Alfonso Maruccia

Acer all'assalto dei tablet

Il produttore pronto a inondare il mercato dei subnotebook privi di tastiera con tre diversi modelli. Il piatto comprende Android e Windows. All'orizzonte si profila anche un tablet doppio schermo

Roma - Il mercato dei tablet è sempre più affollato, e in virtù della promessa di un nuovo business multi-miliardario sono tanti i soggetti pronti a entrarvi in forze. Anche Acer è della partita e, a giudicare dalla selva di form factor e concept-hardware presentati alla stampa, il produttore taiwanese ha tutta l'intenzione di giocare da protagonista la partita delle tavolette intelligenti prossime venture.

Per raggiungere l'ambizioso obiettivo di erodere il monopolio di Apple iPad su un settore tecnologico ancora molto giovane, Acer sta attualmente preparando ben 3 tablet di diverse dimensioni e funzionalità: l'offerta futura di tablet Acer comprenderà un ibrido smartphone-slate con schermo da 4,8 pollici, un tablet da 7 e un altro da 10,1 pollici.

I tre dispositivi avranno in comune le CPU (SoC) dual-core Tegra di NVIDIA e il sistema operativo, vale a dire Google Android 3.0 "Honeycomb", con l'eccezione del tablet da 10 pollici che dovrebbe essere fornito anche in versione Windows. Comune anche l'interfaccia grafica, customizzata da Acer a partire dal sistema operativo base.
Un altro importante tassello della strategia informatica integrata di Acer nel prossimo futuro sarà "Alive", una nuova piattaforma di digital delivery che mima (anche qui) le funzionalità di iTunes mettendo a disposizione contenuti multimediali e applicazioni per il download (anche gratuito) e l'acquisto. I partner dell'iniziativa comprendono Intel, Zinio, Adobe e altri, mentre i mercati britannico e italiano dovrebbero essere i primi ad avere accesso alla piattaforma (accessibile indistintamente da smartphone, tablet e computer marcati Acer) nel corso del prossimo mese.

Ma oltre al mercato Acer pensa anche a innovare con la presentazione di Iconia, un nuovo concept di tablet dual-screen pensato come sostituto competo dei computer laptop. Dotato di uno schermo capacitivo con risoluzione di 1366x768 pixel, Iconia è un tablet da 14 pollici basato su Windows 7 che al momento si segnala soprattutto per la scarsa attrattiva e funzionalità della tastiera virtuale posizionata su uno degli schermi.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
84 Commenti alla Notizia Acer all'assalto dei tablet
Ordina
  • E vediamo che novita' ci sfornera' il dolce forno Acer.
    non+autenticato
  • Bene, avremo un secondo scontro diretto Linux vs Windows: qui combatteranno ad armi pari (o quasi: alla MS sono capaci di tutto), vediamo come va a finire. Prevedo un bagno di sangue, pardon, finestre in frantumi.
    Il primo scontro diretto c'è stato sui netbook: lì è terminata con la vittoria di Linux, non nei numeri, ma nei fatti; pur di battere uno GNU/Linux da cantinari (ma chi cacchio è Xandros?) MS ha dovuto riesumare un SO non più in vendita (cioè XP) e venderlo a prezzi irrisori.


    PS: in effetti c'è anche già stato lo scontro sui cellulari (Android straccia Windows Phone), sui server (Linux irride Windows) e sui supercomputer (Windows umiliato da Linux).
  • ma sti tablet avranno win7 o winphone?
    che io sappia non c'è nessun port di win7 su ARM


    PS. windows?

    KWEEEEE KWEEEEEEE KWEKWEKWEEEEEEEEEE!!!!
    EEEEEEEEK EEEEEEEEEEK KWEEEEEE!!!!
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ma c'è gente che usa o vuole usare ancora Windows?

    Io non lo sopporto, l'ho relegato in una macchinetta virtuale per giusto quelle due applicazioni che sono obbligato ad usare, come il software per sincronizzare o aggiornare il mio smartphone Android, o quello per programmare le centraline delle mie moto.
    Tutti programmi che i produttori non fanno per nessun altro sistema operativo.

    Che schifo Windows, ormai per me è solo una scomoda commodity che devo avere solo perché c'è qualche programma che mi obbliga ad usarlo.

