Raffaella Gargiulo

BT Italia farà parlare la PA

Assegnato il contratto di sette anni per la realizzazione e gestione della rete di comunicazione internazionale pubblica. Una svolta per il futuro dell'azienda nel Belpaese?

Roma - Bt Italia, fornitore di offerte e servizi di comunicazione, si è aggiudicata la gara indetta da DigitPa, riguardante la realizzazione e la gestione della Ripa, la rete internazionale della Pubblica Amministrazione italiana, scavalcando grandi colossi del settore del calibro di Reliance, Vanco, Telecom Italia e Fastweb.

All'operatore è stato assegnato il contratto, del valore di circa 175 milioni di euro e della durata di sette anni, per la realizzazione di servizi di connettività, sicurezza, Voice over IP, e per tutte le chiamate e soluzioni di videoconferenza ad alta risoluzione della PA in oltre 340 sedi e in 125 Paesi.

Il vicepresidente BT Italia, Corrado Sciolla, ha dichiarato che con tale contratto "l'azienda tenterà di rafforzare la propria posizione come fornitore privilegiato di servizi di rete globale per grandi aziende ed organizzazioni governative". "In particolare - ha continuato Sciolla - la Pubblica Amministrazione italiana trarrà beneficio dalle nostre crescenti competenze, le quali permetterranno alle amministrazioni di godere di soluzioni innovative capaci di rispondere alle sempre maggiori esigenze del settore".
L'azienda telefonica, nei mesi estivi, era stata al centro della cronaca per via dei numerosi scioperi e interrogazioni parlamentari a fronte dell'annuncio del "piano di riorganizzazione" interno, che prevedeva il licenziamento di circa 210 lavoratori. In pochi anni BT Italia ha, infatti, dimezzato la propria forza lavoro operativa tra cessioni di ramo, esternalizzazioni, trasferimenti, mobilità e cassa integrazione. Data la durata del contratto DigitPA aggiudicato, e visto il valore in termini economici, l'azienda potrebbe rivedere i propri piani relativi alla situazione interna del personale: un rilancio della filiale italia di BT appare oggi più probabile.

Raffaella Gargiulo
Notizie collegate
  • AttualitàBT Italia, sindacati contro l'aziendaSi preannuncia un autunno di fuoco per la filiale italiana dell'operatore UK. Le parti sociali si oppongono al piano industriale presentato, temendo la dismissione. L'azienda ribadisce l'intenzione di restare in Italia
10 Commenti alla Notizia BT Italia farà parlare la PA
Ordina
  • anche io ho avuto a che fare con BT e hanno sia linee che servizi scadenti, per non parlare del customer care. Non credo sia all'altezza di un appalto del genere, probabilmente ha offerto meno della concorrenza che ritiene il servizio piu costoso (giustamente).
  • > Non credo sia all'altezza di un
    > appalto del genere, probabilmente ha offerto meno
    > della concorrenza che ritiene il servizio piu
    > costoso (giustamente).

    Le gare per le PA sono al ribasso, con una componente tecnica, per cui, chi promette "mari & monti" al prezzo più basso vince.
    Sul fatto che poi questo sistema, studiato con le migliori intenzioni, sia veramente efficace c'è più di un dubbio.
    non+autenticato
  • > Le gare per le PA sono al ribasso, con una
    > componente tecnica, per cui, chi promette "mari &
    > monti" al prezzo più basso vince.

    Non so se hai mai fatto / visto un appalto per la PA, ma non funziona esattamente così. Diciamo, per essere sintetici, che le offerte che si discostano da un certo range (valori statistici sulle offerte) vengono scartate, perché "puzzano". Se un'offerta risulta quindi "troppo" bassa, non viene presa in considerazione.
    pippuz
    1260
  • Bisognerebbe però poi IMPEDIRE al vincitore dell'appalto di modificare gli importi richiesti una volta che i soldi per compleatre i lavori sono finiti....come si è più volte visto per i lavori di appalti pubblici durati decenni con continui ritocchi effettuati dall'appaltatore....


    - Scritto da: pippuz
    > > Le gare per le PA sono al ribasso, con una
    > > componente tecnica, per cui, chi promette "mari
    > &
    > > monti" al prezzo più basso vince.
    >
    > che le offerte che si
    > discostano da un certo range (valori statistici
    > sulle offerte) vengono scartate, perché
    > "puzzano". Se un'offerta risulta quindi "troppo"
    > bassa, non viene presa in
    > considerazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Axel
    > Bisognerebbe però poi IMPEDIRE al vincitore
    > dell'appalto di modificare gli importi richiesti
    > una volta che i soldi per compleatre i lavori
    > sono finiti....come si è più volte visto per i
    > lavori di appalti pubblici durati decenni con
    > continui ritocchi effettuati
    > dall'appaltatore....

    cosa c'entra?
    pippuz
    1260
  • > Non so se hai mai fatto / visto un appalto per la PA,

    visto si, partecipato no.

    > ma non funziona esattamente così.

    hai ragione la mia era un'iperbole.

    > Diciamo, per essere sintetici, che le offerte che si
    > discostano da un certo range (valori statistici
    > sulle offerte) vengono scartate, perché
    > "puzzano". Se un'offerta risulta quindi "troppo"
    > bassa, non viene presa in
    > considerazione.

    in teoria si, mentre in pratica il sistema non è affatto perfetto e mi sembra che sia un'opinione condivisa da parecchi imprenditori (onesti).
    non+autenticato
  • il castomer care è fatto di persone assolutamente incompetenti,per questo la qualità dell' aftersale è bassissima.
    non+autenticato
  • Negli ultimi anni ho avuto a che fare con diverse linee di BT Italia — dall'ultima società per cui ha lavorato mio padre fino allo studio del medico di famiglia. Per essere una società che tratta solamente clientela business (possessori di partita IVA), giudico i servizi scadenti.

    Linee promesse fino a 7 Mb/s che vanno a 1 Mb/s, laddove rientrando in Telecom Italia viene ripristinata (sul medesimo doppino!) una connessione a 20 Mb/s reali e verificati, con modem che riporta valori di attenuazione non superiori ai 3 dB.

    Il loro supporto tecnico comunque non è il peggiore con il quale abbia avuto a che fare.
    non+autenticato
  • Personalmente (grossa realtà aziendale italiana) BT è uno dei migliori provider con cui abbiamo a che fare, meglio di Fastweb e molto meglio di Telecom.
    pippuz
    1260
  • Una PA fallimentare appalta ad un ISP in fallimento.
    Grandi risultati in vista -.-"