "paradigma" come dicono loro lo
    > vedremo già da Libreoffice 3.3

    No, LibO 3.3 sarà molto simile a quello che era Go-oo, cioè OOo + patch varie. Il "nuovo paradigma" è una aspirazione per il futuro.
    Comunque Ixion è essenzialmente un nuovo parser a cui sta lavorando da tempo Kohei Yoshida di Novell. Non è che debba proprio ribaltare Calc dalle fondamenta...
    Qui un po' di dettagli tecnici:

    http://kohei.us/2010/06/21/ixion-threaded-formula-.../

    Saluti
    VITRIOL
  • - Scritto da: VITRIOL

    > Comunque Ixion è essenzialmente un nuovo parser a
    > cui sta lavorando da tempo Kohei Yoshida di
    > Novell. Non è che debba proprio ribaltare Calc
    > dalle
    > fondamenta...
    'nfatti... è proprio così
    Un parser mica è l'interfaccia!
    non+autenticato
  • Io speravo qualche cosa di nuovo anche per Base Triste
  • - Scritto da: shinken
    > Io speravo qualche cosa di nuovo anche per Base
    > Triste

    in effetti con i drivers jdbc è completamente inutilizzabili (maledetti NULL di java)
    non+autenticato
  • Domando, senza polemica: ma che ve ne fate di Base, Access e simili?
    È che proprio non ne capisco l'utilità.
  • direi gestire una base dati.
    Una cosa troppo complessa per usare per esempio un foglio di calcolo, ma non tanto da giustificare l' uso di sql php e scriversi il codice per un interfaccia.

    Se hai suggerimenti sono qui Sorride
  • - Scritto da: shinken
    > direi gestire una base dati.
    > Una cosa troppo complessa per usare per esempio
    > un foglio di calcolo, ma non tanto da
    > giustificare l' uso di sql php e scriversi il
    > codice per un
    > interfaccia.
    >
    > Se hai suggerimenti sono qui Sorride

    Glom
    http://www.glom.org/wiki/index.php?title=Main_Page
    non+autenticato
  • - Scritto da: shinken
    > direi gestire una base dati.
    > Una cosa troppo complessa per usare per esempio
    > un foglio di calcolo, ma non tanto da
    > giustificare l' uso di sql php e scriversi il
    > codice per un
    > interfaccia.
    >
    > Se hai suggerimenti sono qui Sorride
    un vero db, magari con php Sorride.
    Scherzi a parte, sarà forse che ho quasi sempre a che fare con realtà medio - grandi; ma anche in quelle piccole c'è sempre un vantaggio nell'avere dei veri db, anziché dei "prodottini" locali. L'unico vantaggio di Access e compagnia è nella velocità di sviluppo, cosa che ritengo secondaria in un ambiente produttivo: infatti, il tempo che risparmio all'inizio lo perdo nel dover fare tutto daccapo quando devo "scalare" la mia applicazione.
  • >http://www.glom.org/wiki/index.php?title=Main_Page
    non esattamente multipiattaforma purtoppo

    >> Se hai suggerimenti sono qui Sorride
    >un vero db, magari con php Sorride

    La mia pigrizia mi spinge a cercare soluzioni differenti, soprattutto perchè parliamo di una realtà molto piccola, tuttavia devo darti ragione:
    server un Lamp Xampp Wamp ecc
    come client una applicazione web realizzata con codeigniter
    Alla fine ottengo un buon risultato, e un interfaccia accettabile anche dalle altre persone che devono usarlo.

    Speravo che dal modulo base uscisse prima o poi un sistema valido e semplice. La mia delusione nasce da quello.
    Confesso sono pigro A bocca aperta
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 novembre 2010 21.42
    -----------------------------------------------------------
  • > Speravo che dal modulo base uscisse prima o poi
    > un sistema valido e semplice. La mia delusione
    > nasce da
    > quello.
    > Confesso sono pigro A bocca aperta
    La pigrizia è una buona motivazione Occhiolino.
  • > La mia pigrizia mi spinge a cercare soluzioni
    > differenti, soprattutto perchè parliamo di una
    > realtà molto piccola, tuttavia devo darti
    > ragione:
    > server un Lamp Xampp Wamp ecc
    > come client una applicazione web realizzata con
    > codeigniter
    > Alla fine ottengo un buon risultato, e un
    > interfaccia accettabile anche dalle altre persone
    > che devono usarlo.