    Proprio la prox settimana iniziamo uno studio per migrare l'ennesima azienda nella mia zona che vuole abbandonare Windows per passare ad Ubuntu.
    Server e client tutti Linux, e Windows su un paio di macchine solo virtualizzato per quei due software di trasmissione dati con la P.A. che devono per forza usare periodicamente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    >
    > Ma c'è gente che usa o vuole usare ancora Windows?

    no ma imho ci sono aziende che evidentemente hanno investito tanto sullo sviluppo in ambiente win, non vogliono perdere l'investimento

    dall'articolo su engadget leggo

    "Coming February 2011. A Windows 7 machine. Dual cameras (1.3 megapixel), pretty slim, we gotta say. AMD dual core processor."

    semplicemente terribile, non so come possono pensare che la gente voglia una cosa del genere..

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • "The second LCD is in lieu of the keyboard. Looks very glossy from here. Running Windows 7. Management tools in place to allow windows management."

    secondo me non hanno capito nulla della rivoluzione che è in atto..
    hanno rimpiazzato i tasti fisici di un comune notebook con un lcd,
    non hanno capito che è il sistema operativo a dover cambiare

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: bertuccia
    ..
    > secondo me non hanno capito nulla della
    > rivoluzione che è in
    > atto..
    > hanno rimpiazzato i tasti fisici di un comune
    > notebook con un
    > lcd,
    > non hanno capito che è il sistema operativo a
    > dover
    > cambiare

    più che altro è il completo paradigma delle interfaccie grafica e utente a dover cambiare, l'OS può continuare a rimanere lo stesso, anche il DOS andrebbe bene.
    Usare con le dita una roba come esplora risorse è da dementi nel senso che dopo qualche giorno ti ricoverano
    non+autenticato
  • - Scritto da: pietro
    >
    > più che altro è il completo paradigma delle
    > interfaccie grafica e utente a dover cambiare,
    > l'OS può continuare a rimanere lo stesso, anche
    > il DOS andrebbe
    > bene.

    eh va bene ma se il sistema richiede un x86 per girare..
    e se non è in grado di stare un paio di giorni in standby senza ciucciare tutta la batteria..
    iPad può stare un mese..
    di fatto significa che non lo spegni mai, quindi si "accende" in meno di un secondo..
    ci va un sistema che abbia tutte queste caratteristiche, e win7 non le ha.

    oltre a un'interfaccia grafica specifica

    > Usare con le dita una roba come esplora risorse è
    > da dementi nel senso che dopo qualche giorno ti
    > ricoverano

    non so come possono pensare che la gente compri roba del genere
    non+autenticato
  • ma ancora esiste qualcuno che compra acer? si rompe qualsiasi cosa che sia acer...alla larga.

    mi fido solo di lg asus e samsung il resto alla larga
    non+autenticato
  • Siccome è il 2° produttore al mondo, se non erro, sembra che più di qualcuno lo compri.
    non+autenticato
  • Nel 2002 ho comprato un laptop Acer. L'ho mandato in pensione l'anno scorso dopo un uso intenso e senza aver mai avuto problemi (portato in Grecia e poi in Spagna e mai un errore, soprattutto dopo aver installato Linux).
    L'anno scorso ho comprato 3 Acer Aspire di diversi modelli (uno per me e 2 per familiari). Nessun problema finora.

    Se vogliamo parlare dei Tablet... il problema è che ancora non si capisce bene cosa debba essere un tablet e così li fanno di diverse misure. Quello che venderà di più sarà il "tablet" finale, probabilmente.
    A parte l'iPad, che vende per il nome, ovvio...

    E un linux invece che Android in quelli di dimensioni grandi non ci starebbe male, visto che Android è stato pensato per schermi piccini picciò e ancora deve crescere su device di grandi dimensioni.
    Di Windows preferisco non parlare...
    non+autenticato
  • Eh già, l'iPad vende solo per il nome: "aipad" suona bene.
    ruppolo
    33146
  • Spero tu non lo abbia scritto seriamente. Se fosse stato qualcun altro non avrei avuto dubbi, ma con te il sospetto esiste.
    non+autenticato
  • lol chiamalo dubbio.. se non fosse marcato apple avrebbe venduto un prodotto cosi castrato?
  • - Scritto da: lordream
    > lol chiamalo dubbio.. se non fosse marcato apple
    > avrebbe venduto un prodotto cosi castrato?

    al di là del marchio, il fatto di avere alle spalle uno store di 300'000 applicazioni già pronte per l'utilizzo touch, sicuramente è un bell'incentivo all'acquisto... (anche se tu non sai nemmeno cosa vendono su iTunes...)
    che poi sia castrato lo dici tu: io lo vedo utilizzato con profitto anche da molti professionisti in amito medico, in ambito della progettazione (architetti) e in amboito musicale. Puoi dire altrettanto di altri tablet?
  • > io lo vedo l'iPad
    > utilizzato con profitto anche da molti
    > professionisti in ambito medico...

