Alfonso Maruccia

Jamming telefonico per una guida prudente

Il governo USA pensa a imporre l'utilizzo di tecnologie di scrambling delle comunicazioni cellulari nelle automobili. Ne va della sicurezza su strada, dice il promotore. Con buona pace del segnale GPS?

Roma - Le tecnologie di jamming telefonico integrate direttamente nelle automobili di prossima costruzione? "Credo che si farà", dice convinto il Segretario ai Trasporti USA Ray LaHood. Il governo statunitense si prepara dunque a trasformare in obbligo l'introduzione di sistemi di blocco automatico dei cellulari nelle autovetture, il tutto naturalmente pensando alla sicurezza delle strade e dei cittadini.

"Penso che la tecnologia sia già disponibile e penso che vedrete questa tecnologia adottata nelle automobili per disabilitare i cellulari", dice senza tema di smentita LaHood, che ha fatto della lotta alle distrazioni alla guida uno dei tratti distintivi del suo impegno nel governo Obama.

"Solo lo scorso anno - continua il Segretario - sono morte quasi 5.500 persone e 500mila sono rimaste ferite a causa di incidenti provocati da distrazioni durante la guida". Queste e molte, "troppe" altre vite sono state "accorciate" a causa della mancanza di attenzione alle norme della guida sicura, dice LaHood, e il governo non esiterà a obbligare l'industria automobilistica ad adottare sistemi di jamming automatico alle comunicazioni cellulari per evitare che una conversazione animata, un SMS o quant'altro siano forieri di incidenti gravi o addirittura mortali.
LaHood pensa alla sicurezza su strada, e la sua prospettiva sarebbe largamente condivisibile soprattutto da chi si è visto (suo malgrado) coinvolto in gravi incidenti stradali dovuti a imprudenza. Nondimeno la proposta mostra il fianco a critiche legittime sulla potenziale utilità del cellulare in auto in caso di emergenza, per non parlare del fatto che un eventuale segnale di jamming "obbligatorio" potrebbe mettere fuori uso anche la capacità di geolocalizzazione GPS presente nella stragrande maggioranza degli smartphone.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàNegli USA il jamming è di gran modaLargamente impiegata durante l'inaugurazione della presidenza Obama, la tecnologia di disturbo dei segnali wireless si conquista un posto speciale nel cuore di ufficiali e politici. Concordi nel chiederne un'ampia adozione. Ma non tutti sono d'accordo
  • AttualitàJamming chirurgico nelle carceri?Disturbare le comunicazioni dietro le sbarre per tagliare i ponti tra i detenuti e l'esterno. Senza abbandonare a se stessi i secondini. Il Senato statunitense chiede lumi
  • TecnologiaDARPA è il chirurgo del jammingIl progetto statunitense dovrebbe aiutare i militari impegnati in scenari bellici. Il fine č zittire da lontano ogni periferica capace di trasmettere
24 Commenti alla Notizia Jamming telefonico per una guida prudente
Ordina
  • Come qualunque dispositivo sarà possibile disabilitarlo tramite il fusibile, altrimenti gli antifurti delle macchine costose come farebbero?
    Ci sarà l'icona nel coperchio della scatola dei fusibili e via, oppure come ho fatto io sulla volvo, stacchi direttamente il filo, io ho tolto allarme della cinture, la metto comunque, ma quando devi scendere dopo 50 metri no, visto che la macchina è la mia e non in affitto, ho tranciato l'alimentazione del sensore, hahaha che goduria!!!
    non+autenticato
  • Come da oggetto...
    Lodato sia chi in Italia ha introdotto l'obbligo di auricolari/vivavoce
  • - Scritto da: djechelon
    > Lodato sia chi in Italia ha introdotto l'obbligo
    > di
    > auricolari/vivavoce