    Se la mole di dati non è eccessiva un database vero non deve per forza essere una applicazione server, una installazione locale è mano pesante di quanto di solito si pensa.
    guast
    1319
  • - Scritto da: shinken
    > direi gestire una base dati.
    > Una cosa troppo complessa per usare per esempio
    > un foglio di calcolo, ma non tanto da
    > giustificare l' uso di sql php e scriversi il
    > codice per un
    > interfaccia.
    >
    > Se hai suggerimenti sono qui Sorride

    Io sono d'accordo con advange. e' vero che il db è una cosa complessa, ma proprio per questo mi fa un po' paura mettergli sopra un'interfaccia facile facile, fatta per essere usata da utenti scimmie (quelli che prima premono "ok" e poi si chiedono cosa c'era scritto, tanto se hanno fatto una cretinata possono sempre chiamare il sistemista in lacrime)
    non+autenticato
  • - Scritto da: efex
    > tanto se hanno fatto
    > una cretinata possono sempre chiamare il
    > sistemista in
    > lacrime)

    Non e' che le lacrime cambiano la risposta, ne' la priorita' del problema.

    Quando la causa e' una cretinata, la risposta e' sempre NO, e viene data non prima di DOPODOMANI.
  • Poteva sviluppare meglio OpenOffice e far concorrenza seria a MS Office, come sta succedendo tra Apple ed Android. Invece han combinato un gran casino. Io sto provando la versione beta di LibreOffice e vi posso dire che è molto più stabile della OOo 3.2.1 (che andava in loop per i azzi suoi).

    Pazienza. Per me OOo può anche chiudere i battenti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonymous
    > Poteva sviluppare meglio OpenOffice e far
    > concorrenza seria a MS Office, come sta
    > succedendo tra Apple ed Android. Invece han
    > combinato un gran casino. Io sto provando la
    > versione beta di LibreOffice e vi posso dire che
    > è molto più stabile della OOo 3.2.1 (che andava
    > in loop per i azzi
    > suoi).
    >
    > Pazienza. Per me OOo può anche chiudere i
    > battenti.
    sono d'accordo, la dipendenza da java poi era solo una questione "politica", ora che oracle ha fatto la cazzata, se la tengano e speriamo in questa nuova versione..
    ciao
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 novembre 2010 18.38
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Anonymous
    > Poteva sviluppare meglio OpenOffice e far
    > concorrenza seria a MS Office, come sta
    > succedendo tra Apple ed Android. Invece han
    > combinato un gran casino. Io sto provando la
    > versione beta di LibreOffice e vi posso dire che
    > è molto più stabile della OOo 3.2.1 (che andava
    > in loop per i azzi
    > suoi).
    >
    > Pazienza. Per me OOo può anche chiudere i
    > battenti.

    E capirai quanto può fregare a Oracle di fare concorrenza a MS Office.
    Per quello, Oracle avrebbe già StarOffice ma le suite da ufficio sono l'ultimo dei pensieri di una società come Oracle.
    OOo è destinato a fare la fine di OpenSolaris.
    Una lenta deriva e morirà come una balena spiaggiata.
    non+autenticato
  • Star Office=OOo + moduli proprietari che non erano compatibili con la licenza gplv2..quindi se uno smette allora smette anche l'altro!!! Poi se Oracle ha altri piani.. chi lo sa.. non mi sembra una società fallita anzi sembra che ha una visione molto chiara di quello che vuole per il suo futuro (non comprensibile a noi visto che nessuna impresa che si rispetta non dichiara i suoi piani in anticipo, neanche Google per dire un esempio)!! Vedremo!