    Una nuova classe di virus SUL computer all'orizzonte...
    non+autenticato
  • - Scritto da: sadness with you
    > - Scritto da: lordream
    > > lol chiamalo dubbio.. se non fosse marcato apple
    > > avrebbe venduto un prodotto cosi castrato?
    >
    > al di là del marchio, il fatto di avere alle
    > spalle uno store di 300'000 applicazioni già
    > pronte per l'utilizzo touch, sicuramente è un
    > bell'incentivo all'acquisto... (anche se tu non
    > sai nemmeno cosa vendono su
    > iTunes...)
    > che poi sia castrato lo dici tu: io lo vedo
    > utilizzato con profitto anche da molti
    > professionisti in amito medico, in ambito della
    > progettazione (architetti) e in amboito musicale.
    > Puoi dire altrettanto di altri
    > tablet?

    tu ti faresti visitare da un medico che invece di uno stetoscopio usa un ipad o compreresti casa da un architetto che ha progettato su ipad o compreresti musica da un cantante che crea le sue opere su ipad?
    non+autenticato
  • - Scritto da: generale
    > - Scritto da: sadness with you
    > > - Scritto da: lordream
    > > > lol chiamalo dubbio.. se non fosse marcato
    > apple
    > > > avrebbe venduto un prodotto cosi castrato?
    > >
    > > al di là del marchio, il fatto di avere alle
    > > spalle uno store di 300'000 applicazioni già
    > > pronte per l'utilizzo touch, sicuramente è un
    > > bell'incentivo all'acquisto... (anche se tu non
    > > sai nemmeno cosa vendono su
    > > iTunes...)
    > > che poi sia castrato lo dici tu: io lo vedo
    > > utilizzato con profitto anche da molti
    > > professionisti in amito medico, in ambito della
    > > progettazione (architetti) e in amboito
    > > musicale.
    > > Puoi dire altrettanto di altri tablet?
    >
    > tu ti faresti visitare da un medico che invece di
    > uno stetoscopio usa un ipad o compreresti casa da
    > un architetto che ha progettato su ipad o
    > compreresti musica da un cantante che crea le sue
    > opere su ipad?

    Io non giudico in base a queste cose... e gli esempi che stai facendo sono esempi del cavolo: l'iPad non sostituisce certo uno stetoscopio, ha ben altre funzioni in campo medico (ti invito a fare una ricerca su google), e della musica giudico la bontà, mica la piattaforma con la quale è stata creata.
    Tu invece non riesci a fare a meno di giudicare le persone in base al fatto che usino o no Apple, ma non riesci neanche a rispondere alla mia domanda... resto in attesa...
  • - Scritto da: sadness with you

    > in ambito della
    > progettazione (architetti)...

    il fatto che lo usino gli architetti dimostra 2 cose:
    1) chiunque dotato di pollice opponibile lo può usare
    2) se lo usano loro deve essere tecnicamente una cag#ta, ma molto fico da vedere

    parola di Ingegnere! Rotola dal ridere

    ps: è ironico, gli apple-fan non si offendano... e se sono anche architetti gli faccio prima un disegno, così capiscono
  • - Scritto da: bertuccia
    > flop Sorride

    già.. esattamente come i netbook ^^
  • Esatto.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > Esatto.

