Claudio Tamburrino

Trenitalia, 3G e WiFi a tutta velocitÓ

Una migliore ricezione telefonica e connessioni banda larga: i Frecciarossa imbarcano finalmente Internet, per il momento praticamente a costo zero. In futuro si vedrÓ

Roma - Trenitalia è arrivata in orario: come promesso a febbraio, trasformati in hotspot WiFi i vagoni dell'Alta Velocità (AV). E migliorata la copertura 3G.

L'accordo tra Ferrovie dello Stato e Telecom Italia ha fruttato: dal 12 dicembre i 50 milioni di euro di investimenti permetteranno di adottare un sistema di connessione a bordo dei treni ad alta velocità che permetterà di utilizzare i propri dispositivi Internet con meno difficoltà.

La prima novità è costituita da hotspot WiFi sui vagoni dell'AV, servizio che, nel primo mese (considerato "di prova"), sarà quasi gratuito: costerà un centesimo, addebitato sulla carta di credito dell'utente, così da rispondere anche all'esigenza di identificazione prevista dall'ancora vigente Decreto Pisanu.
L'home page da cui potranno accedere alla connessione i viaggiatori offre le classiche informazioni di viaggio solitamente offerte a bordo treno. Insieme alla connettività anche alcuni contenuti messi a disposizione (per il momento gratuitamente) da Telecom italia, come quelli contenuti nel portale Cubovision.

Secondo le prime testimonianze la connessione offerta, anche se non particolarmente veloce, è sufficiente per accedere alla propria posta o leggere i giornali online. Solo tre treni, al momento, hanno le risorse server e video per permettere ai viaggiatori la visione online di contenuti multimediali.

La seconda novità è costituita dall'aumento della capacità di ricezione telefonica: particolare che dovrebbe porre fine all'annosa questione (spesso utilizzata come scusa) dell'ingresso in galleria nemico delle chiamate. Per risolvere il problema è stata potenziata l'infrastruttura UMTS e migliorata la trasmissione del segnale 3G grazie all'istallazione di 74 nuovi nodi lungo i quasi mille chilometri dell'AV, con le 82 gallerie dotate di più di 200 antenne e 600 punti radio, e i treni di strumentazione radiomobile necessaria.

I servizi, previsti per l'intera flotta AV, sono per il momento messi a disposizione solo sui Frecciarossa (60 treni in tutto, nella tratta Napoli-Roma-Milano-Torino), mentre per i Frecciargento la novità è rinviata a settembre prossimo. Oltre a Telecom, poi, Trenitalia ha annunciato che i servizi saranno messi a disposizione nelle medesime modalità anche da Wind e Vodafone.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàDecreto Pisanu agli sgoccioli, forseCon la fine dell'anno scade anche la dibattuta licenza che obbliga la registrazione degli utenti WiFi. Dal ministro Maroni uno spiraglio per il suo superamento. Ma non ci sono certezze
  • AttualitàInternet chiama, l'Italia risponde?Come si muoveranno gli operatori nel cruciale passaggio alla fibra ottica? I piccoli provider si associano per investire, Telecom respinge alleanze nelle aree urbane. Manca ancora un piano comune
  • AttualitàAgcom e Decreto Romani: decisioni rinviateRinviata a fine mese la decisione sull'estensione degli obblighi delle emittenti tradizionali a quelle online. Il presidente dell'Authority mira a semplificare la vita alle startup e ai videoblogger
47 Commenti alla Notizia Trenitalia, 3G e WiFi a tutta velocitÓ
Ordina
  • adesso avrete internet (a pagamento tanto) e avrete anche l'alta velocità!
    il tutto a nostro discapito che tanto che ci frega, noi abbiamo i treni senza riscaldamento, ma siamo in tanti a prenderlo e stiamo così attaccati che non serve, risparmiamo CO2
    deliziatevi, mentre voi navigate nelle 3 ore che ci metterete ad arrivare a milano (contro i 50minuti di aereo) consapevoli di aver speso almeno il doppio di un lowcost (e per una sola tratta, altro che andata e ritorno), saprete che arriverete...al massimo farà 10 minuti di ritardo...
    a noi rimangono i 180 minuti di ritardo, le 4 ore per tornare a casa nostra, che non dista oltre 500km di milano ma 40 miseri schifosissimi chilometri...e parliamo di roma...

    che bel paese, che bei servizi, sono contento ogni giorno di stare a stretto contatto con altra gente pendolare come me!
    non+autenticato
  • L'alternativa esiste: Ferrovie Nord.
    Da che hanno attivato il passante sulla mia tratta, il treno ci metterà anche di piu perchè fa tutte le fermate, però guarda caso è sempre puntuale, e dato che la rete ferroviaria se ha problemi PAGA (e salato ) a ferrovie nord, guarda caso il passante ha sempre priorità sui treni Trenitalia...