    P
  • - Scritto da: m3em
    > Star Office=OOo + moduli proprietari che non
    > erano compatibili con la licenza gplv2..quindi se
    > uno smette allora smette anche l'altro!!! Poi se
    > Oracle ha altri piani.. chi lo sa.. non mi sembra
    > una società fallita anzi sembra che ha una
    > visione molto chiara di quello che vuole per il
    > suo futuro (non comprensibile a noi visto che
    > nessuna impresa che si rispetta non dichiara i
    > suoi piani in anticipo, neanche Google per dire
    > un esempio)!!
    > Vedremo!
    >
    > P

    Mah, personalmente non son molto contento di sto fatto. Se c'è una suite libera, nei paraggi, MS Office sta sempre con le spine al *ulo, perchè deve far concorrenza. Se tutti spariscono.. quella si rimette a far quello che le pare (com'è accaduto prima dell'avvento di OOo), percui l'apertura alla compatibilità te la sogni.

    Se c'è un obbiettivo da sempre spinto avanti da MS è quello di ingabbiare tutto il mondo dell'IT ai loro standard chiusi e semi-sconosciuti, al fine di far diventare il tutto un monopolio.
    Poi le multarelle dell'antitrust sono ridicole con le tonnellate di soldi che beccano ogni secondo.
    non+autenticato
  • Il concetto di Monopolio deve sparire. Solo ove c'è libera concorrenza e dove vi è ricerca e sviluppo di novità, si può combattere i vampironi "cinesi" e spingere in avanti l'innovazione. Il monopolio ristagna e crea "bolle". Da sempre.
    non+autenticato
  • > Per quello, Oracle avrebbe già StarOffice ma le

    L'avrebbe se esistesse ancora intendi?

    > suite da ufficio sono l'ultimo dei pensieri di
    > una società come
    > Oracle.

    Allora è singolare che abbiano finanziato lo sviluppo di plugin per Mozilla Thunderbird che a nessuno è mai passato per la testa di scaricare... un caso clinicamentte interessante di schizofrenia?

    > OOo è destinato a fare la fine di OpenSolaris.
    > Una lenta deriva e morirà come una balena
    > spiaggiata.

    OpenSolaris è morto sul colpo quando hanno dichiarato che le feature d'ora in avanti verranno sviluppate e testate sul so chiuso a pagamento e solo dopo introdotte nella versione free (esattamente il contrario di come avviene in tutti i progetti sensati). E questo toglierà valore a Solaris, indebolendo il loro trinomio hardware + so + database.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonymous
    > è molto più stabile della OOo 3.2.1 (che andava
    > in loop per i azzi
    > suoi).

    Ma su quale sistema operativo scusa?? Io lo uso da anni e l'ho sempre trovato stabile, anche se non certo veloce (in ogni caso più veloce di ms)


    > Pazienza. Per me OOo può anche chiudere i
    > battenti.

    E' come se li avesse già chiusi.

    Comunque Oracle si è giocata male tutto: InnoDB e BDB (già anni fa), MySQL, OpenSolaris, Java. Mi sono stupito anch'io di quanto sono imbecilli, non lo credevo possibile. Paradossalmente, le multinazionali che più di tutte minacciano le libertà digitali (ms, google...) si comportano in modo molto più corretto verso le comunità degli sviluppatori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonymous
    > Poteva sviluppare meglio OpenOffice e far
    > concorrenza seria a MS Office, come sta
    > succedendo tra Apple ed Android. Invece han
    > combinato un gran casino.


    Se ritieni di saper gestire meglio di loro puoi inviare il tuo business plan a Oracle oppure finanziare lo sviluppo di open office, ma ricordati che è un software diffuso gratis nei tuoi calcoli
    non+autenticato
  • Dopo aver promosso OO, dopo averci fatto corsi per sistemisti (installazione e gestione tramite group policy)... chi mi dice che il fork manterrà gli stessi "modelli" di funzionamento? bho, vedremo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon
    > Dopo aver promosso OO, dopo averci fatto corsi
    > per sistemisti (installazione e gestione tramite
    > group policy)... chi mi dice che il fork manterrà
    > gli stessi "modelli" di funzionamento? bho,
    > vedremo

    Gestione tramite Group Policy? Da quando in qua?
    non+autenticato
  • da quando i troll winari pretendono di saperne di software opensource
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > da quando i troll winari pretendono di saperne di
    > software
    > opensource

    Non so se ti riferivi a me con "troll winari", io ho dato la mia risposta educata ed argomentata ad Anonymous, forse adesso è più chiaro di cosa parlavo
    non+autenticato
  • >
    > Gestione tramite Group Policy? Da quando in qua?