    Io comprai il primo cellulare circa 15 e passa anni fa.
    Dopo qualche mese, montai il vivavoce in auto.
    Di cellulari, nel frattempo ne ho cambiati diversi e per tutti ho preteso che ci fossse il vivavoce disponibile.
    Mi trovo comodissimo, e' come essere in macchina con una persona e parlare con quella, guardando la strada davanti.
    Certo, mi costa quanto un secondo telefono, ed i primi modelli costavano ancora di piu'...
    Se abbassaero i prezzi e fossero disponibili per tutti i modelli...
    non+autenticato
  • Forse con un vivavoce bluetooth risolveresti il tuo problema in quanto basta
    che il telefono che compri abbia quella connessione disponibile e non avrai più problemi di compatibilità...
    Paperolibero
    non+autenticato
  • - Scritto da: djechelon
    > Come da oggetto...
    > Lodato sia chi in Italia ha introdotto l'obbligo
    > di
    > auricolari/vivavoce
    In realtà gli auricolari sono stati un "contentino" per il costo eccessivo che avevano (ed in parte ancora hanno) i vivavoce. Ma un auricolare, se non ben indossato fin dall'inizio del viaggio, è decisamente pericolo, soprattutto se a filo e non bluetooth.

    Però entrambi in realtà non sono fondamentalmente pericolosi nella fase di conversazione, ma fondamentalmente nella fase di risposta o chiamata, quando si toglie lo sguardo dalla strada per guardare il display. Per i vivavoce integrati va già meglio perché spesso il display è sulla plancia e non sul telefono, ma la tastiera non è sul volante e quindi costringono ad abbassare lo sguardo per capire quale numero si sta selezionando, molto più a lungo di quanto si fa per cambiare stazione di un'autoradio (ed infatti molte hanno i comandi al volante).

    La soluzione esiste già e molti telefoni già la implementano e si chiama "Chiamate Vocali". Ma spesso, per questioni di potenzia di calcolo, questa non è associata ad un riconoscimento vocale dell'intera rubrica ma ad una associazione puntuale mediante registrazione e ritorniamo al punto di partenza.

    Forse è arrivato il momento di obbligare le case produttrici di auto, più che ad installare di serie un jammer, ad installare di serie un vivavoce bluetooth con chiamate vocali a riconoscimento. Un po' come ormai installano l'autoradio di serie. E visto che la UE ha già fatto standardizzare il connettore della ricarica e che questo è di fatto un connettore USB, si potrebbe fare un passo in più e standardizzare il controllo del vivavoce anche su quel canale: salgo in auto, metto in carica il cellulare e si connette anche il vivavoce.

    Facciamo felici i produttori e aumentiamo la sicurezza senza bisogno di "vietare".

    Chissà, magari qualcuno ci pensa...
    non+autenticato
  • Visto che una discussione animata (o un pompino come fa notare qualcuno), o un bambino che strilla possono essere fonti di distrazione potenzialmente mortali, aboliamo i passeggeri. Al diavolo l'ecologia!
    Quindi dal 2011 tutte le auto immatricolate dovranno avere solo il sedile del guidatoreCon la lingua fuori
    Funz
    12995
  • Un corso di guida. Non ho mai visto, in tutta la mia vita, una nazione così tanto impedita al volante. Tutti in balia dell'inerzia. Solo gli svizzeri ci si avvicinano, ma parecchio distanziati.
    Forse, prima di bloccare i telefoni, bisognerebbe spiegare loro a cosa servono i due pedali in basso.
    Invece i portabicchieri con i tazzoni di mezzo litro di caffè o coca cola? Saranno "jammed" pure quelli?
    non+autenticato
  • Un automobilista sarebbe quindi costantemente bombardato dalle onde del jammer? Non penso che faccia molto bene al nostro corpo
    non+autenticato
  • Stesse frequenze di un cellulare: si suppone che una persona non passi mezza giornata al volante.
    Conducenti di bus / taxi / camion esclusi.
  • guarda che si tratta di un jammer, non di un jackhammer (trad: martello pneumatico)A bocca aperta stessa frequenza dei cellulari ma probabilmente potenza più bassa.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)