    Da pendolare ti auguro che anche sulla tua tratta prima o poi attivino un passante fornito da qualcuno di diverso da Trenitalia... ah e se lo fanno l'abbonamento fallo con loro, non alla stazione trenitalia, costa uguale vale uguale ma almeno i soldi vanno in parte maggiore a chi li merita e sa offrire un servizio quantomeno decente.
    non+autenticato
  • Direi che sono in un ritardo mostruoso invece!
    All'estero le connessioni gratuite ci sono da almeno 5 anni. E non solo sui treni! Qui a Helsinki sono attive sulla rete dei tram e anche su parecchie linee di bus.
    Gratuite ovviamente!
    Sui treni inoltre, oltre al wifi gratuito, ci sono molti altri servizi come le sale giochi per i bimbi, la copertura dei cellulari, la cabine chiuse per telefonare (si! così non rompi le scatole ai vicini!), gli scompartimenti per gli allergici, le prese elettriche ovunque per collegarci il laptop, etc etc
    Qui una lista più esaustiva:
    http://www.vr.fi/eng/palvelut/palvelut_junissa/ind...
    non+autenticato
  • Appunto lì ad Helsinki .....ma qui siamo in Itaglia...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paperoliber o
    > Appunto lì ad Helsinki .....ma qui siamo in
    > Itaglia...

    Già, qui chiudono il wi-fi se a Londra qualcuno fa un attentato terroristico.

    Mi chiedo: se l'attacco lo facessero a Roma, in Inghilterra vieterebbero il wi-fi libero?
    ruppolo
    33147
  • direbbero in ogni blog... ah che culo che non lo fanno qui, ma a nanettolandia
    non+autenticato
  • basta, non dire altro o mi girano i chitarrini ; )
    e pensare che a me basterebbe che il treno arrivasse in orario.
  • Anche se i problemi dei nostri treni sono ben altri, spero davvero che queste novità siano funzionanti.
    Per i cellulari sotto le gallerie sono meno contento, purtroppo ci sono sempre i maleducati che parlano ad alta voce fregandosene degli altri...
  • Secondo me più che mettere il WIFI in treno, che sarei il primo ad utilizzare, provvederei a sistemare treni e linee ferroviarie, altro che 50milioni di euro per permettere ai viaggiatori di leggere i giornali on-line. Perchè non s'investe per far si che i pendolari non abbiano stress a viaggiare sui treni anche solo per meno di un'ora? Perchè continuano ad aumentare i prezzi dei biglietti e i servizi restano sempre gli stessi? Perchè non ci sono sconti per gli studenti, visto che prendere un treno per qualche centinaio di Km oggi è un lusso?
    non+autenticato
  • 17,80 alla settimana per fare castelfranco veneto - bologna e ritorno col regionale... meno male che ora non ci sono più ritardi però... niente sconto e con la carta verde risparmierei un 40 euro l'anno -.-

    ho avuto la fortuna di viaggiare sul treno "penitalia", ho sempre tre carrozze di seconda classe vuote! ah no aspetta, sono chiuse... (e il treno è lo stesso, quindi credo siano le stesse, quindi perché diavolo non le cambinano con carrozze funzionanti quando arrivano al deposito???)

    il wifi lo userei anch'io per passare più tranquillamente le 2 ore e mezza (mi è totalmente impossibile dormire in treno e a leggere su carta a volte mi viene mal di viaggio) però è vero devono essere altre le priorità
    non+autenticato
  • l'altra settimana ero in scozia.. sul bus glasgow edinburgo c'era il wifi libero e splendidamente gratuito.. per non parlare delle connessioni di burgerking, mcdonald ecc ecc...
    non+autenticato
  • tipo, al mac di certe città per usare i cessi bisogna avere il codice che ti danno con lo scontrino, stessa cosa per poter usare il wifi. se proprio vogliono limitano gli accessi a siti che usano certi protocolli, tipo a scuola.. non vedo che problemi ci sarebbero
    non+autenticato
  • invero la cosa che + mi ha stupito è stata la sim vodafone..
    sono entrato da ìl tabaccaio e con un pound mi hanno dato la sim.. senza chiedermi documenti, firme ecc ecc, sim totalmente anonima..
    non+autenticato
  • mhmm, sei sicuro non richiedano un tuo invio di informazioni in un secondo momento?

    Te lo dico perche' anch'io ho vissuto all'estero in un paese dove per acquistare una sim basta 1 euro e non chiedono documenti. Il problema e' che in seguito devi registrare una prova di residenza e se non lo fai disconnettono la linea... senza preavviso.
  • - Scritto da: deactive
    > mhmm, sei sicuro non richiedano un tuo invio di
    > informazioni in un secondo
    > momento?
    >
    > Te lo dico perche' anch'io ho vissuto all'estero
    > in un paese dove per acquistare una sim basta 1
    > euro e non chiedono documenti. Il problema e' che
    > in seguito devi registrare una prova di residenza
    > e se non lo fai disconnettono la linea... senza
    > preavviso.

    si ma nel frattempo puoi usare quella linea per organizzare un losco piano terroristico senza essere sgamato -.-
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)