    un flop da svariati miliardi di dollari suddivisi tra varie aziende.. un flop che è arrivato a portare sul mercato in un solo anno quasi 250 milioni di pezzi venduti.. fossero tutti cosi i flop.. mentre il successo di ipad si quantifica in 12 milioni di pezzi venduti?.. non vedi la piccolezza delle cifre apple in confronto all'enormità del resto del mercato? apri gli occhi ed esci dal recinto.. non tutti sono cosi deboli di mente da farsi evangelizzare da te ruppolo
  • Aspettate, aspettate. Chi ora usa internet sul telefono, non comprerà mai un affare non si può riporre in un cassetto con un interfaccia enorme come una tastiera per cui bisogna aver studiato dattilografia, un topo che ha bisogno di vasti spazi per correre libero. I PC che stanno sulle scrivania sono per i 30enni, i nuovi vecchi !!
  • - Scritto da: lordream
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Esatto.
    >
    > un flop da svariati miliardi di dollari suddivisi
    > tra varie aziende.. un flop che è arrivato a
    > portare sul mercato in un solo anno quasi 250
    > milioni di pezzi venduti..

    un fuoco di paglia indotto dal basso costo, ma con pesanti ripercussioni sul livello di soddisfazione degli acquirenti.

    Tra parentesi, si parla di cifre intorno ai 35 milioni di pezzi/anno, mica 250 milioni come dici tu... considerando che Apple, da sola, con un solo tablet venduto a partire da metà anno (e considerato "castrato"), si appresta a fare 12-15 milioni di pezzi, forse non è solo Ruppolo a non guardare i numeri con obiettività...

    qualche link:

    http://www.key4biz.it/News/2010/11/15/Tecnologie/T...
    http://www.netbooknews.it/sul-mercato-e-le-vendite.../
    http://punto-informatico.it/2970086/PI/News/asus-c...
    http://www.businessmagazine.it/news/mercato-dei-no...

    > non vedi la
    > piccolezza delle cifre apple in confronto
    > all'enormità del resto del mercato?

    Ne riparliamo l'anno prossimo... in ogni caso è evidente che i numeri sono relativi (per esempio potrei dirti che Apple detiene il 95% del mercato dei tablet), ed è così poco importante che tutti la imitano...

    > apri gli
    > occhi ed esci dal recinto.. non tutti sono cosi
    > deboli di mente da farsi evangelizzare da te
    > ruppolo

    e non tutti sono così chiusi di mentalità da non riuscire ad informarsi in maniera obiettiva
  • - Scritto da: sadness with you

    D'accordo, ma non infierire sul povero lordream, è ancora lì che cerca di capire perché iPad vende (almeno) una decina di milioni di pezzi quando lui ne aveva pronosticato il fallimento o come funziona la capitalizzazione di una società quotata, pur essendo lui, a sua detta, esperto di borsa...
    pippuz
    1260
  • - Scritto da: sadness with you
    > - Scritto da: lordream
    > > - Scritto da: ruppolo
    > > > Esatto.
    > >
    > > un flop da svariati miliardi di dollari
    > suddivisi
    > > tra varie aziende.. un flop che è arrivato a
    > > portare sul mercato in un solo anno quasi 250
    > > milioni di pezzi venduti..
    >
    > un fuoco di paglia indotto dal basso costo, ma
    > con pesanti ripercussioni sul livello di
    > soddisfazione degli
    > acquirenti.

    che stranamente continua ad essere piu venduto di ipad surclassandolo nelle vendite

    >
    > Tra parentesi, si parla di cifre intorno ai 35
    > milioni di pezzi/anno,

    notizia relativa all'anno 1007 se non erro giusto?

    mica 250 milioni come dici
    > tu... considerando che Apple, da sola, con un
    > solo tablet venduto a partire da metà anno (e
    > considerato "castrato"), si appresta a fare 12-15
    > milioni di pezzi, forse non è solo Ruppolo a non
    > guardare i numeri con
    > obiettività...

    credi sia solo io a considerarlo castrato o anche chi lo usa?.. visto che è il solo concorrente sul mercato a parte samsung che si pone su una categoria di mercato diversa posso dire SOLO 12 milioni di pezzi

    >
    > qualche link:
    >
    > http://www.key4biz.it/News/2010/11/15/Tecnologie/T
    > http://www.netbooknews.it/sul-mercato-e-le-vendite
    > http://punto-informatico.it/2970086/PI/News/asus-c
    > http://www.businessmagazine.it/news/mercato-dei-no
    >

    magari posta link con cifre che tanto stanno antipatiche alla apple che preferisce le statistiche per mascherare il poco share

    > > non vedi la
    > > piccolezza delle cifre apple in confronto
    > > all'enormità del resto del mercato?
    >
    > Ne riparliamo l'anno prossimo... in ogni caso è
    > evidente che i numeri sono relativi (per esempio
    > potrei dirti che Apple detiene il 95% del mercato
    > dei tablet), ed è così poco importante che tutti
    > la
    > imitano...

    relativi a cosa? e perchè sarebbero relativi?