    Da parecchi anni credo... ovvio che parliamo di client windows in Active Directory

    Ad esempio per l'installazione centralizzata:
    http://openofficetechnology.com/node/27

    Altre note per l'installazione unattended:
    http://wiki.services.openoffice.org/wiki/Documenta...

    Sempre nel sito di openofficetechnology ci sono i file adm per la gestione tramite group policy ma in ci vuole anche un software client a pagamento.
    Se cerchi però trovi anche altro e poi nulla ti vieta di farti un adm (adesso admx) personalizzato per le cose principali, ad esempio molti impostano in maniera predefinita il salvataggio nei formati MSOffice, oppure l'approvazione automatica della clausola di licenza quando lo apri la prima volta ecc

    Non ti nascondo il fatto che MSOffice è avanti anni-luce per quanto riguardo la gestione centralizzata, questo non vuol dire che non si possa fare qualche sforzo per usare openoffice da parte di noi professionisti e qualche altro sforzo per migliorarlo da parte degli sviluppatori.

    buon lavoro
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon
    > Dopo aver promosso OO, dopo averci fatto corsi
    > per sistemisti (installazione e gestione tramite
    > group policy)... chi mi dice che il fork manterrà
    > gli stessi "modelli" di funzionamento? bho,
    > vedremo

    A parte il fatto che questo fork si affianca e non sostituisce OOo, prova un po' a chiederti chi e' che ti ha detto che Office ribbonato manteneva gli stessi "modelli" di funzionamento dei precedenti?

    Con la non trascurabile differenza che l'Office ribbonato RIMPIAZZA IRREVERSIBILMENTE le versioni precedenti.
  • >
    > A parte il fatto che questo fork si affianca e
    > non sostituisce OOo,

    Oggi si è affiancato, domani non si sa, tanto è vero che l'articolo parla di uno sviluppo verso un'altra direzione

    >prova un po' a chiederti chi
    > e' che ti ha detto che Office ribbonato manteneva
    > gli stessi "modelli" di funzionamento dei
    > precedenti?
    >

    Perchè la MS lo fa da una vita quello di mantenere una retrocompatibilità, ed anche quando cambia ci sono ampie documentazioni a riguardo, io sul sito di libreoffice non ho trovato molta documentazione, su quello di oo invece si, se permetti mi preoccupo un pò

    > Con la non trascurabile differenza che l'Office
    > ribbonato RIMPIAZZA IRREVERSIBILMENTE le versioni
    > precedenti.

    non sono d'accordo ma non è di questo che vogliamo parlare vero?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon

    > Perchè la MS lo fa da una vita quello di
    > mantenere una retrocompatibilità,

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    > ed anche quando
    > cambia ci sono ampie documentazioni a riguardo,

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    Ci voleva una grassa risata questa mattina.
  • > Ci voleva una grassa risata questa mattina.

    Cosa c'è da ridere?
    Apri un documento office 97 con office 2010... te lo apre? SI

    Certo, il contrario non puoi pretenderlo... altrimenti vorrebbe dire che non ci sono state migliorie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > > Ci voleva una grassa risata questa mattina.
    >
    > Cosa c'è da ridere?
    > Apri un documento office 97 con office 2010... te
    > lo apre?
    > SI
    >
    > Certo, il contrario non puoi pretenderlo...
    > altrimenti vorrebbe dire che non ci sono state
    > migliorie.


    sicuro sicuro?

    OO 3.2 è retrocompatibile noostante le migliorie.
    (al max ci sarà qualcosa che non vedi)
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > > Ci voleva una grassa risata questa mattina.
    >
    > Cosa c'è da ridere?
    > Apri un documento office 97 con office 2010... te
    > lo apre?
    > SI
    >
    > Certo, il contrario non puoi pretenderlo...
    > altrimenti vorrebbe dire che non ci sono state
    > migliorie.

    Certo che lo pretendo il contrario.
    Non mi aspetto che la miglioria venga resa nella versione precedente, ma che il documento venga rigettato senza neanche aprirlo, e' un comportamento contrario alla retrocompatibilita'.

    E il problema sussiste anche se il documento creato con Office 2010 non contiene niente che non sia presente anche in Office 97.