    >
    > > apri gli
    > > occhi ed esci dal recinto.. non tutti sono cosi
    > > deboli di mente da farsi evangelizzare da te
    > > ruppolo
    >
    > e non tutti sono così chiusi di mentalità da non
    > riuscire ad informarsi in maniera
    > obiettiva

    lol.. come il crollo dei netbook per colpa dell'ipad? lol
    non+autenticato
  • - Scritto da: generale

    > > un fuoco di paglia indotto dal basso costo, ma
    > > con pesanti ripercussioni sul livello di
    > > soddisfazione degli acquirenti.
    >
    > che stranamente continua ad essere piu venduto di
    > ipad surclassandolo nelle vendite

    Beh... certo... 50 netbook, prodotti da 10 costruttori, e venduti a 250-300 Euro, nel loro insieme vendono in un anno più di quanto l'iPad (2 modelli, 1 solo costruttore, prezzo doppio) ha venduto in sei mesi...
    Sei un genio o sei parente di lordream?

    > > Tra parentesi, si parla di cifre intorno ai 35
    > > milioni di pezzi/anno,
    >
    > notizia relativa all'anno 1007 se non erro giusto?

    No: stime sulla chiusura dell'anno in corso (stime tenute alte dalle vendite nei paesi "poveri"...)

    > credi sia solo io a considerarlo castrato o anche
    > chi lo usa?

    "tu" chi sei? Non mi sono mai rivolto a te...
    chi lo usa ne è soddisfatto

    > visto che è il solo concorrente sul
    > mercato a parte samsung che si pone su una
    > categoria di mercato diversa posso dire SOLO 12
    > milioni di pezzi

    visto che TUTTI GLI ALTRI è da più di un anno che annunciano senza rilasciare niente, e visto che tutti considerano i tablet inutili, e l'iPad in particolare un prodotto "castrato", e scommettevano sul flop pronosticando 3 o 4 milioni al massimo, direi che 12 milioni in sei mesi è un grande successo.

    > > qualche link:
    > >
    > > [...]
    > >
    > magari posta link con cifre che tanto stanno
    > antipatiche alla apple che preferisce le
    > statistiche per mascherare il poco share

    magari leggili i link che ho postato...

    > > Ne riparliamo l'anno prossimo... in ogni caso è
    > > evidente che i numeri sono relativi (per esempio
    > > potrei dirti che Apple detiene il 95% del mercato
    > > dei tablet), ed è così poco importante che tutti
    > > la imitano...
    >
    > relativi a cosa? e perchè sarebbero relativi?

    la matematica non è per tutti, e la statistica ancora meno....

    > > e non tutti sono così chiusi di mentalità da non
    > > riuscire ad informarsi in maniera
    > > obiettiva
    >
    > lol.. come il crollo dei netbook per colpa
    > dell'ipad?

    e dove avrei scritto che il crollo dei netbook è colpa dell'iPad?
    -il crollo dei netbook è testimoniato dai link che ho postato (tutti presi da siti "generici" e non di parte).
    -il successo dell'iPad è testimoniato dai numeri di vendita.

    c'è un collegamento tra le due cose? Non lo so e non mi interessa
  • Credo ti abbiano risposto a dovere.

    Ma una cosa la voglio aggiungere: tu valuti il successo dal lato dei produttori, io dal lato degli utenti.
    A me non interessa quanti ne vengono venduti, ma quanti ne vengono utilizzati.
    Se, ad esempio, fosse vero che ne hanno venduti 250 milioni, allora dovremmo ritrovarli nelle statistiche di utilizzo con una percentuale superiore al 12,5% (se ipotizziamo 2 miliardi di utenti totali), invece la percentuale viaggia su valori poco sopra l'1%. Una percentuale che verrà superata da iOS tra qualche mese.
    ruppolo
    33146
  • dal lato dei produttori, i margini sono così risicati che se non ne vendono milioni rischiano di perderci.
    I netbook sono un rantolo di un industria in recessione e a corto di idee.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)